La genialata della Madia Ci regala 150mila statali pagati per non lavorare

Sono gli esuberi delle ex partecipate a spasso. Limati gli stipendi, persino quelli più bassi

Essere pagati per non fare nulla. E non è la Rai. O, almeno, non sarà solo la Rai a essere caratterizzata da questo triste (per i denari dei contribuenti) andazzo.

Il decreto legislativo sulle partecipate pubbliche i prevede un taglio abbastanza cospicuo delle controllate dello Stato, incluse quelle di Comuni, Province e Regioni. Anche se l'obiettivo dell'ex commissario alla spending review Carlo Cottarelli non sarà mai raggiunto (portarle da 8mila a mille), il testo prevede l'eliminazione delle società con perdite superiori al 5% del fatturato, di quelle con fatturato inferiore al milione di euro negli ultimi tre esercizi (ma le Camere hanno chiesto di abbassarlo a 500mila e probabilmente saranno accontentate) e di quelle che perdono l'appalto garantitole dall'ente locale che le ha costituite (società in-house). Il decreto prevede che il primo taglio straordinario si compia entro febbraio 2017, mentre dal 2018 le procedure di liquidazione seguiranno un percorso standard.

Secondo il sindacato, il decreto applicativo della riforma Madia potrebbe determinare fino a 150mila esuberi. E non tutti potrebbero essere ricollocabili anche se il testo prevede blocchi del turn over fino al 30 giugno 2018 per assorbire in ambito regionale (in modo da non trasferire troppo lontani i dipendenti) le eccedenze. Nella seconda metà del 2017, invece, sarà l'agenzia nazionale per il lavoro (Anpal) a occuparsi di trovare un posto agli statali che non l'avranno più. Se, nel frattempo, il ministro Marianna Madia non avrà fatto approvare il Testo unico sul pubblico impiego che prevede salario all'80% per due anni e licenziamento se il dipendente in «disponibilità» non accetta il ricollocamento, gli esuberi delle partecipate rimasti a spasso saranno pagati per non lavorare. Con il referendum alle porte sarà difficile che la delega sul Testo unico, che scade a febbraio, possa essere esercitata a breve. E se l'esecutivo di Matteo Renzi dovesse cadere, l'eventuale successore difficilmente si assumerebbe l'onere.

Il decreto legislativo sulle partecipate, che diventerà legge dopo l'approvazione nel prossimo Consiglio dei ministri, contiene anche un'altra anomalia non meno bislacca: il taglio degli stipendi dei dipendenti pubblici. È previsto, infatti, che le spa e srl pubbliche siano classificate in cinque fasce. Nella più alta i manager non potranno avere retribuzioni superiori ai 240mila euro annui lordi. Nella più bassa, la quinta, si dovrebbe scendere a 120mila euro (anche se alcuni rumor riferiscono di 100mila euro). Al di là della scarsa qualità di manager che accettano paghe «basse» a fronte di rischi elevati (come la responsabilità penale e amministrativa), ci sarà un problema. I dirigenti potrebbero guadagnare più dell'amministratore delegato e dunque si dovrà tagliare lo stipendio anche a loro. Fin qui tutto regolare: il contratto lo consente. Ma anche ai quadri bisognerà limare la busta paga affinché non siano retribuiti più dei superiori e così a scendere fino ai dipendenti. Quand'anche il sindacato non bloccasse queste società con gli scioperi, ci penserebbe un qualunque magistrato a far rispettare i contratti. Che non consentono deroghe. Oltretutto ci saranno «figli e figliastri»: le società quotate, quelle che si quoteranno (come di recente ha fatto Enav), quelle che emettono titoli quotati (come Rai) potranno superare il tetto. Chi lo stabilirà? Matteo Renzi.

Commenti

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 04/08/2016 - 08:37

SCHIFEZZA ITALIANA.

chebarba

Gio, 04/08/2016 - 08:42

si divrebbe fare chiarezza che i lavoratori delle aziende a partecipazione pubblica e soprattutto degli enti locali non sono statali. Gli "statali" sono i dipendenti del comparto ministeri (giustizia, economia, difesa, istruzione) e loro diramazioni periferiche. Poi ci sono i dipendenti che non sono statali degli enti locali (regioni province comuni comunità montane), che hanno anche contratti diversi e gli enti locali sono enti diversi autonomi dallo stato. poi cè il parastato inps inail, altro contratto altra autonomia dallo stato.poi ci sono le privatizzate a parteicpazione, poste, equitalia ecc ecc molti carrozzoni .... . Tutto il personale in esubero delle province e tutti questi enti giò è stato messo in mobilità verso il comparto ministeri per assorbirli ed evitare allo stato di fare concorsi per assumere nuovo personale e, quindi, prende in carico gli esuberi che però, in molti casi, sono soggetti prossimi alla pensione.

