Così l'Italia a un passo dalla Grecia

La politica del rigore a spese dei cittadini dalla Germania arriva agli Stati satellite. Per salvarsi i conti, l'Inps propone tagli e tasse alle pensioni

Meno pensioni per tutti. Questa la proposta che Tito Boeri, nominato da Renzi presidente dell'Inps, mette in campo per salvare i suoi conti. La politica del rigore a spese dei cittadini discende da Berlino fino nel cuore dei paesi satelliti della Germania. Merkel dispone, Renzi esegue. E del resto non potrebbe fare diversamente, non essendo un premier eletto ma nominato, come i suoi due predecessori. Un dipendente, di fatto, di Germania e Francia che, via Napolitano, nel 2011 sospesero la sovranità dell'Italia. Pensavamo che la lezione greca, il referendum e quant'altro, avesse fatto aprire gli occhi, a Berlino come a Roma. Evidentemente non è così. Si continua sulla stessa linea: più tasse, meno pensioni, e tutti zitti, perché c'è l'Europa che è bene assoluto da tutelare.

Non ci stiamo. Il bene assoluto, per noi, sono le nostre famiglie, i nostri anziani e le nostre imprese. Che all'Europa, alla Grecia e a molti altri hanno già dato e fin troppo. Che i conti dell'Inps siano un disastro non lo scopriamo certo oggi. Ma per raddrizzarli non si può e non si deve tagliare pensioni, chiedere ulteriori contributi di solidarietà o cose simili. La via maestra dovrebbe essere quella di immettere nel mercato nuovi «pagatori» di contributi pensionistici. Cioè creare posti di lavoro. Come? C'è un solo modo, ed è semplice: abbassare le tasse alle imprese e alle famiglie. Ma non dello zero virgola, come qualcuno ogni tanto ipotizza, che sarebbe come pretendere di curare il cancro con l'aspirina. Dimezzare le tasse è l'unico modo per rilanciare sviluppo, consumi, occupazione, attirare capitali e investimenti.

L'Inps si salva se si tagliano le tasse, non le pensioni come vorrebbe la Merkel. Alla quale va benissimo che il nostro Paese, cioè le nostre imprese, resti in recessione e difficoltà. Così gli affari li fanno i tedeschi e il Quarto Reich cresce. Siamo ancora in tempo a non fare la fine della Grecia, a non dovere mandare il nostro premier - come ha fatto ieri Tsipras - a elemosinare aiuti e sconti davanti al più inutile dei parlamenti, quello appunto europeo. Ma basta con il rigore fine a se stesso, con la sacralità dei trattati e dei parametri in essi contenuti. L'Europa si arrabbia e minaccia? Pazienza, meglio un brutto processo a un bel funerale. O come dice quel proverbio: che senso ha vivere da poveri per morire da ricchi?

Commenti
Ritratto di stufo

stufo

Gio, 09/07/2015 - 16:53

Rubare ai poveri per arricchire i ricchi.

ELZEVIRO47

Gio, 09/07/2015 - 16:54

Sono di destra ma ritengo che articoli come questo (specie nel titolo) siano chiaramente un danno per l'Italia e la sua economia. Va bene che la politica tiene conto solo dell'interesse di chi la fa, ma esiste anche un interesse nazionale,

claudio63

Gio, 09/07/2015 - 16:57

posso suggerire un drastico taglio alle pensioni ed ai vitalizi assicurati ai megadirettori e vari exparlamentari? oppure li si usa la forbicetta da ricamo?

LOUITALY

Gio, 09/07/2015 - 17:01

Bella foto: un leader eletto democraticamente ed un ciarlatano NON eletto dal popolo!

paolonardi

Gio, 09/07/2015 - 17:02

Un'altra misura che consentirebbe unbel risparmio

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Gio, 09/07/2015 - 17:04

Hahahahah!! Che imbecilli!! Questa e l'equivalente all'accanimento terapeutico. Dai e dai ma a moririe vai!! Stanno solo prolungando l'inevitabile sti ignoranti ed incapaci vigliacchi! ma ogn'uno ha quello che si merita!

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 09/07/2015 - 17:07

Claudio63 Lei può anche suggerirlo, ma temo che la "spending review" sia una della tante pallate che il tosco spara giornalmente...

