Lega, quello strano asse con l'M5S per le elezioni amministrative

Circola l'ipotesi che a Roma (ma anche in altre città) ci sia un patto segreto tra Lega e Movimento 5 Stelle. Ma è davvero così o si tratta di fantapolitica? Salvini, intanto, spera che in tanti vadano a votare

Non è un mistero che il leader della Lega, Matteo Salvini, non voglia Guido Bertolaso candidato a Roma. Dopo una lunga battaglia ha chiesto (e ottenuto) che siano i cittadini a decidere se sarà l'ex capo della Protezione civile il candidato del centrodestra. Spazio ai romani, dunque. Ma la Lega nella Capitale difficilmente può mobilitare folle di elettori. E dunque? Alcune indiscrezioni ipotizzano un "patto segreto" con il Movimento 5 Stelle in occasione delle "gazebarie" che si terranno questo fine settimana (previsti un centinaio di gazebo in tutta la Capitale). Il voto di elettori e simpatizzanti del centrodestra dovrebbe servire a confermare (o meno) la candidatura di Bertolaso. Non essendoci altri candidati in corsa si potrà fare una croce solo sul "sì" o "no". I leghisti a Roma hanno mobilitato circa 10mila persone nella precedente consultazione: un risultato importante, tenuto conto che quasi non c'è stato preavviso. Ora, però, si ragionerà su altri numeri e la Lega, da sola, difficilmente può pensare di scalzare Bertolaso. Ecco, dunque, che è spuntata l'idea: mobilitare migliaia di persone pronti a votare "no" nei confronti dell'ex capo della Protezione civile.

Ovviamente il "giochino" non viene confermato. Anche se qualcosa trapela. Come ricorda La Stampa Massimo Fedriga, capogruppo alla Camera della Lega, dietro le quinte della trasmissione "Omnibus" (La7) si lascia scappare questa frase: A queste consultazioni di Forza Italia si può votare sì, ma immagino si possa votare anche no. E se Bertolaso venisse bocciato, Berlusconi dovrebbe prenderne atto". Primo segnale. Poi arriva il secondo. Ospite alla trasmissione diMartedì (La7) Matteo Salvini ha messo le mani avanti. "Io con umiltà ho semplicemente chiesto che per la prima volta nella storia un candidato del centro destra fosse sottoposto al giudizio popolare prima che fosse investito ufficialmente. Mi è stato concesso, non a me, ma è stato concesso ai romani di dire la loro. Spero che siano in tanti sabato e domenica ad andare a dire: sì Bertolaso è il migliore, mi fido lo voglio", oppure dire "no scegliamo un altro".

I leghisti sanno bene che non riusciranno mai a mobilitare masse di elettori nella Capitale, così avrebbero pensato di riempire i gazebo di Forza Italia con il maggior numero possibile di persone pronte a ostacolare Bertolaso. Ma è possibile che Salvini voglia fare tutto questo polverone per agevolare la corsa di Storace (o di Irene Pivetti)? La Stampa osserva che, sotto sotto, il piano può essere un altro. Agevolare, per quanto possibile, le candidature grilline di Roma e Torino, in cambio del favore reso a Bologna e Novara. Un piano di desistenza incrociato, che si baserebbe sul voto disgiunto in ben quattro città. Ipotesi suggestiva, anche se difficile da realizzare, anche perché un conto sono le mobilitazioni dei militanti, altra cosa le elezioni.

Salvini pro Virginia Raggi, la candidata M5S a sindaco di Roma? "I voti appartengono ai cittadini, non ai segretari di partito", risponde in modo stizzito Alessandro Di Battista, membro del direttorio M5S. A chi insiste e domanda se ai 5 Stelle non dispiacciano i voti della Lega, replica così: "Chiedete piuttosto al Pd che prende i voti di Verdini". Molto critico il commento di Fabrizio Cicchitto (Ap): "Non si capisce come Forza Italia ma anche in alcune situazioni locali l’Ncd possano collaborare con Salvini che ha dichiarato fin d’ora che agli eventuali ballottaggi voterebbe per il M5S. È evidente che gli estremi si toccano".

Il governatore della Liguria, Giovanni Toti (FI), cerca di gettare acqua sul fuoco: "Credo che a Roma domenica questa consultazione dei cittadini andrà bene. Bertolaso sarà il candidato di tutti, che vincerà le elezioni, perché è il sindaco giusto per risolvere i problemi di quella città. E i romani lo sanno perfettamente". E prosegue: "Non sono primarie quelle di Salvini a Roma. Sono una consultazione dei cittadini romani su un candidato che è già stato scelto senza il metodo delle primarie. L'ho sentito chiaramente dal segretario della Lega che casomai useremo" le primarie "per le politiche, ma non per queste amministrative".

