Marino si giustifica: "Vacanze in Usa? Mi avevano minacciato"

Il sindaco di Roma dopo le polemiche: "Solo lì potevo stare senza scorta". E se la prende con Vespa

Dopo le polemiche per le sue (lunghe) vacanze negli Stati Uniti mentre Roma si preparava al Giubileo e affrontava il polverone sollevato dal funerale di Vittorio Casamonica, Ignazio Marino torna in tv. E dal salotto di Otto e Mezzo si difende dalle accuse. Con una giustificazione che rischia di gettare benzina sul fuoco

"Mi trovavo negli Usa per motivi al di fuori della mia volontà, perché negli ultimi mesi ho ricevuto diverse minacce di morte con lettere scritte a me, a mia moglie e a mia figlia e diverse volte buste con pallottole", dice il sindaco di Roma alla Gruber, "Io che ho iniziato il mio mandato andando in bicicletta adesso devo muovermi con tre macchine e 6 uomini di scorta. Io davvero volevo 14 giorni con mia moglie e mia figlia senza girare con le persone armate". Nessun pentimento, quindi, nemmeno quando gli hanno fatto notare l'opportunità di tornare prima: "Assolutamente non sono pentito, perché io sono stato in contatto con il mio staff", ha ribadito, "Credo di avere uno straordinario vicesindaco, sette assessori sono rimasti in quelle settimane, la città è stata assolutamente sotto controllo".

Del resto, assicura, "Non c’era davvero nessuna emergenza: quello che è accaduto è un funerale in cui una famiglia ha voluto manifestare e spettacolarizzare la morte di un essere vivente per mandare dei messaggi ai vivi e quel giorno, pochi minuti dopo aver appreso la notizia, sono stato informato e siamo intervenuti subito con delle dichiarazioni di condanna. E come ha detto il prefetto, che è una persona perbene, c’è stata una disfunzione nella comunicazione con le forze di sicurezza e ci sono stati fatti gravi con l’elicottero che ha sorvolato Roma gettando petali di rosa che potevano essere però una sostanza tossica e non è compito del comune nè sorvegliare i cieli di Roma o controllare le organizzazioni criminali". Poi se la prende con Bruno Vespa: "Sono indignato perché i Casamonica volevano un palcoscenico per usare un morto per mandare messaggi ai vivi. Pensate a chi da loro ha subìto violenze o estorsioni, che ha visto la tv di Stato dare importanza a una famiglia che infligge violenza, dolore e in alcuni casi morte. Se questo è servizio pubblico, perchè devo pagare il canone se poi si porta nel salotto di casa quella famiglia che abbiamo criticato per quella sbagliata manifestazione di potere del funerale".

Per questo non ha nessuna intenzione di presentare le dimissioni: "Voglio cambiare Roma e sono sicuro che lo stiamo facendo. Abbiamo fatto cambiamenti che rimarranno nella storia di questa città", dice, "Pensare a dimettermi significherebbe tradire il voto del 64% dei romani che mi hanno chiesto di fare il lavoro più impegnativo della mia vita che è anche la sfida della mia vita. Con il presidente del Consiglio non ho avuto nessun problema, con il partito romano tantissimi. Se avessi seguito i consigli del mio partito romano io non sarei qui a parlare da sindaco, perché avrei nominato come vicesindaco una persona che è agli arresti e come capo della polizia locale una persona agli arresti".

Infine Marino parla del rapporto con Franco Gabrielli, definito da molti "commissario di fatto" di Roma: "Non mi sento assolutamente commissariato. Sono straordinariamente positivo rispetto alla figura del prefetto Gabrielli. È un grande professionista, secondo me è la persona ideale nel momento in cui affrontiamo il Giubileo straordinario. È una persona che ha esperienza di servizi segreti, di polizia, di grandi eventi. Quindi sono felice della presenza del prefetto che rappresenta lo Stato".

Commenti

quapropter

Gio, 10/09/2015 - 21:56

Se ne è andato ai Caraibi perché minacciato? Ma mi faccia ridere. Minacce di attentati a Marino!?!? Ma daje...

ziobeppe1951

Gio, 10/09/2015 - 22:08

Questa zecca rossa non la finisce mai di raccontar balle utili ai pidioti

angelovf

Gio, 10/09/2015 - 22:15

Pagliaccio buono a nulla di un femminello, con quel sorriso ebete credi di prendere per il cxxxo le persona, ma non hai questa capacità, tutti ti hanno capito, non ti terrebbero a fare il sindaco neanche un minuto, ma Renzi non vuole le elezioni a Roma, perché sa bene che perderebbe. Sei un illuso e in malafede.

