"Così mia figlia è morta giocando alla Blue whale": le testimonianze choc

La mamma di Diana e di Angelina hanno raccontato come le loro figlie sono morte giocando alla Blue whale: "Prima di buttarsi dal palazzo era normale, non sembrava depressa"

"Mia figlia si è buttata dal 14esimo piano di un palazzo, mi hanno chiamato e una voce fredda mi ha detto: 'Sua figlia non c'è più'". Con queste parole la mamma di Angelina descrive il momento in cui è stata informata della morte di sua figlia: una delle tante ragazze che ha perso la vita giocando alla Blue whale. La sua testimonianza è contenuta nel servizio de Le Iene andato in onda domenica scorsa. Nel filmato Matteo Viviani descrive in tutta la sua follia il "gioco" dell'orrore che ha già spezzato la vita di 157 ragazzi russi.

La Iena ha raccolto la testimonianza della mamma di Diana e di Angelina. Entrambe hanno spiegato come si siano trovate dentro l'incubo del Blue whale. La madre di Diana racconta che sua figlia si è buttata dal nono piano di un condominio. "Chi l'ha vista - continua la donna - dice di averla vista sul cornicione. Sembrava stesse parlando al telefono perché aveva le mani vicino alla faccia e urlava. Ma lei non era al telefono, dal suo cellulare non è arrivata né partita nessuna chiamata inq uel momento. Quando si è buttata è caduta sul lato sinistro e le mani sono rimaste sugli occhi, come a coprirli".

Il racconto della mamma di Diana è agghicciante. Dopo la morte della figlia, la donna ha scoperto che la ragazza aveva tentato di suicidarsi altre due volte. "I suoi compagni lo sapevano - aggiunge la donna - ma nessuno diceva niente. Noi non sospettavamo nulla perché Diana si comportava sempre allo stesso modo. Chi gioca con la loro vita gli dà le regole e gli impone di non parlare con nessuno e di cancellare tutte le tracce del loro gioco. Se non lo fanno vengono minacciati e puniti".

Anche la testimonianza della mamma di Angelina è scioccante. La donna descrive sua figlia come una ragazza normale: "Aiutava tutti, era felice. Quel maledetto giorno mi disse che andava a scuola. Un'ora dopo mi hanno chiamato e una voce fredda mi ha detto: 'Sua figlia non c'è più'. Poi mi hanno spiegato tutto".

Angelina si è buttata dal 14esimo piano di un palazzo. La donna quando ha raggiunto il corpo della figlia spappolato sull'asfalto, si è sdraiata accanto e ha iniziato a piangere. "Non sapevo - confessa in lacrime - se continuare a vivere. Prima di uscire si era comportata come al solito. Non sembrava depressa. Tutti sapevano. Per chi gioca alla Blue whale, quella era la sfida del terzo livello. Con la morte, mia figlia è diventata una leader. In rete le dicevano che aveva vinto".

"Mia figlia - concludere tra le lacrime la madre di Angelina - è stata manipolata. Le persone che stanno dietro alla Blue whale dietro manipolano la mente degli adolescenti. Chi cade in questo gioco è una persona normale. Mia figlia non è l'unica vittima".

Commenti
Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mar, 16/05/2017 - 16:07

Giuro che mi sta ghiacciando il sangue nelle vene a leggere questo orrore.Si stanno realizzando i peggiori incubi.

Fjr

Mar, 16/05/2017 - 16:22

Ho già commentato questo argomento, e anche in questo caso non mi resta che dire ,comunichiamo con i nostri figli il più possibile e cerchiamo di capire eventuali malesseri o insofferenze,questo non vuol dire sottomettersi a ogni loro volere,ma stare al loro fianco cercando di evitare che un momento di debolezza si trasformi in una tragedia

maxfan74

Mar, 13/06/2017 - 22:10

I giovani di oggi sono fragili come il cristallo e internet è la loro rovina. Se mancasse il pane non si penserebbe a queste stronzate e si darebbe un senso alla propria vita anche se per molti adolescenti questa vita un senso no ce l'ha.