Ma il diretto interessato, Guido Bertolaso, cosa dice? "Non ne so nulla. Io mi preoccupo dei problema dei romani e non mi occupo delle vicende politiche", dice a Corriere Tv. Quando "mi è stato chiesto di candidarmi, Matteo Salvini mi ha detto ’mi raccomando ci tengo molto a Roma, vogliamo vincere. Partiamo subito. E io dal giorno dopo ho iniziato. Poi alcune dichiarazioni non comprese sembrano non esser state prese bene da Salvini ma io sono un uomo libero e dico quello che voglio".

Commenti

arkkan

Mer, 09/03/2016 - 13:23

Per avere una valenza politica, le primarie debbono essere fatte seriamente. Queste NON lo sono, così come no lo sono quelle del PD e del M5S su internet.

Libertà75

Mer, 09/03/2016 - 14:00

Sicuramente meglio un cinquestelle che un altro politico connesso al partito della nazione di renzi

kallen1

Mer, 09/03/2016 - 14:11

Finchè ci sono degli individui politici come Salvini che vuole le primarie-burla come quelle dei PiDioti non si va da nessuna parte. O le primarie vengono fatte da esclusimante coloro che sono iscritti regolarmente con tanto di tessera di appartenenza da un certo periodo di tempo al partito che le organizza o altrimenti sono solo delle buffonate fatte ad uso e consumo di chi si riempie la bocca con la parola "primarie indice di democrazia", si ma quale?

dubbio

Mer, 09/03/2016 - 14:11

Ma questa mattina per Berlusconi e ovviamente il giornale non c'era pieno accordo nel cdx. Lo ripeto per la milionesima volta. Al cdx non interessano i problemi dei cittadini. E' in corso una lotta all'ultimo coltello per la supremazia nel centro destra. Il resto sono favole

Libero1

Mer, 09/03/2016 - 14:25

Sembra che salvini diventi sempre piu' inaffidabile.Questo fa pensare che se alle prossime elezioni andranno al ballottaggio P-idioti e grilli gli elettori delle lega voteranno per i grillini.

qwertyuio

Mer, 09/03/2016 - 15:46

Unitevi e vincerete

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 09/03/2016 - 15:56

Non è poi una politica tanto strana perchè coll'opposizione consapevole messa in atto da berlusconi con renzie siamo arrivati colle pezze al cxlo.Ora in una coalizione vuol fare il dittatore ed imporre i suoi personaggi, non mi sembra una cosa democratica visto che nel breve lasso di tempo è riuscito a dimezzare il partito.Incomincio a capire -casini-follini-verdini-fini- alfano sarà un caso, se ne sono andati??????

Atlantico

Mer, 09/03/2016 - 16:14

Inizia a cambiare il clima per Salvini ....

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 09/03/2016 - 16:33

E' TUTTO UN MERDAIO SIA A SINISTRA, A DESTRA E AL CENTRO. FANNO TUTTI SCHIFO DAL PRIMO ALL'ULTIMO.

giosafat

Mer, 09/03/2016 - 16:36

Lega + M5S....interessante, mooolto interessante!

Ritratto di andymaga

andymaga

Mer, 09/03/2016 - 16:59

Ma che razza di articolo ha scritto. Se Berlusconi insiste con Bertolaso, ottiene una doppia sconfitta:1) aumenterà l'astensionismo e non parlo solo della buffonata del fine settimana, ma delle vere elezioni; 2) certamente in caso di ballottaggio tra PD e 5stelle sicuramente molti di noi astenuti andremo a dare il nostro voto a 5stelle. Come lo daremmo a Marchini se ce la facesse ad arrivare al ballottaggio.

Beaufou

Mer, 09/03/2016 - 17:44

Salvini, coi suoi tatticismi, rischia di darsi la zappa sui piedi. Dopo, quando la frittata è fatta, magari troverà il modo di incolpare qualcun altro se il CD perde a Roma.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 09/03/2016 - 18:09

IO circa dieci giorni fa profetizzai uno schieramento BERLUSCONI-RENZI ed ancora oggi sono convinto che non fosse un'idea tanto strampalata.

misuracolma

Mer, 09/03/2016 - 18:15

Se la Lega di Salvini si smarcasse dal berlusconesimo, farebbe ciò che i suoi (ex)elettori delusi aspettano da anni.

acam

Mer, 09/03/2016 - 18:27

questa mi sembra fantapolitica di chi vuole auto estinguersi

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 09/03/2016 - 18:29

---salvini ha un disperato bisogno di far diventare la lega un partito nazionale se vuole aspirare un giorno al ruolo di presidente del consiglio---il fenomeno lega infatti non si schioda dalla lombardia e veneto--2 grandi regioni --vero---ma troppo poco per rappresentare l'italia tutta- solo che gli italiani se le ricordano ancora le invettive dei leghisti nei confronti dei romani e del meridione--si ricordano i canti di scherno del salvini nei confronti dei napoletani in quelle feste pittoresche sulle rive del po--salvini è disposto a fare carte false col movimento 5 stelle per cedere roma in cambio di bologna -in modo che possa dire :guardate abbiamo espugnato la città rossa- povero salvini--è invidioso che un suo coetaneo guidi il governo e vorrebbe fare la stessa cosa--ma il confronto dei quozienti intellettivi dei due è impietoso--a sfavore di salvini ovviamente---

Mannik

Mer, 09/03/2016 - 18:45

Che spasso... la fine prima dell'inizio.

