La Juventus punta su Icardi per il dopo Higuain

Clamorosa indiscrezione relativa al capitano nerazzurro, alimentata anche dalla necessità della Juve di trovare una punta centrale di livello in grado di sostituire Higuain, su cui si fanno sotto PSG e Chelsea

Mauro Icardi diventa un obiettivo primario della stagione bianconera? Niente di strano che tra le squadre di cui aveva parlato solo qualche giorno fa la moglie e procuratrice del calciatore Wanda Nara possa esserci anche la Juventus.“Ci sono alcuni grandi club che pagherebbero la clausola rescissoria, che è molto alta (110 milioni di euro), ma per un giocatore come Mauro, considerando i numeri che circolano nel mondo del calcio, non è neanche così pazza”, aveva dichiarato la donna, aggiungendo poi “Stiamo vedendo quello che fa con l’Inter, c’è una situazione di rinnovo o partenza per Mauro, la priorità è ovviamente quella di restare a Milano, ma ci sono molti club che stanno facendo pressioni”.

L’indiscrezione arriva da “goal.com”, ma non deve sorprendere più di tanto, visto che il giovane attaccante argentino era già stato nel mirino di Marotta e Paratici ai tempi in cui militava nella Sampdoria. Neppure la clausola rescissoria sul suo contratto (come detto di 110 milioni) sembra scongiurare uno scenario del genere, dato che solo due anni fa anche i 90 milioni di valutazione di Gonzalo Higuain sembravano inarrivabili per la Juventus secondo la maggior parte degli addetti ai lavori.

A tal proposito, quindi, assumono un significato ben preciso anche le dichiarazioni di Tohir, che sembrerebbero proprio finalizzate ad allontanare con forza l’ipotesi di un trasferimento di Icardi ad una diretta concorrente della Serie A: “Icardi ha una clausola di 110 milioni di euro per i club esteri, chi lo vuole deve parlarne con la dirigenza nerazzurra. L'aumento a 150 milioni? Per il momento non è stato ancora concordato col giocatore. Per i club italiani, Icardi potrebbe valere molto di più. Se un club di Serie A lo vuole, l'Inter può chiedere anche 200, 300, 400 milioni di euro”.

Tuttavia, se arrivasse una cifra discreta per Gonzalo Higuain, con una destinazione gradita anche al calciatore, la società bianconera ci farebbe molto più di un pensiero: il pericolo di una minusvalenza, infatti, sarebbe scongiurabile dai 55 milioni in su, ma la Juve si fa forte dell’interesse di Chelsea (specie se dovesse arrivare Sarri, suo grande estimatore) e PSG, sperando in una corsa al rialzo che possa avvicinare addirittura la cifra di 70 milioni di euro. Se ciò dovesse verificarsi si aprirebbe per i bianconeri la ricerca di una punta di spessore su cui investire con forza e Maurito è il profilo perfetto per l’attacco di Allegri, molto più di Alvaro Morata, il cui ritorno a Torino sembra quasi certo per i più. Già due anni fa, prima di chiudere con Higuain, la Juve aveva provato in ogni modo a far capitolare l’Inter per ottenere le prestazioni del giovane bomber argentino, arrivando tra l’altro ad accordarsi economicamente col suo entouràge, ma tutto saltò per il muro opposto della società nerazzurra.

Cambiano i tempi ma non cambia la musica, e quello che al momento sembra un affare impossibile da chiudere non scoraggia la Juventus che, come già fatto per Higuain ai tempi del Napoli, cercherà in ogni modo di scardinare la strenua resistenza dell’Inter stando ben attenta a monitorare i “mal di pancia” di Icardi e della moglie-procuratrice, provandoci fino all’ultimo.