Onorevoli "sbadati" alla buvette? Ecco i controllori dello scontrino

La ditta che ha in appalto i servizi di ristorazione della Camera è costretta a piazzare i "controllori dello scontrino"

Dimenticanza, disinvoltura o fretta. Sta di fatto che s'è sempre qualcuno che dimentica di saldare. E allora la ditta che ha in appalto i servizi di ristorazione della Camera è costretta a piazzare i "controllori dello scontrino".

Tutto inizia quando Montecitorio affida ad una ditta esterna l'appalto per il ristorante interno e, soprattutto, della buvette, storico bar a due passi dall'Aula cui hanno accesso i deputati, i loro ospiti, i giornalisti parlamentari e una buona parte del personale di Montecitorio. Luogo di smistamento di caffè e cappuccini, ma anche del chiacchiericcio informale che spesso precede veri e propri accordi politici, o magari qualche storica litigata.

Qualche settimana fa, analizzata con cura la contabilità, si sono accorti che ci sono troppe consumazioni non pagate, nonostante la regola preveda che chiunque, prima di ordinare al banco, debba mostrare lo scontrino. Come in un qualsiasi, normalissimo bar romano: c'è tanto di targhetta sul bancone di zinco che, assieme alle graziose boiserie d'epoca, fa tanto atmosfera belle epoque. Ora, la regola è osservata con scrupolo da molti. Ma non tutti. Perché i conti non tornano. E pare proprio che ci sia una percentuale (piccola, ma assai significativa) di distratti, che entrano, ordinano, consumano e poi vanno via senza perfezionare l'operazione.

La ditta è così corsa ai ripari in un modo che promette di essere efficace: richiamando dietro e davanti i banchi della buvette i dipendenti della Camera che fino a non molto tempo fa si occupavano direttamente della ristorazione. Discreti, ma inflessibili e soprattutto grandi conoscitori di volti, nomi e storie degli avventori. Loro il compito di osservare, constatare e, nel caso, intervenire per ripristinare l'ordine naturale delle cose.

Commenti

i-taglianibravagente

Mar, 01/03/2016 - 17:29

I nostri "onorevoli" non sono incorreggibili ladri........e' cleptomania di gruppo.

i-taglianibravagente

Mar, 01/03/2016 - 17:49

mettete almeno le catene a piatti e posate. Questa cosiddetta bouvette dovrebbe essere a tutti gli effetti identica ad una mensa di quelle che vengano allestite nelle prigioni. Perche' questa differenza di trattamento visti gli "utenti" ???

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mar, 01/03/2016 - 17:57

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio!

Aegnor

Mar, 01/03/2016 - 18:09

Quando c'è da magna' e da rrubba'....

Una-mattina-mi-...

Mar, 01/03/2016 - 18:24

Ahahaha, e poi parlano di furbetti. E si tratta di piccole cifre, chissà le grosse...

rossini

Mar, 01/03/2016 - 18:43

Non è sbadataggine, né distrazione, né dimenticanza. E' solo pidocchioserìa congenita. Questi miserabili succhiasangue sono così abituati a vivere alle spalle del popolo italiano, che gli pesa perfino pagarsi il caffè di tasca propria. Fanno schifo.

Korintos

Mar, 01/03/2016 - 18:51

Eè chiaro a tutti che quello è un luogo frequentato da ladri. RUbano di tutto dai fondi pubblici al caffè, senza battere ciglio. Gli andasse, una volta, uin cornetto non pagato di traverso. Macchè!!!!

Ritratto di Rames

Anonimo (non verificato)

nunavut

Mar, 01/03/2016 - 19:57

La Serracchiani vuole dare lezioni di morale per migliorare il cittadino italico,incominci a dare lezioni accelerate ai suoi compagni che sono al gov. poi forse potrà pretendere la morale e l'etica dai cittadini che pagano I loro stipendi.

joecivitanova

Mar, 01/03/2016 - 19:58

La persona si riconosce dalle piccole cose.. e non l'ho detta io questa..! G.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 01/03/2016 - 20:31

Basterebbe che gli addetti al banco non servissero neanche un bicchiere d'acqua senza scontrino. Se lo fanno, un mese a casa senza stipendio.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 01/03/2016 - 22:40

Anche con il personale della ristorazione, si fanno capire, di essere cleptomani e non si vergognano che anche la stampa parli di loro."""SIAMO GOVERNATI DA UNA VERA BANDA DI LADRI"""!!!

Silvio B Parodi

Mer, 02/03/2016 - 02:27

sono troppo indaffarati a pensare come tassare I cittadini e si ***dimenticano di pagare il caffe'**** che mariuoli!!!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 02/03/2016 - 07:21

MA COME SI PERMETTE. LEI NON SA CHI SONO IO ! - Si . Un LADRO di polli.