Mattarella firma ma scrive a Conte: "Rispetti la Carta sui migranti"

Il presidente della Repubblica firma il dl Immigrazione, ma intanto scrive al premier: "Ricordo impegni presi dall'Italia"

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto legge Sicurezza e Immigrazione tanto voluto dalla Lega.

Ma mentre firma il decreto, invia una lettera "anomala" al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Mattarella, infatti, nella missiva invita il premier a rispettare la Costituzione, in particolare l'articolo 10, per quanto riguarda i diritti degli stranieri. "Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha emanato in data odierna il decreto legge recante: 'Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica nonchè misure per la funzionalità del Ministero dell'interno e l'organizzazione e il funzionamento dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata' e ha contestualmente inviato una lettera al Presidente del Consiglio Prof. Giuseppe Conte", si legge nella nota.

E dopo aver accertato la sua firma, mette le mani avanti con alcune raccomandazioni. "Al riguardo - continua Mattarella - avverto l’obbligo di sottolineare che, in materia, come affermato nella Relazione di accompagnamento al decreto, restano 'fermi gli obblighi costituzionali e internazionali dello Stato' pur se non espressamente richiamati nel testo normativo, e, in particolare, quanto direttamente disposto dall'art. 10 della Costituzione e quanto discende dagli impegni internazionali assunti dall'Italia".

Con la firma di Mattarella, il dl Immigrazione e Sicurezza diventa applicabile, ma la nota fa pensare a un chiaro messaggio politico. Perché nella lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Presidente della Repubblica ricorda che il decreto deve comunque rispettare gli obblighi contenuti nella Costituzione e nei trattati internazionali a cui aderisce l'Italia.

Il commento di Matteo Salvini

Prima ancora della firma di Mattarella, il ministro Matteo Salvini aveva commentato ai microfoni di Giorgio Zanchini a Radio anch'io: "Con la norma di oggi, un richiedente asilo anche se viene preso a spacciare, a picchiare un carabiniere, a molestare una bambina o a scippare un'anziana, va avanti con la sua domanda di asilo politico, tranquillamente, a spese degli italiani. Con il mio decreto, se viene colto a commettere un reato, verrà convocato in commissione prefettizia, gli viene respinta la domanda, viene portato in un centro per i rimpatri e rispedito a casa. Serve sempre - per l'invio nel cpr - l'ok del magistrato e ci deve essere o la pericolosità sociale stabilita dal questore o una condanna in primo grado".

E dopo la firma del Presidente della Repubblica, non poteva non arrivare la diretta Facebook di Salvini. Il vice premier leghista si è detto "felice della firma di Mattarella". "Il Presidente Mattarella ha firmato il dl Sicurezza del cattivone di Salvini, quindi la settimana prossima il parlamento comincerà a discutere e soprattutto a votare queste decine di articoli che porteranno più sicurezza - dice -. Dopo tante polemiche, dopo i giornali che dicevano non ce la farà mai, Mattarella non firmerà mai, 'ciapa li e porta a cà".

Ma nel suo lungo discorso nel quale affronta diversi temi, Salvini ci tiene a precisare che il governo rispetterà la "Costituzione, ma prima ci sono gli italiani". "Il Presidente Mattarella ha richiamato, con una lettera allegata alla firma del mio decreto, l'articolo 10 della Costituzione - sottolinea il leader del Caroccio - figurarsi, io li voglio rispettare tutti gli articoli della Costituzione, italiana, italiana. Quindi per me la Costituzione vale dal primo all'ultimo articolo. Prima gli italiani significa che mio dovere è rispondere dello stipendio che voi mi pagate, garantendo il diritto alla sicurezza, al lavoro, alla vita, alla pensione, alla salute dei cittadini italiani".