Ettore41

Gio, 09/07/2015 - 17:09

Ieri Cameron ha presentato la Finanziaria (Budget), per i prossimi 5 anni. 3 cose sono da sottolineare. 1)La riduzione delle tasse (che aveva gia' effettuato nella scorsa legislatura) per favorire la creazione di posti di lavoro. 2) L'aumento del Minimum Wedge -salario minimo. 3) Riduzione della Spesa Sociale in quei settori dove il cittadino sfrutta il Sistema (eg Ragazze Madri che rimangono permanentemente incinta e quindi a spese dello Stato etc etc. Il Bocconiano Boeri non ha molta fantasia se continua a battere il tasto delle pensioni. Lui che non ha fatto nulla tutta la vita ma e' stato comodamente seduto in poltrona decidendo sulla pelle di chi ha veramente lavorato e sudato tutta la vita non puo' occupare la poltrona su cui ora siede se non ha idee. Copi allora quelle di Cameron, forse sono piu' innovative.

paolonardi

Gio, 09/07/2015 - 17:09

(segue) dimezzare la enorme pletora di impiegati INPS snellendo gli inutili iter burocratici e semplificando la massa di leggi e leggine che pesano sulla burocrazia.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Gio, 09/07/2015 - 17:10

Caro Dr.Sallusti, come scrive Lei (articolo Ad-hoc)...che senso ha vivere da poveri per morire da ricchi? Io invece dico: Meglio una fine spaventosa che uno spavento senza fine...!! È ora che questo burattino e portaborraccia non eletto e senza nessuno consenso dai cittadini venga tolto, prima che fà ancora più guaio che bene!!

aitanhouse

Gio, 09/07/2015 - 17:09

siamo ad una svolta pericolosa; aumentare tasse e tagliare pensioni, dopo quanto già gli italiani hanno visto in grecia, può essere il motivo scatenante di una vera rivoluzione,da tempo auspicata e sempre latente nelle menti degli italiani. In italia la crisi ha falcidiato posti di lavoro impedendo l'accesso ai più giovani(un giovane su due è disoccupato e senza speranza), quindi le pensioni dei vecchi servono a mantenere il sostentamento di famiglie numerose specialmente al sud: mettere mano a queste pensioni sarebbe come mettere le mani alla gola e tanto gente provata e disillusa dalle chiacchiere e promesse non lo sopporterebbe.

franco-a-trier-D

Gio, 09/07/2015 - 17:12

è ancora presto aspettate poi sarete come o peggio della grecia come volevate voi compagni.

levy

Gio, 09/07/2015 - 17:17

L'Italia, la Spagna, il Portogallo ed anche la Francia, sono indebitati oltre la loro possibilità e questo significa una cosa sola: va' a finire male. Ora Draghi elargisce un po' di milioni per tappare le falle, ma la barca fa' acqua da tutte le parti.

xgerico

Gio, 09/07/2015 - 17:23

@ELZEVIRO47 - Bravo!

Charles buk

Gio, 09/07/2015 - 17:22

Cetto laqualunque farebbe meno danni

hal.9000@yopmail.com

Gio, 09/07/2015 - 17:27

Abbiamo già dato. Noi lavoratori precoci ci siamo già visti allungare di 4 anni l'uscita dal lavoro (ora 43,5 anni) e con la riduzione della pensione dal 80% al 67%. Direi che basta e avanza. Adesso ci vogliono appippare il contributivo pieno per darci quindi il 50% dopo 43 anni di lavoro?. Vergogna.

giovauriem

Gio, 09/07/2015 - 17:26

ci fate sapere quanto percepisce all'anno boeri ? imponiamo(anche con la forza) al parlamento di varare una legge , che renda intoccabili pensioni e stipendi fino a 1000 euro mensile, escludendo anche la confisca del 5° di stipendio/pensione da parte di chicche sia .