Ritratto di MissPiggot

MissPiggot

Gio, 10/09/2015 - 22:19

in usa c'era la flebile speranza che ci restasse, ma evidentemente ce l'hanno rimandato indietro per la seconda volta

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 10/09/2015 - 23:15

Ma ancora dobbiamo sopportare citrulli sinistri simili?? Ma che schifo, facciamo ridere tutti. Pazzesca la difesa di questo essere inutile e dannoso.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 11/09/2015 - 00:08

CHE DIREBBE TOTÒ? "MA MI FACCIA IL PIACERE!" E CHE DIREBBE IL DIVO EMILIO FEDE? "CHEFFIGURA DIMMERDA!"

cgf

Ven, 11/09/2015 - 00:09

poteva dimettersi da sindaco allora, btw ma non lo avevano CACCIATO via dagli USA già una volta?

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 11/09/2015 - 00:09

QUESTO MI SA CHE PER DAVVERO NON CI FA... CI È PROPRIO!

Borbone

Ven, 11/09/2015 - 00:21

Ma per favore Marino non dica cavolate, ma chi ca22o lo vuole minacciare.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 11/09/2015 - 00:52

Il sorriso ebete (che abbonda sulle labbra degli stolti) è tornato a infestare i mass media del nostro paese. QUANDO RIUSCIREMO A LIBERARCI DI QUESTI DANNOSI ARRUFFONI OPPORTUNISTI IMPOSTI AL PAESE DA UNA BANDA DI INCOSCIENTI COMUNISTI?

moichiodi

Ven, 11/09/2015 - 05:43

Marino, una delle poche per bene che che circola in politica.

Ritratto di bernardoone

bernardoone

Ven, 11/09/2015 - 06:52

Marino in vacanza in USA? Un controsenso per uno di sinistra. Perchè non se ne è andato a Cuba o in Corea del Nord? Li sì che ritroverebbe il suo credo. Un uomo insulso e incoerente, soprattutto dannoso per tutti, da mandare via e dimenticare al più presto.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 11/09/2015 - 07:19

Marino è il nostro gas esilarante.

Anonimo (non verificato)

Ven, 11/09/2015 - 07:54

le minacce sono motivi necessari e sufficienti per restare li definitivamente. e' tornato per fare cassa ?

precisino54

Ven, 11/09/2015 - 08:32

Se era questo il problema i casi sono due: Marino stesso sa bene si trattasse di una banda di “scassa-pagghiari” (rubagalline), se bastava allontanarsi per poter vivere senza scorta; in alternativa, bufala inventata per farsi vittima ed ottenere la solidarietà trasversale allontanando da se le critiche per l'operato disastroso. Tengo a precisare che dalle mie parti, per lo meno “si dice”, è noto che non sono pochi quelli che “si mandano” lettere minatorie pur di aver scorta e status! Le persone serie, i veri capi, non abbandonano la nave nel pericolo!

Frusta1

Ven, 11/09/2015 - 08:33

Amichevolmente consiglio ad Ignazio Marziano di tornare alle sue agognate immersioni ai Caraibi . Ha ragione lui a dire della necessità della scorta , ma le assicuro che non rischia per i mafiosi ,ma per milioni di romani( anche chi per sbaglio l'ha votata ) che se potessero farebbero quello che lei fa con i tonni delle Bahamas ...Poi ,in tema di spending review , i soldi della scorta che gli italiani risparmieranno li potrà usare anche per metter su un piccolo stabilimento per inscatolare i tonni. Le consiglio anche la marca del suo prodotto: Tonno RIo Marino , il tonno che tagli con una grassa risata. Risata che ci facciamo quando la sentiamo parlare.

Tuthankamon

Ven, 11/09/2015 - 09:00

Ma NON vale neppure la pena di minacciarlo questo! Ma chi vuoi che gliene importi qualcosa a qualcuno di Marino. Vorrebbe dire che è davvero un sindaco con idee e iniziative!

Fracassodavelletri

Ven, 09/10/2015 - 23:19

Ma smettila di raccontar balle, tamarro. Fai l'uomo con la ''U'' maiuscola ed ammetti le cretinate che hai commesso. Ci hai rotto le @@ con le tue menzogne. Non ti crede oramai piú nessuno.