Americani, arabi e cinesi a caccia di affari in Italia

Soros: "La crisi dell'euro non è superata". Ma da mesi i fondi esteri scommettono su Piazza Affari. Ora il Tesoro prepara le privatizzazioni. Ecco chi potrebbe investire

"Finché niente si modifica da un punto di vista strutturale, la crisi dell'euro non è ancora superata". Nel libro Salviamo l'Europa, scritto a quattro mani con il giornalista Gregor Peter, George Soros dà un'immagine tetra del futuro economico-finanziario del Vecchio Continente: "Gli stati europei siedono ancora sulla loro montagna di debiti e non hanno nessuna possibilità per il futuro di diventare competitivi come il Nord del Continente". Eppure, attraverso il fondo Quantum Strategic Partners, il finanziere americano ha deciso di investire proprio sull'Europa e, in particolar modo, sull'Italia. Come prima operazione ha, infatti, scommesso 22 milioni di euro su Igd, l'immobiliare delle coop. Non è certo l'unico a battere questa strada. Da alcuni mesi numerosi fondi americani, arabi e cinesi hanno iniziato a scommettere su Piazza Affari e a puntare sul made in Italy. In attesa che il governo Renzi avvii la più grande operazione di privatizzazioni mai intrapresa.

Intervenendo al Forum della Confcommercio a Cernobbio, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha annunciato che il governo intende accelerare il piano di privatizzazioni dell'esecutivo precedente con l'obiettivo di "aumentare l'efficienza delle imprese privatizzate e diminuire il debito pubblico". "L'attenzione su questo tipo di operazoni è crescente e rilevante - ha aggiunto - va sfruttata nel migliore dei modi". Tra le aziende che potrebbero andare verso la privatizzaione ci sono le Poste, le Ferrovie dello Stato e la Cassa depositi e prestiti. "Lo Stato è azionista di controllo di oltre 30 società ed è azionista di riferimento di società quotate in molti comparti - ha concluso - almeno in alcuni di questi comparti c'è spazio per un ruolo ridotto dell'operatore pubblico". Al varco c'è un esercito di investitori pronto a tirar fuori i soldi per far buoni investimenti. Non è infatti un caso che la Banca centrale di Pechino sia pronta a tirar fuori 2,1 miliardi per comprare il 2% di Eni e Enel. "Ci sono rinnovati segnali di interesse per i mercati italiani, incluso quello dei titoli di Stato", ha spiegato il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco. Degli oltre 2mila miliardi di euro di debito pubblico oltre 663 miliardi sono già in mani estere.

"L'Italia sta facendo meglio, ma ancora non bene", si legge nel rapporto che Credit Suisse ha dedicato al nostro Paese e in cui vengono riconosciuti "segnali di una ripresa più ampia" sebbene i livelli di attività e di occupazione siano "ancora ben al di sotto i picchi precedenti". Insomma, la spinta c'è ma va sostenuta. E, mentre il premier Matteo Renzi si affanna a mettere in linea le riforme promesse, i fondi esteri hanno già iniziato a fare shopping. Come evidenzia il Corriere della Sera, "la stima degli investimenti da parte americana è di circa 90 miliardi di euro: una cifra cresciuta del 70% nel 2013". Una partita che non sta giocando soltando Soros. Da settimane BlackRock sta comprando pesantemente titoli bancari. Dopo aver investito in Unicredit (5%), Intesa Sanpaolo (5%) e Monte dei Paschi di Siena (8,5%), è stato ufficializzato anche l'ingresso nel Banco Popolare (1,3%). Anche il made in Italy non è indenne da questa ondata. Mentre il 20% di Versace finiva nelle tasche del colosso Blackstone, Poltrona Frau passava nelle mani del gruppo Haworth. E ancora: la Shenzen Marisfrolg Fashion ha comprato Krizia; il colosso petrolifero russo Rosneft hanno investito in Pirelli; il fondo sovrano del Kuwait, Kia, ha costituito con il Fondo strategico italiano una società che custodirà le partecipazioni in Ansaldo Energia, Metroweb, Hera, Kedrion, Sia e Valvitalia. E questo potrebbe essere solo l'inizio.

Commenti
Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 30/03/2014 - 13:35

scassa Domenica30 marzo Come in quel detto " quando un furbo e un idiota si incontrano ,nasce l'affare !!!

soldellavvenire

Dom, 30/03/2014 - 13:54

piccolo lapsus: "dimenticate" i russi?

soldellavvenire

Dom, 30/03/2014 - 13:56

ah giá quelli non "comprano", (gli amici di sylvio): riscuotono

Seawolf1

Dom, 30/03/2014 - 14:06

Grazie, Renzie.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 30/03/2014 - 14:14

Solo perchè Renzi è politico e deve rivalutare l'Italia e non solo mediaset: Leggi ad gentem e non ad personam

Ritratto di Laura64

Laura64

Dom, 30/03/2014 - 14:38

E' partito l'assalto alla diligenza!

