Braccio di ferro Renzi-Monti sull'Europa

"Quando garbatamente il senatore Monti mi accusa di non rispetto delle regole vorrei ricordare che da parte di questo governo c’è stato il massimo impegno a ridurre le procedure d’infrazione, i decreti attuativi sono diminuiti così come il deficit. Sul rispetto delle regole non accetto lezioni perchè lo considero un valore". Così Matteo Renzi, in replica al Senato, ribatte alle critiche mossegli dall’ex premier aggiungendo che "esiste un tema di racconto di noi stessi: andiamo in Europa con la consapevolezza che certo si può fare meglio ma dobbiamo smettere di dire che l’Italia è un problema".

"Il risultato del semestre europeo, non paragonabile a quello di Craxi o Andreotti, è essere tornati a chiamare il patto di stabilità, patto di stabilità e crescita. La flessibilità è l’unico modo in cui i criteri europei possono trovare adesione in questo Paese". Lo ha detto il premier Matteo Renzi al Senato. A testimonianza del fatto che l’Italia rispetta le regole, ha sottolineato Renzi, c’è il fatto che "se avessimo gli stessi livelli di deficit di altri Paesi avremmo tra i 30 e 50 miliardi di debito possibile per abbassare le tasse, se avessimo tendopoli come a Calais, avremmo decine di infrazioni giustamente aperte, se avessimo dinamiche di scandali come in altri Paesi non avremmo la volontà o capacità di mettere tutto a tacere di qualche mese". Monti lo aveva criticato a viso aperto: "Presidente Renzi, lei non manca occasione per denigrare le modalità concrete di esistenza della Unione Europea, con la distruzione sistematica a colpi di clava e scalpello di tutto quello che la UE ha significato finora", ha detto Monti. "Questo sta introducendo negli italiani, soprattutto in quelli che la seguono, una pericolosissima alienazione nei confronti della UE. Con il rischio di un benaltrismo su scala continentale molto pericoloso. In modo accorato dico che dovrebbe riflettere molto su questo".

Commenti

Tuthankamon

Mer, 17/02/2016 - 18:27

Riguardo all'Europa, Renzi ha ragione anche se da un punto di vista e per motivi errati a mio parere. Questa Europa NON vuole che l'Italia "pesi" quello che le compete. Per cui avremo sempre ostilità con Berlusconi o con D'Alema, con Renzi o con chiunque altro!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 17/02/2016 - 18:40

Non si tratta di denigrare l'Europa, ambedue hanno denigrato i cittadini italiani. Il loden è stato il primo e renzino il giullare continua la missione. Ambedue inoltre non sono stati votat,i ma semplicemete "nominati" dal nostalgico bolscevico ex PDR, pure lui, per tale carica, non votato dai cittadini. I tempi sono maturi per modificare la costituzione e migliorare la democrazia facendo scegliere ai cittadini le più alte carico dello Stato altrimenti continueremo ad assistere al gioco iniquo del trasformismo e al passaggio delle poltrone di potere da un cxlo all'altro ma che in rotazione si tratta, però, sempre degli stessi cxli.

tonipier

Mer, 17/02/2016 - 18:45

"NON SI CAPISCE MAI COSA DICE"

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 17/02/2016 - 19:16

Cadete sempre nello stesso errore. Mai mettere contro due nemici... alla fine i vostri lettori non sanno più che pesci prendere.

Aprigliocchi

Mer, 17/02/2016 - 19:42

Monti non ha mai lavorato per l'Italia. La sua politica europeista é sospetta di qualcuno che vorrebbe ricreare il sacro romano impero e perché no ricostruire il tempio di Salomone. Concetti che ecludono il servizio all'Italia.

Fradi

Mer, 17/02/2016 - 19:45

benaltrismo continentale? Cos'è? Una brutta malattia?

paolonardi

Mer, 17/02/2016 - 19:50

Cencio che dice male di straccio. Due parvenu che devono la loro fortuna ad un dittatore sotto mentite spoglie.

giolio

Mer, 17/02/2016 - 20:17

Renzi se vuole che gli italiani siano ascoltati e rispettati deve incominciare a pagare i debiti ma..... e poi così difficile da capirlo se anche mia nonna alla venerabile età di 86 anni dice sempre i debiti sono la vergogna per la famiglia

Una-mattina-mi-...

Mer, 17/02/2016 - 20:41

IL DISCORSO DI MONTI NON MI PARE NEPPURE UNA COLLINA

routier

Mer, 17/02/2016 - 21:17

Se è vero che Renzi ha denigrato la U.E. sarà forse l'unica cosa giusta di tutto il suo mandato!

vince50_19

Gio, 18/02/2016 - 06:57

E' solo aria fritta, un facite ammuina in vista di elezioni: i fatti a mio avviso dicono altro. Renzi fa bla bla bla, vende fumo ma, alla fine, si inchina sempre alla Troika. Basta vedere ad es. la faccenda del bail in: lo ha anticipato, ha salvato i correntisti - soprattutto quelli sopra il 100mila euro che, fra l'altro, si sono "dileguati" prima del patatrac (che combinazione!) e lasciato nella m.... quelli che hanno acquistato obbligazioni subordinate farlocche. Certo, fra quest'ultimi, molti si son comportati da creduloni e me ne dolgo, ma salvare certi correntisti fa veramente pensare cose molto brutte. Vediamo se la magistratura metterà tutto a posto alla svelta. Vorrò proprio vedere.. Mr. loden, il super burocrate Ue, ex senior Advisor Goldman Saschs, capo Trilater EU, bimassone secondo Magaldi? Beh.. no comment!

roberto del stabile

Gio, 18/02/2016 - 09:53

il BUE DI CE CORNUTO ALL'ASINO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!