Poi il vice premier leghista presica: "Chi sbarca domani mattina se scappa dalla guerra è un mio fratello, porte aperte, però la stragrande maggioranza di quelli che sono arrivati qua non scappavano dalla guerra, ma la guerra ce l'hanno portata in casa. Ci saranno dei ricorsi, ci sarà qualcuno che si strappa i capelli, i sindacati, i centri sociali".

Commenti
Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 04/10/2018 - 15:55

Ora bisognera` pubblicare delle "direttive interpretative" CHE BLOCCHINO LE VERGOGNOSE INTERPRETAZIONI PERSONALI ALLE QUALI ABITUALMENTE ASSISTIAMO.

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Gio, 04/10/2018 - 15:57

Ha parlato lui: il garante di mussulmani, spacciatori e stupratori.

dakia

Gio, 04/10/2018 - 16:15

Egregio e Rispettabile Presidente della Rep italiana: Vorrei ricordarle, almeno la nostra Costituzione sia messa là solo per bella mostra, che in essa uno dei primi articoli si riferisce alle immigrazioni che pare le stiano tanto a cuore e dice che si può ricevere questa gente a meno che: ESSA NON SI DIFFERENZI DALLE LEGGI VIGENTI NEL PAESE.Ho abbreviato il concetto ma la sostanza resta la stessa, non posso per usi(bigamia, mascherare il volto, uccidere in modo barbaro animali) e tante angherie a cui è sottoposto colui che la VS. eccelsa Persona segue ritenendo il suo popolo.

Blueray

Gio, 04/10/2018 - 16:16

Il fatto che una norma, nella fattispecie l'art. 10 della Costituzione non sia richiamata nel testo, non significa che non sia operativa. Infatti solo l'abrogazione ne farebbe decadere l'operatività. La lettera in sè appare alquanto irrituale, e secondo mia opinione personale ultra petita.

venco

Gio, 04/10/2018 - 16:17

Ei Mattarello, i migranti hanno l'unico diritto di farsi rimandare a casa, sappi che la clandestinità è reato, è reato e va perseguito.

dakia

Gio, 04/10/2018 - 16:32

I diritti firmati in antecedenza a questo governo non sono imprescindibili In quanto l'Art 51° dello statuto recita che la leggittima difesa comprende lo "Jus Bellis" modalità cui il paese può usare.

steluc

Gio, 04/10/2018 - 16:33

Non sono un costituzionalista, ma se il PdR ha ravvisato principi di incostituzionalità, perché apporre la firma? Mai saputo di un DL accompagnato da esegesi, una volta dato l’imprimatur le disposizioni dal decreto vanno applicate. A meno che non si sia voluto dare un alert per consulta tar consiglio di stato e tribunali vari per depotenziare la questione. Insomma fargli fare la fine della Bossi Fini.

mzee3

Gio, 04/10/2018 - 16:33

Presidente! Lei ha fatto una cosa sbagliata per due motivi: 1) se aveva delle perplessità non doveva firmare e Lei è andato contro la Costituzione. 2) Avallando il decreto ha accettato quel decreto e tutte le conseguenze negative ricadranno su di Lei. Se lo avesse rimandato avrebbe dimostrato la Sua Terzietà e avrebbe confermato che Lei è il Vero Garante della Costituzione. PERCHE' NON LO PUBBLICATE?

Gianni11

Gio, 04/10/2018 - 16:36

Un grande passo nella direzione giusta. Ma per cambiare le cose e far funzionare la legge bisogna rimuovere le toghe rosse che sono pronte, come sempre, a sovvertire la legge e la volonta' del popolo italiano. Invece di spedire una lettera al Primo Ministro Conte, mattarella dovrebbe mandare una lettere cautelare alle toghe rosse e avvertirli di non sovvertire la legge ma di applicarla.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 04/10/2018 - 16:58

Per me e un RICATTO, bello e buono. Ovvero Lo firmo ma!!!! Ma attenzione ad applicarlo!! PUBBLICHERETE!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 04/10/2018 - 16:58

sono i migranti che devono rispettare le leggi italiane e la nostra costituzione.

