L'arsenale (bluff) di Haftar: vecchio, scarso e a pezzi

Gli aerei sono superati e non hanno pezzi di ricambio, i piloti sono over 50. E non possono neanche colpirci

Minacciare è facile, colpire un po' meno. La prima cosa che i nostri ammiragli vorrebbero chiedere al generale Khalifa Haftar è come pensa di affondare le loro navi. Anche perché - dopo l'ultima incursione contro le basi islamiste di Derna nella Cirenaica Orientale conclusasi, il 29 luglio, con l'abbattimento di un cacciabombardiere, il generale di Tobruk ha a disposizione soltanto due dei tre Mig 21UMs che operano solitamente dalla base aerea di Tobruk. Certo, in teoria, la flotta aerea di Haftar è assai più ampia. Stando ad alcuni conteggi il generale dovrebbe avere negli hangar 14 Mig 21 e quattro Mig 23 oltre a 7 elicotteri Mi 24/35 Si tratta però di un conteggio teorico vista la continua necessità di cannibalizzare lo schieramento per mantenere in linea almeno una coppia di caccia bombardieri.

La cannibalizzazione non previene, però, l'usura e i conseguenti malfunzionamenti che rendono assai vulnerabile l'aviazione di Tobruk. Soltanto negli ultimi 19 mesi Haftar ha perso, tra abbattimenti e malfunzionamenti, quattro Mig 21, cinque Mig 23 e almeno sei elicotteri, tra cui due Mi 24/35, la corazzata volante di fabbricazione russa. Di fronte a questa disastrosa percentuale a poco servono gli aiuti degli alleati egiziani ed emiratini costretti, tra l'altro, a forzare l'embargo dell'Onu per garantire l'operatività dell'aviazione di Tobruk. Le parti di ricambio, indispensabili per garantire il parziale rinnovamento di alcuni Mig 23, non bastano infatti a compensare le perdite. E comunque anche una flotta aerea al massimo dell'efficienza non garantirebbe le capacità minime richieste per colpire le nostre unità navali. I Mig 21 progettati all'inizi degli anni '50 e diventati operativi nel 1956 sono bombardieri con un raggio d'azione che non supera i 360 chilometri. Un'autonomia decisamente insufficiente se si considera che la distanza aerea tra Tobruk e il mare prospiciente Tripoli supera i mille chilometri. Se il fattore meccanico è seriamente limitante il fattore umano lo è ancor di più.

Il colonnello Adel Al-Jihani, abbattuto e ucciso a Derna, era al pari dei suoi colleghi al servizio di Haftar, un pilota ormai sessantenne sicuramente valoroso ed esperto, ma non molto adatto al combattimento aereo. Un problema non di poco conto. Addestrare nuove leve con cui sostituire i piloti caduti è, infatti, ancor più difficile che trovar pezzi di ricambio perché non esistono paesi con dei Mig 21 e 23 in ruolo attivo dove addestrare al combattimento i nuovi allievi. Anche disponendo di giovani e miracolosi «top gun» capaci di far volare quei Mig al di là della loro autonomia il generale dovrebbe comunque spiegare come pensa di poter centrare le nostre navi. I missili Zvezda Kh-66 e Kh-23 Grom utilizzati dai Mig 21 e 23 hanno un raggio di soli dieci chilometri. In compenso il sistema radar «Empar» prodotto da Finmeccanica e montato sulle nostre unita più recenti ha una portata di oltre 100 chilometri. Il che significa che i Mig sarebbero individuati 90 chilometri prima di poter colpire. E in questo intervallo spazio temporale potrebbero venir agevolmente neutralizzati dai missili «Aster 15» e «Aster 30» con cui le nostre fregate e i nostri cacciatorpedinieri possono colpire obbiettivi aerei fino alle distanze di 30 km e 120 chilometri. Ma se anche un missile riuscisse a partire dovrebbe vedersela con i proiettili del cannone Oto Breda 76/62 particolarmente adatto - soprattutto nella versione Super Rapido con cadenza da 120 colpi al minuto - per l'intercettazione in volo dei missili nemici. Certo l'affondamento durante il conflitto delle Falkland del cacciatorpediniere britannico Sheffield, colpito da un missile Exocet argentino nonostante l' assoluta superiorità tattica e tecnologica della marina britannica, dimostra che in guerra nulla è prevedibile. Ma fu l'unico colpo messo a segno dagli argentini. E a farlo arrivare nella pancia della Sheffield contribuì un doppio errore degli inglesi nell'interpretazione dei segnali radar. Ma a differenza di Haftar gli argentini disponevano di aerei e piloti ancora in grado di volare.

