Giallo delle schede, pronti i ricorsi

Verso il riconteggio nelle zone 4 e 5 Alternativa municipale: «Irregolarità»

Il centrosinistra va verso il ricorso sui risultati di zona 4 e 5. Non è dato sapere su cosa si fondi questa impugnazione dei risultati, ma l'intenzione pare confermata. In un caso dalla candidata sconfitta, la presidente uscente (ormai ex) Loredana Bigatti, che ha guidato il centrosinistra finendo sconfitta per 250 voti (41,6 contro 41,19%) da Paolo Guido Bassi della Lega. «Sono in commissione elettorale ad assistere al controllo dei verbali dello spoglio del Municipio 4 - ha scritto ieri la Bigatti - per come vedo la situazione, il riconteggio è necessario per avere dati certi e per rispetto sia dei candidati consiglieri che sembra abbiano delle preferenze imprecise, sia per l'elettore che ha espresso un voto con fiducia in chi avrebbe fatto lo spoglio». «La scelta di fare lo spoglio dei Municipi di notte - ha aggiunto - è stato un errore macroscopico che spero verrà considerato per il futuro». «Oggi il ricorso per avere il riconteggio - ha detto - è un atto dovuto, per la serenità di tutti».

Anche nel municipio 5 il centrosinistra ha preso male la sconfitta. Il Pd Enea Moscon, un po' a sorpresa, è stato sconfitto da Alessandro Bramati del centrodestra, per 133 voti (41% contro 40,73%). In questo caso è stato Bramati ad annunciare il ricorso: «Ho appreso - ha scritto - dell'intenzione del Pd di presentare ricorso sul risultato del Municipio 5, film già visto anni fa. Mi sembra più il tentativo di nascondere il dato politico: una zona che pensavano di vincere a mani basse, arrogandosi una credibilità che se non è sempre messa in discussione inevitabilmente ti allontana dalla gente e dal consenso (che nella competizione elettorale sono voti)». Bramati fra l'altro ha vinto anche grazie a 700 persone che hanno indicato solo il nome del candidato sulla scheda. Anche la lista Alternativa Municipale ha deciso di chiedere il riconteggio dei voti . «Dall'esame dei risultati e dal racconto dei nostri rappresentanti di lista - ha spiegato il candidato sindaco Luigi Santambrogio - emergono molte irregolarità nelle operazioni di scrutinio ai seggi».

AlGia