Ciclismo, al Museo del Ghisallo una mostra sulla Milano-Sanremo

Tra i cimeli anche la maglia della sesta vittoria di Merckx

Riapre il museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo per una nuova stagione museale. Una serie di eventi, rassegne, manifestazioni che arrivano dopo la bella scorpacciata del #NibaliDay. E' atteso un altro grande campione a far visita speciale e a dedicare il suo tempo ai cimeli e alla gente che si riconosce nella Casa dei Ciclisti come l'ha voluta Fiorenzo Magni: si tratta dell'olimpionico e iridato Paolo Bettini. Il calendario degli eventi sarà svelato presto. Ma una novità può essere annunciata subito anche se suona strana perché non tira proprio aria di Primavera né al Museo del Ghisallo né altrove: per tutto il mese, una mostra fotografica che attinge sapientemente dall'archivio prezioso delle immagini del grande Vito Liverani, della famiglia Torriani e dell'archivio de La Gazzetta dello Sport, sarà la rassegna dedicata alla Milano Sanremo, patrocinata dalla corsa monumento che è in programma sabato 17 marzo 2018. In occasione della Milano Sanremo, inoltre, Museo del Ghisallo, aderendo ad una speciale iniziativa del Museo AcdB, con cui è gemellato ad Alessandria, ha messo a disposizione di una temporanea ospitata prima ad Alessandria e poi al Casinò di Sanremo, uno dei pezzi più forti della collezione maglie del Ghisallo: si tratta della maglia iridata con cui il Cannibale Eddy Merckx vinse la sesta delle sue sette perle a Sanremo eguagliando, nel 1975, Costante Girardengo autore di sei successi, che supererà vincendo la settima classica di Primavera l'anno successivo, nel 1976. La maglia di Eddy Merckx è un prestito al Ghisallo di Rossana e Roberto Albani.