Catania, mamma e gemellini morti dopo il parto

La famiglia ha subito presentato la denuncia alla procura di Catania: " È entrata in ospedale sana e ne è uscita morta con i suoi figli"

È forse l'ennesimo caso di malasanità quello che è accaduto all'ospedale Cannizzaro di Catania. Una donna di Palagonia è deceduta dopo 12 ore dopo aver partorito prematuramente due gemellini, nati morti.

La donna, Valentina Milluzzo di 32 anni, era al quinto mese di gravidanza e, secondo quanto riportano i familiari, era ricoverata nel reparto Ostetricia e Ginecologia già dal 29 settembre. La situazione è però precipitata nel weekend quando la donna ha accusato forti dolori e nausee. Sabato pomeriggio è stata portata d'urgenza in sala parto, dove ha dato alla luce i due gemellini morti e 12 ore dopo è deceduta pure lei.

I familiari, subito dopo il decesso e ancora sotto choc, non hanno autorizzato l'esame cadaverico e il corpo della donna è stato trasferito a Palagonia. Però dopo la dettagliata denuncia presentata dalla famiglia, la magistratura ha aperto un'inchiesta, affidata al sostituto Fabio Saponara, che ha imposto una perizia necroscopica, riportando così la salma all'ospedale Cannizzaro.

Intanto sulla vicenda emergono nuovi particolari. A quanto pare il medico di turno che seguiva la donna si sarebbe rifiutato di estrarre il feto che aveva gravi difficoltà respiratore fino a quando fosse rimasto vivo perché obiettore di coscienza. Ad affermarlo sarebbe stato uno dei medici che ha assistito la 32enne. "La signora al quinto mese di gravidanza - sostiene il legale della famiglia - era stata ricoverata il 29 settembre per una dilatazione dell'utero anticipata. Per 15 giorni va tutto bene. Dal 15
ottobre mattina la situazione precipita. Ha la febbre alta che è curata con antipiretico. Ha dei collassi e dolori lancinanti. Lei ha la temperatura corporea a 34 gradi e la pressione arteriosa bassa. Dai controlli - aggiunge - emerge che uno dei feti respira male e che bisognerebbe intervenire, ma il medico di turno, mi dicono i familiari presenti, si sarebbe rifiutato perché obiettore: 'fino a che è vivo io non intervengo', avrebbe detto loro".

Commenti

brunog

Mer, 19/10/2016 - 23:39

Io rispetto gli obiettori di coscienza, pero' devono zappare la terra. Un medico deve fare quello che e' meglio per il paziente ed esaudire alle sue richieste. Se ad un medico non piacciono queste condizione, cambi lavoro. Non si possono mischiare opinioni personali e la salute del malato.

rokko

Gio, 20/10/2016 - 01:43

Gli obiettori di coscienza andrebbero assolutamente fatto sparire dal pubblico. Il colloquio ipotetico di assunzione dovrebbe avvenire più o meno così: "qui eroghiamo servizi pubblici, tra cui anche l'aborto. Tu hai problemi a farne? Se no, bene; altrimenti, non ti possiamo assumere; hai mai pensato di cercare lavoro in qualche clinica privata dove non ti chiedono di praticare aborti

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 20/10/2016 - 05:21

Questa Sicilia, ci lascia desidere in tutto, mi chiedo se lo stato Italiano abbia ancora la situazione sotto controllo in quell`isola. La sanità, la giustizzia, le industrie e l`economia fanno acqua da tutte le parti, perciò se non paghi il pizzo, non hai vita facile e lo stato Italiano fà poco anzi nulla per migliorare la situazione!!! """LA COSA PIÙ STRANA, È CHE AL GOVERNO "IN ROMA" PARLANO TUTTI "DIALETTI DI PROVENIENZA DALLA TOSCANA IN GIÙ ED A VOLTE ABBIAMO BOSOGNO DELL`INTERPRETE PER CAPIRE QUANDO PARLANO" ED A CAPO DI QUESTO GOVERNO, L`ALLORA Napolitano,(DELLA COMPANIA, DELLA CAMORRA- ROSSA) HA AGEVOLATO UN SICILIANO ALLA SCALATA DEL SUO POSTO, (FORSE PER ACCATIVARSI LE SIMPATIE DELLA MAFIA SICILIANA, PERCHÈ SIA AL SENATO CHE ALLE CAMERE LA LINGUA ITALIANA È UN DIALETTO DEL NORD DEP PAESE DOVE VENGONO PAGATI TUTTE LE SPESE DI QUESTI INFAMI DITTATORI"""!!!

Popi46

Gio, 20/10/2016 - 06:44

la motivazione desunta dall'articolo mi sembra una grande bufala.Che c'entra l'obiezione di coscienza con la presenza di condizioni cliniche critiche? La morte dei feti ha verosimilmente provocato la setticemia,complicanza spesso fatale.Popi46

goorka

Gio, 20/10/2016 - 07:33

Cara cronista il bambino mon è stato ucciso dalla Obiezione di Coscienza......Per he non vai all'Unità

Ritratto di lacedemone

lacedemone

Gio, 20/10/2016 - 07:59

Le superstizioni criminali, cristianesimo e comunismo, hanno una intrinseca ed incessabile pulsione a procurare dolore e sofferenza a lla specie umana.

Fjr

Gio, 20/10/2016 - 08:49

Qualcuno mi spiega il senso di queste tre morti ?e il tanto sbandierato giuramento?

ierofante

Gio, 20/10/2016 - 09:33

Se i fatti sono quelli narrati dai giornali (mancato aborto di feti morenti e conseguente setticemia), il medico va radiato dall'ordine e messo in galera a meditare sull'omicidio di cui si è reso responsabile. Il diritto all'obiezione di coscienza non ha ragione di esistere quando si opera all'interno di una struttura pubblica. La legge (ipocrita) che lo ammette va subito cancellata

Totonno58

Gio, 20/10/2016 - 09:38

A quelli che dicono che l'obiezione di coscienza non c'entra io dico che, pur essendo contrario all'aborto, c'è una legge di cui lo Stato deve garantire l'applicazione...nel caso specifico, a meno che non ci sia qualcuno in grado di stabilire che un feto con problemi respiratori non costituisce pericolo per la salute della donna, credo ci sia stata una grave violazione di legge...ogni ospedale deve avere la disponibilità di un medico che pratichi le interruzioni di gravidanza in presenza dei requisiti previsti dalla 194, non è possibile che questo Paese sia fondato sulle concezioni etiche individuali!!!

ierofante

Gio, 20/10/2016 - 09:42

Leggendo i commenti mi sovviene un dubbio: se parte dei lettori siano in grado di comprendere ciò che leggono (goorka, Popi46, Azo).

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 20/10/2016 - 09:57

In Terronia può succedere di tutto..

Ritratto di lacedemone

lacedemone

Gio, 20/10/2016 - 10:21

Potevano mancare i patetici commenti dei piccoli padani repressi? Siete dei perdenti insignificanti.

ORCHIDEABLU

Gio, 20/10/2016 - 12:03

DOVEVA ESTRARRE SUBITO,COSI' HA CAUSATO L'INFEZIONE.