Ora Vespa dà ripetizioni alla Boldrini sul fascismo

Dalle pagine de Il Giorno arriva la lezione di Bruno Vespa a Fiano e Boldrini: "Dovremmo chiederci perché un quartiere fu costruito in quattro anni, mentre oggi nello stesso tempo non si riesce ad approntare un progetto di massima"

Bruno Vespa dalle pagine de Il Giorno si interogga sulle recenti discussioni sul Fascismo sollevate da Emanuele Fiano e dal suo ddl e dalle esternazioni della Boldrini sui monumenti del Ventennio. "Quale significato dobbiamo attribuire al rilancio del reato di apologia del fascismo e alla proposta di abbattere addirittura i simboli residui del regime, compresi alcuni edifici pubblici?"

La legge Fiano

Vespa ricorda puntuale che "la legge Scelba prevede multe e condanne fino a due anni di carcere per chi voglia ricostruire il partito fascista o ne esalti metodi ed esponenti". Di certo Vespa non dimentica di ricordare "l'enorme responsabilità di Mussolini che con le leggi razziali consegnò alla morte seimila ebrei italiani e con l'entrata in guerra portò il paese alla rovina" . Bene, ma il quesito che si pone è brillante: "Ma se il parlamento di Scelba pensò di non punire la vendita di gadget fascisti, considerando fin da allora la Repubblica sufficientemente forte da sopportarli, dobbiamo farlo adesso?" Domanda retorica forse.

Il ripasso alla Boldrini

Ciononostante Bruno Vespa, archivia la legge Fiano e passa al capitolo Boldrini con particolare attenzione alla sua "stravagante proposta di abbattere i simboli architettonici del fascismo". Prima di affondare il colpo, il conduttore di Porta a Porta fa un breve e conciso ripasso storico del Ventennio: "Il Duce è stato (purtroppo) l'ultimo urbanista di Roma e non solo". In quel tempo infatti "nacquero complessi di grande funzionalità ed eleganza come la città universitaria della Sapienza e gli attuali ministeri degli Esteri alla Farnesina e dell'Industria in via Veneto, arricchiti da opere dei maggiori artisti del tempo". E ancora: "Senza dimenticare la Bonifica Pontina che procurò a Mussolini l'ammirazione internazionale"

L'affondo alla Presidenta

Chiuso il libro, passa al contrattacco: "Invece di pensare di abbattere i monumenti fascisti, dovremmo chiederci perché un quartiere fu costruito in quattro anni, mentre oggi nello stesso tempo non si riesce ad approntare un progetto di massima". Ma c'è di più: "Il fascismo fu la settimana di 40 ore lavorative, fu l'Iri e tanti altri enti pubblici economici che salvarono il sistema bancario, fu l'Inps, l'Inail, le colonie per centinaia di migliaia di bambini che mai avevano visto il mare. Ma fu anche dittatura severa, con una intellighenzia autorevole, ma ridotta, e una base di pagliacci incolti, capaci solo di manganello e olio di ricino" scrive Vespa.

Poi la chiosa: "Chi oggi inneggia al fascismo ne evoca la parte peggiore. Ne studiasse la parte migliore, potrebbe rendersi utile a una discussione serena, senza sfiorare i limiti di una impensabile apologia".

Commenti

maurizio50

Sab, 15/07/2017 - 13:49

Soltanto emeriti idioti con il cervello piatto possono pensare di proporre una legge che vieti la produzione o la vendita di portachiavi con la testa di Mussolini. Per non dire che valeva di più la testa di un solo Mussolini che non quella di cinquecento Fiano!!!!!!!!!!!!!!!!!

manfredog

Sab, 15/07/2017 - 14:17

Oggi ho letto un articolo che presenta la ristampa di un libro di Curzio Malaparte che parla di 'lui'; probabilmente gli editori erano venuti già a conoscenza della nuova legge proposta dalla Bold e che avrebbero rischiato il ritiro del libro che poi, probabilmente, sarebbe stato bruciato. Infatti, riferendosi al sopra paventato, il libro si intitola 'Muss'; furbi questi editori, come ti aggirano l'ostacolo..eh, ma chissà, forse la Bold proporrà una legge di mezza apologia del fascismo e dei suoi simboli e nomi e, quindi, sarà illegale anche il titolo 'Muss', dato che il nome non è per intero..!!..mah..!! mg. p.s.: ma forse anche lei non è proprio..intera..!!

