L'ultima follia di Stato: la tassa sugli ombrelloni. Gestori dei lidi in rivolta

A Rimini chiesta l'Imu persino sui parasole: 35 euro per ogni 10 metri quadrati di ombra

Il sole è l'ombra di Dio, diceva il Buonarroti. Oggi, invece, l'ombra è il sole del fisco. Soprattutto se a fare ombra è la tesa di un ombrellone sopra la bollente sabbia riminese. Anche l'ombra è un bene prezioso e soprattutto dà reddito. Ecco quindi che l'Agenzia delle entrate sta riempiendo le cassette postali dei gestori e titolari di stabilimenti balneari della Romagna di «cartelle esattoriali» per esigere un'Imu rivalutata in base al numero di ombrelloni presenti sulla singola spiaggia.

I primi che hanno aperto le lettere in questione hanno pensato a uno scherzo. Poi le lettere continuavano ad arrivare. E la voce a spargersi. Finché almeno questo dubbio è stato fugato: non si tratta di uno scherzo. Davvero il fisco esige dai gestori degli stabilimenti balneari una ricarico dell'Imu in base al numero degli ombrelloni. E non parliamo di quisquilie. Alcuni hanno ricevuto cartelle anche di 2/3 mila euro solo per il 2017.

La faccenda è anche più strana se si considera che ad essere interessati al provvedimenti sono soltanto i gestori degli stabilimenti balneari riminesi. È infatti bastato un giro di telefonate per rendersi conto che il balzello (proporzionato agli ombrelloni) viene richiesto soltanto a loro.

«È una situazione anomala - commenta Andrea Corsini, assessore al turismo della Regione Emilia Romagna - Almeno all'apparenza non ha alcuna giustificazione visto, peraltro, che si paga solo a Rimini. Questa riscossione non va nella direzione intrapresa dalla Regione e dai territori, quella di investire nel turismo, comparto fondamentale per la crescita dell'economia regionale, in collaborazione con gli operatori privati. Basti pensare ai 20 milioni di euro che abbiamo deciso di stanziare proprio per la riqualificazione degli spazi urbani nelle città costiere e degli stessi stabilimenti balneari». Corsini ha anche annunciato l'intenzione di chiedere quanto prima un incontro con i vertici regionali della stessa Agenzia delle Entrate per avere chiarimenti su questa «anomalia».

La ratio del provvedimento la spiega Giorgio Mussoni, presidente di Oasi (operatori associati spiagge italiane) di Confartigianato. «Fino ad oggi il calcolo dell'Imu è stato effettuato considerando i metri quadrati coperti dalle cabine e dagli spazi comuni degli stabilimenti (come bar e ristoranti, ndr). Adesso invece hanno modificato il sistema di calcolo considerando il numero degli ombrelloni». Maggiore il numero degli ombrelloni (e quindi dei clienti) e maggiore è il valore catastale dello stabilimento. Viene fuori anche una sorta di tariffa: 35 euro a ombrellone (cui viene assegnata un'area di 10 mq). E la sintesi del ragionamento proposto dall'Agenzia delle entrate sarebbe più o meno questo: gli ombrelloni rappresentano la vera area commerciale degli arenili, sono loro a determinare il reddito dei concessionari. La ciliegina sulla torta, poi, è il calcolo retroattivo. Le lettere spedite ai concessionari, conteggiano le ultime sei annualità di balzello sull'ombra.

Mussoni, intanto, promette battaglia: «Il catasto per definizione registra soltanto beni immobili - dice - E bisogna anche considerare che durante la stagione invernale le spiagge vengono liberate dagli ombrelloni. Per quanto riguarda i manufatti nessun problema. Continueremo a pagare. Ma tirar fuori soldi per l'ombra proprio no».

Commenti

Ernestinho

Ven, 09/11/2018 - 09:08

Fonoranno per tirare sangue anche dalle rape!

Ernestinho

Ven, 09/11/2018 - 09:09

Finiranno che cercheranno di cavare sangue anche dalle rape!

cardellino

Ven, 09/11/2018 - 09:10

La fanno d'autunno perché le spiagge sono vuote. Sino a giugno quando non ci sarà più questo governo non se ne accorgerà nessuno e poi la colpa sarà del PD

lolafalana

Ven, 09/11/2018 - 09:20

Licenziare in tronco il dirigente di quell'ufficio, punto.