Beaufou

Mer, 09/03/2016 - 19:10

@misuracolma."Se la Lega di Salvini si smarcasse dal berlusconesimo, farebbe..." cosa? Glielo dico io: alcune sceneggiate senza costrutto sull'indipendenza della Padania, e grullerie varie. Ha presente quando la Lega era al governo (con Berlusconi)? S'è inventata i ministeri a Monza e amenità di questo genere. Che fine hanno fatto i ministeri a Monza, coi ritratti di Bossi dappertutto e i "gloriosi" simboli leghisti? La realtà è che per governare bene bisogna avere intelligenza, cultura e onestà, tre qualità difficili da trovare insieme, anche fra i leghisti.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 09/03/2016 - 19:27

Caro sig. Salvini spero che certe voci siano infondate e si tratti esclusivamente di disturbatori che cercano di mettere il bastone tra le ruote al cdx. Che il Dr. Bertolaso non le è simpatico può anche starci, ma che lei remi contro e faccia il doppio gioco per il solito piatto di lenticchie la ridurrebbe al ruolo del solito politicante che predica bene e razzola male! A tal punto, mi dispiace dirlo, dovrebbe usare la famosa ruspa per autorottamarsi!

Ritratto di alice.

alice.

Mer, 09/03/2016 - 19:36

MAI coi lEGAIOLI

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Mer, 09/03/2016 - 19:44

A parte Roma, madre immortale di tutti i corrotti marcioni, dal mio romantico e forse un pò ingenuotto punto di vista, sarebbe l'ora che Lega e 5 stelle si alleassero. Almeno a parole sembrano onesti. Ragazzi, ingoiate qualche rospetto e unite le forze per liberare l'Italia da questa insopportabile dittatura politicamente corretta, sempre che ce ne sia ancora il tempo...

fisis

Mer, 09/03/2016 - 20:42

Bertolaso: se fossi romano, non voterei mai uno che dice che "i rom sono una categoria vessata e penalizzata" (testuale!). Roma, la stazione, la metropolitana sono invase da certi personaggi che rubano, borseggiano, rapinano nelle case. I veri vessati (e tartassati) sono i romani e gli italiani.

forbot

Mer, 09/03/2016 - 20:43

Salvini, ci vuoi fare o l'ho sei? Una cosa è dire: Vorrei che il candidato per Roma sia legittimato dai romani; un altra è dire: Bertolaso non è il mio candidato - Vorrà mica essere considerato il terzo della serie? Dopo Casini - Fini ? Perchè poi contro Bertolaso che ha dato prove di efficienza all'Aquila? Ha speso soldi, qualcuno ha detto. Si, ma hanno dato frutti. C'è chi li sperpera e non si vede mai nulla di fatto. Per niente, non si fanno neanche i miracoli.

ectario

Mer, 09/03/2016 - 20:55

Primo- A Salvini di Roma non frega una mazza, per cui se va sempre peggio è meglio, per attizzare sempre più i suoi nordici che lo seguono. Secondo: perchè non vuole Bertolaso che non si è dichiarato di DX ma è uno certamente non chiacchierone politico come te ma pragmatico ed efficiente uomo del fare. terzo: meglio la grillina che con il grilletti sono il surrogato della Sx con idee diverse dal PD ma sempre e molto più di sinistra? Quarto: Salvini.... stai rompendo i cosiddetti solo per rompere e non per costruire una ceppa.! Quinto: il tuo 14% non servirà ad un catzo e ti farà essere un catzo, come un catzo non serviranno quelli di FI e FdI, perchè sei un pisquano chiaccherone ed inconcludente.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 09/03/2016 - 21:17

Ipotesi suggestiva giornalistica,che non vale neanche la pena di spendere tempo per prendere in considerazione e commentare. SE vedum.

fenix1655

Mer, 09/03/2016 - 21:30

Che Salvini abbia capito che ormai il Cavaliere gioca per perdere su tutti i tavoli in un patto segreto con Renzi per preservare almeno i suoi interessi dall'aggressione politico-giudiziaria? Bravo Salvini, cominci a diventare grande!