Attori, cantanti e persino reali Ecco le cucine (e i bagni) dei vip

Rifra ha allestito le case del re di Giordania, Beyoncé e Jay-Z

Camilla Golzi Saporiti

Nel cuore del quadrilatero milanese, al secondo piano di un palazzo d'epoca, si trova il quartier generale di RiFRA, brand made in Italy specializzato nella progettazione, produzione e distribuzione di cucine e arredo bagno di alta, altissima gamma. Alla porta si presenta Matteo Rivolta. 40 anni, aria distinta, fare riservato. È il titolare e il nipote di Giovanni che, negli anni Trenta, diede il via all'attività, in principio una falegnameria di mobili per la casa di qualità e lunga durata.

Matteo fa gli onori di casa. E che casa. Ambienti spaziosi, arredi raffinati, distribuiti su pavimenti che scorrono lisci sotto i piedi e pareti alte metri che fanno sentire gnomi. E poi ampie finestre che, da una parte, guardano Milano e, dall'altra, illuminano cucine e bagni da sogno. O da star. Non per modo di dire. Attori, cantanti, politici, grandi manager e persino reali sono clienti affezionati di Matteo (o, meglio, di RiFRA). Che, tra una parola e una cucina estetica (che scoprirai essere una cucina per pura immagine con accesso mascherato a una seconda cucina con fornelli, frigo e tutto quanto), un'altra parola e un cassetto ad «apertura a carezza» (lo si sfiora e si apre), racconta con la più totale normalità di quella volta che si trovò al telefono con l'Ambasciata di Giordania. Questa la scena: suona il telefono fisso, risponde il centralino, che passa l'interno di Matteo. Lui alza la cornetta e si trova dall'altra parte del filo il funzionario di Sua Maestà il Re di Giordania interessato all'acquisto di un mobile da bagno. Mr. RiFRA non sbianca e non sviene, ma si mette in moto. E in tempi record provvede alla consegna direttamente dal cargo di Malpensa agli appartamenti reali di Amman. Non l'unica impresa capitata. Surreale la volta che si trovò nell'headquarters vista Manhattan di Cadillac. Mentre parlava di rifiniture con la moglie del presidente del colosso, nonché vicepresidente di General Motors, il marito, il super-top-manager, contrattava sul prezzo. «Guarda, Matteo, che non sono ricco-ricco gli diceva - devi trattarmi bene, farmi il prezzo giusto». Non osò tanto lady McConvey, imprenditrice multimilionaria nel campo delle telecomunicazioni. Per la sua «villetta» di Vero Beach, in Florida, 35 milioni di dollari di valore, non badò a spese e non scelse altro che RiFRA per le tre cucine e i dodici bagni. Dalla casa di Los Angeles dei fratelli Winklevoss (i prima amici e poi nemici di Mark Zuckerberg ai tempi della nascita di Facebook) alla villa, sempre a Los Angeles, dei coniugi Beyoncé&Jay-Z (per la cronaca, se lei è la regina della musica e del gossip, lui è il rapper più ricco del mondo - 900 milioni di dollari di patrimonio sul conto corrente - secondo l'ultima classifica di Forbes), passando per gli attici di New York progettati dall'archistar Della Valle e gli appartamenti di imprenditori nostrani, RiFRA apre la porta, dà un'occhiata, studia la situazione e realizza le soluzioni migliori, che siano interi progetti o singoli pezzi (dai 5mila euro per i mobili da bagno, dai 25mila euro per gli elementi da cucina).

Cinque collezioni, un centinaio di colori e un'infinità di materiali a scelta, dal legno all'argilla, dal cemento spatolato a mano alla polvere di metallo, alla novità del ceramic stone, un mix di ceramica e pietra lanciato con la cucina Kube all'ultimo Salone del Mobile. Tutto personalizzabile e seguito dalla A alla Z, dall'idea alla consegna. In più, assistenza di designer via chat e visore 3D recapitato a domicilio o app su telefono per vedere in anteprima il progetto, svilupparlo e modificarlo passo per passo. Ma soprattutto qualità imbattibile, stile ricercato, cura del dettaglio ed eccellenza made in Italy.