Monza, si costituisce il conducente dell'Audi che ha ucciso il 14enne

Nell'incidente provocato dal 40enne brianzolo morto un 15enne. In coma e in gravi condizioni la madre

Si è costituto oggi il conducente del Suv che, secondo la ricostruzione dei vigili, ha provocato il grave incidente a Monza che è costato la vita al 14enne di Villasanta Elio Bonavita. L'uomo, un 40enne brianzolo, si è presentato volontariamente al comando della polizia locale, accompagnato dal suo avvocato. Immediatamente è stato iscritto nel registro degli indagati, ma a piede libero. Nessun provvedimento cautelare è stato assunto nei suoi confronti.

Il terribile impatto si è verificato domenica mattina, all’incrocio tra viale Brianza e via Ramazzotti. Il 14enne si trovava in macchina con la madre 40enne Nunzia Minichini, finita in coma e ricoverata al Niguarda in gravissime condizioni.

Omicidio e lesioni colpose, ed omissione di soccorso, sono i reati ipotizzati dalla pm monzese Manuela Massenz.Tra gli indagati anche il conducente della Range Rover che ha investito frontalmente la piccola Citroen c1 su cui viaggiavano madre e figlio. Si tratta dell'automobile che sarebbe stata costretta ad evitare l’Audi Q5 del 40enne, responsabile, secondo le accuse, di non aver rispettato il segnale di dare precedenza, e avrebbe così invaso la corsia opposta.

Bisogna però capire a che velocità andava il Range Rover. Per questo il magistrato ha nominato l’ingegner Domenico Romaniello, che dovrà occuparsi della consulenza cinematica.

Intanto, sul banco di scuola di Elio Bonavita è comparsa una rosa e un messaggio di dolore e d'addio: "Il vento parlerà di te in mezzo alla tempesta". Lo hanno scritto i compagni dell’istituto Mosè Bianchi di Monza. "Tutta la comunità scolastica del Mosè Bianchi piange per la tragica scomparsa di Elio Bonavita, stringendosi attorno alla sua famiglia che non lascia sola", fanno sapere dalla scuola.

"Contro i pirati della strada serve la linea dura", ha commentato il sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Ferri, augurandosi un iter veloce per il provvedimento al Senato che prevede l'introduzione del reato di "omicidio stradale".

Commenti

WSINGSING

Lun, 23/03/2015 - 18:14

A piede libero? Uno che uccide e scappa viene denunciato a piede libero?

Ritratto di frank60

frank60

Lun, 23/03/2015 - 18:14

Una bella denuncia a piede libero e via...siamo a posto,queste sono le nostre leggi,vergogna!

mister_B

Lun, 23/03/2015 - 18:21

avete fatto il titolino solo perchè il colpevole è un brianzolo? di solito, col rom o marocchino, titolo gigante "rom uccide 14enne e il giudice lo libera subito". Si perchè il brianzolo è stato subito rilasciato, bananasss.

filder

Lun, 23/03/2015 - 18:57

Si è presentato non appena smaltito il tasso alcolemico o la droga, intanto ha spezzato una giovane vita che adesso non c'è più.

Raoul Pontalti

Lun, 23/03/2015 - 19:18

Come ampiamente previsto dai bananas il pirata della strada non era italiano: aveva infatti targa PDN (Padania). Dove si andrà mai a finire con questi barbarici stranieri...

leo_polemico

Lun, 23/03/2015 - 19:25

per filder Lun, 23/03/2015 - 18:57 Sono pienamente d'accordo con lei. E il giudice o chi chi ha preso quella decisione si deve solo vergognare: come si sarebbe comportato se coinvolto direttamente?