ilpaladino

Gio, 09/07/2015 - 17:32

Scusate. Ma di che stiamo parlando? L'INPS ha dei problemi di bilancio? Ci stiamo scordando che c'è gente che prende pensioni con neanche 20 anni di lavoro? Ci sono anche i genitori di extracomunitari che, una volta venuti in Italia, prendono la pensione sociale e poi magari ritornano nel loro paese e fanno riscuotere la pensione con la delega. In Sicilia ci sono tuttora dei privilegiati che, con leggi ad hoc, vanno in pensione con un minimo di contributi. Ci sono poi i politici (vedasi Amato)e altre categorie quali i magistrati e alti ufficiali delle FF.AA. che prendono pensioni al di fuori di ogni logica. Altresì ci sono i vari cumuli pensionistici ecc. Tutto questo ce lo portiamo appresso da tempo perché ogni parte politica al potere ha sempre pensato ai consensi e non ha avuto un minimo di lungimiranza; per non parlare poi della decenza. Dove stava il loro interesse per il bene comune e la nazione?

hal.9000@yopmail.com

Gio, 09/07/2015 - 17:32

Abbiamo già dato. Noi lavoratori precoci ci siamo già visti allungare di 4 anni l'uscita dal lavoro (ora 43,5 anni) e con la riduzione della pensione dal 80% al 67% dell'ultimo stipendio. Direi che basta e avanza. Adesso ci vogliono appioppare il contributivo e farci uscire quindi con il 50% dopo 43,5 anni di lavoro?. Vergogna.

Ritratto di Blent

Blent

Gio, 09/07/2015 - 17:33

cosa ci fanno insieme un vero premier con mandato popolare e un premier abusivo ?

pinolino

Gio, 09/07/2015 - 17:33

Penso sia un dato incontestabile che a libro paga della previdenza nazionale ci sono migliaia di grandi privilegiati (politici in primis) e milioni di piccoli privilegiati (baby pensionati, chi è andato in pensione a 50-55 anni con il retributivo e altri). Da frequentatore del sito non ricordo settimana senza leggere articoli o commenti su doverose "operazioni di recupero del maltolto". Leggere questo articolo è stato come minimo sorprendente.

hal.9000@yopmail.com

Gio, 09/07/2015 - 17:33

Ma nel quarto reich i pensionati non mangiano?. O sono solo i pensionati del 4° reich italiano che non devono mangiare, mentre quelli tedeschi si.

amecred

Gio, 09/07/2015 - 17:36

INDAP!!!! l'inps era in pareggio prima della fusione con l'INDAP. Fu Monti ad accorpare i due istituti, dicendo che era solo una formalita' per ridurre i costi di amministrazione. La verita', come tutti sospettavano, era un'altra. Se si devono fare degli aggiustamenti, bisogna tagliare le pensioni dei dipendenti pubblici. Sono le pensioni INDAP che affondano il bilancio dello dell'INPS, e' li' che vanno fatti i tagli.

unosolo

Gio, 09/07/2015 - 17:36

quanti dirigenti parassiti sono nell'INPS ? no dentro quel ministero non si guarda , cavolo ci sono uffici con un dirigente e altri uffici con segreterie composte da una o due sotto un solo dirigente , bene li tagli no ? anche in quel ministero ci sono sprechi politici che ogni governo infila con stipendi incredibili , è il potere politico . Se servono sopldi cominciamo dall'interno della INPS ma non delle piccole che funzionano con poche persone ma delle grandi dove è maggiore lo spreco e l'inserimento di parassiti.

unosolo

Gio, 09/07/2015 - 17:38

Le province ? spreco enorme di soldi per dipendenti e palazzi con molti uffici , enti senza personale con solo sede e dirigenti , spese enormi cominciamo a eliminare quelli di sprechi e licenziamo sti pesi morti politici.

coccolino

Gio, 09/07/2015 - 17:42

.....SOLO CHE renzi NON HA LE PALLE DI TSIPRAS.....

unosolo

Gio, 09/07/2015 - 17:44

il capo della INPS si guardasse in casa e controllasse l'assetto dei dipendenti altro che taglio alle pensioni , proprio di quelli che versando molti contributi hanno dato a politici di prendere sempre più soldi e divertimenti , i servizi funzionavano bene un tempo poi alzando stipendi di politici e dirigenti dei ministeri siamo arrivati al punto che loro , i politici e ministeriali dirigenti , non vogliono perdere un solo euro e li vogliono togliere proprio a chi li nha viziati, ladri .

