Guerra di statue, tocca a Colombo: «Un genocida»

Nel mirino i monumenti all'esploratore italiano in diverse città: «Assassinò gli Indios»

Chi pensava che la saga tragicomica della rimozione delle statue da rimuovere volgesse al termine dovrà ricredersi. Anzi, in questa pazza estate a stelle e strisce compare una nuova illustre vittima, peraltro a noi molto cara: Cristoforo Colombo. Già, proprio il grande navigatore genovese a cui si deve la scoperta del continente americano rischia di essere malamente ripudiato. L'esploratore, simbolo per gli italo-americani, è infatti considerato una figura controversa per il trattamento riservato ai nativi americani al momento dello sbarco nel nuovo continente ed è diventato l'obiettivo di manifestazioni e petizioni contro «i simboli d'odio e di divisione razziale» che vanno avanti da due anni e che si sono intensificate nelle ore successive ai tragici scontri di Charlottesville, dove tre persone hanno perso la vita durante una manifestazione di militanti anti afro-americani.

Anche se il dibattito su Colombo va avanti da secoli, le proteste sono improvvisamente esplose negli ultimi giorni. A Baltimora, in Maryland, una statua di Colombo eretta nel 1792 è stata distrutta a martellate. A Detroit, in Michigan, i manifestanti contro il suprematismo bianco hanno avvolto il monumento del 1910 all'esploratore in un drappo nero che, con un pugno del «black power», chiedeva apertamente: «Reclamiamo la nostra storia». A Houston, in Texas, una statua donata alla città dalla comunità italoamericana nel 1992, nell'anniversario dei 500 anni della scoperta, è stata imbrattata di vernice rossa. A Oberlin, in Ohio, il consiglio comunale ha addirittura approvato una risoluzione che abolisce il Columbus Day, sostituendolo con l'Indigenous People Day, la festa delle popolazioni indigene. Non solo. Statue di Colombo sono sotto accusa anche a Boston (Massachussetts), Columbus (Ohio) e a San Jose (California), dove già nel 2001 un uomo provò a distruggere con un martello il monumento in municipio.

Tira una brutta aria per il navigatore made in Italy anche a New York, dove il destino della statua alta 23 metri che domina Columbus Circle è in mano a una commissione istituita dal sindaco Bill de Blasio, peraltro di evidenti origini italiane. Tutta colpa di una dichiarazione della presidentessa del consiglio comunale Melissa Mark-Viverito, che l'ha inserita nella lista dei simboli da valutare. «Nei Caraibi in particolare a Portorico, da dove vengo si sta discutendo del fatto che non dovrebbero esistere monumenti a Cristoforo Colombo, considerando cosa significa per la popolazione nativa: l'oppressione e tutto quello che ha portato con sé», ha detto. In soccorso alla statua, si è precipitata la comunità italo-americana della Grande Mela ma il dibattito è tutt'altro che chiuso. Povero Colombo, più facile convincere i reali spagnoli a farsi dare le Caravelle che il popolo a farsi amare.

Commenti

emigratoinfelix

Gio, 24/08/2017 - 10:13

bah,considerando come va il mondo,avrei preferito che quei viaggi e scoperte non le avesse fatte,oggi non ci sarebbero gli Usa ed il mondo sarebbe un posto decisamente piu' tranquillo,senza il dollaro e le superlogge

MOSTARDELLIS

Gio, 24/08/2017 - 10:14

Questa gentaglia di sinistra confonde la storia con la realtà. Come d'altronde fanno oggi da noi noti politici e Presidenti di Camere... che vogliono distruggere i simboli del fascismo, senza pensare minimamente (di norma i sinistri non hanno cervello per pensare) che lasciare i simboli intatti è molto più importante perché la gente possa ricordare di non ripetere le stesse atrocità fatte allora.

DavideVD

Gio, 24/08/2017 - 10:17

Alla sciura che ha proposto sta cavolata sfugge il fatto che lei non è erede degli abitanti originali, peraltro scomparsi, ma degli immigrati successivi. Insomma, senza Colombo lei non esisterebbe

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 24/08/2017 - 10:40

Sarà bene demolire anche le vestigia romane presenti nel nostro paese. E bandire dalle scuole il latino. Espressione di una civiltà che aveva istituito i fasci littori.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 24/08/2017 - 11:13

Il gran caldo sta dando alla testa a molti Americani.

VittorioMar

Gio, 24/08/2017 - 11:18

...CHI NON HA NIENTE DI PIU' SERIO DA OCCUPARSI...SI DIVERTONO PER COSI' POCO...!!

roberto.morici

Gio, 24/08/2017 - 11:23

Ritengo sacrosanta la "guerra" degli afro-americani contro Colombo. Sembra che, in realtà, l'America l'abbiano scoperta loro.

roberto.morici

Gio, 24/08/2017 - 11:27

@Memphis. Che sia sfuggito alla Boldrini, il Problema?

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 24/08/2017 - 11:55

se Colombo ha commesso un crimine "scoprendo" l'America, per risolvere il problema basta "ricoprirla" e il gioco è fatto

qwewqww

Gio, 24/08/2017 - 11:57

La cosa curiosa è che stanno dando la colpa a un italiano dei genocidi degli indigeni del nord e sud america perpetuati da inglesi, americani e spagnoli (che accusando colombo tentano di rifarsi la verginità) che poi si sono impadroniti di quelle terre, mentre noi italiani non abbiamo ricavato nemmeno un ettaro di terreno in quei paesi.

Ritratto di giordano

giordano

Gio, 24/08/2017 - 12:10

americani, popolo senza cultura, prima massacrano i nativi per le risorse del sottosuolo e poi condannano Colombo. Ignoranti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 24/08/2017 - 12:34

@qwewqww - concordo.

People

Gio, 24/08/2017 - 12:35

La mamma dei cretini è sempre incinta. Purtroppo troppi idioti sono lasciati liberi di circolare. Costoro dovrebbero essere estromessi da tutti i diritti civili, per poi trattarli per quello che sono.

soltantolaverita'

Gio, 24/08/2017 - 12:41

C'e' da chiedersi perche' tutto questo non e' successo durante gli otto anni di Obama...L'America sta sprofondando in una palude. Un'altra guerra civile non e' molto lontana' tutta la verita'

soltantolaverita'

Gio, 24/08/2017 - 12:53

perche' non pssate il mio commento? tutta la verita'

dagoleo

Gio, 24/08/2017 - 14:16

Colombo non c'entra nulla con i genocodi dei nativi americani. I responsabili di quello furono i conquistadores spagnoli, portoghesi ed Inglesi. Cosa c'entra Colombo? Lui dimostrò che oltre l'oceano c'erano altre terre. Tutto qui. I massacri successivi furono opera di Cortez, Pizarro ed il loro seguito, non certo di Colombo.

scarface

Gio, 24/08/2017 - 17:07

Il sole picchia forte anche in U.S.

ILTAPINOITALIOTA

Gio, 24/08/2017 - 18:22

Mi piacerebbe sapere che ca..zzo c'entra il blakpower dei negri con i nativi americani..e se questi cog.lioni che contestano Colombo contestano anche la bandiera Inglese che li ha schiavizzati brutalmente.....il signore Deblasio sarebbe quello che contesta anche Trump? è amico dei nostri scellerati del PD! STESSI KRIMINALS