Cerveteri, arresto per spaccio. Droga nascosta nel terreno

Scava un fosso vicino casa e qui nasconde 1,6 chili di stupefacenti. Ritrovati numerosi panetti di hashish e marijuana. Se venduti dal pusher, sarebbero fruttati migliaia di euro

Scava una buca nel terreno vicino casa e in questo luogo nasconde 1,6 chili di droga. Lo stratagemma messo in atto da un 22enne di Cerveteri (centro sul litorale romano) non gli è stato però sufficiente: i carabinieri lo hanno arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, nel corso degli assidui servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati inerenti gli stupefacenti, hanno messo a segno un’altra brillante operazione che ha consentito di recuperare e sequestrare un ingente quantitativo di droga, per un peso complessivo che supera il chilo e mezzo.

Gli agenti hanno proceduto al controllo e alla perquisizione dell’abitazione del giovane, già noto per i suoi trascorsi dalle forze dell’ordine e oggetto di attenzione da alcuni giorni. Nell’abitazione - nei pressi della quale i militari hanno notato un insolito e frequente andirivieni, specialmente in una zona di terreno vicina e nell’area circostante - sono stati rinvenuti oltre 1,6 chili fra marijuana e hashish.

Sono stati scoperti, abilmente occultati sotto terra, all’interno di un grande barattolo di vetro, numerosi panetti di hashish, del peso di circa 100 grammi ognuno, confezionati con involucri in cellophane. Altri panetti sono stati trovati, invece, nella camera da letto del giovane, insieme a 100 grammi di marijuana, materiale per il confezionamento e due bilancini di precisione.

La droga ritrovata, che immessa nel mercato avrebbe fruttato al pusher svariate migliaia di euro, è stata sequestrata, mentre lo spacciatore è stato sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione della competente autorità giudiziaria.