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 09/07/2015 - 17:42

Tutto vero! Invidieremo la Grecia. Oggi il grande Brunetta ha smascherato Renzi: incapace ed inutile. La condanna non potrebbe essere più esplicita! Ma anche peggio: il Renzi rifiuta i consigli che gli vengono offerti. Così facendo andrà a sbattere, l'Italia andrà a sbattere. Solo un cambio di governo, con ministri come Renato Brunetta, ci può salvare. Mattarella, se ci sei, batti un colpo.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 09/07/2015 - 17:45

I komunisti al governo(anche se abusivo) non hanno mai portato benessere da nessuna parte del mondo.!!!

abocca55

Gio, 09/07/2015 - 17:45

Ma questo è quello che vorrebbe quel comunistone stalinista di boeri. Comunque questo articolo tende a creare paura e pessimismo. Nel mentre sei verdiniani hanno votato a favore per la legge sulla scuola ed hanno fatto bene. Berlusconi, se vuole aumentare i consensi deve adoperarsi per un Nazareno2, e mettere da parte brunetta.

Amos59

Gio, 09/07/2015 - 17:47

L'altra sera in una trasmissione televisiva sentivo dire che per riparare alla voragine dei conti in rosso dell'INPS potrebbero far pagare ai pensionati un contributo di solidarietà. In questo caso la Consulta cosa farà? Dirà che è incostituzionale?

Kosimo

Gio, 09/07/2015 - 18:00

basta! un conto è pagare un proprio mutuo un altro conto è dare da mangiare alla mucca

tuttoilmondo

Gio, 09/07/2015 - 18:08

Siamo un paese comunista: cos'altro possiamo aspettarci? Il popolo ha scelto, viva il popolo. Però il colpo di grazia l'hanno dato due super utili idioti, un certo Giancarlo e un certo Umberto. Poi il diluvio. Ma il peggio deve ancora venire. E forse sarà un "tanto peggio, tanto meglio" ribaltato. Allora si ricomincerà dalle macerie. Con l'orgoglio di essere italiani che dalla Magna Grecia, alla Repubblica e all'Impero Romano e al Rinascimento, hanno portato la civiltà nel mondo. Senza buonisti, con serietà e severità, ed anche con la generosità che ci ha sempre contraddistinto

giuseppe1951

Gio, 09/07/2015 - 18:13

Sigg. Giudici, ma cosa aspettate ad indagare Renzi, non vedete che ci stà portanto in bancarotta?

magnum357

Gio, 09/07/2015 - 18:15

Allora cominciamo a ridurre i vitalizi ai parlamentari e ai consiglieri regionali e a toglierli a coloro che ne hanno due o tre !!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 09/07/2015 - 18:21

NON PUBBLICATA RIPROVO!!! Io ho gia dato,in quanto sulla mia pensione (fatta di 40 anni di duro lavoro e contribuzioni PESANTI) hanno gia tagliato da 3 anni la PEREQUAZIONE (grazie Monti,grazie Napolitano) e si trattengono qualcosa come piu di 15.000 EURIIIl'anno di IRPEF IMPOSTE SUL REDDITO e ADDIZIONALE. Se mi toccano ancora la pensione,giuro che torno in Italia e fondo il partito del PALO e del PICCONE, laddove il primo e quello dove saranno appesi quelli che avranno votato il ritocco, ed il secondo sara lo "strumento" che verra messo in mano a tutti gli SBARCANTI, unitamente ad un pezzo di pane ed un bicchiere d'acqua,altro che TELEFONINO e HOTEL!!!! Saludos dal Nicaragua.

Ritratto di orcocan

orcocan

Gio, 09/07/2015 - 18:27

Mah, moltissime cose non vanno per il verso giusto e altrettante sono da condannare e criticare, ma mi sembra che ormai le notizie di quasi tutti i quotidiani siano per la gran parte terrorismo informativo. E poi basta con questa equiparazione alla Grecia. Pur tra mille difetti c'e' un Grand Canyon economico, industriale e finanziario che ci separa.

PDMAFIA

Gio, 09/07/2015 - 18:30

Se finisce come la Grecia anche da solo mi imbottisco di dinamite e vado a farmi saltare in aria nel parlamento italiano. Cari ladri politici fate bene i vostri calcoli chi troppo vuole nulla stringe.

