Eclissi, l'esperto: "Non fissate il Sole, si rischia la vista"

L'esperto avverte: "Fissare ad occhio nudo, o semplicemente con gli occhiali da sole, l’eclissi può causare danni irreversibili alla vista"

"Fissare ad occhio nudo, o semplicemente con gli occhiali da sole, l’eclissi può causare danni irreversibili alla vista". Alla vigilia del "bacio" tra Sole e Luna, il presidente della Società oftalmologica italiana (Soi) Matteo Piovella ha messo in guardia gli italiani sui rischi per la salute. "Il Sole è la fonte più luminosa che abbiamo - ha spiegato l’esperto all'Agi - fissare la sua caratteristica luce blu senza un’adeguata protezione - ha continuato - può distruggere la parte più delicata della retina, rendendo cieco il malcapitato di turno". Non è poi un’eventualità così remota.

"Negli anni passati, durante altre eclissi, si sono verificati diversi casi", ha ricordato Piovella. Questo però non significa dover tenere la testa bassa e rinunciare allo spettacolo del Sole nero. "È possibile ammirare l’eclissi - ha detto l’esperto - utilizzando occhialini speciali appositamente studiati per proteggere l’occhio o anche gli occhiali usati per la saldatura classificati con valore 14 o più". Occhio anche ai metodi "fai da te". "L’utilizzo di un vetro affumicato, ad esempio, è una strategia molto diffusa ma inutile e pericolosissima", ha precisato Piovella. Se proprio si vuole fare da soli, l’esperto raccomanda una tecnica nota e sicura: "Dando le spalle al sole si può usare un cartone non trasparente alla luce, al centro del quale viene praticato un foro di mezzo centimetro, attraverso il quale la luce del sole viene proiettata su un foglio di carta posizionato a circa 1 metro, su cui si forma l’immagine invertita dell’eclissi".