Datagate, spiate anche le autorità Ue: l'Italia passava dati agli Usa

Secondo nuove rivelazioni sette Paesi, compreso il nostro, passavano dati agli Usa. Ma il quotidiano britannico ora ha dubbi sulla fonte

Non solo la Cina, ma anche la diplomazia europea. Le nuove rivelazioni sul caso Datagate rischiano di creare una crisi diplomatica senza precedenti tra le due sponde dell'Atlantico. Secondo l'edizione online del quotidiano Der Spiegel, infatti, sotto l'occhio guardone degli Stati Uniti ci sarebbe finita anche l'Unione europea. Non solo. Il Guardian è riuscito a sentire una nuova talpa, salvo poi cancellare l'articolo online, dubitando dell'attendibilità della fonte. Si tratta di Wayne Madsen, ex luogotenente della Marina americane che ha lavorato per la Nsa dal 1985 e che ha ricoperto ruoli "sensibili" nell'agenzia nei 12 anni successivi. Madsen punta il dito contro l'Italia, ma anche la Gran Bretagna, la Francia, la Danimarca, l'Olanda, la Germania e la Spagna: tutti questi paesi più gli Stati Uniti hanno accesso al Tat-14, il sistema di telecomunicazioni transatlantico via cavo che consente loro di intercettare un'enorme quantità di dati, incluse telefonate, email e la la storia di accesso a internet degli utenti.

Dalle nuove rivelazioni emerge un quadro inquietante che mette in una posizione assai scomoda il presidente americano Barack Obama. A far esplodere lo sdegno nel Vecchio Continente è stato lo Spiegel che, citando documenti in possesso della fonte che ha dato il via allo scandalo intercettazioni, Edward Snowden, ha rivelato che anche le sedi delle missioni diplomatiche europee a Washington e all'Onu a New York sono state intercettate telefonicamente dalla NAtional Security Agency (Nsa). Secondo il settimanale tedesco, i servizi segreti statunitensi avrebbero anche intercettato i computer e i telefoni dell'Unione europea (forse anche quelli dei capi di Stato) a Bruxelles. Der Spiegel cita un documento top secret della Nsa in cui si definisce l'Unione europea un "target". "È uno scandalo enorme", ha sbottato il presidente dell'Europarlamento Martin Schulz invitando la Casa Bianca a dare spiegazioni immediatamente. Sempre secondo il settimanale tedesco, circa cinque anni fa i responsabili della sicurezza dell'Unione europea si sono accorti, a causa di disturbi nelle telefonate, che alcune delle comunicazioni del Justus Lipsius, il palazzo che ospita il Consiglio Ue e i vertici dei leader europei, erano intercettate a distanza. Le ricerche avevano permesso di scoprire che le intercettazioni venivano gestite da una delle aree schermate accanto al quartier generale della Nato, nella vicina Evere, dove era installata la Nsa. Nel Justus Lipsius, ogni singola delegazione europea dispone di spazi privati, con linee telefoniche e collegamenti internet.

Ancora più drammatiche le rivelazioni riportate dal Guardian, di cui al momento non è certa l'affidabilità. Secondo Madsen, che per una dozzina d'anni ha lavorato alla Nsa, l'Inghilterra (la cui collaborazione era già emersa), Italia, Danimarca, Olanda, Francia, Germania e Spagna avrebbero sottoscritto accordi con gli Stati Uniti per passar loro dati sensibili. Stando alle relazioni internazionali di intelligence, questi Paesi vengono quindi categorizzati dagli Stati Uniti in base al loro livello di fiducia. Secondo il quotidiano inglese, Madsen avrebbe deciso di uscire allo scoperto in seguito ai timori sul fatto che i politici europei stanno raccontando solo "metà della storia" sull'estensione delle attività della Nsa. "Non riesco a capire come Angela Merkel possa chiedere assicurazioni da Obama e dalla Gran Bretagna mentre la Germania ha gli stessi rapporti - ha spiegato Madsen al Guardian - molte delle informazioni non sono segrete né nuove. E' solo che i governi hanno deciso di lasciare il pubblico al buio. Sono finiti i giorni del silenzio".

Commenti
Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Dom, 30/06/2013 - 02:32

Che schifo!sempre gli americani in mezzo!vergogna loro e chi in Europa ha permesso che la privacy di milioni di persone venisse violata!ora sicuro diranno che non é vero e che tutto è per finalità di lotta al terrorismo!sono disgustato

Silvio B Parodi

Dom, 30/06/2013 - 04:55

Martin Shultz lo scandalo enorme sei tu vattene krucco emigra in afganistan

mila

Dom, 30/06/2013 - 05:39

Hanno scoperto l'acqua calda. Perche' nei Paesi UE non sorge nessun serio movimento di opposizione allo sfascio verso il quale prima o poi siamo tutti avviati? Perche' la capitale dell'Impero tiene tutti sotto stretto controllo.

