Ora Salvini vuole prendersi Firenze: "Nel 2019 possiamo farcela"

Intervistato da Lady Radio, il segretario leghista ha parlato delle elezioni comunali fiorentine in programma nel 2019: "Bisogna scegliere il candidato e la squadra giusta, ma non mi pongo limiti. Alleanza di centrodestra per vincere"

"Per le elezioni comunali a Firenze nel 2019 non mi pongo limiti, bisogna scegliere candidato e squadra giusta. Nel passato ho come l'impressione che il centrodestra non ci abbia creduto fino in fondo. Ma le altre vittorie ottenute in Toscana, come a Pisa e a Siena, ci dicono che è possibile vincere". Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, non si pone limiti. Intervistato dall'emittente radiofonica fiorentina Lady Radio, il segretario leghista si è detto ottimista sulla possibilità di strappare alla sinistra anche il capoluogo toscano.

"Firenze è una delle città più belle del mondo, ma mi sembra che ci sia un'amministrazione un po' stanca", ha detto Salvini, che giovedì sarà in città per partecipare al comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica in prefettura. Dopo, è in programma la cena degli auguri di Natale promossa dalla Lega Toscana. Considerando il numero di adesioni alla cena (un migliaio), che si terrà in un hotel sui lungarni, il vicepremier ha aggiunto: "Rispetto al passato c'è tanta più gente che si sta facendo avanti. Arrivati a mille persone abbiamo dovuto chiudere le prenotazioni: non c'era più spazio".

Sulla coalizione che a Firenze sfiderà il sindaco uscente, Dario Nardella (Pd), il segretario della Lega ha assicurato: "A livello locale la scelta è sempre stata con il centrodestra. Lega e M5S vale a livello nazionale. Con il centrodestra governiamo in centinaia di comuni e lo facciamo bene". Tra i temi affrontati da Salvini nell'intervista, non poteva mancare il documentario di Renzi su Firenze. "Non ce l'ho fatta a vederlo, non per Firenze ma per Renzi. Ero con i miei figli e ho scelto di non imporgli questo passaggio".

E a chi gli chiedeva se fosse interessato a fare un programma simile a quello realizzato da Matteo Renzi con "Firenze secondo me", in onda sul canale Nove e flop alla prima puntata con appena l'1,8 per cento di share, il segretario leghista ha detto: "Sono milanese e amo la mia città, però il bello è che ovunque in Italia, da nord a sud, trovi bellezze inestimabili che tutti ci riconoscono. Sulla tv pubblica mi piacerebbe che ci fosse più spazio ai diversissimi territori. Ma io in tv ci vado già abbastanza e non vorrei imporre la mia presenza ulteriormente ai telespettatori, al massimo potrei prestare la voce, ma la faccia la risparmio agli italiani". Salvini aveva preso in giro così il programma di Renzi: "Superato anche dalla Signora in Giallo".

Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 19/12/2018 - 14:54

a Firenze campano quasi tutti con le Regione (mantenuta dal resto dei toscani), perciò il PD dovrebbe tenersela. l'importante è che perdano Prato ed altri grossi centri, poi salderemo i conti con le elezioni regionali