Pigi

Gio, 09/07/2015 - 18:36

l'Italia spende in pensioni quasi il doppio della media dei paesi dell'OCSE. Troppe pensioni (e molte spropositate), vuol dire troppe tasse e contributi. Quindi, per ridurre le tasse, bisogna anche ridurre di un bel po' quanto lo Stato paga per le pensioni. Lapalissiano. A meno di non sperare nella manna dal cielo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 09/07/2015 - 18:43

Il capitalismo quando è senza regole e quando lo stato abdica ai suoi poteri degenera sempre nella dittatura della finanza e delle banche e trasferisce la ricchezza dai popoli ai banchieri.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Gio, 09/07/2015 - 18:51

Si si renzino, tranquillo 'elabora' nuovi balzelli, i tuoi elettori son tutti felici, e' il momento giusto, gli statali andranno in vacanza e iniziano le sagre paesane.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 09/07/2015 - 18:52

Sallusti lei ha ragione e non possiamo bearci della frase"ce lo siamo voluto" perchè il trittico Monti-Letta-Renzi è uscito dal cilindro del compagno Napolitano e non dal legittimo voto elettorale.Ed ora,dopo ben 3 governi di abusivi stiamo peggio di prima e dobbiamo un premier non eletto dal popolo fare il vassallo alla culona di Germania.I conti non tornano? E certo,le pensioni sociali non sono erogate a fronte di un reale versamento contributivo e quindi generano un buco di bilancio.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 09/07/2015 - 18:56

Ma la camusso è il resto della triade sindacale che dicono? Tutto bene?

zucca100

Gio, 09/07/2015 - 18:58

Elzevirio, mi stupisco del tuo stupore. Si tratta del solito, faziosissimo titolo del Giornale. Scopri solo adesso che sallusti e' uni sfascista? Che gode a sputtanare l'Italia perché è' governata da renzi?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 09/07/2015 - 18:58

Se non fosse per Renzi eravamo già falliti da un anno, invece i nostri bancomat pagano, le pensioni statali si prendono puntualmente come gli stipendi e l'Italia è tornata ad essere nazione trainante, nonostante la nazione sia abitata anche da leghisti, destrorsi e mangiapane a tradimento vari.

zucca100

Gio, 09/07/2015 - 19:01

Tuttoilmondo, stai bene?

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 09/07/2015 - 19:11

Giuseppe1951 - vero, pensiamo pure ad un certo Monti e Letta però...

squalotigre

Gio, 09/07/2015 - 19:14

amecred - lei ha ragione quando dice che Monti ha unificato Inps ed Inpdap; dimentica però che l'inpdap ha fatto crollare il bilancio dell'inps perché lo Stato non ha mai versato i contributi per i suoi dipendenti. Se un imprenditore si fosse comportato così sarebbe finito in galera e sarebbe fallito. Se lo stato avesse agito correttamente e secondo la legge le casse dell'Inpdap sarebbero state grandemente in attivo. E poi lo stato ha scelto l'Inps, che raccoglie i contributi dei lavoratori per il loro futuro, per elargire soldi ai disoccupati ed a coloro che non hanno mai lavorato. Di che cosa stiamo parlando?

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Gio, 09/07/2015 - 19:15

Il problema del rigore è che se poi lo sbagli capace che perdi la partita

CONDOR

Gio, 09/07/2015 - 19:19

Guardate che l'Italia è già fallita. Un paese che non è in grado di pagare i fornitori, ha un buco INPS spaventoso (già alla fine di quest'anno hanno previsto difficoltà a pagare tutte le pensioni), ha già la tassazione tra le più alte al mondo, un esercito di parassiti mantenuti pubblici impossibile da scrostare, una popolazione vecchia, e che invecchia sempre di più perchè nessuno fa più figli e i giovani che possono scappano all'estero, una burocrazia asfissiante e onnipresente, una classe politica ladra, incapace corrotta e stupida, una mentalità generale dell'orticello privato, nel senso che non si può fare nulla, grandi opere, lavori ecc perchè c'è sempre qualcuno che si lamenta e trova il TAR di turno che blocca tutto, senza contare appunto una giustizia inesistente e una magistratura che è una casta di privilegiati intoccabili...bene un paese del genere è semplicemente, inequivocabilmente, irrimediabilmente FOTTUTO!! METTETEVELO IN TESTA!