Commenti
Ritratto di matteo844

matteo844

Ven, 04/08/2017 - 12:56

Ma infatti ha un arsenale bellico (se arsenale si puo' chiamare) oltre che esiguo anche superato. Di venti aerei ne funzioneranno tre o quattro al massimo.Le solite minacce che non spaventano nessuno. A noi ci ha detto male nella seconda guerra mondiale perche se ci fossimo seduti al tavolo dei vincitori avremmo potuto ampliare l'arsenale militare a dismisura. Invece ci hanno fatto sedere una nazione come la Francia (ho detto tutto) solo perche aveva preso talmente tanti schiaffi dai tedeschi che farla sedere al tavolo dei vincitori era quasi un obbligo (e oggi fanno pure i fighi ahaha). Comunque bisognerebbe investire di piu' sulla difesa aerea noi italiani,sulla marina,possono anche fare largo,e' la nostra punta di lancia nel Mondo.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Ven, 04/08/2017 - 13:03

Non capisco il senso per cui sia necessario alzare i toni fino ad arrivare a minacce di guerra con un altro stato se poi non si ha il coraggio di sequestrare e demolire (come si fa con gli scafisti, perchè questo sono) le navi delle ONG incarcerando in aree di detenzione con sorveglianza armata TUTTI i migranti che rifiutano di rientrare al loro paese (a spese loro ovviamente!!).

ArturoRollo

Ven, 04/08/2017 - 13:05

"Fronte sud del 1938", (Generale Rodolfo GRAZIANI.

georgi

Ven, 04/08/2017 - 13:08

i libici utilizzano ancora i mig 21\23???? aerei quasi delle seconda guerra mondiale LoL

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 04/08/2017 - 13:09

Per far paura ai gentiloni boys basta e avanza. Piuttosto che sparare un colpo soccombono.

cgc

Ven, 04/08/2017 - 13:13

"Gli aerei sono superati e non hanno pezzi di ricambio, i piloti sono over 50. E non possono neanche colpirci" Consiglierei commenti un po' più prudenti. Anche a fini scaramantici... che non vengano poi pubblicate sulla Settimana Enigmistica nella rubrica: "ultime parole famose".

Pelmo76

Ven, 04/08/2017 - 13:14

Durante il conflitto delle Falkland la marina militare inglese non perse solamente lo Sheffield ma.. 2 cacciatorpediniere Type 42: Sheffield e Coventry 2 fregate Type 21: Ardent e Antelope 1 nave da sbarco logistica: Sir Galahad 1 Landing Craft Utility: F4 1 nave porta-container: Atlantic Conveyor In più le forze aeree britanniche lamentarono la perdita di 10 aerei da combattimento e 24 elicotteri.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Ven, 04/08/2017 - 13:16

Mai, mai, mai sottovalutare persone determinate. La storia insegna, anche gli italiani erano surclassati in tutto dagli inglesi in Africa, nell'ultima guerra, ma molti di questi hanno pianto....

donzaucker

Ven, 04/08/2017 - 13:17

Ma quanto vi piace parlare di armamenti e guerra....

maurok

Ven, 04/08/2017 - 13:28

Il pattugliatore Comandante Borsini senza sistemi missilisti antiaerei non e' esattamente un esempio di sicurezza contro minacce dall'aria, e' e rimane un pattugliatore in grado di gestire bene solo situazioni contro naviglio leggero.

gcf48

Ven, 04/08/2017 - 13:32

io ho paura che sarà riarmato dal re sole macron

Reip

Ven, 04/08/2017 - 13:33

Siamo schiavi dell’Islam, della energia araba e africana, schiavi di accordi e mediazioni con l’Africa e i paesi arabi, siamo obbligati a subire i loro ricatti la loro violenza e far buon viso a cattivo gioco a questa invasione islamica. Poco distanti le nostre frontiere, ci sono numerose centrali nucleari attive in Austria, Svizzera, Francia e Slovenia. L’Italia potrebbe ricominciare a produrre energia nucleare, costruendo nuove centrali d’eccellenza, essendoci in Italia aziende leaders nel settore energetico. Inoltre investendo, aumentando e incentivando la produzione di energia alternativa, in particolare solare ed eolica e favorendo l’approvvigionamento energetico dalla Russia, partner commerciale e industriale fondamentale, si riuscirebbe ad alleggerire talmente il fabbisogno energetico dal nord africa, e dalla penisola araba, da poter finalmente liberarsi dal dominio energetico islamico e blindare definitivamente le frontiere a questa invasione

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 04/08/2017 - 13:46

gian, noi, in guerra, le navi nemiche le affondavamo anche solo coi maiali. metti giù la bottiglia e comincia a pregare.