Topo1941

Sab, 15/07/2017 - 14:20

La Boldrina (femminile) è una vera miracolata dal cielo, purtroppo non se ne rende conto. W le sacrestane doc.

aldoroma

Sab, 15/07/2017 - 14:58

Vorrei ricordare a questi signori che ad oggi usiamo ancora strutture costruite da Mussolini, un esempio il Foro Italico

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 15/07/2017 - 15:48

Anche ieri hanno riproposto per l’ennesima volta “La grande storia” su RAI3, con il commento del solito Paolo Mieli (ex Potere operaio, per chi non sa o ha la memoria corta) che sembra essere l’unico storico ufficiale della Repubblica. E di cosa si parla? Ovvio, di Mussolini e del fascismo…visto dai vincitori. Così come fanno da anni, ogni santo giorno, su RAI storia canale 54, e come hanno fatto per decenni su RAI3 con programmi storici come “La storia siamo noi” di Minoli ed altri “speciali” a tema unico sul nazi/fascismo, dove tutto, ma proprio tutto, viene presentato in maniera negativa come mezzo per la propaganda di regime. Anche le colonie per i bambini, qui citate da Vespa, grazie alle quali i bambini potevano passare un periodo di vacanza al mare e ricavarne dei benefici per la salute e la crescita (questo era lo scopo) venivano commentate come iniziative per rafforzare la propaganda.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 15/07/2017 - 15:48

E così pure la creazione dei “Dopolavoro”, centri che favorivano la socializzazione e la diffusione di cultura, sport, intrattenimento e consentì alla gente di paesi e borghi sperduti di scoprire e ammirare la magia del cinema. Vedere tutto sotto l’aspetto della propaganda significa avere la mente obnubilata e corrosa dal tarlo dell’antifascismo. Ricordo una puntata del programma di Minoli in cui si mostravano dei filmati realizzati in Germania e in America durante la guerra, con scene di battaglie, artiglierie in azione, movimenti di truppe, quello che fanno anche oggi gli inviati di guerra. Filmati del tutto simili, ma con una differenza. Secondo Minoli i filmati tedeschi erano falsi e realizzati ad arte per “fare propaganda al regime”, quelli americani erano fatti per “tenere alto il morale delle truppe”. Ecco, questo è un piccolo esempio dell’attendibilità dei nostri storici di regime.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 15/07/2017 - 15:53

Quello che, però, forse non hanno previsto è che, a forza di mostrare per anni queste opere del fascismo spacciandole negativamente come propaganda, la gente magari comincia a ripensare la storia, a vedere che qualcosa di buono lo hanno fatto, e rendersi conto che, in fondo, Mussolini in 20 anni ha fatto più di quanto abbiano fatto i nostri antifascisti in 70 anni.

Razdecaz

Sab, 15/07/2017 - 16:02

Vespa, condivido in pieno tutto ciò che lei ha detto! fiano, sta portando avanti in questi giorni una sua proposta di legge per inasprire le pene per chi sostiene tematiche Fasciste. In buona compagnia, senza fare nome (boldrini). Cercate consensi. Dopo averli cercati ovunque, insomma. Invano. E orologio biologico del fine legislatura avanza. lei fiano, non si è occupato dei giovani senza futuro, costretti a migrare all'estero. lei non prova vergogna per i nostri anziani costretti nella miseria da pensioni da fame. lei non è in grado di operare per il miglioramento della sicurezza dei nostri quartieri. lei preferisce i clandestini ai nostri terremotati. Pensi al debito pubblico record, in un solo anno è cresciuto di 34 miliardi. lei però sa fare leggi durissime contro i morti. Perché di questo si tratta. lei non sa rispettare i morti e chi osa ricordarli.

hornblower

Sab, 15/07/2017 - 16:21

Mi scappa da ridere: è proibita la ricostituzione del "DISCIOLTO" partito fascista. Un ossimoro grosso come la montagna del ridicolo da cui quest'Italia da operetta è stata sempre sommersa. Vespa, la "base di pagliacci incolti" è la stessa base che oggi s'illude di vivere in democrazia, per altro non diversamente delľUe e degli Usa del "Deep State". Si consiglia di leggere i brani tratti da "Ritratto di un dittatore" di Curzio Malaparte, pubblicati sulla "Laverità" di oggi 15 luglio 2017.