manolito

Lun, 23/03/2015 - 19:28

MISTER B----CHIAMARTI IDIOTA è FARTI UN COMPLIMENTO--

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 23/03/2015 - 19:41

QUESTI PIRATI DELLA STRADA LA FANNO SEMPRE FRANCA, E' MORTO UN RAGAZZO E IL SUO ASSASSINO E' A PIEDE LIBERO, CHE BELLA GIUSTIZIA CHE ABBIAMO. UNA TIPICA SCHIFEZZA ITALIANA E QUEI CxxxxxxI AL GOVERNO COSA ASPETTANO A FARE UNA LEGGE MOLTO SEVERA PER QUESTI TIPI DI REATO. LA GENTE MUORE E LO SE NE SBATTONO.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Lun, 23/03/2015 - 19:59

Beh! Adesso si può costituire evitando il test della droga e dell'alcol. Furbo lui e ingenuo il legislatore. In Usa in caso d’incidente il "mancato soccorso" ha una pena superiore allo stesso incidente. In Italia non prendetevela con il magistrato perché lui applica semplicemente la legge, ma accusate il parlamento che la legge ha ratificato con la firma di molti “onorevoli” che non hanno nemmeno letta … la legge.

Raoul Pontalti

Lun, 23/03/2015 - 20:14

#LANZI nonché MAURIZIO: se Tu per disattenzione o imperizia porti il tuo trattore oltre la linea dello stop o precedenza e taluno impaurendosi scarta con il proprio veicolo dando luogo ad una carambola con esiti mortali Ti senti davvero un "assassino"? Per causare un incidente basta uno schiappino, per evitarlo bisogna essere bravi in due. Nel caso il torto più grave del padano che ha provocato lo sconquasso è rappresentato dalla fuga con omissione di soccorso.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 23/03/2015 - 20:21

Raoul Pontalti, mister_B; forse, in casi come questo, sarebbe meglio pensare che un povero ragazzo non c'è più e che una famiglia, fino a ieri mattina probabilmente felice, è andata distrutta. Le strumentalizzazioni lasciamole a chi, come questo giornale e molti dei suoi lettori, lo fanno di mestiere.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 23/03/2015 - 21:36

La patente è qualificabile come al porto d'armi, solo lo scopo delle due cose è diverso ma i risultati possono essere identici. Indubbiamente l'incidente non voluto e la disgrazia è sempre possibile ma è sempre imputabile alla cattiva conduzione del mezzo e al mancato rispetto delle regole e di un certo grado di prudenza necessario. C'è gente che si fa anni di galera per avere ucciso involontariamente e senza intenzione una persona ma assurdamente non si applicano lo stesso tipo di leggi anche in questi casi.

claudio63

Lun, 23/03/2015 - 21:50

RP, come ampiamente previsto la tua polemica stupidina ed insipida non porta nulla di concreto: invece di chiarire PERCHE IL BEL TOMO si e' costituito dopo cosi tante ore e perche i magistrati lo hanno lasciato a piede libero A PRESCINDERE DALLA CITTADINANZA. Io saro' bananas ma tu rimani pieno di propospopea arrogante e saccentiello... a proposito controllato i dati istat come ti avevo suggerito?.

claudio63

Lun, 23/03/2015 - 21:54

Jaspar44: la omissione di soccorso e la fuga dalla zona di un incidente stradale sonor eati gravi: il problema e' che la magistratura non applica le leggi come dovrebbe con buonsenso e logica: chi sipresenta dopo qualche ora e' evidente che aveva qualche cosa da nascondere: magari un tasso alcolico superiore ai limiti . In ogni caso quando c'e' di mezzo l'immobilita' del mezzo la fuga dalla zona dell'incidente dovrebbe comportare larresto se non altro per il potenziale inquinamento delle prove. e la legge c'e', ripeto, basta applicarla.

claudio63

Lun, 23/03/2015 - 22:20

per una volta sono d'accordo con dreamer66, anche se le strumentalizzazioni, mis embrano vengano sempre impostate da bel altro tipo di lettori. comunque chapeau per la nota giusta ed onesta.