Ritratto di combirio

combirio

Gio, 09/07/2015 - 19:21

Purtroppo questo articolo ci dice la nuda e cruda realtà. Ma mi meraviglia come Tsipras possa dettare condizioni di chiedere 50 miliardi in vuoto a perdere e abbassare le pensioni baby nel 2019. Ma ci sono o ci fanno ? Comunque sono certo che i nostri compagni nostrani sarebbero perfettamente uguali. Meglio morire tutti che cedere nei privilegi. D' altra parte i compagni non cambiano.

kosmos56

Gio, 09/07/2015 - 19:58

la pochezza politica del premier di evince anche dalle scelte effettuate nelle nomine nelle posizioni chiave delle amministarazioni ma non si rende conto che ogni volta che boeri, che si crede ministro, apre bocca e fa le sue proposte tra l'altro con il sostegno di dati fasulli e/o omessi (praticamente tutti i giorni) il suo governo perde consensi? evidentemente i poteri occulti che lo manovrano gli hanno tolto il comando, tanto valeva farci commissariare dalla troika che almeno sulla riforma fornero non aveva niente da dire

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 09/07/2015 - 20:03

Dopo 40 anni di lavoro mi venite a dire che mi tagliate la pensione? provateci e ci sarà un'altra marcia su Roma a bloccare l'Italia al completo ma questa volta di 15.000.000 di comuni cittadini. Senza bastoni, senza armi, ma solo armati di mani.

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 09/07/2015 - 20:06

Siamo già tassati sulle pensioni già tassate in precedenza sui salari. Ladri buffoni.

Ettore41

Gio, 09/07/2015 - 20:50

@PIGI.... Stai confondendo Pensioni con Assistenza Sociale. Purtroppo voi sinistri avete messo tutto nello stesso calderone.

claudio63

Gio, 09/07/2015 - 21:17

Elzeviro47, a parte che i titoloni sono li apposta per creare pathose quindi attenzione in chi legge,ma io credo che sia proprio nell 'interesse nazionale rivedere certe politiche di tassazione continua che fino ad ora non hanno portato a nulla di concreto. se si perseguisse la politica di riduzione delle tasse come si fa in Inghilterra,Irlanda, Germania con una burocrazia piu' leggera e dinamica, non crede che le cose potrebbero avere probabilita' migliori di quelle che fino ad ora provate?

claudio63

Gio, 09/07/2015 - 21:25

luigipiso sei grande!! a te chi ti paga, lo stato? ah ecco allora si spiega un po tutto. Io sono un leghista, destrorso, e mangiapane a tradimento,pero' pago le tasse , tutte, e non ho diritto ad una pensione,come molti manager dello stato, ma siccome Tu non ti vuoi rendere conto che le cose sono cambiate,ed anche voi, prima o poi, dovrete render conto del non-lavoro che avete fatto e del perche' occupate un posto dove ci sono solo dritti con l'unico dovere di sputare nel piatto dove si mangia.Ti e' chiaro, potenziale " servitore dello stato"?

Ritratto di scandalo

scandalo

Gio, 09/07/2015 - 21:35

comunque qualcuno la grana la possiede infatti da inizio anno la raccolta netta dei fondi totalizza 87,72 miliardi !!

Luigi Farinelli

Gio, 09/07/2015 - 21:42

ELZEVIRO47 09.07: 16:54- Ben detto. Specie la stampa non plagiata dal pensiero unico dovrebbe essere più accorta.

asalvadore@gmail.com

Gio, 09/07/2015 - 21:49

Stiamo vivendo l'assioma di Adam Smith: Il debito pubblico é impagabile. Affermazione spiegata nella sezione Of Public Debt della sua grande Inquiry.... Dopo la guerra la maggior parte di noi é partita da zero per cui le differeze nei debiti oubblci sono uncamnete la differenza tra uba amministrazione virtuosa ed una cattiva o pessima. Per cui se non facciamo le riforme subito, e dico subito perché non c'é piú tempo da perdere, non si crea la FIDUCIA che é l'unico vero motore dell'economia. Senza Fiducia non ci sono investimenti e perció niente crescita e la certezza di diventare la seconda Grecia.

