Genova, marocchino ruba e pesta vittima con una spranga: arrestato

A dare l’allarme alcuni passanti, che si sono accorti di quanto stava succedendo. Decisa a riappropriarsi del telefono, la vittima ha opposto resistenza e per tale ragione il marocchino si è accanito nei suoi confronti con una spranga e poi con un coccio di vetro

Un altro gravissimo caso di rapina con aggressione a Genova, verificatosi nella notte di sabato scorso tra le vie del quartiere di Sestri Ponente. La vittima è un napoletano, che è stato letteralmente pestato in strada da un cittadino straniero intenzionato a derubarlo.

Dopo aver seguito il suo obiettivo senza farsi scoprire, lo straniero era infatti riuscito ad impossessarsi dello smartphone dell’uomo, prima di darsi alla fuga.

Il napoletano, tuttavia, non aveva alcuna intenzione di lasciarsi portare via il cellulare, ed ha subito cercato di riprenderselo, inseguendo il ladro.

È stato a questo punto che è scattata la brutale aggressione. Deciso ad allontanarsi con il bottino, lo straniero si è scagliato contro il suo inseguitore con una spranga, accanendosi come una furia sulla vittima. Non solo. Dopo aver trovato a terra una bottiglia di vetro, ne ha rotto un’estremità per ricavarne un’arma da puntare contro l’uomo che ancora tentava di opporre resistenza.

I due sono stati poi raggiunti da una pattuglia dei carabinieri, intervenuta dopo la segnalazione di numerosi cittadini e passanti, allarmati da quanto stava accadendo in strada.

I militari hanno immediatamente arrestato lo straniero e soccorso la vittima, che non ha fortunatamente riportato gravi ferite. Condotto in caserma per le pratiche di identificazione, il rapinatore è risultato essere un giovane marocchino, ora rinchiuso dietro le sbarre della casa circondariale di Marassi (Genova).

Commenti
Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 01/04/2019 - 17:27

Nooooooo. Lo smatphone gli serviva per pagarci la pensione...

karlo999

Lun, 01/04/2019 - 17:37

Ma come??? Non era una risorsa per noi italiani e che ci pagava la pensione!!!!Lavori forzati subito e spedito a calci in Marocco!!!

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 01/04/2019 - 18:42

Ma quale "cittadino straniero". DOVETE, voce del verbo DOVERE, scrivere "criminale straniero".

Happy1937

Lun, 01/04/2019 - 18:55

Ma che dite mai! Era solo un esproprio proletario protetto dalla Boldrini e dalla Chiesa Cattolica.

Ja'aqov

Lun, 01/04/2019 - 19:22

28 paesi in UE,cristiani(ancora per poco)che non riescono a fare uno straccio di contratto serio con i paesi arabi ricchi di gas e petrolio che ci riempiono di questa feccia.Spedirli nelle loro carceri no eh? Altro muslim da mantenere.I politici intanto ingrassano e i cittadini a 90 con vaselina che,se a Maggio vince la sx,ci toglieranno pure quella e sai che dolori dopo...allah aaallaaahh

Giorgio5819

Lun, 01/04/2019 - 20:16

toh ! un marocchino...