"I miei figli? Li cresco con l’aiuto della fede in Dio." Nicole Kidman sul ruolo di attrice e mamma

Cosa significa essere una moglie e una madre per Nicole Kidman? L'attrice lo rivela in un'intervista che ha rilasciato a Vanity Fair

In una recente intervista rilasciata a Vanity Fair, Nicole Kidman rivela cosa significa essere un’attrice di successo, una moglie e soprattutto una madre. Sposata dal 2006 con il cantante Keith Urban dopo che per anni è stata legata a Tom Cruise, ora vive a Nashville insieme al marito e alle figlie Sunday Rose e Faith Margaret.

"Ho una grande fede in Dio – rivela Nicole Kidman -, sto cercando di far crescere le mie figlie come delle ferventi cattoliche andando in chiesa tutte le domeniche. Keith ha le sue convinzioni ma supporta le mie scelte. Avevo una nonna molto cattolica e sono stata cresciuta pregando e, questo insegnamento su di me, ha avuto un grande impatto – afferma -. Non è assolutismo, vuol dire porsi infinite domande sulla nostra fede e su noi stessi – poi aggiunge –. Le mie figlie hanno regole ben precise: nessun telefono e nessun account instagram. Cerco di mantenere dei limiti. In questo modo voglio motivarle a spingerle a trovare uno scopo. È così che da giovane ho trovato la mia strada."

Nell’intervista c’è anche spazio per affrontare il rapporto che Nicole Kidman ha con Connor e Bella, i figli che ha adottato quando era legata a Tom Cruise: "Uno vive a Miami, l’altro poco lontano da Londra. Ora sono adulti e sono in grado di prendere le loro decisioni. Hanno scelto di stare con Scientology ma io, come madre, ho il compito e il diritto di amarli. Per me non cambia nulla," conclude.