L'icona di una gauche debole in tutto

Hollande non si ricandiderà all'Eliseo: è stato sconfitto dall'Isis e da se stesso

Quando nel 2013 riesce a conquistare l'Eliseo si trasforma da uomo «senza qualità» in grande speranza della sinistra europea. Sulla scia del suo successo i Bersani, e gli altri grandi vecchi del fallimento post-comunista, s'illudono che l'anonimo Francoise Hollande sia l' «uomo nuovo», pronto a guidare un rinato socialismo europeo. Ma Hollande rappresenta, in verità, solo la retorica del passato. Per capirlo basta leggere il programma elettorale in cui promette una tassa del 75% sulle entrate superiori al milione di euro. Entrate che Hollande giudica immorali e riprovevoli. Opinione confermata nel dibattito in cui si lascia sfuggire la frase «io non amo i ricchi». La battuta verrà ritrattata e la tassa ridotta dal 75 al 50 per cento. Ma questo non basta ad evitargli l'imperitura ostilità di un mondo imprenditoriale reso ancor più furioso dall' aumento delle tasse, accompagnato dall'incapacità d'avviare la crescita economica promessa in campagna elettorale. E a giurargli eterna ostilità s'aggiungono gli agricoltori spinti nelle braccia del Front National di Marine Le Pen dal calo dei prezzi dei prodotti agricoli. A contribuire all'inarrestabile diaspora degli elettori di sinistra s'aggiunge poi la fallimentare riforma pensionistica della fine del 2013. Una legge che invece di posticipare l'addio al lavoro, come consigliato dagli economisti, aumenta i contributi senza risolvere il problema del deficit pubblico. Il vero suicidio politico è però l'evidente incapacità di mettere sotto controllo un estremismo islamista in grado di spostare oltre 900 combattenti, il più alto numero in Europa, dal territorio francese a quello dello Stato Islamico. A quell'indulgente indifferenza fanno seguito gli ulteriori fallimenti nel campo della sicurezza che consentono al terrore islamista di mettere a segno gli attentati contro Charlie Hebdo e le stragi di Parigi del 13 novembre 2015. Grazie a questa concatenazione di tracolli senza precedenti il socialista Hollande precipita negli inferi del consenso. A ottobre i rilevamenti Ipsos registrano l'insoddisfazione di oltre il 70 per cento dei francesi, l'indifferenza del 26 per cento degli elettori e un sostegno ridotto a un miserabile 4 per cento. Un fallimento senza precedenti che rende inevitabile la scelta di non tentar nemmeno un'impossibile quanto nefasta ricandidatura .

Commenti

il nazionalista

Ven, 02/12/2016 - 08:47

Flanby, sapendo che i Francesi lo avrebbero inesorabilmente fatto fuori, ha preferito farsi fuori da solo!!

Leon2015

Ven, 02/12/2016 - 09:21

Grandissimo fallito, ma basta guardare anche a casa nostra...

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 02/12/2016 - 09:36

Eh,eh,eh, Ha dicise di non presentarsi per il bene della Francia. Che faccia tosta! Se ne va perché sa bene quanti calci in culo prenderebbe se si ripresentasse. Abito in Francia da tanti anni e so' bene cosa pensano i francesi di quel tipo squallido il cui primo pensiero da presidente , fu quello di chiedere se poteva ancora andare in scooter dalla sua bella. Personaggio RIDICOLO

giovanni PERINCIOLO

Ven, 02/12/2016 - 09:57

E fuori uno, non resta che augurarci che il bischero lo segua a ruota!

paolonardi

Ven, 02/12/2016 - 10:06

Solita topica dei sinistri che continuano imperterriti a non indovinarne una.

VittorioMar

Ven, 02/12/2016 - 10:17

....si è auto "ROTTAMATO" !!..ha capito anche che aumenta la forza del "VENTO DELL'EST" !!!

piazzapulita52

Ven, 02/12/2016 - 10:19

Uno degli artefici del criminale progetto UE che si toglie da solo di torno perchè sa do essere già sconfitto in partenza! Uno che ha distrutto il suo paese e, insieme alla Merkel, Junker e quant'altri, stava tentando di distruggere l'Europa ed i suoi popoli. Basta invasione, via tutti i clandestini dall'Europa! Popoli europei liberi e sovrani!

Ritratto di echowindy

echowindy

Ven, 02/12/2016 - 10:21

...SI TRATTA DEL RESTO DELLA MUTAZIONE IN UTOPIA DEL CREDO DELLA SINISTRA CHE IN SENSO AMPIO, NON HA PIU' RAGIONE DI ESISTERE.