diesonne

Gio, 04/10/2018 - 17:01

diesonne la legge e sempre dura lex.ma attenzione attenzione a chi la legge ultra crepidam,c'è sempre qualche giudice che si crede superiore alla legge e non servitore della stessa

timpidigunti

Gio, 04/10/2018 - 17:20

Felictà è un panino, con un bicchiere di vino...lo vuoi capire capo dello Stato ??? Scusa Al Bano.......

blackbird

Gio, 04/10/2018 - 17:31

@ mzee3: Se avesse rimandato il decreto alle Camere e questo fosse stato riapprovato tal quale, il PrR avrebbe avuto l'obbligo di controfirmato. Ma in questo caso egli (il PdR) si sarebbe dichiarato in netto conflitto con il potere legislativo, l'unico eletto direttamente dal popolo. Siccome è il popolo ad essere sovrano al PdR non sarebbe rimasto altro che dimettersi. E le pare che un politico navigato si vada a schiantare sullo scoglio di probabili dimissioni?

Ritratto di bettytudor

bettytudor

Gio, 04/10/2018 - 17:38

PORTE APERTE A CHI SCAPPA DALLA GUERRA? SIAMO MATTI? Queste norme allucinanti, fatte da governi e consorzi internazionali liberal socialisti vanno sradicate. Chi scappa dalla guerra? I maschi palestrati? Dovrebbero stare nel loro paese a difenderlo, altro che scappare. Le guerre non le hanno portate i marziani, se le son fatte loro e i loro governanti corrotti e depravati. Un miliardo di persone in Africa e molti paesi in guerra: vuol dire accettare centinaia di milioni di "profughi". Non c'è mai stata nella Storia una simile aberrazione, nessuno ha mai spalancato le porte a milioni di persone, assegnandogli gli stessi diritti dei propri cittadini e mantenendole a proprie spese, perché a casa loro c'era la guerra. In passato si chiamavano invasioni e si rispondeva nel giusto modo. Adesso l'Onu, retto a maggioranza dai musulmani e dal terzo mondo, ha predisposto questa trappola mortale dei "rifugiati" e l'Europa c'è cascata in pieno.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 04/10/2018 - 17:38

l'elezione diretta del Presidente della Repubblica è un'altra modifica imprescindibile, così eviteremo cariatidi e mummie. bisogna che il governo si dia da fare in merito

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 04/10/2018 - 17:40

Scusa Dakia, l'art.51 di che Statuto? non mi e` chiaro.

Cheyenne

Gio, 04/10/2018 - 20:21

E CHI RISPETTA LA MADRE DI NOEMI IL CUI ASSASSINO E' STATO CONDANNATO A SOLI 19 ANNI, MENTRE IL TIZIO CHE SPARO' A MACERATA A 12 ANNI. INCREDIBILE

Ritratto di elio2

elio2

Gio, 04/10/2018 - 20:34

Se non avesse firmato si sarebbe trovato il popolo al portone per cacciarlo e non sarebbero bastati i corazzieri a difenderlo, che forse si sarebbero uniti al popolo.

ClioBer

Gio, 04/10/2018 - 20:35

Come l'ultimo dei "moicani", neppure il Presidente vuole arrendersi. Presidente, mi scusi,ma potrebbe dirmi dove la "carta" parla che gli italiani debbono mantenere tutti i fannulloni africani che decidono di venire in Italia? E quale Titolo e/o articolo dice che dobbiamo accettare che riducano le nostre città in cloache a cielo aperto? Per non parlare di stupri, rapine e le violenze quotidiane che subiscono donne, bambine uomini e persino le forze dell'ordine.

