Yara, la corte dà ragione ai pm "Niente nuove perizie sul Dna"

Per i giudici la perizia non sarebbe decisiva. Si accelerano i tempi: una sentenza dovrebbe arrivare a metà giugno

Alla fine i giudici della Corte d’Assise di Bergamo hanno dato ragione alla procura e accelerato di fatto il processo a Massimo Bossetti, muratore di Mapello unico imputato per l'omicidio di Yara Gambirasio.

È stata infatti respinta la richiesta di perizia sul Dna chiesta dalla difesa perché, secondo i giudici, "non è decisivo ogni ulteriore accertamento" sul punto nell’ambito del dibattimento. È invece stato ritenuto "superfluo" l’accertamento chiesto dalla difesa sulle telecamere che avrebbero ripreso il furgone di Bossetti il giorno della scomparsa di Yara. Acquisite agli atti, come richiesto dalla difesa, tutte le lettere scabrose che si sono scambiati Bossetti e una detenuta del carcere di Bergamo. Alcune delle lettere contengono dei passaggi giudicati dall’accusa scabrosi e con riferimenti alle ricerche a sfondo pornografico contenute nei computer sequestrati all’imputato.

Il no alle perizie, di fatto, chiude la fase dibattimentale del processo e accelera i tempi. A questo punto presumibilmente nella requisitoria prevista per il 13 maggio il pm Letizia Ruggeri chiederà l'ergastolo per Bossetti. Poi toccherà a parte civile e difensori in un calendario che si conclude il 10 giugno. Solo dopo quella la corte si ritirerà in consiglio per emettere la sentenza.

Commenti

agosvac

Ven, 22/04/2016 - 17:44

C'è da chiedersi che senso abbia un processo in cui i giudici fanno tutto quello che richiede l'accusa e rigettano tutte le richieste della difesa!! Tanto varrebbe dare ai Pm cioè all'accusa stessa la facoltà di condannare direttamente l'accusato!!!!! Tra l'alto si risparmierebbero un bel po' di soldini che sono, non dimentichiamolo mai, a carico di tutti noi.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 22/04/2016 - 17:49

----tanto è lunga la questione ---qui si arriverà tranquillamente ad utilizzare tutti e 3 i gradi di giudizio---prosit

tonipier

Ven, 22/04/2016 - 17:59

" LA LEGGE LA FACCIAMO NOI" Niente nuove perizie non sono decisive. ( GIA' DECISO?VEDREMO)

papik40

Ven, 22/04/2016 - 19:28

Tutti sappiamo come il DNA Nucleare trovato sul corpo della povera Yara corrisponde a PIU' DEL 90% a quello di Bossetti e tutti sappiamo come si e' arrivati ad identificarlo. Tutti sanno che ne'i difensori ne' Bossetti hanno negato tale rispondenza e la richiesta del nuovo test era una evidente mossa dilatoria. Tutti sanno che ne' Bossetti e ne' i suoi difensori hanno potuto dimostrare come tale DNA si trovasse sul corpo di Yara ed infine se una persona e' innocente non SI AVVALE PER DUE VOLTE DELLA FACOLTA' DI NON RISPONDERE agli interrogatori di garanzia ed aspetta l'imbeccata del proprio difensore e si avvale per ben due volte della facolta' di non rispondere. E' vero che Bossetti si e' subito dichiarato innocente ma un VERO INNOCENTE NON HA PAURA DI RISPONDERE A NESSUNA DOMANDA!

maricap

Ven, 22/04/2016 - 19:35

La difesa vorrebbe introdurre nel processo, il dibattito sul sesso degli angeli. Tutto ciò che doveva essere fatto, è stato portato a compimento,e tutto converge su Massimo, Giuseppe, Bossetti. Ergastolo per lui, ma io ci vedrei bene anche coloro, che giocavano sul nucleare e il mitocondriale, sul furgone si e sul furgone no., e su cento altre minchiate, non certo per fare giustizia su questo caso.

Miraldo

Ven, 22/04/2016 - 19:36

Sostituite il Pm, quella è una fruttarola............

manolito

Ven, 22/04/2016 - 20:20

abbiamo giudici laureati col gratta e vinci--e non pagano mai i tantissimi errori...perché???????

rossini

Ven, 22/04/2016 - 20:41

Abbiamo capito. Bossetti DEVE essere condannato almeno in primo grado. Altrimenti la PM e con lei tutta la magistratura inquirente perderebbero la faccia. Hanno fatto spendere milioni di euro sottoponendo ad esame del DNA un intero paese. In appello si faranno le perizie e l'imputato sarà probabilmente assolto. Così la Procura potrà sostenere che è finita uno a uno e palla al centro.