Raoul Pontalti

Lun, 23/03/2015 - 23:14

#claudio63 se mi scrivi privatamente Ti posso dimostrare perché non serve che Tu mi suggerisca di fare ciò che professionalmente ho sempre fatto...(raoul.pontalti@brennercom.net). Ti ricordo che da buon nazionalista non mi piace l'invasione di residenti stranieri, specie di quelli chiamati qui nominativamente (legge Maroni) dagli schiavisti definiti impropriamente imprenditori ai fini di volgare e turpe sfruttamento, ma non sono razzista e quindi allorché i bananas (cui Tu non appartieni a mio giudizio) senza nulla sapere di chi sia stato coinvolto nell'incidente prontamente ipotizzano lo straniero quale causa io impietosamente corbello.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 23/03/2015 - 23:36

Il bello è che la sua assicurazione non rifonderà niente, dal momento che la Q5 non ha toccato nessun altro veicolo. Parlo per esperienza diretta: per evitare uno che mi tagliò la strada, svoltando a sinistra davanti a me che provenivo in senso opposto, sfasciai completamente la mia macchina contro la spalletta di un ponte, tirando giù anche un lampione. Avevo la cintura allacciata e non mi feci niente, a parte un bel livido "da cintura" sulla spalla, ma dovetti pagare una multa per "velocità pericolosa", oltre ai cospicui danni alla mia macchina, che aveva poco più di un anno. La mia assicurazione pagò i danni al ponte e al lampione, che cadendo mi aveva anche distrutto il tetto della macchina. Naturalmente, col fatto del bonus-malus, l'assicurazione si vendicò ampiamente su di me.

Gabriele184

Mar, 24/03/2015 - 01:50

Anche in questa occasione vedo non mancano titoli e accuse gratuite: non è affatto detto che la persona che si è costituita sia il vero responsabile dell'incidente. Dico questo per un semplice dettaglio che non è riportato in alcun articolo: viale Brianza è a due corsie per senso di marcia, e l'inserimento da via Ramazzotti -da dove proveniva il Suv poi "fuggito"- avviene con "svolta a destra continua". Ora, anche ammettendo che il Suv non avesse dato precedenza, resta da capire perché il Range Rover si sia spostato addirittura alla terza corsia da destra, quando c'era comunque spazio in abbondanza sia per superare il Suv sulla sinistra sia (in caso estremo) sulla destra se il Suv avesse invaso la corsia di sinistra. Non è nemmeno detto che il conducente del Suv abbia potuto rendersi conto dell'incidente! Credo sia fondamentale curare maggiormente questi dettagli in casi di questo tipo.

Iacobellig

Mar, 24/03/2015 - 06:15

Forse dopo aver smaltito la sbornia, che sarebbe stata rilevata sul momento?

vince50_19

Mar, 24/03/2015 - 07:29

Alfano ha detto "Basta". Porterà il disegno di legge di reato di omicidio stradale (il cui "peccato originale" è quello di essere patrocinato dalla Lega) in commissione. Intanto mi raccomando: avanti con le depenalizzazioni per far vedere che in galera da noi ci vanno solo i "fessi" ..

maggianico

Mar, 24/03/2015 - 08:22

Il guidatore del Suv è entrato su Viale Brianza dall'intersezione senza dare la precedenza....Ha sbagliato, è certo. Quante volte accade anche a noi ? Ma non dimenticatre che è stato il guidatore dell'Evoque a fare il frontale. Lì c'è un limite ben preciso di velocità. Ma Vi siete chiesti a che velocità andasse questa auto ? Pensateci e riflettete.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 24/03/2015 - 09:03

Soluzione all'italiana...

paolonardi

Mar, 24/03/2015 - 09:28

E si riparla di omicidio stradale! Esistono gia' tutte le norme legislative per punire adeguatamente chi provoca tali eventi. nello specifico puo' essere comminata una pena di12 anni (art. 589 III comma CP.) magari con l'applicazione dell'aggravante prevista all'art. 61 C.p.; e' quasi quanto fu inflitto ai fidanzatini che uccisero mamma e fratellino di lei ed a colpevoli di efferrati delitti. occorre solo che chi giudica applichi con giusta severita' le leggi vigenti.