TitoPullo

Sab, 15/07/2017 - 16:34

Lasciateli perdere....quando nasce un komunista porta il cervello all'ammasso! E' fiato sprecato sono faziosi di nascita !!

Aristide56

Sab, 15/07/2017 - 16:53

i sinistri lanciano questa discussione cosi' tolgono l'attenzione sui disastri che hanno compiuto e continuano a fare .L'INVASIONE continua il magna magna continua ed il debito é stratosferico, si accaniscono su un nostalgico bagnino e lasciano correre grandi criminali ,migliaia di terroristi ricostruzione posterremoto una chimera ed altro ancora maledetti

nova

Sab, 15/07/2017 - 17:10

Fiano e Boldrini devono ottemperare alla direttiva di quella entità sovrannazionale che ha indotto il governo austriaco a decretare l'abbattimento del fabbricato ristrutturato da poco a Braunau am Inn dove nacque Hitler e vi passò i primi due anni di vita. Questo al fine di evitare che il palazzo diventasse meta di pellegrinaggi di nostalgici.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 15/07/2017 - 17:17

Ben detto Vespa.

scheggia54

Sab, 15/07/2017 - 17:21

bravo Vespa

Ritratto di tomari

Anonimo (non verificato)

baio57

Sab, 15/07/2017 - 17:30

Ha ragione la Boldrini , inondiamo di nuovo l'Agro Pontino.

Lissa

Sab, 15/07/2017 - 17:37

Mi meraviglio che Vespa voglia insegnare qualcosa di storia a dei somari.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 15/07/2017 - 17:42

---condivido vespa quando chiude il suo intervento dicendo che "chi oggi inneggia al fascismo ne evoca la parte peggiore"----oppure dove dice che l'intellighenzia fascista era ridottissima--di contro vi era però una base di pagliacci incolti- capaci solo di manganello e olio di ricino--proprio come i commentatori di questo blog o del titolare dell'arenile della discordia--swag ganja

Gius1

Sab, 15/07/2017 - 23:02

elkid, quando mai istevano politici ladri e furti , assassini senza punizione come adesso ? Pensaci

nunavut

Dom, 16/07/2017 - 00:17

@elkid se non sbaglio pure tu sei un commentatore assiduo di questo giornale ! hai dimenticato un umile,escluso me,che ragiono con un cervello che si nutre di ganja.

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 16/07/2017 - 01:11

elkid Sab, 15/07/2017 - 17:42....I suoi commenti non fanno altro che testimoniare, di fatto, ció che si sapeva da tempo: un comunista non puó essere intelligente, una persona intelligente NON PUO' essere comunista!!! Si prenda un periodo di riposo, magari a Pyongyang...Ha visto mai.....E.A.

steffff

Dom, 16/07/2017 - 01:37

Facendo un paragone con il regime di oggi, la base di pagliacci incolti che lo sostiene e' grandemente aumentata di numero. Quanto all'intellighenzia autorevole ancorche' ridotta..... qualcuno ne ha notizia? Risulta non pervenuta

lavieenrose

Dom, 16/07/2017 - 06:46

elkid ma ogni tanto si rilegga, non si rende conto che ha descritto i politici di sinistra attuali?

Popi46

Dom, 16/07/2017 - 07:03

Invece elKid è un libro stampato di codici,codicilli,punti,virgole punti e virgole,regole,date,eccezioni...... Leggerlo è una vera palla

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Dom, 16/07/2017 - 07:18

Egregio Vespa, sono d'accordo i pienpo con Lei, solo dimentica una cosa, ma questi soggetti antifascisti ad oltranza, SANNO LEGGERE ?

patrenius

Dom, 16/07/2017 - 07:49

Volenti o nolenti il fascismo è STORIA! E la storia non si cancella.Guardate anche il bene che ha fatto il fascismo, poi andate a Termini, Tiburtina ai porti degli sbarchi, ai campi rom e guardate come gli antifascisti hanno ridotto l'Italia.