CALISESI MAURO

Dom, 30/03/2014 - 14:54

luigi piso, qui ci fanno fuori non l'ha ancora capito? Altro che il Renzi, messo li apposta per la grande svendita.

mario massioli

Dom, 30/03/2014 - 14:54

Un Grande Avanzo Primario vi seppellirà di Pier Paolo Flammini Scritto da redazione il 30 marzo 2014. Pubblicato in Attualità, Pier Paolo Flammini   Ti arriva una lettera in mondovisione, scritta dalla Commissione Europea, dove ti dicono che sei il peggio, il nemico numero uno dell’equilibrio continentale. La lettera dice che deve aumentare la differenza tra le tasse che i tuoi cittadini pagano, e la spesa dello Stato. Tecnicamente, più Avanzo Primario. Ogni centesimo di avanzo primario è un centesimo sottratto all’economia reale: questo è il vero motivo della decadenza italiana: è dal 1992 che siamo ininterrottamente in avanzo primario, ovvero i cittadini italiani perdono la partita con lo Stato, che incassa più di quanto spende (esclusi gli interessi). Abbiamo cumulato una cifra di economia distrutta pari a 650 miliardi di euro. In nome di vaneggiamenti superstiziosi. La lettera in mondovisione chiede che questo numero, l’Avanzo Primario, sia aumentato. Nonostante i giochi di prestigio di Capitan Renzi – prendo una cosa qua e ci faccio il cuneo fiscale, taglio una cosa là e ci faccio il cuneo fiscale – alla fine il risultato che conta è quello finale. Non serve che tu insegni il tiki taca, oppure fai il catenaccio, o hai i migliori calciatori del mondo. Alla fine, quello che conta, è che tu faccia un gol più degli avversari. Qui invece ti stanno ordinando che devi continuare a prendere un gol in più dallo Stato rispetto a quanti ne segnano famiglie e imprese. Anzi: un gol solo non basta, adesso ne servono due, almeno. Così l’ex calciatore Olli Rehn avrà di che rallegrarsi. Ma allora questo povero schiavo chiamato Italia, quando ti vengono a dire che, con la disoccupazione record di ogni tempo e la metà dei giovani senza lavoro, o sotto-occupati, o precari, o, meglio emigranti, li devi massacrare ancora e peggio ancora con le tasse e con i tagli alla spesa, capisci il cuore inumano di un Olli Rehn. E il cuore inumano di chi fa finta di non capire. Fonte: Riviera Oggi Tags: avanzo primario, commissione europea, matteo renzi, me-mmt

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 30/03/2014 - 14:56

scassa Domenica 30 marzo Certo che Berlusconi da ancora fastidio ,tanto che gli idioti ne parlano anche se in rapporto ad avvenimenti o cose slegate da ciò che in quel caso e'l'oggetto . E' proprio vero che la madre degli idioti e' sempre incinta ,e tutti a sbafo ,da veri ruba galline ,debbono finire su questo giornale ! Razza di sfruttatori ! Silvana Sassatelli.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 30/03/2014 - 14:58

L'Italia è in svendita e i soliti idioti hanno irrefrenabili orgasmi.

abocca55

Dom, 30/03/2014 - 15:22

L'investimento in borsa è rimasto l'unico che dia del rendimento che almeno salvaguardi dall'inflazione. Inoltre i titoli delle società quotate sono di molto sottovalutati, e c'è ampio margine di ripresa delle quotazioni.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 30/03/2014 - 15:43

@CALISESI MAURO Lo hanno già fatto sinistra e berlusconi in questi ultimi 20 anni. Peggio non si potrà fare e bisogna cambiare. Questo offre il mercato. Renzi per quanto non lo sopporti è il meglio che la gente ha fornito con i suoi consensi.

CALISESI MAURO

Dom, 30/03/2014 - 16:17

Luigi Piso, da un melo non si producono pesche purtroppo, qui il sistema va cambiato totalmente, quindi e' necessario che la gente, il popolo cominci ad informarsi e scelga per il suo bene, perche' fra un po' rimarranno solo macerie. Mi vengono i brividi a pensare all'incontro con il presidente americano, dove comunica la sua totale adesione, ad un uomo ma oserei dire sistema che ci ha procurato i seguenti disastri: Libia e nord africa in fiamme, acquisto di bidoni volanti a prezzi esorbitanti, divisione fra gli europei e perdita di mercati importanti come quello russo e mi fermo qui, perche' devo chiudere baracca. Questi ci stanno demolendo con l'accordo dei ns politici. Penso che sia chiarissimo. Sul fatto poi che sia stato scelto dalla gente e con quale consenso anche qui mi viene da ridere. Questo non lo ha eletto nessuno ha solo pugnalato un suo sodale e questo da la stura della sua coscienza e quella dei ns politici e del relativo popolo.