Ritratto di alex274

alex274

Ven, 04/08/2017 - 13:50

Chiederei di togliere dal titolo "Piloti sopra i 50", perché non si trova la spiegazione del testo e perché inutilmente offensivo. Infatti un "Pilota sopra i 50" non ha nulla da invidiare a un "Pilota sotto i 50".

jenab

Ven, 04/08/2017 - 13:54

ottimo, allora dobbiamo attaccare noi e riprenderci la cirenaica!!

gcf48

Ven, 04/08/2017 - 14:01

riccio.lino.por... non anche, ma solo

bezzecca

Ven, 04/08/2017 - 14:12

I mig 21 sono caccia e nom bombardieri e sono utilizzati ancora in varie parti del mondo , in europa in Romania e Croazia

angelo gennari

Ven, 04/08/2017 - 14:17

Oh ragazzi ma cominciamo gia' a farcela addosso per le sparate di questi pagliacci con i baffi ? Perché pensiamo davvero che quello di Tripoli manterra' le promesse una volta finiti i soldi ? dai ....si comportera' come l'altro anzi peggio . Questa missione navale deve essere pronta a rispondere a qualsiasi attacco e a formare un blocco navale quando la situazione non sara' piu' sotto controllo ..Ergo dovra' essere implementata ed avere consegne molto piu' importanti . Non si puo' piu' tornar indietro ...vorrei vedere la ripresa degli sbarchi a 5.000 al giorno dopo tutto il can can ....una intera classe politica vedrebbe i consensi prossimi allo 0 alle prox elezioni

risorgimento2015

Ven, 04/08/2017 - 14:19

Infatti e` cosi@Pelmo75.Aggiungo gia che ci siamo che la famosa Gr.Bretagna ando con il cappello in mano al governo europeo ,chiedendo alla Francia&Italia di non vendere armi all'Argentina.I britannici temevono molto gli AERO MARCHETTI( ancora oggi I migliori aeri di combattimento a bassisima quota) Loro li chimavano le Ferrari del cielo.Per non parlare dei misssili Exsoccet francesi.

elpaso21

Ven, 04/08/2017 - 14:20

Ma qualcuno ha provato a contattare questo signore, anche telefonicamente?

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 04/08/2017 - 14:24

Okkio perchè gli attentati questi beduini li sanno fare, eccome.

Ritratto di ateius

ateius

Ven, 04/08/2017 - 14:26

ma l'italia dovrebbe subire una invasione? senza poter reagire? che i libici ci minacciano pure..?..purtroppo solo salvini e meloni non hanno dato il cervello all'amasso. ed è una triste constatazione.

peter46

Ven, 04/08/2017 - 14:36

Reip...(13:33)su questi argomenti,questo giornale,quando ancora tu non avevi iniziato a frequentarlo(salvo nick 'tarocco') aveva dato 'appuntamento' a tutti i 'bocconiani' della materia,per 'più avanti'....mantieniti in allenamento che presto potrai dimostrare quel che solitario volevi dimostrarci oggi.

fert64

Ven, 04/08/2017 - 14:40

Davide sconfisse Golia con una fionda... inoltre i nostri ammiragli da Lissa non hanno mai combinato nulla di buono..... mai disprezzare il nemico.....probabilmente l'ultimo grande ammiraglio Caio Duilio si distinse a Milazzo nella prima guerra punica con l'utilizzo dei corvi, le note passerelle che permettendo ai legionari di combattere come sulla terraferma, gli permisero di sconfiggere la flotta cartaginese. Il consiglio ai nostri gallonati marinai viene da C. Dulio in persona rimanete con i piedi per terra e non date nulla per scontato, la guerra rimane un fenomeno imprevedibile.

fert64

Ven, 04/08/2017 - 14:59

In ogni caso il nostro governo ha il dovere di dialogare anche con il Gen. Haftar e trovare un intesa. Il nostro governo deve agire con diplomazia e trovare un accordo con entrambi i leader libici. D'altronde da dei funzionari del MAE con stipendi principeschi si può pretendere qualche sforzo in più per ottenere maggiori intese e concordare un azione comune.

peter46

Ven, 04/08/2017 - 15:05

cgc...finalmente chi comprende che,malgrado Irak,Afganistan,Libano ,Libia(l'ha confermato anche Berlusconi che abbiamo portato guerra alla Libia,costretto o meno ci siamo andati e chi meglio di lui a confermarlo?)ed ancora Irak a giorni,siamo rimasti...a 'ciucci contro cammelli',e come sempre accade i 'ciucci' possono volare ma non abbattere cammelli,vero?...che rimangono,i cammelli,anche nascosti,salvo...'paga,se vuoi vedere cammello'.Non c'è guerra,e pace a seguire,che non abbia 'necessitato della NOSTRA PRESENZA. Abbiamo scucito 35mdi di dollari per gli F35 che si alzano in volo da soli,sparano al solo sentire la 'puzza' nemica(vanno persino 'a ' bagno da soli viste le recenti 'risultanze' dei piloti inglesi, ma appunto perchè guidate da mani sbagliate)e dobbiamo temere uno che ancora manda i suoi sulle 'ape piaggio' lasciate dal Fascio allora e con sopra le mitragliatrici attaccate col fil di ferro?Micalessin...voli più in alto,per favore,che 'abboccano' in tanti altrimenti.

