La Sardegna ha il suo primo sindaco della Lega

Titino Cau è stato eletto sindaco di Illorai, uno dei nove paesi con un solo candidato in lizza. Presentatosi con la lista civica, "Fermiamo lo spopolamento", Cau è un fervente militante della Lega di Matteo Salvini

"A Illorai, 849 abitanti, piccolo centro del Goceano festeggiamo il primo sindaco leghista in Sardegna, Titino Cau. È una grande soddisfazione per il nostro movimento". Così il deputato Eugenio Zoffili, segretario regionale della Lega nell'Isola, ha commentato su Facebook la vittoria nel paesino sardo della provincia di Sassari.

"Da Illorai con il nostro nuovo sindaco parte il progetto della Lega contro lo spopolamento dell’Isola, con iniziative concrete che sottoporremo a tutti i sindaci sardi, al nostro Governatore Solinas e al Governo di Roma”, conclude Zoffili nel suo post. A dir la verità Cau, meccanico e agricoltore di 69 anni, pur essendo un noto militante leghista, si presentava con una lista civica, "Fermiamo lo spopolamento" come candidato sindaco di Illorai, uno dei nove paesi con una sola lista in corsa. Lo spopolamento è, infatti, il principale problema di un paesino che negli anni '50 vantava 2000 abitanti e, ora, invece, è abitata da soli 850 residenti, "Raggiungeremo il quorum e faremo innamorare i cittadini del nostro paese", aveva detto Cau che ha superato la soglia del 50% già verso le 19,10 di sera. Ricordiamo che ieri in Sardegna si votava in 28 comuni, tra cui cinque con oltre 15mila abitanti (Cagliari, Sassari, Alghero, Monserrato e Sinnai).

Commenti

pasquinomaicontento

Lun, 17/06/2019 - 11:04

...1944,manicomio criminale Filippo Saporito d'Aversa, conobbi un sardo, l'età come la mia, 19 anni,aveva mannato all'artro monno, un omo che je insidiava la sorella,giobbavàmo tutt'e due,io pe' nun annà a morì in Russia, e nun se fidavàmo de nessuno,lui nun parlava mai,solo l'occhi parlavano pe' lui,se capivàmo a occhiate, i referti der professore furono quasi identici,"manìa de persecuzione" pè tutt'e due,e, èccheme quà.Nun l'ho più visto da quer lontano 1944...spero proprio (se è ancora in vita) che legga ste poche righe e rivàdi cor penziero a quei giorni...e che giorni...