Salvare l'Europa? È possibileSe la Francia vince l'Europeo

Secondo Abn Amro, colosso bancario olandese, una vittoria dei <em>bleau</em> farebbe bene all'economia continentale

Vincere gli europei può ripianare un'economia? La risposta dovrebbe essere no. Tanto più in tempo di crisi. Ma se a ventilare il dubbio è un grande gruppo bancario, allora forse qualche domanda è dovere porsela. L'inversione di tendenza in campo economica - parola di Abn Amro - verrà dal risultato della tenzone sportiva che vedrà sfidarsi le rappresentanze del Vecchio Continente. 

Il colosso olandese è pronto a scommetterci. E va più nel dettaglio. Se a vincere il torneo sarà la Francia, uno dei Paesi sui quali si addensa qualche dubbio in materia economica, si potrebbe arrivare a un punto di svolta.

Già due anni fa, in occasione dei mondiali, il colosso bancario aveva pronosticato una vittoria spagnola, nel rapporto "Soccernomics". E se a detta loro un trionfo dei cugini d'Oltralpe sarebbe la possibilità migliore per l'Eurozona, con Parigi che attualmente - dopo la perdita della tripla A - si trova nella zona d'ombra tra l'elite economica tedesca e il resto del continente, i bleu non devono fare troppo affidamento sul risultato. Sempre Abn Amro sottolinea che a vincere, salvo sconvolgimenti dell'ultimo momento, sarà la Germania.

Ai francesi dunque rimarrebbe qualche speranza. I cosiddetti PIGS invece, i paesi con l'economia meno florida e affidabile, soggetti di recente a diversi declassamenti, meglio che non vincano. Una loro vittoria, considera il colosso bancario, porterebbe a nuove spese. Chi vince spende (e chi vince finisce declassato). E nelle condizioni delle economie PIGS non è affatto auspicabile.

Le considerazioni dell'istituto, che si spingono pericolosamente sul terreno dell'ipotesi, tanto da risultare difficilmente credibili, tracciano un parallelismo tra condizioni economiche e frequenza goal. Peggio vai economicamente, più facilmente segni. E a dimostrazione della tesi portano i dati: la Grecia ha vinto gli Europei del 2004, agli italiani sono arrisi i Mondiali berlinesi. E la Spagna si è aggiudicata tanto gli Europei 2008 quanto i Mondiali 2010. Resta tuttavia tra capire quale sia - se esiste - il legame tra rating economico e vittoria calcistiche.