Tranvato

Ven, 09/11/2018 - 09:33

Consiglio per gli acquisti: evitate certe sostanze che, sul momento, sembrano dare la carica ma, proseguendone l'assunzione, sono neurotossiche! E per fortuna che non è responsabile l' attuale Governo ...

sparviero51

Ven, 09/11/2018 - 09:41

DI FRONTE A CERTI FATTI NON CI SONO PIÙ PAROLE PER COMMENTARE . BISOGNA SOLO PASSARE ALL'AZIONE !!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 09/11/2018 - 09:43

Perfetto. Gli stabilimenti balneari guadagnano un pozzo di soldi con l'ombra ed è giusto che la paghino. Io lo so perchè ci lavoro con loro. Alla prossima stagione ombrelloni chiusi sotto la canicola poi voglio vedere quanti clienti PAGANTI hanno ad arrostirsi al sole.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 09/11/2018 - 09:44

Che "gli ombrelloni rappresentano la vera area commerciale degli arenili", effettivamente ha una sua logica.

mitmar

Ven, 09/11/2018 - 09:52

Nel 1997 lo stato incassava 457 miliardi di euro di entrate fiscali. Oggi non gliene bastano 880, praticamente il doppio. Il piu' massiccio trasferimento di denari dal privato al pubblico dopo la rivoluzione russa e quella cubana. E continuano. E nessuno li ferma.

pardinant

Ven, 09/11/2018 - 10:10

Mi pare sia cosa giusta, non tanto per la tassa in se, quanto per cercare di limitare questa acquisizione a prezzi stralciati, di aree demaniali, privandone del libero uso il legittimo proprietario, ovvero il Popolo per poi costringerlo a pagare esosamente un servizio che non vuole, per l'assenza di spiagge pubbliche, stracolme di gente anche se poste nei luoghi meno appetibili come vicino allo sbocco di corsi d'acqua. Non va dimenticato che al costo dell'ombrellone le gente deve poi sobbarcarsi il costo del parcheggio su strada pubblica che i Comuni assatanati di euro regolamentano totalmente con parcheggi a pagamenti( in certe zone realizzati ridicolamente con una selva di cartelli stradali di divieto che di fatto impediscono anche la fermata per aree estese) , senza assicurare alcun servizio come: pulizia spiaggia, bagni, docce, ecc. Se poi il turismo si sposta in Spagna e altri paesi civili, cominciate non chiedetevi il perchè.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 09/11/2018 - 10:18

Continuate pure su questa linea vedrete che in questo modo farete scappare anche quei pochi che ancora fanno vacanze in Italia.

oracolodidelfo

Ven, 09/11/2018 - 10:20

Se c'è una Legge precisa che lo consente, l'Agenzia delle Entrate ha fatto solo ed in ritardo il suo dovere. Se la Legge non c'è, chiudere quell'Agenzia delle Entrate, pubblicare i nomi di chi ha preso quel provvedimento e fargli pagare i danni, quantomeno per danni di immagine.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 09/11/2018 - 10:33

Pagherà anche l'ombrellone "piantato" la domenica sulla spiaggia libera? Chi gestisce stabilimenti balneari non paga già la sua "tassa" allo Stato? Mi sembra che questi grillini siano più famelici dei comunisti!

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 09/11/2018 - 10:37

---la strategia è nota---di giorno si urla a megafoni spiegati-urbi et orbi alla cittadinanza tutta di condoni condonetti e condonini e paci fiscali varie per far vedere quanto questo governo sia buono bravo e generoso---di notte invece --quando tutti dormono--si alzano tasse regionali --tasse sulle auto --aumenti delle siga --balzelli vari--ma niente paura caro popolo---la soluzione te la indica il governo medesimo---evadere a più non posso e prendere la licenza di furbetto del quartierino---in attesa della prox pace fiscale --swag

