Tour de France, trionfa Teuns: Giulio Ciccone è la nuova maglia gialla

Giulio Ciccone è la nuova maglia gialla, scalza Alaphilippe per 6 secondi dopo una straordinaria fuga terminata al secondo posto

Grande impresa di Giulio Ciccone, lo scalatore abruzzese termina la tappa dietro il belga Teuns e conquista la maglia gialla con 6 secondi di vantaggio su Alaphilippe.

Si comincia a fare sul serio, va in scena oggi la sesta tappa da Mulhouse a La Planche Des Belles Filles con il primo arrivo in salita di questa edizione. Sarà lecito attendersi le prime mosse dei favoriti alla vittoria finale Gerain Thomas ed Egan Bernal mentre le speranze italiane sono riposte in Vincenzo Nibali e Fabio Aru, che trionfarono su questa salita rispettivamente nel 2014 e nel 2017. Si riparte sempre con Julian Alaphilippe in maglia gialla, con 14'' di vantaggio su Van Aert e 25'' su Kruijswijk. Primo italiano Colbrelli sedicesimo a 56'', Nibali è ventunesimo a 1'01''.

La Tappa

Arriva il primo grande appuntamento in salita con la sesta tappa da Mulhouse a La Planche Des Belles Filles. 160,5 km da percorrere e ben 7 Gpm da scalare in una frazione infernale e senza un attimo di tregua, la prima vera sfida tra i favoriti alla vittoria. Piccola curisoità il consueto arrivo in cima ai Vosgi è stato reso ancora più duro dall'aggiunta di un ultimo km al 9,5% di pendenza media con un muro al 24% a pochi metri dal traguardo. La prima fuga di giornata vede protagonisti 14 uomini al comando tra cui anche gli italiani Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) e Andrea Pasqualon (Wanty-Gobert). Il vantaggio dei fuggitivi scandito da una pioggia battente arriva a 8'10'' con lo scalatore abruzzese Ciccone virtualmente maglia gialla. Il distacco si assottiglia intorno ai 5 minuti quando De Gendt (Lotto Soudal) tenta un'azione solitaria. Il ciclista belga viene ripreso e poi si stacca, sono davanti Ciccone, Dylan Teuns (Bahrain-Merida), Xandro Meurisse (Wanty-Groupe) e Tim Wellens (Lotto-Soudal) con un vantaggio di 4'03'' sul gruppo maglia gialla, prima dell'ultima salita. Si stacca la maglia a pois Wellens e Meurisse, Ciccone e Teuns continuano la fuga a due. A 3 km dalla fine lo spagnolo Landa (Movistar) prova l'attacco dal gruppone e parte all'inseguimento dei due fuggitivi. Ciccone e Teuns si involano negli ultimi 500 metri sterrati. Teuns dimostra di averne di più e va a vincere la tappa, secondo Ciccone crollato negli ultimi 100 metri, terzo Meurisse. Alaphilippe scatta alla ricerca disperata di difendere la maglia gialla. Si riparte domani con la tappa di 230 km dal Belfort a Chalon sur Saone.

Le prime dichiarazioni

Dopo la tappa Giulio Ciccone si gode la fantastica impresa: ''Faccio fatica a crederci, è una soddisfazione grandissima: era il sogno che avevo fin da bambino. Ero arrabbiato per il secondo posto di oggi, ma quando ho scoperto di aver conquistato la maglia gialla la rabbia è passata''. Una gioia immensa che lo ripaga pienamente dalla delusione per la vittoria di tappa sfumata: ''È stato ancora più bello perché a un certo punto pensavo solo alla tappa. Dopo l'arrivo ero arrabbiato, non mi ero più interessato alla possibilità della maglia gialla''.

Ordine d'arrivo

1. Dylan Teuns (Bel)

2. Giulio Ciccone (Ita)

3. Xandro Meurisse (Bel)

4. Julian Alaphilippe (Fra)

Classifica generale

1. Giulio Ciccone (Ita)

2. Julian Alaphilippe (Fra) a 6''

3. Dylan Teuns (Bel) a 32''

4. George Bennet (Aus) a 47''

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?