Ritratto di gammasan

gammasan

Ven, 22/04/2016 - 21:39

Processo assolutamente superfluo: il Bossetti è già stato condannato aprioristicamente fin dall'inizio: se mancassero prove, le si inventano o si costruiscono; le prove contrarie si ignorino. Altrimenti con un'assoluzione come si potrebbe giudicare il mare magnum di soldi spesi?

dave_d

Ven, 22/04/2016 - 22:04

La perizia sulla DNA non decisiva, la visione delle registrazioni superflue. Le do pienamente ragione: che senso ha rifarle se la sentenza è stata già scritta tanto tempo fa?

BiBi39

Sab, 23/04/2016 - 00:54

Il problema irrisolto e' spiegare come Bossetti puo' aver indotto Yara a salire sul furgone.

giosafat

Sab, 23/04/2016 - 09:08

Quando non si riesce, per manifesta incapacità e per evitare i frizzi e i lazzi degli spettatori, a trovare un colpevole se ne inventa uno, gli si cuciono addosso un bel pacco di teorie, si stravolge non poco la procedura penale...e ci si incammina trionfanti alla meta. Provate un pò ad immaginare cosa succederebbe, i un paese qualsiasi ove ancora esiste il diritto, se ad un imputato venisse proibito di dimostrare, con qualsiasi mezzo, la propria innocenza!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 23/04/2016 - 09:31

@papik40 - La presenza di DNA (tra l'altro incompleto e già qui non va bene) non è prova di colpa, soprattutto in quanto ve n'erano degli altri di DNA che sono stati completamente ignorati. Allora chi ci dice che il colpevole è Bossetti e non i proprietari degli altri DNA? Ci rifletta sopra... Inoltre un uomo per il ns. ordinamento è innocente fino a quando provato colpevole ed ha diritto ad una difesa. Chiudere tutte queste strade alla Difesa mi fa intendere che la sentenza sia già stata scritta. Pratica degna di un paese comunista questa.

Iacobellig

Sab, 23/04/2016 - 09:59

I MAGISTRATI DEVONO A TUTTI I COSTI CERCARE UN COLPEVOLE A COPERTURA DELLA LORO INCAPACITÀ E SPESE PAZZE AFFRONTATE CON SOLDI DEGLI ITALIANI.

Trifus

Sab, 23/04/2016 - 10:05

papik40 di principio sarei d'accordo con lei e anche l'espressione della faccia del Bossetti, quando fu catturato, era di stupore come a dire:"ma come cavolo hanno fatto a trovarmi?" Ovviamente questo non dimostra nulla è solo un'osservazione. Di certo c'è che una persona è in carcere da anni in attesa di processo. Questa è l'ennesima conferma, semmai ce ne fosse bisogno, di come funziona male la giustizia italiana. Dopo i soldi spesi e il carcere preventivo è evidente che quando lo processeranno sarà condannato. Poi in appello sarà assolto. Poi in cassazione troveranno qualche cavillo per annullare la sentenza d'appello. Altro processo, il clamore nel frattempo scemerà ed infine sarà assolto. Scommettiamo? ne riparleremo fra qualche anno. Che poi Bossetti sia colpevole o innocente a quel punto sarà un dettaglio di secondaria importanza.

Tarantasio.1111

Sab, 23/04/2016 - 10:11

Resta sempre grave che il suo DNA sia stato trovato sugli slip della povera Yara...guarda caso come è sfigato quest'uomo...

maricap

Sab, 23/04/2016 - 10:24

Tutti possono sbagliare, ma in questo caso la magistratura, checché ne dicano i soliti innocentisti a tutti i costi, ha fatto centro. Bossetti andrà in galera per quello che ha fatto. Amen.

tonipier

Gio, 19/05/2016 - 10:03

"L'ERRORE DEL GIUDICE" "Non vi errore giudiziario che non sia imputabile al giudice", alla sua imprudenza, alla sua negligenza, alla sua malafede, hanno scritto Lailler e Venoven, autori di una importante raccolta di clamorosi errori giudiziari. L'errore è il prodotto teratologico della inefficienza della giustizia e costituisce la più grave onta alla dignità, al rispetto che si devono all'uomo ed alle collettività sociali.