Marcello.508

Ven, 04/08/2017 - 15:31

Haftar deve avere probabilmente visto il film "Full metal jacket" ed allora - per auto coinvincersi di essere un vincente di fronte ai propri "adepti" - ha frequentato nottetempo e nei dintorni di Mosca, ottenendo diploma e con il massimo dei voti, un "Corso per Specnaz di otto settimane per falsi duri e pazzi furiosi." .. ahahahaha ..

scalette

Ven, 04/08/2017 - 15:41

con un ministro della difesa come la PINOTTI anche una mosca riuscirà a provocarci danni. ma quando se ne andranno questi INCAPACI? ABBIAMO UN MINISTRO DEGLI ESTERI? che politica sta facendo? INCAPACE E TRADITORE.

27Adriano

Ven, 04/08/2017 - 16:11

Può darsi sia vero, ma per sconfiggere la marina italiana, ai cui vertici c'è la "pinotta" (che prende ordini dal governo Gentiloni) basta un semplice fucile a molla con il tappo sughero che viene venduto alle sagre paesane!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 04/08/2017 - 16:13

La potenza bellica di Haftar non sarà la più forte del mondo e certamente le nostre armi sono tecnicamente e numericamente superiori, ma quello che conta è la volontà di combattere, e noi con la Pinotti ministro della difesa e Alfano ministro degli esteri temo che, alla vista del primo aereo libico, saremo costretti alla fuga, unica strada che il nostro governo conosce e pratica.

SAMING

Ven, 04/08/2017 - 16:28

Se il nostro retaggio guerriero si perpetua, siamo freschi. Il 22 aprile 1997 Il 'Vittorio Veneto' al comando di Vincenzo De Fanis si incaglia davanti al porto di Valona. La vicenda del comandante Schettino è freschissima. Se la nostra nave si incagliasse ? Non occorrono MIG, bastano scimitarre.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 04/08/2017 - 16:45

solo? non avevamo nemmeno un cacciatorpediniere? una lanciasiluri? una goletta a vela coi cannoni a palla!? niente!? ah pero'...

Ritratto di salvo38

salvo38

Ven, 04/08/2017 - 17:17

in questi paesi, ogni tanto spunta un generale che vuole fare da grande come feci Gheddafi a suo tempo,, ma ripeto altri tempi

VittorioMar

Ven, 04/08/2017 - 17:58

...DEVE FARE LA SUA PARTE : ABBAIARE ALLA LUNA...PER IMPRESSIONARE IL SUO POPOLO!!!

unz

Sab, 05/08/2017 - 03:06

ne "Il Lupo e l'Agnello", il grande Thomas Milian: "A Trippaaaa...famme nà pippaaa". ecco.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 05/08/2017 - 07:42

Attenzione, la Francia non consentirà mai alcuna operazione in Libia e nel nord Africa. A nessuno e tanto meno a noi. Il nord Africa, da Gibilterra a Suez, è cosa loro. Così credono da secoli. Non si vedrà ma faranno di tutto per ostacolare chiunque non risieda a Parigi.

malecarne

Sab, 05/08/2017 - 08:09

cane che abbaia.......

Sonostanco

Sab, 05/08/2017 - 08:12

Lancerà un attacco a 'bordo' di un cammello armato di un tubo ( il cammello ) per sputare più lontano. Almeno quando c'era Gheddafi certe cxxxxxe non si sentivano

Sonostanco

Sab, 05/08/2017 - 08:13

Si lo so i cammelli non sputano, sono i lama . Infatti superando l'embargo li sta importando

buri

Sab, 05/08/2017 - 11:22

basta fornire alle nostre navi di un'adeguata copertura aerea

Luigi Fassone

Dom, 06/08/2017 - 21:58

3° Invio : Questo Generale deve avere qualche difetto di memoria. ha scordato che qualche giorno fa aveva stretto la mano al suo connazionale (qualora Tripolitania e Cirenaica funzionino da "Nazione"...) che a sua volta ha invocato l'intervento delle navi italiane...