Zizzigo

Ven, 09/11/2018 - 10:40

L'ipocrisia di un sistema (stato) tassatore (e che fa esclusivamente quello), non ha limiti. Così si pretenderebbe il rilancio dell'economia, ma solo di quella delle tasche di una certa categoria di quelle persone che vivono sulle spalle altrui.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 09/11/2018 - 10:54

io ho 4 ombrelli parapioggia, mi dovrò preoccupare!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 09/11/2018 - 10:57

Sulle sdraio no tax?

leopard73

Ven, 09/11/2018 - 10:59

Imbecillità POLITICA NON HA CONFINI.

titina

Ven, 09/11/2018 - 11:15

manca la tassa per chi prende sole senza ombrellone.

snips

Ven, 09/11/2018 - 11:37

Attenzione,Attenzione..Avviso ai bagnanti: Dovete calcolare ciascuno la propria ombra, quando prendete il sole(Quando fà nuvolo non vale)e comunicarla immediatamente all'Agenzia per il pagamento Pro-quota ,tramite il bagnino..Se portate il secchiello dovete calcolare pure quello.Sono esentati bambini e nani(Mi scusino,non volevo)!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 09/11/2018 - 11:40

Ma ci siete o ci fate. Gli stabilimenti ti affittano ombrelloni e sdraie, quello è il loro guadagno. Il baracchino statico, che è un millesimo dell'area in concessione, serve a vendere gelati e/o pranzi. Il loro guadagno è STRATOSFERICO a paragone delle spese fisse. I BAGNINI ( che grande professione costata studi e fatiche) si comperano un albergo all'anno coi ricavati DEMANIALI DELL'OMBRA. Meno spirito che NESSUNO vi vuole tassare l'ombrellone che avete in giardino. Lo sapete che chi fa i mercati paga il PLATEATICO in base all'OMBRA PROIETTATA dal suo banchetto?

SpellStone

Ven, 09/11/2018 - 11:44

COSA C'E' DI FOLLE???? Chi di dovere aggiorna il metodo di calcolo dell'IMU (che già' si paga) considerando i reali guadagni degli stabilimenti balneari. E sinceramente è ancora poco considerare gli ombrelloni... perché' di fatto gli stabilimenti delimitano l'area su 3 lati... e anche se nel mezzo e' vuoto... di fatto ci fanno guadagni facendo pagare l'ingresso. -- BASTA allarmismi che ogni cosa sono folli, sono pazzi, dove finiremo.

Gio56

Ven, 09/11/2018 - 11:56

non capisco l'artico, il titolo parla di ultima follia di stato,l'articolo dice che la tassa è solo nel comune di rimini. O è una tassa comunale o è una tassa regionale. chiedetevi che partito c'è sia in regione ed in comune.

carlo196

Ven, 09/11/2018 - 11:57

In effetti la trovata è una grande cazzata però mi risulta che a fronte di canoni irrisori pagati al Demanio, i proprietari degli stabilimenti balneari in genere dichiarino al fisco delle miserie a fronte di tariffe non certo popolari e spesso e volentieri senza rilasciare ricevute.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Ven, 09/11/2018 - 12:05

"Follia di Stato" estika***. Le spiagge vengono affittate a canoni ridicoli, la gente ci è divantata miliardaria per generazioni. Ma la ruota gira. E se non gli sta bene ridessero indietro la concessione, preferiamo la spiaggia libera e i vucumprà che una coca fresca te la vendono a 50 centesimi invece che 3 euro.

SpellStone

Ven, 09/11/2018 - 12:22

@Elkid, ordine significa che tutti devono pagare le tasse.... non che qualcuno paga e gli altri no. -- principio di prossimità significa che la responsabilità (nel nostro caso stabilire i criteri) deve essere il piu' possible prossimo al soggetto (nel nostro caso lo stabilimento) -- Valorizzazione delle Concessioni, significa che Se prendi in concessione qualcosa dallo stato ne devi pagare il prezzo alla collettività (questo ma non e' diretto a te... vale anche per frequenze televisive ;-) ) ... ecc ecc ecc..

Ernestinho

Ven, 09/11/2018 - 12:33

Finirà che dovremo pagare tasse anche sui nostri ombrelli aperti!

Ernestinho

Ven, 09/11/2018 - 12:55

In ogni caso la tassa finirà per essere pagata dai clienti con gli interessi!

