I pacchi si allungano per rincorrere «Striscia»

Dall'altro ieri si sta correndo ai ripari. A Raiuno hanno deciso di allungare di qualche minuto Affari tuoi, il gioco dei pacchi che quest'anno è in grande sofferenza e ogni sera perde di molti punti rispetto alla concorrente Striscia la notizia. Il motivo fondamentale, oltre all'usura del programma che va in onda da molti anni, della débâcle del quiz a premi in questo inizio di stagione televisiva non sta certo nella conduzione di Flavio Insinna come da alcuni insinuato, ma va ricercato nella scelta della direzione di Raiuno di riaccorciare l'access prime time (che significa il programma che apre la serata) in modo che film e show d'intrattenimento inizino presto, entro le 21,15-21,20 e non alle 21,30 come accade da molti anni. È una vecchia battaglia che la Tv di Stato porta avanti da tempo ma che si scontra ogni volta con la realtà dei fatti: finché Striscia la notizia resta lunga, Affari tuoi si deve adeguare perché lo share funziona così: più allunghi il programma più cresce. Dunque, si sta tanto a pontificare sul fatto che gli ascolti non sono importanti e poi quando si leggono risultati amari come quello di Affari tuoi, ci si preoccupa e si torna indietro. Il direttore Andrea Fabiano aveva promesso solennemente (come tanti suoi predecessori del resto) di iniziare prima la serata alla presentazione dei palinsesti. Poi anche lui ha dovuto cedere e riallungare il gioco dei pacchi nella speranza di riagguantare il tg satirico di Canale 5 prima che il gap diventi insostenibile (lunedì il quiz ha fatto 15.47% e Striscia il 20.71%). E fa nulla se gli spettatori di Raiuno dovranno ricominciare ad andare a letto tardi.

Riceviamo e pubblichiamo:

Gentile Laura Rio, in merito al tuo articolo dal titolo: “I pacchi si allungano per rincorrere Striscia”, pubblicato oggi su Il Giornale, precisiamo che:

Anni fa è stato Affari Tuoi il primo ad allungarsi di svariati minuti, ritardando la prima serata, abitudine che è andata avanti sino all'estate scorsa. Trattandosi di una trasmissione registrata, è evidente che gli sforamenti sono programmati. Striscia, essendo invece in diretta, non ha fatto altro che “rincorrere” il programma dei pacchi, per avere lo stesso minutaggio. Questo, tenendo conto anche dell’interruzione pubblicitaria di un minuto che scatta su tutti i canali Mediaset alle 21.

Nonostante l’annunciata volontà della rinnovata direzione di viale Mazzini di accorciare l'access prime time, da sempre la prima serata di Raiuno comincia alle 21.30, quindi Affari Tuoi non si è allungato per rincorrere Striscia ma è semplicemente tornato a fare quello che ha sempre fatto.

Inoltre, come riportato da Tvblog.it nei bilanci di stagione dei due programmi, pubblicati il 26 e il 27agosto, Affari Tuoi ha una durata maggiore di Striscia. Il programma dei pacchi registra infatti una durata media di 38 minuti, contro i 37 minuti del Tg satirico di Antonio Ricci, ai quali va tolto anche il minuto di pubblicità che interrompe la trasmissione alle 21 in punto.

In conclusione, fermo restando che Rai e Mediaset sono liberi di seguire la linea editoriale che preferiscono, l’unica cosa certa è che il Giornale non perde mai l’occasione per dare la colpa a Striscia.

La risposta di Laura Rio

In effetti nel titolo andava aggiunto un ri : "I pacchi si ri-allungano per inseguire Striscia"