Aperta la passerella di Christo. Ora si cammina sul lago d'Iseo

È stata inaugurata l'opera dell'artista bulgaro americano Christo. La passerella, lunga 5 chilometri, sarà aperta fino al 3 luglio. Attesi più di un milione di visitatori

Da oggi fino al 3 luglio sarà possibile camminare sull'acqua del lago d'Iseo. Ha aperto questa mattina nel bresciano "The Floating Piers", l'opera dell'artista bulgaro americano Christo, una passerella galleggiante sospesa nell'acqua. Il percorso, lungo 5 chilometri, è accessibile 24 ore su 24 gratuitamente. Consente di fare una passeggiata da Sulzano a Montisola, passando per l’isola di San Paolo.

Il ministro Maria Elena Boschi e il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni sono stati tra i primi a camminare sul percorso. "È un’opera da vivere", ha commentato il ministro su Twitter. Maroni ha invece ricordato come l'opera è un unicum: "È una realizzazione straordinaria, unica al mondo, un biglietto da visita eccezionale per la Lombardia. È una grande sfida, vinta grazie alla collaborazione di tutti e alla passione".

L'opera è realizzata con un sistema modulare di pontili galleggianti composto da 200mila cubi in polietilene ad alta densità. La passerella è interamente ricoperta da 70mila metri quadrati di un tessuto particolare, un tipo di nylon, fatto realizzare dall’artista, perchè diventa cangiante con l’acqua e l’umidità: dal giallo dalia diventa color oro acceso fino a tendere al rosso. "Crea un effetto dorato sul lago", aveva spiegato Christo. Sono attesi un milione di visitatori.

Le immagini della passerella di Christo

(guarda la fotogallery)

Commenti

nopolcorrect

Sab, 18/06/2016 - 14:26

Meravigliosa opera d'arte...Michelangelo sarebbe rimasto senza parole. Proprio come me, modestamente.

autorotisserie@...

Sab, 18/06/2016 - 14:51

MA DICO, DOVEVANO CHIAMARE CRISTO PER FARE UNA BOIATA DEL GENERE......MA GLI ITALIANI GENI NEL MONDO NON NE ERANO CAPACI?????I SOLITI ESTEROFILI.

Blueray

Sab, 18/06/2016 - 15:00

Mi spiace ma S. Francesco di Paola aveva una marcia in più, camminava sulle onde, non su un ponte di barche di polietilene rasente l'acqua, quindi soldi buttati.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 18/06/2016 - 15:12

Supposto che mi pubblichiate, datemi pure dell'ignorante, ma a me quest'opera che deturpa un gioiello della natura, fatto di polistirolo e tessuto sintetico, sembra una c...... pazzesca, per non parlare dello spreco... vi ricordate della fontana di Trevi con le acque rosso sangue? Qual'è la differenza?

Ritratto di lettore57

lettore57

Sab, 18/06/2016 - 15:14

Peccato non sia caduta dentro.......

claudio faleri

Sab, 18/06/2016 - 16:03

alterto43...mi avvicino al tuo giudizio ma certamente questo signore è caldamente di sinistra e quindi va appoggiato, il fatto che deturpi è secondario, fa palcoscenico e certamente la sinistra si fa vanto di un'opera moderna,sarò definità...scultura mobile in acqua tonica.... tipo aperitivo

lorenzovan

Sab, 18/06/2016 - 16:22

forse sono troppo anziano e troppo legato a concezioni forse superate di ARTE..lasciando da parte la definizione arte ritengo pero' una iniziativa curiosa e positiva per rilanciare il lago di iseo non certo famoso como i suoi fratelli maggiori

lorenzovan

Sab, 18/06/2016 - 16:24

claudio faleri..chi non riesce a staccarsi dalla politica aziosa..neanche su cose semplici come ueste...vive molto male..a proposito lei il sugo bolognese o napoletano lo mangia?' guardi che i pomodori sono....rossi...he he

123214

Sab, 18/06/2016 - 18:16

ma davvero serviva fare questa cosa? il termine "opera d'arte" è improprio caso mai allestimento "artistico" ma di artistico c'è ben poco in una passerella di plastica ( che poi chissà che fine farà). ricorda l'albero della vita dell'expo. una "roba" usata per far sentire annunci pubblicitari.

routier

Sab, 18/06/2016 - 19:04

Quello vero camminava sulle acque. Questo epigono sul ....polistirolo. Che decadenza! Non ci sono più i miracoli di una volta....

michele lascaro

Sab, 18/06/2016 - 22:57

Ripeto quello che il censore (forse dormiva) non ha pubblicato: "Passeggiare" sulla passerella costruita da Christo, è una forma di infantilismo. Significa scimmiottare quello che le cronache evangeliche riferiscono del vero Cristo.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 19/06/2016 - 00:41

Mi ripeto una ca.... pazzesca!

Rombo.Di.Tuono

Dom, 19/06/2016 - 01:28

Non sono d'accordo. Chiamatela come volete, ma alla base c'è un'idea, una realizzazione, e se suscita emozioni, allora va bene. Poi se porta turisti, ancora meglio. Probabilmente andrò a vederla ed a passeggiarci sopra.

gualtiero1961

Dom, 19/06/2016 - 09:55

leggo molti commenti negativi e altri entusiasti. Piccola riflessione pragmatica. Primo giorno tutto esaurito, chi come me abita in zona e gira in scooter ha potuto ammirare la folla presente, la gente che beve il caffè, che paga il parcheggio, che acquista magliette; turisti esteri arrivati da tutto il mondo per ammirare l'opera. In un momento di profonda crisi, un lago che vede piano piano andarsene i turisti, che si chiami Christo o culo o marketing nulla cambia, l'importante che l'opera dia lavoro, visibilità e faccia rifiorire un po' l'economia. Tutto il resto è aria fritta. Se non siete convinti di questo, parlate con chi vive con 600€ di disoccupazione e sono tanti.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 19/06/2016 - 11:03

Se per promuovere il turismo mordi e fuggi che dura una quindicina di giorni basta stendere delle zattere utilizzate neile darsene dei circoli nautici e ricoprirle di una tela colorata senza ricorrere ai gazebo in migliaia di sagre, sagrette e memorial dove ci si rimpinza di birra, salsicce e polenta, allora ben venga anche il polistirolo almeno non saremo immersi da fumi di fritto, risate e gogliardia...chi si accontenta gode!