CALISESI MAURO

Dom, 30/03/2014 - 16:17

Luigi Piso, da un melo non si producono pesche purtroppo, qui il sistema va cambiato totalmente, quindi e' necessario che la gente, il popolo cominci ad informarsi e scelga per il suo bene, perche' fra un po' rimarranno solo macerie. Mi vengono i brividi a pensare all'incontro con il presidente americano, dove comunica la sua totale adesione, ad un uomo ma oserei dire sistema che ci ha procurato i seguenti disastri: Libia e nord africa in fiamme, acquisto di bidoni volanti a prezzi esorbitanti, divisione fra gli europei e perdita di mercati importanti come quello russo e mi fermo qui, perche' devo chiudere baracca. Questi ci stanno demolendo con l'accordo dei ns politici. Penso che sia chiarissimo. Sul fatto poi che sia stato scelto dalla gente e con quale consenso anche qui mi viene da ridere. Questo non lo ha eletto nessuno ha solo pugnalato un suo sodale e questo da la stura della sua coscienza e quella dei ns politici e del relativo popolo.

gibuizza

Dom, 30/03/2014 - 17:10

"Investire nel bel paese?" Acquistare aziende non è investire, è conquistare! Investire vuol dire venire e aprire nuove aziende, vuol dire comprare prodotti o servizi, sponsorizzare!

Luigi Farinelli

Dom, 30/03/2014 - 17:40

George Soros, uno dei principali ideologi del Nuovo Ordine Mondiale che vuole dominare il mondo ha rimesso gli occhi sull'Italia dopo avere finanziato le "primavere arabe" e pagato le pussy riots per segare le croci sui monumenti delle vittime di Stalin e bestemmiare nelle chiese cristiane? E' abbastanza matura l'Italia (matura nel senso di indebolita da crisi create appositamente) per specularci su come nel '92 quando il "filantropo" sionista George Soros fece saltare la Banca d'Inghilterra e concorse alla svalutazione della lira, presentandosi sul panfilo Britannia assieme al gotha della massoneria europea e mondiale, ai saldi dei nostri gioielli industriali? O deve ancora intervenire, lui radicale amico della Bonino, con altri "contributi", magari contestando alla nostra Costituzione (come aveva fatto con l'Ungheria, attaccata con tutta la potenza del suo potere da piccolo anticristo) il riferimento alla famiglia composta di uomo e donna e di non garantire l'aborto senza limitazioni? Magari esigendo contributi alla sua "Program of Reproductive Health and Rights" che dedica i suoi sforzi alla causa del "diritto all'aborto"? La sua fondazione "filantropica" pagherà anche per l'Italia corsi di educazione sessuale per bambini tramite il metodo Alfred Kinsey come imposto alla Croazia (in combutta col locale governo di sinistra) per poter entrare in Europa? (Alfred Kinsey, "il pedofilo che ha cambiato il mondo" e uno "psicopatico sessuale che ha contaminato le nostre famiglie, la nostra cultura, le nostre leggi", come definito dalla Judith Reisman, uno dei maggiori esperti mondiali del malfamato Kinsey Institute). E noi dobbiamo continuare a permettere che questi personaggi infernali continuino a influenzare il destino economico, politico e morale di intere nazioni dall'alto dei loro grattacieli costruiti sul raggiro finanziario o dagli scranni europei riscaldti da una genìa autoeletta e che pensa solo a smontare gli Stati nazionali? E che gioca a promuovere la globalizzazione mercantilista per loro esclusivo uso e consumo? Perché l'omertà dei media li copre nelle loro nefande azioni, evitando di mettere al corrente i cittadini che, nel caso contrario, spingerebbero sicuramente per processare personaggi come Soros a Norimberga? Domanda oziosa: gente come Soros paga pure i media oltre che le pussy riots per lavare il cervello dei cittadini. Eppure, sarebbe bello se quegli stessi cittadini comnciassero, finalmente, a sgamare! Dove potrebbe allora nascondersi dalla loro ira gente come Soros sulla faccia della terra?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 30/03/2014 - 17:54

Come gli strozzini, come la mafia, prima ci hanno tirato il collo, poi ci hanno aspettato al monte dei pegni per prendersi i nostri gioielli a prezzo di saldo. E gli imbecilli festeggiano pensando che questa e' considerazione per il bidone itaglia.

DrDestino

Dom, 30/03/2014 - 18:01

Ma no, ma dai?! Aggiungere anche gli inglesi ed I tedeschi! Son tutti li in fila aspettando che pifferai come grillo e le pen escano dall euro, son vent anni che non aspettano altro. Uscite dall euro, che aiuta le esportazioni, di quelli che compreranno per una cicca tutto, geniale!

Gianca59

Dom, 30/03/2014 - 18:35

Gli investitori che vengono per fare investimenti sono fumo negli occhi.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Sampras

Sampras

Dom, 30/03/2014 - 19:06

ITALIA 3x2... E' IL MERCATO BABY, E RICORDA: IL CLIENTE HA SEMPRE RAGIONE!

Giacinto49

Dom, 30/03/2014 - 20:50

Posto che vendere, peggio ancora svendere, è sempre una sconfitta, c'è solo da sperare che il ricavato non serva a mantenere lo "status quo". E pensare che per capacità e inventiva non siamo secondi a nessuno. Quello che è mancato, la molla fondamentale, è il bisogno. Così, coccolati da sindacati, lottizzazioni e clientelismi varii abbiamo dimenticato in fretta quello che è necessario per avere successo: il lavoro!!!