gneo58

Gio, 04/08/2016 - 09:07

zappa oppure pala e piccone, c'' un sacco di terreno da rimettere a posto, poi magari anche seminare e raccogliere e non ci metterei solo questi 150mila ma anche almeno la meta' degli altri statali/provincali/comunali e compagnia bella. Ieri qui sotto al marciapiede erano in due, una mattinata intera per fare un lavoretto che io, che non sono delmestiere avrei risolto da solo in massimo 2 ore. Aani cosi'...saluti.

gneo58

Gio, 04/08/2016 - 09:08

non solo non fanno niente al "lavoro" ma con gli orari che hanno fanno anche il 2° o 3° lavoro con tutte le conseguenze del caso.

giovauriem

Gio, 04/08/2016 - 09:23

a proposito di nulla facenti e sfaticati(meno male che non tutti quelli del pubblico impiego lo sono , ma solo 1l 99%) ,le province non erano state abilite ? se così è per che ci sono ancora tasse , balzelli , gabelle e pizzo provinciali , gente che va taglieggiando con il tesserino delle province ,come mai ?

acam

Gio, 04/08/2016 - 09:36

sono 5 miliardi l' anno, farli lavorare per l'ambiente, assistenza si disadattati, controllo dell'immigrazione selvaggia e tante belle cose come queste, non se ne parla? l'unico aggettivo INCAPACI

carpa1

Gio, 04/08/2016 - 09:48

Fatemi capire: un'azienda privata che fallisce, chiude e basta (forse viene data in qualche modo una buon'uscita ai dipendenti e finisce lì). Qui, invece, l'azienda "stato" chiude ma i dipendenti vengono ricollocati. 1)Se deve chiudere non sarà che è a causa dei troppi dipendenti assunti (o fatti assumere dai politici di turno) o perchè battevano la fiacca? 2)Dove li mandano se non a far fare la medesima fine ad un altro ente statale? Ne abbiamo già viste a bizzeffe di aziende fallimentari tenute in piedi per volere dei sindacati per poi comunque chiudere i battenti causando una perdita ancor maggiore! Manteniamoli in mobilità per qualche tempo invece di andare a creare danni là dove, forse, non ce ne sono già!

Ritratto di host8965

host8965

Gio, 04/08/2016 - 10:01

Francamente non capisco il taglio critico dell'articolo. Si parla di esubero di statali con parziale retribuzione della mobilità (detta anche DISOCCUPAZIONE) con tagli alle partecipate inefficienti e riduzione di salari, dal punto di vista della spesa pubblica tutte cose positive.

Ritratto di massacrato

massacrato

Gio, 04/08/2016 - 10:15

Non so come mai, mi è venuto in mente il "simpatico" defunto Corrado (con quel gentil bravo maestro Pregadio); ammiravi o ridevi di gusto. Oggi è molto difficile trovare cose simpatiche, ammirare ed ancor più ridere.

Duka

Gio, 04/08/2016 - 10:35

quando capirete d'essere nelle mani di bulli sprovveduti ma ladri ?

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 04/08/2016 - 10:45

Se il testo prevede l'eliminazione delle società con perdite superiori al 5% del fatturato, DOVREBBERO COMINCIARE AD ELIMINARE QUESTO NULLO GOVERNO ILLEGITTIMO, FORMATO DA LADRI USURPATORI!!!

Giulio42

Gio, 04/08/2016 - 10:46

Quale alternativa? Continuare così in eterno? Chi fa può anche sbagliare ma l'immobilismo è una disgrazia ne abbiamo un esempio tutti i giorni.

peter46

Gio, 04/08/2016 - 10:49

giovauriem...colpa della sx certamente ed a prescindere ma...possiamo,tutto quel 'proposito',provare,'ANCHE',a chiederlo a Brunetta?E magari 'ANCHE' conto di quel 1/99%(sicuro che siano così 'tanti' gli sfaticati?Conflitto d'interessi?)che 'millantava' di saper risolvere(e tanto-tanto da risolvere,sia chiaro)ma ancora continua ad esistere?E sulle province possiamo,'ANCHE',provare a chiedere alla lega?E magari a Calderoli ricordarci come mai dopo 350.000,a suo dire,leggi ridotti in cenere...son rimaste le province e le 'competenze' tassaiole?NB:Tu potresti provare a chiedere 'ANCHE' a Berlusconi come mai invece di 'preoccuparsi' del 'golpe' ai suoi danni(che conferma per noi la sua 'inadeguatezza' dato che alla fine il 'golpe' lo è stato per 'NOI':lui ha continuato a guadagnare e noi a pagare...o no?)si è preoccupato di far 'assumere',un attimo prima di 'incoronare' Monti,tutta quella platea di 'manager' della Prot.Civile su richiesta di Bertolaso?

