Al Festival di Venezia Red Carpet ​per la doppiatrice più piccola d'Italia

Charlotte Infussi D'Amico, 7 anni, e Luciano De Ambrosis, 81, ex bambino prodigio del film di De Sica "I bambini ci guardano" racconteranno ieri, l'oggi e il domani del doppiaggio. Grazie a una rivista che parla di futuro

È il giorno di Charlotte Infussi D’Amico. Un nome e un volto che il grande pubblico non conosce: una bambina già voce di grandi personaggi del cinema, in passerella sul red carpet di Venezia 75 giovedì 6 settembre. Al Festival del Cinema di Venezia, infatti, la doppiatrice più piccola d’Italia sfilerà sul tappeto rosso mano nella mano con Luciano De Ambrosis, ex bambino prodigio del Neorealismo italiano (fu protagonista de “I bambini ci guardano”), e oggi voce di Sean Connery. Un’immagine poetica per raccontare quasi 90 anni di doppiaggio.

È la seconda volta del doppiaggio italiano a Venezia. Dopo il successo dello scorso anno (40mila visualizzazioni e più di mille like sulla pagina della Biennale) il mondo delle voci torna al Festival di Venezia con un evento fatto di tanti appuntamenti: la mostra interattiva AttorInvoce di Maurizio Pittiglio, l’incontro all’Hotel Excelsior con Luciano De Ambrosis e Charlotte Infussi D’Amico; la presentazione della rivista ‘O Magazine, e la consegna del premio Voci d’O - Senti chi parla. Giovedì 6 settembre, dalle 14.00 alle 16.00, i giornalisti Massimo M. Veronese e Simonetta Caminiti (già autori del volume Senti chi parla, presentato lo scorso anno proprio alla Mostra di Venezia) condurranno l’evento aperto al pubblico presso l’hotel Excelsior del Lido. Ma chi sono “il gigante e la bambina” del doppiaggio italiano?

Luciano De Ambrosis, 81 anni, torinese, è stato negli anni Quaranta, a 8 anni, protagonista del film neorealista di Vittorio de Sica “I bambini ci guardano”, il film preferito di Papa Francesco, e del cinema italiano. È la voce italiana di Sean Connery, James Caan, Burt Reynolds, Nick Nolte. La piccola Charlotte, invece, di anni ne ha appena 7; romana, figlia di Domitilla D’Amico, voce di Emma Stone, una delle primedonne del settore, ha debuttato a 3 anni in “Maleficent” dando la voce a Vivienne Jolie-Pitt, figlia di Angelina Jolie. È stata, tra le altre protagoniste, il pesciolino Dory da piccolo nel film Pixar in “Alla ricerca di Dory”, e Florence Clery in “La luce degli Oceani”. “Il gigante e la bambina” sfileranno sul Red Carpet del Festival del cinema mano nella mano, alle 19al Palazzo del Cinema. O’ Magazine (la rivista per cacciatori di futuro) sponsor dell’evento, si presenta al pubblico con trenta pagine dedicate alla cinematografia e le illustrazioni di Andrea Aste, che sono la particolarità di un mensile in cui si torna a un giornalismo di narrazione, con storie dal mondo tutte da scoprire.