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Ven, 09/11/2018 - 12:55

A me sembra giusto. Più ombrelloni affitti ,più guadagni,più ti tasso. Dovrebbero metterlo subito in tutta Italia .

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Ven, 09/11/2018 - 13:19

Speriamo che non ci siano nuvole, allora, altrimenti ci mettono altre tasse anche su i periodi di ombra. E se tassassimo il buio?

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 09/11/2018 - 13:20

---SpellStone---se lo stato ha sbagliato a dare concessioni lunghissime a prezzi di realizzo --deve fare mea culpa e basta--e far tesoro di questo per il futuro---non tentare mosse vendicative e palesemente illegali per raccattare qualche spicciolo--come si può legare una tassa che ha come bibbia il catasto ---ad un ombrellone?--fanno bene i sindacati di categoria a promettere battaglie legali--qunto poi ai governi che usano i condoni un tanto al kilo giusto per far proseliti alle urne--sbagliano di grosso--perchè inducono chi paga regolarmente le tasse a farsi due calcoletti e vedere se conviene realmente--come diceva quel tale --il condono è una istigazione a delinquere--swag

luna serra

Ven, 09/11/2018 - 13:44

evidentemente è il regolamento Comunale del Comune di Rimini che prevede l'IMU per gli ombrelloni l'Agenzia delle entrate è un esatore fa quello che gli comunica il Comune che chiede il pagamento

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 09/11/2018 - 13:53

L'IMU e' praticamente gestita dai comuni, specialmente nell'aliquota e nell'applicazione di molti altri fattori, lo dimostra il fatto che in altri comuni emiliano-romagnoli questa cosa degli ombrelloni non la fanno.. e il sindaco di Rimini indovinate di che partito e' ??E' un piddiota- ElPirl, hai perso un'altra occasione per star zitto.

oracolodidelfo

Ven, 09/11/2018 - 14:21

02121940 10,33 - nel 2017 c'erano i grillini al Governo?

blackbird

Ven, 09/11/2018 - 14:25

Ci sono due gravi ingiustizie in quello che ha fatto l'Agenzia: la retroattività che dovrebbe essere incostituzionale e tassare il reddito prodotto dall'ombrellone. L'IMU tassa il patrimonio, il reddito prodotto dall'ombrellone è tassato da IRPEF o IRES. L'IMU si calcola in base ai valori catastali, se questi non contemplano gli ombrelloni (che sono strutture amovibili, non fisse) non è giusto ricalcolare il valore di un terreno.

MARCO 34

Ven, 09/11/2018 - 14:28

A me pare un'assurdità, in quanto si paga già una concessione demaniale. Caso mai è, senza dubbio, il caso di aumentare i canoni di concessione. Ma se si tratta di una norma a carattere locale, come dimostrerebbe la limitazione al territorio di Rimini, le proteste devono essere rivolte all'ente che le ha emanate e non al governo

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 09/11/2018 - 14:52

---cape code--ma lei crede che io sia integralista come lei ? che crede nell'infallibilità del comandande o nell'infallibilità di un partito?---se il pd fa una cavolata--pur non essendo io propriamente pidiota --prendo e denuncio--perchè io sono un uomo libero--sei tu quello che difende fideisticamente l'infallibilità del capo --e ti tocca ingoiare rospi non da poco --come la sparizione dei 50 milioni legaioli---non sei un uomo libero--swag stessa differenza esistente tra un amante del bel calcio ed un tifoso---

cir

Ven, 09/11/2018 - 15:52

pardinant : verissimo : per 50 anni sono sempre andato in vacanza in FRANCIA ,CORSICA compresa . Ho mai visto spiagge non libere ,solo qualche insignificante ombrellone nelle adiacenze dei ristorantini sul mare. E' una vergogna in italia , sono stato quest' anno per una visita occasionale a dei parenti ad Alassio , e per vedere il mare ho dovuto fare circa tre km lungo il litorale, solo bagni e costruzioni che ne impediscono la vista , a meno di non salire sugli alberi...

Tranvato

Ven, 09/11/2018 - 17:53

Ma perchè solo a Rimini? Le tasse si devono pagare secondo un principio di equità: gli ombrelloni di Rapallo non fanno ombra? Come disse il sommo Dante, l'Italia è un bordello!