Garganella

Dom, 16/07/2017 - 08:03

ElKid, anche tu sei uno dei commentatori

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 16/07/2017 - 09:35

QUESTI LERCI E PUTRIDI COMUNISTI CHE STANNO DISTRUGGENDO L'ITALIA FANNO RIMPIENGERE IL VENTENNIO NONOSTANTE LE GRAVI COLPE E LE TRAGEDIE PROVOCATE. IL REGIME COMUNISTA ATTUALE E' COSI' PUTRIDO CHE HA RESO INDISPENSABILE IL RITORNO AD UN REGIME DI DESTRA TOTALITARIO !

noside863

Dom, 16/07/2017 - 09:35

Gentili Italiani, la storia dovrebbe essere letta con la mente leggermente aperta, l'on.Mussolini aveva frequenti dialoghi cartacei, lettere, con un certo Churchill. I corrieri di tali missive era la sua cosiddetta amante e il fratello di lei. Morto , scusate assassinato in piazza Loreto. Il ruolo dell'Italia nella seconda guerra mondiale.dovrebbe essere rivisto e corretto. L'importante e continuare a essere ipocriti e continuare a credere alla santa verità vomitate dai cialtroni tipo D'Alema, la mortadella ,la Sboldrini,e nel segreto dell'urna come dei pecoroni votare tutto tranne che il partito che in trent'anni ci ha dato una speranza di futuro. Perché cari miei da imprenditore solo con il signor Berlusconi in Italia si lavorava,con tutti gli altri solo miseria. E basta con questa storia del fascismo gli unici fascisti sono loro tanto che incarnano il comunismo alla perfezione.

noside863

Dom, 16/07/2017 - 09:37

Continuate a votare questo cialtroni di sinistra, dategli il potere di aprire quella bocca piena di amenità,continuate.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 16/07/2017 - 09:39

07.15 – vespa – 20.15 Sono nato quando il fascismo aveva meno di tre anni di vita. In casa non si parlava molto di politica, anche se mio Padre aveva inizialmente approvato la lotta contro il dilagare del bolscevismo. Quello che so, per lo meno l'incipt, l'ho imparato dalla propaganda rossa. Questi "furboni" con antifascismo oggi, antifascismo domani hanno stuzzicato una curiosità che ha portato a documentarsi sul ventennio, scoprendo luci ed ombre, come su qualsiasi altra cosa. Ovvio che il dipingere solo a tinte fosche quel periodo di Storia era solo per fini interessati ed a quelli ci si rivolta in quanto non valutazioni di merito ma solo fanatismi di parte .

al43

Dom, 16/07/2017 - 10:00

Il fascismo ebbe la capacità di far emergere il lato più intraprendente di un popolo altrimenti mediamente incapace, ma ne esaltò anche gli aspetti peggiori quali al retorica e la abitudine ad appoggiarsi sempre a chi può fare un favore. Bastava sapere che quando spuntava il sole e cantava il gallo, Mussolini montava a cavallo.. La conquista della Etiopia fu la summa di questa impostazione: un "impero" che non potevamo permetterci e di cui forse non si sentiva nemmeno il bisogno, ma la contemporanea costruzione di infrastrutture ed intere città nel giro di soli cinque anni. sarebbe sufficiente che i fianoboldriniani fossero in grado di ripetere la stessa cosa in occasione dei recenti disastri in centro Italia.

Ritratto di flap2004

flap2004

Dom, 16/07/2017 - 10:11

pensassero a chiudere i centri sociali che sono una fucina di fancazzisti drogati, che rubano la luce e l'acqua e che occupano edifici che potrebbero essere utili alla popolazione tipo spazi per anziani e bambini quando i genitori lavorano...che chiudessero i campi zingari che sono un'alcova di delinquenti autorizzati dalla solita teppaglia di sinistra...se ci fosse S.E. Benito MUSSOLINI sarebbe tutt'altra aria...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 16/07/2017 - 11:03

@ elkid POVERO CIALTRONCELLO TROLL DA 4 SOLDI. PAPI SILVIO ANCORA TI PAGA PER SCRIVERE BOIATE ? PRIMA O POI TI DESTINERA' AL TUO VERO LAVORO, L'UNICO DI CUI SEI CAPACE: LA PULIZIA DEI CESSI.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 16/07/2017 - 11:20

---ripeto---vespa ha ragione da vendere---i destricoli che si ritrovano su questo sito--non esaltano i monumenti o le infrastrutture molto solide e funzionali del periodo fascista--non esaltano la costruzione di strade e città in 5 giorni---o cose positive di questo tipo---ma li vedi invece tutti atti a paragonere i negri a scimmie --i rom untermensch ed altre amenità varie--ossia esaltano ilfascismo che ha portato a morire in guerra centinaia di migliaia di italiani o il mussolini che portò alla morte di 6 mila ebrei--gli esaltatori di oggi continuano ad essere i pagliacci incolti di ieri---swag