Sapere Aude

Dom, 30/06/2013 - 05:59

Meno male che gli europei si considerano alleati, e questo la dice lunga sulla volontà di una Europa unita. E poi tutti a fare a gara da scolaretti spione con l'alleato potente. Va bene che quando c'è da tradire non siamo secondi a nessuno, e allora ben ci sta. Si capisce anche perché Berlusconi risultava indigesto alla massa belante: certi business con Putin andavano loro di traverso. Se c'è una lezione da imparare è che 'chi fa da se fa per tre'. Ma come popolo non abbiamo la spina dorsale per farlo!

LAMBRO

Dom, 30/06/2013 - 06:23

L'IPOCRISIA O LA STUPIDITA' IMPERANO!!! COSA SAREBBE UNA NOVITA'! PERCHE' PENSATE CHE INTERNET ,DOS, WINDOWS, MAC, ORACLE , LINUS ecc SIANO STATI GENERATI IN USA E DIFFUSI IN TUTTO IL MONDO? PER FARCI UN PIACERE? CIAO NE'!!!

Roberto Casnati

Dom, 30/06/2013 - 07:32

L'ho detto e lo ripeto gli USA non fanno mai, dico mai, niente per niente; se apparentemente ti "regalano" una caramella, in cambio vogliono la fabbrica di caramelle. Tutto sommato è molto meglio avere gli USA come nemici piuttosto che come "amici", almeno saranno costretti ad agire a viso scoperto.

Silviovimangiatutti

Dom, 30/06/2013 - 07:38

Schulz: proprio lui ! Però quando questo tipo di attività veniva perpetrata a danno del suo avversario politico (Berlusconi) allora andava bene ! Quelli come Schulz sono quelli che i parlamentari europei votano come loro presidente ! Quindi significa che sono come lui ! Chiudete il parlamento di Strasburgo e Bruxelles, tanto l'UE all'Italia non serve a nulla (paga in fondi più di quanto riceva). L'Europa unita può concretizzarsi con la sola libera circolazione delle persone e delle merci. Qualsiasi altra pretesa come avere un organo legislatore comune o una moneta comune sono solo un danno per il nostro paese !

Benado

Dom, 30/06/2013 - 08:19

Schulz,pensi a cosa ha combinato in Europa la Germania nel secolo scorso. Lasci in pace gli Stati Uniti.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Dom, 30/06/2013 - 08:33

Si parla di attività iniziate in piena guerra fredda e proseguite successivamente alla fine di questa. Ma poi è veramente finita? Mi sembra evidente che gli USA, memori di come era spaccato il mondo fino al crollo del muro di Berlino (nov. 1989), non vogliono capire come si stanno evolvendo gli scenari geo-politici internazionali?

sphinx

Dom, 30/06/2013 - 09:03

Ma di cosa diavolo ci si scandalizza? Si chiama spionaggio ed esiste da che mondo è mondo!

Klotz1960

Dom, 30/06/2013 - 10:02

Chiunque conosca la Commissione UE sa perfettamente che il suo obiettivo primario non e' difendere gli interessi europei ma acquisire sempre piu' competenze dagli Stati Membri, e con qualunque mezzo, corretto o scorretto. Ora se gli SM collaborano con gli USA sulla sicurezza, come sono liberi di fare, e gli USA hanno poi spiato la COM, si tratta di un problema della COM che non ci riguarda minimamente. Anzi, porrei alla COM il problema dell'evidente inefficacia delle sue strutture di protezione della sicurezza, pagate con le nostre tasse. E pensate che nell'edificio di Justus Lipsius i diplomatici dei Paesi Membri sono sottoposti a strettissimi controlli, come se fossero potenziali spie......ecco a cosa siamo arrivati.

linoalo1

Dom, 30/06/2013 - 10:17

Era un bene od un male?Forse,qualcuno,aveva qualcosa da nascondere?Lino.

Corsicana77

Dom, 30/06/2013 - 11:04

Ma è normale! Con una robaccia come l'ue che assume posizioni di "concorrenza" verso gli U.S.A. sempre più spinte e in settori delicati, ad esempio il programma galileo, e con uno staterello come la francia che vuole rivaleggiare per la loro presunta grandeur, ma di fronte agli U.S.A. è come un galletto spennacchiato che cerca di baruffare contro un leone, insomma con una roba che a volte sembra quasi voler spingere verso una nuova guerra fredda, sebben più soft, non è forse logico che il vero Gigante voglia vederci chiaro, anche spiando se necessario?

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 30/06/2013 - 11:48

Sembra che anche l'Italia sia tra i paesi UE collaboratori, ovvero che hanno siglato un accordo pro intercettazioni. Sara mica stato il governo Berlusconi a farci spiare?!?