Luigi Farinelli

Gio, 09/07/2015 - 21:53

L'artico va dritto alla causa di tutto: alla considerazione che l'Europa sia il bene assoluto da tutelare per cui tutti gli scempi a carico del popolo "bue" (espressione massonica) siano giustificati in nome di un "interesse superiore gestito dagli illuminati autoeletti". Questi "illuminati autoeletti" meritano solo un processo, di fronte al "popolo bue" che vogliono turlupinare spaventandolo, angariandolo, colpevolizzandolo con infame pervicacia per sviare l'attenzione dalle cause vere di ciò che avviene. La sede più indicata per questo processo sarebbe Norimberga.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 09/07/2015 - 22:22

@Ettore41 - Concordo col suo l'intervento (occhio alla tastiera però perché in minimum wage la 'd' non ci sarebbe...)

alox

Gio, 09/07/2015 - 22:40

L'Italia ha abbandonato il Capitalismo, gradualmente e da diversi anni: siamo un paese SOCIALISTA che ci ha portato all'inferno fiscale, burocratico dove il governo ti conta le pulci ma non e' in grado di proteggere la persona e la proprieta' privata!

freeangelance

Gio, 09/07/2015 - 23:18

ormai il gioco dei tedeschi è chiaro che più chiaro non si può : far chiudere le aziende, specie quelle italiane, che fanno o possono fare concorrenza alla loro esportazione , acquistare le aziende rimaste per miracolo ancora in piedi, per quattro soldi come hanno fatto in Grecia. Ben venga l'abbandono dell'euro , seppur per ragioni diverse, di Grecia e Rep Ceca. Ben farebbe la Grecia a sequestrare i beni acquisiti negli ultimi 5 anni dai tedeschi sul loro territorio. E' comunque, la Grecia, un paese condannato a essere schiavizzato o dall'america , o dalla Russia o forse salvato dalla Cina.

badboy

Gio, 09/07/2015 - 23:21

@Sallusti, non la vuole finire di raccontare balle e bugie ? Ma Lei si sveglia tutte le mattine schiumando di rabbia contro la Germania ? Non vorrà dire sul serio che è la colpa delle Germania, della Merkel, che in Italia siamo nelle fogne, che siamo un paese di incapaci, di corrotti, di delinquenti ? Ma la smeatta veramente. Lei agita come un uomo dell'Ottocento, quando il nazionalismo in Europa era di moda. Ma adesso siamo nel 21° secolo, le sfide sono altre. La nostra sfida in Italia è quella di liberarci finalmente dai corrotti, dai fannulloni, dall'apparato pubblico soffocante e distruttivo. E Lei agita contro la Germania, un paese che ci insegna come risolvere problemi con serietà.

badboy

Gio, 09/07/2015 - 23:22

Parliamo un pó di fatti: austerità ? Ma che austerità ? Io non ho visto risparmiare un centesimo nel settore pubblico, uno dei nostri problemi piú grandi. O dei soldi che si prendono le mafie. L'Italia fa ancora 80 - 100 miliardi di NUOVI DEBITI all'anno. Ma che rigore, è folle parlare di rigore, perchè così tutti pensano che stiamo spendendo troppo poco. Sarebbe folle spendere ancora di piú. È così difficile fare due conti ? Seconda cosa: la crisi chiamata "crisi dell'Euro" no è una crisi dell'Euro, ma una crisi dei paesi mediterranei perchè le loro corruzioni, le loro politiche mafiose, le loro amministrazioni pubbliche parassitarie non sono piú finanziabili e soffocano i paesi. Sono stati finanziati per troppo tempo con debiti, e adesso, accellerato dalla crisi finanziaria, siamo con la me..da oltre al collo, non ce lo possiamo piú permettere. Parlare di rigore è così folle, e poi da uno di destra...