Ritratto di Civis

Civis

Ven, 05/10/2018 - 00:14

La carta su migranti si può cambiare, come fatto già più volte e anche l'Europa, prima se ne farà una ragione e poi cambierà le proprie regole per l'immigrazione.

apostrofo

Ven, 05/10/2018 - 03:06

Magari per trattati internazionali intende anche i patti di Dublino firmati e starfirmati dal governo PD nella persona di Alfano che tornava ogni volta gongolante dicendo che l'Italia era campione del mondo di accoglienza, con enorme soddisfazione degli altri paesi EU per aver trovato qualcuno che si prendeva tutti i migranti. Oggi che non li prendiamo più tutti quei paesi prima co0ntenti,oggi sono tutti incazzati con l'Italia. Certo , quanto era comoda quell'Italia "esempio id accoglienza" ?

istituto

Ven, 05/10/2018 - 03:36

Quando tra qualche anno se ne andrà via, Forza Italia-Fratelli d'Italia e Lega Nord, dovranno già avere in mano se non un nome , almeno una rosa di tre candidati forti che rappresentino il Centrodestra e sopratutto il Popolo Italiano per mandare al Colle un vero Difensore della Patria. Come è stato possibile unendo le forze, riuscire ad eleggere Marcello Foa alla Rai , speriamo sia possibile fare altrettanto bene con il Colle.

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 05/10/2018 - 04:09

Dunque : In Costa d'Avorio c'è stata guerra civile durante 8 anni (in realtà 10). Ci sono stati centinaia di migliaia di ivoriani che si sono rifugiati nei paesi limitrofi, in particolare : Liberia a Ovest, Ghana e Togo a Est nonché Burkina e Mali a Nord (al Sud niente perché c'è acqua). Nonostante lo stato di guerra e carneficine varie, non c'erano praticamente ivoriani che venivano in Italia seguendo la traversata CLANDESTINA del Mediterraneo ("traversata clandestina" non l'ho detto io ma l'attuale PdR della Repubblica Ivoriana). Finite le ostilità, 11 aprile 2011, la Costa d'Avorio a ripreso il suo corso normale con un tasso di crescita annuale del 8-9% (da 7 anni) e quasi tutti gli esuli da Ovest, Est, Nord sono ritornati a casa. Parallelamente c'è stato un crescendo di richiedenti asilo in Europa via Mediterraneo (invogliati da quell'idiozia di Mare Nostrum e upgrade ulteriori) che sono venuti a fare i fanca22isti o a delinquere come leggesi nella cronaca giornaliera

umberto nordio

Ven, 05/10/2018 - 07:59

Quella " igienica"?

HappyFuture

Ven, 05/10/2018 - 08:09

HA FIRMATO! Basta! MA!... ma COSA? E' legge! Punto. NO! Vi dovete far vedere!

VittorioMar

Ven, 05/10/2018 - 08:21

..è un Dispositivo di LEGGE Desiderato e Voluto da una percentuale del 85% del popolo italiano !!..Poteva correggerlo ma no NON FIRMARLO !!..Si Ringrazia il Presidente per la sua Attenzione verso la SENSIBILITA' POPOLARE !!

umberto nordio

Ven, 05/10/2018 - 08:23

Quando è sta scritta la "Carta"( nata dalla " resistenza") il problema migrazioni non si poneva affatto o ,quanto meno,non con l'attuale drammaticità e violenza,e gli estensori non ne facevano cenno.Pertanto non saprei a cosa il governo dovrebbe portare rispetto.Oppure riscriviamo un testo decisamente obsoleto.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 05/10/2018 - 11:26

purtroppo la sinistra di renzi si sente abbandonata e senza i migranti ad arricchire le casse delle COOP queste sinistre non sanno piu dove trovare mezzi di sopravvivenza! dunque eccoli sulla strada dei colli a chiedere assurdi interventi!

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 05/10/2018 - 11:30

si vada al voto e si chieda con forza una maggioranza assoluta in grado di mettere in ginocchio fuori dalle stanze del potere , tutte le sinistre e tutti i loro rappresentanti : Purtroppo non c'è piu siberia in grado di accoglierli ma sicuramente c'è ancora il venezuela! ci vadano e ci restino per sempre!