Una-mattina-mi-...

Gio, 04/08/2016 - 11:01

"L'ITALIA COL SEGNO PIU'" renziana, provoca un crescente digusto, tanto da far impallidire ogni pur recente, e precedente, paragone.

Libertà75

Gio, 04/08/2016 - 11:01

Il testo unico è soltanto un testo unico, la normativa per mettere in mobilità i pubblici dipendenti esiste ormai da tempo immane! Il punto è semmai un altro ossia avere uno strumento utile a trasferire anche fuori Regione. Del resto se abiti a Rovigo, è più facile andare a Ferrara invece che a Belluno... ah la geografia, questa sconosciuta nel PD

VittorioMar

Gio, 04/08/2016 - 11:18

...dicono che ci sia carenza di personale nei vari Ministeri,utilizzateli!!...altrimenti C.I.G. e Mobilità coma avviene nelle industrie private!!

linoalo1

Gio, 04/08/2016 - 11:20

Non pigliatevela con lei!!!La Poverina,come tutte le Quote Rosa,fa solo da Portavoce agli Ordini di Renzi!!!Ma,Qualcuno,crede veramente che le Quote Rosa,siano in grado,da sole,di portare avanti una loro Idea??Nessuno glielo permetterebbe,specialmente Renzi!!!Il loro compito è solo quello di fsre da Parafulmine alle Maledizioni dell'Opinione Pubblica,alle Idee di Renzi,espresse,ovviamente per convenienza,dalle bocche delle Qute Rosa!!!!

cgf

Gio, 04/08/2016 - 12:16

non è un'idea originale, l'ha avuta Cristina Fernández de Kirchner Ex Presidente dell'Argentina però informarsi prima come è andata, no? Ci sarebbero i lavori socialmente utili, ma poi le varie cooperative come fanno? è un problema serio, mica da ridere, anzi da piangere.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Gio, 04/08/2016 - 12:26

il governo abusivo fatto da pinocchi ed incapaci, ha sicuramente la sua punta di "diamante" in questa ministra sciatta ed incapace.

marcomasiero

Gio, 04/08/2016 - 12:27

la peggiore delle genialate è stata quella di istituire l' ARQ (aspettativa riduzione quadri) delle FFAA tragicamente agganciate al carretto degli impiegati statali, (sia pur con un tipo di vita usurante ben diverso da quello di chi lavora alle poste), per cui fior fior di capaci Colonnelli e Capitani di Vascello verranno rottamati in ossequio alla riduzione della spesa ...

alfa553

Gio, 04/08/2016 - 12:39

Come la grecia ,uguale in tutto e per tutto. Bravi.

agosvac

Gio, 04/08/2016 - 13:45

Ma quando mai gli statali sono stati pagati "per lavorare"????

unosolo

Gio, 04/08/2016 - 14:38

se fanno dnni i ministri o le alte cariche dello Stato non pagano penali mentre il popolo che non versa un centesimo sulla dichiarazione dei redditi paga enormi tributi cioè interessi da ministri. ladri , incapaci , cosa si inventano per arrivare a fine legislatura , soldi dei pensionati regalati per questo scopo , sentenze ? non si rispettano.

unosolo

Gio, 04/08/2016 - 14:39

spartizione politica e parentale , non ci sono spiegazioni.

giovanni235

Gio, 04/08/2016 - 14:40

Una curiosità che mi attanaglia dalla prima volta che ho visto la Madia:qualcuno sa se ha già compiuto i 14 anni?Cosa volete cha faccia la bambina se non cavolate?

Boxster65

Gio, 04/08/2016 - 15:00

Mandateli a spaccare le pietre in miniera...

silvano45

Gio, 04/08/2016 - 16:24

moltissimi dipendenti non timbrano neppure il cartellino moltissimi sono al lavoro ma non hanno nulla da fare moltissimi non hanno voglia di fare nulla i dirigenti sono come le tre scimmiette non vedono non sentono non parlano e abbiamo la peggiore e più corrotta burocrazia del mondo ma tutti prendono i bonus e stipendi una vergogna italiana a cui i politici per interessi voti e seggio non porranno mai rimedi e che i cittadini onesti subiscono

@ollel63

Gio, 04/08/2016 - 16:46

a zappare la terra no, eh!