badboy

Gio, 09/07/2015 - 23:22

Pensioni: la colpa della Merkel se l'INPS, quel apparato disfunzionale, abusato e parassitario non funziona, se nessuno sa come salvarlo ? Ma che roba da matti. Si informi prima di raccontare balle. In Italia le pensioni sono pagate dallo stato, da decenni sovvenzionate con debiti. Nei paesi nordici c'é un sistema completamente diverso. I contribuenti si assicurano privatamente. Le loro casse pensioni sono assicurazioni private che devono gestire al meglio i soldi affidati. Con l'Euro attuale, artificialmente basso e soprattutto con interessi a zero non sono piú in grado di garantire ne le pensioni/i contratti attuali e ancora meno quelle future dei lavoratori/contribuenti di oggi. La Germania, o meglio i cittadini privati tedeschi attualmente perdono ca. 30-40 milliardi di Euro della loro previdenza (pensioni) ogni anno, e questi soldi vanno al Sud. Vuol dire per chi non lo capisce: i tedeschi già da qualche anno pagano alla grande per un Euro debole diventato una Lira.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 09/07/2015 - 23:30

Non si riesce a capire con quale faccia di bronzo gli abusivi al governo intendano parlare di tagli alle pensioni. MENTRE CONTINUANO A SPERPERARE MILIONI DI EURO PER MANTENERE A NOSTRE SPESE MIGLIAIA DI CLANDESTINI.

tamari

Gio, 09/07/2015 - 23:56

Caspita, ma vogliono mettersi in testa questi imbelli e incapaci amministratori della cosa pubblica che, se scoppiasse una rivolta poppolare per loro sarebbero cavoli amari? Non resterebbe altro che rifare una resistenza. Visto che la prima ha liberato l'Italia dal terzo reich, questa la libererebbe dal quarto. Siamo sotto il tallone dela Germania, perciò......

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 10/07/2015 - 00:00

Ma lo sa che lei parla quasi come Salvini? L'aliquota unica (che sia al 15 o al 20, poco importa) è una proposta di Salvini. L'abolizione della legge fornero è ugualmente un referendum proposto da Salvini, al quale Forza Italia aderì solo negli ultimissimi giorni utili e con scarsissimo entusiasmo. Com'è che adesso anche voi "centristi" vi state convertendo a queste teorie? Sempre salvo nuovi scivolamenti verso un “Nazareno 2”, s'intende!

rokko

Ven, 10/07/2015 - 00:16

Mi sfugge come si vorrebbero dimezzare le tasse senza toccare le pensioni, che rappresentano da sole quasi metà della nostra spesa pubblica.

angie_01

Ven, 10/07/2015 - 05:32

Salvaguardare pensioni,far ripartire l’economia, ma come? Facilitiamo il settore privato:premiamo innovazione e ricerca; le banche inizino a dare mutui ad aziende che possono/devono continuare a produrre; limitiamo cosi’ la fuga dei cervelli. Riformiamo istituzioni antiche, tipo notai.Perche’ pagare migliaia di euro per un papier quando lo stesso nel resto del mondo occidentale costa 100 euro e posso magari completarlo online? Gia’ che ci siamo, facilitiamo servizi innovativi tipo UberPop. Migliaia di persone potrebbero arrotondare lo stipendio o togliersi dalla disoccupazione.Dimenticavo…ci sono I tassisti che protestano il diritto esclusivo di trasporto (inventato dai tedeschi Thurn und Taxis, a proposito),I sindacati che ci mangiano sopra,I magistrati che legiferano a favore dei tassisti perche' paghino mega-licenze all’apparato statale. Dimezziamo il nr di impiegati statali, dai senatori a vita in giu’.Se sono in gamba, faranno dell’altro, vedi sopra.

vince50_19

Ven, 10/07/2015 - 05:59

ELZEVIRO47 - Concordo: certe esagerazioni come queste non fanno bene all'Italia. Anche se a dirigere l'Italia c'è certa claque in fetore massonico che avrà probabilmente l'appoggio di un forzista toscano anche lui massone.. Sono dappertutto, proprio dappertutto.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 10/07/2015 - 08:13

Con questi difensori dei poveri e dei deboli, i ricchi e i prepotenti ci vanno a nozze!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Ven, 10/07/2015 - 08:32

L'ho detto e lo ripeto: se questa gente continua a farmi ridere e divertire così come sta facendo adesso, sono disposto a pagare una quota mensile aggiuntiva, perché, comunque, mi fa risparmiare sull'abbonamento al cinema.