Roberto Cavalli colpito da lutto: trovato morto il genero

Francesco Agostinelli si trovava nella sua auto. Il volto macchiato di sangue. Nelle prossime ore l’autopsia

Roberto Cavalli, il noto stilista, è stato colpito da un terribile lutto. Questa mattina, infatti, è stato ritrovato il corpo senza vita di suo genero, Francesco Agostinelli. L’auto si trovava parcheggiata in via Sabaudia, a Latina, nel cortile di un palazzo al numero civico 35. Il cadavere dell’uomo, 47 anni, è stato trovato all’interno della vettura, una Fiat 500 Abarth. Sono stati alcuni condomini ad accorgersi del corpo e hanno allarmato i soccorsi e le Forze dell’ordine. Immediato l’arrivo dei soccorritori a bordo di un’ambulanza del 118. Il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.

Sul luogo del ritrovamento sono giunti i carabinieri della Compagnia di Latina, gli uomini della scientifica e il medico legale. Secondo alcune indiscrezioni il volto dell’uomo mostrava alcune tracce di sangue e l’interno dell’auto risultava a soqquadro. Ancora da chiarire le cause della morte. Al momento gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi. Potrebbe essersi trattato di un malore improvviso, forse risalente alla notte precedente alla scoperta. Questa possibilità sarebbe avvalorata anche dalla presenza di sangue sul viso, forse l’uomo ha perso sangue dal naso. Il disordine all’interno dell’abitacolo potrebbe essere stato causato dalla stessa vittima, in cerca di alcuni medicinali.

Solo l’esame autoptico richiesto dal magistrato potrà chiarire quanto avvenuto. Per il momento il corpo è stato trasferito all’obitorio dell’ospedale Santa Maria Goretti. Agostinelli, originario di Cori, comune in provincia di Latina, viveva a Firenze, dove aveva sposato la figlia di Roberto Cavalli. Sembra si trovasse solo per qualche giorno nella città laziale, per fare visita ad alcuni parenti, e dove soggiornava nel suo appartamento sito all’ultimo piano del condominio di via Sabaudia. Da quanto emerso sembra non avesse dato sue notizie dalla serata di ieri, lunedì 16 settembre.