Ventura: "Eccomi, son tornata e non più in canali di nicchia"

Simona Ventura torna in televisione, come giudice della commissione esterna di Amici

Di certo lei è una delle grandi novità di questa edizione: Simona Ventura nella commissione esterna di Amici. «Penso che il 90 per cento delle mie colleghe, anzi forse il 99 per cento, non avrebbe accettato di lavorare con altri personaggi», dice lei che è come sempre entusiasta e carica di energia. E ha esperienza di talent show.

«X Factor, che ho seguito dalla Rai fino a Sky, ha preso una strada di nicchia. Io invece mi sento di avere una direzione diversa. Sono includente perché il pop per me è largo, diffuso, dedicato a tutti».

La musica leggera viene dalla strada.

«E con i social e la condivisione web si è in generale persa la vocazione della festa di paese oppure del garage dove iniziare a fare i primi passi. Oggi i primi passi per tanti si fanno nei talent show dove si forgiano le prime esperienze di quelli che saranno gli artisti del futuro. Perciò il talent show non è un traguardo per chi vuole semplicemente fare una esperienza tv. In realtà è un punto di partenza».

In effetti nell'ultimo decennio è cambiato quasi tutto.

«Anche in televisione. Una volta c'erano molti più spazi, adesso è più difficile. Bisogna saper scegliere e avere la pazienza di farlo».

Lei come ci è riuscita?

«Mi sono resa conto che non ha senso avere paura di essere dimenticata dal pubblico. Molti personaggi tv hanno paura che la gente si dimentichi di loro e quindi sono pieni di ansia e rischiano di fare passi sbagliati. Ma in realtà ciò che hai fatto rimane».

Ritrovarla in tv di fianco a Maria De Filippi anni fa sarebbe stato imprevedibile.

«Se non ci fosse lei, non avrei accettato. Maria ed io siamo in contatto da anni, quando ero a X Factor ci scambiavamo spesso pareri».