Georgina Rodriguez: "Cristiano l'ho conosciuto quando facevo la commessa"

La modella si confessa sulle pagine di Elle Italia e racconta l'incontro con Cristiano che le ha cambiato la vita

Georgina Rodriguez non ama svelare molto della sua vita personale e di quella del suo compagno, il calciatore Cristiano Ronaldo. Ma questa volta ha voluto fare un’eccezione rilasciando una lunga intervista alla rivista di moda Elle. La modella argentina ha così svelato qualche curiosità sulla nascita della storia d’amore con il pallone d’oro.

Il primo incontro con Ronaldo è stato da Gucci, dove lavoravo come commessa – racconta Georgina – giorni dopo ci siamo rivisti di nuovo all’evento di un altro brand ed è stato allora che abbiamo potuto parlare in un’atmosfera rilassata, fuori dal mio ambiente di lavoro. È stato amore a prima vista per entrambi”.

Con Cristiano la accomunano passioni e stile di vita: “Abbiamo una grande intesa. Siamo molto combattivi e perseveranti. Non ci arrendiamo mai”. Qualità quest’ultima che Georgina Rodriguez, oggi testimonial per molti marchi di moda, vede concretizzarsi in campo ogni volta che Ronaldo gioca, soprattutto nella gara contro l’Atletico Madrid dove lei ha pianto per la tripletta del compagno: “Mi ha tanto emozionato vedere riflessi in campo la sua costanza e il suo duro lavoro. Ogni volta che posso vado allo stadio per sostenerlo e godermi il suo talento. Sono molto orgogliosa di lui”.

Georgina Rodriguez ha poi parlato della sua vita insieme a Cristiano Ronaldo e ai quattro figli, di cui tre avuti da altre compagne: “La mia giornata tipo? Mi piace svegliare i miei figli, cambiarli e andare insieme a fare colazione. La mattinata la dedico a loro, giochiamo insieme e li aiuto a crescere. Gli servo il pranzo e fanno il riposino. Poi mangiamo noi e dopo facciamo una pausa per dedicarci alla palestra, allenamento e a volte spa. E prima di dormire ci piace guardare i documentari”. Una donna normale, in fondo, per la quale la famiglia è al primo posto: “Casa è dove c’è la mia famiglia. Il posto in cui sono più felice è la mia casa, con i miei figli e il mio compagno. La nostra casa è il nostro rifugio – conclude – il nostro tempio costruito con tanto amore”.