Regina di retorica e ipocrisia

Capita a tutti di farsi succhiare il lobo dal commensale seduto accanto. Tuttavia il gesto della mitica Oprah che si dedica con gusto all'orecchio del «brutale» Weinstein tradisce una certa confidenza tra i due. Oprah è l'anchorwoman più famosa d'America, con un patrimonio personale stimato da Forbes in 2,5 miliardi di dollari. Weinstein è il produttore più riverito e corteggiato di Hollywood prima della discesa agli Inferi popolati dai porci orchi. L'intimità tra i due, dunque, non desta stupore giacché tutti conoscevano Weinstein, i suoi affari e i suoi vizi. Eppure nessuno fiatava, piuttosto donne e uomini si prodigavano per entrare nelle grazie dal fondatore della Miramax, in un modo o nell'altro. Ancor più del nero, l'abito che è andato per la maggiore nella serata dei Golden globe porta il colore dell'ipocrisia, peccato umanissimo che suscita persino un moto di simpatia per la sfrontatezza dei suoi cultori. Oprah Winfrey non ha fatto eccezione, ha cavalcato l'onda del piagnisteo collettivo, si è messa a capo delle truppe rosa pronte a imbracciare le armi contro i maschi molesti. È l'alba di un nuovo giorno, ha scandito, e con la vis retorica che le appartiene ha accostato le accuse di avance e corteggiamenti molesti, da parte di aspiranti attrici e soubrette, alla storia drammatica di uno stupro commesso da sei uomini bianchi nei confronti di una giovane nera nel 1994. Oprah si conferma un'affabulatrice scaltra e sorniona, formidabile imprenditrice di se stessa, versione aggiornata dell'American dream: un'infanzia misera nel Mississippi durante l'era della segregazione razziale, a 9 anni vittima del primo stupro, a 14 un figlio, l'unico, nato morto. Negli anni si è dovuta difendere dai parenti che la accusavano di raccontare bugie sulla famiglia, da chi la addita come una lesbica non dichiarata, e poi dalle mille invidie suscitate da colei che, a 63 anni, è l'unica miliardaria nera di tutto il Nordamerica, maschi inclusi. Perciò nulla ci renderà meno simpatica l'intraprendente signora che ha costruito dal nulla la propria fortuna, neanche questo sfacciato cedimento all'ipocrisia.

Commenti

Fjr

Mar, 09/01/2018 - 09:30

Bastava vedere uno solo dei suoi Show buoni solo per incantare la casalinga del Tennessee

roberto.morici

Mar, 09/01/2018 - 09:41

Sono un appassionao estimatore di G.G.Belli, famoso poeta romanesco, ed in casi come questo mi viene spontaneo citare il suo giudizio nei riguardi di una tale Signora che "nun potenno più alliscià er pelo a li coniji se fà passà pe donna de consiji".

Giorgio Colomba

Mar, 09/01/2018 - 09:55

Dovrebbe essere Weinstein a denunciare questa (e la restante frotta di "abusate") per circonvenzione di capace...

claudioarmc

Mar, 09/01/2018 - 10:07

Questa nei paesi normali non la fanno nemmeno entrare nei negozi

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mar, 09/01/2018 - 10:13

Certo che questa Oprah deve avere uno stomaco da coccodrillo per sopportare il lobo dell'orecchio di un simile orco, in bocca e durante l'ora di pranzo.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 09/01/2018 - 10:18

Solita ipocrisia dei "democrats" a livello mondiale. Weinstein ora non serve più, é stato scaricato ed é diventato il gran porco per definizione, il suo amico Bill invece, quello che si faceva le stagiste nello studio ovale, era solo un buontempone che a volte "cedeva" per accontentare le giovani vogliose....

ginobernard

Mar, 09/01/2018 - 11:04

"Certo che questa Oprah deve avere uno stomaco da coccodrillo per sopportare il lobo dell'orecchio di un simile orco" si sa ... certe donne dividono gli uomini in belli e poveri. E questa vorrebbe fare il presidente degli Stati Uniti ? andiamo bene.

ilbelga

Mar, 09/01/2018 - 11:32

bravo Roberto...

Oraculus

Mar, 09/01/2018 - 11:38

Questo accanimento contro questo uomo favorisce solo l'usurpazione esistenziale della donna occidentale contro gli uomini occidentali...la donna con il tramite delle tette e sedere conquista il potere dell'uomo che lo detiene...e poi lo critica??...lui??...ha fatto benissimo!! , si e' goduto il meglio di quelle donne vogliose di quel futuro che lui ha poi garantito loro...ed ora fanno le caste Susanne??...sono le stesse donne di Eva...e noi siamo gli stessi uomini di...Adamo!!.

Ritratto di hardcock

hardcock

Mar, 09/01/2018 - 11:53

Come ebbe a dire Hemingway: le donne non sanno di sedere sulla propria fortuna! Ma questa come molte altre se ne sono accorte. Mao Li Ce Linyi Shandong China

edoardo11

Mar, 09/01/2018 - 12:05

Si vuole mettere in politica.C'è riuscito Obama ora tenta lei.Questi democratici sono i più ipocriti esseri sulla faccia della terra

lavieenrose

Mar, 09/01/2018 - 12:10

robertoQuesta signora vuole solo salvare lo strapotere degbli artisti, giornalisti e affini che vivono solo grazie ai cosiddetti fondi di stato quando regna la sinistra. Fossero almeno preparati, ma va, altro che populisti.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 09/01/2018 - 12:14

roberto.morici - Perfetto!

ortensia

Mar, 09/01/2018 - 13:42

Questa barbara D'Urso d'oltre oceano ha successo sulle menti semplici.Come leggere un rotocalco dalla parrucchiera insomma. Stesso effetto e stessi contenuti.

ciruzzu

Mar, 09/01/2018 - 16:29

"Capita a tutti di farsi succhiare il lobo dal commensale seduto accanto"Ebbene si! Voi ridicolizzate la cosa, ma non c'è nel gesto sensualita' ma solo molto affetto,quasi tutti i cagnolini lo fanno

mariod6

Mer, 10/01/2018 - 10:08

Un'altra carampana che per avere visibilità accettava ogni compromesso e proposta, tanto era per la carriera...!!!! Con il passare del tempo la visibilità diventa più difficile da ottenere e pertanto le sparate devono essere sempre più grosse. tanto è per la carriera....!!!!