Il record delle case popolari Una su due va agli stranieri

Ecco le graduatorie per avere accesso agli alloggi di edilizia residenziale Più del 50% delle domande vengono da immigrati. E i milanesi aspettano

Ci sono Aba Hassan, Abad, Abadir. Ventisette cognomi su ventisette solo nella prima pagina (e almeno 17 idonei). Ma scorrendo il malloppo delle 1.094 pagine che in ordine alfabetico formano le graduatorie per accedere alle case popolari del Comune, almeno il 50% dei partecipanti è di provenienza straniera. Basta leggere i primi dieci fogli per avere l'impressione che, tra gli Abderrahman e gli Abebe, gli italiani siano dei «panda» in estinzione. Le graduatorie pubblicate in questi giorni da Palazzo Marino si riferiscono al bando aperto fino a fine giugno a chi ha bisogno di appartamenti di edilizia residenziale. Chi entra nell'elenco non ha automaticamente la casa perché la lista d'attesa è lunga, ma tra i criteri per avanzare in classifica ci sono ovviamente reddito (basso) e numero di figli (alto). Le proteste dei leghisti sono note: «Gli immigrati lavorano in nero e fanno tanti figli». Nel 2012 (sono dati del Sicet) su 1190 assegnazioni nel capoluogo lombardo 495, quasi la metà 455, sono state a favore di immigrati. A vedere gli elenchi l'impressione è che la percentuale possa alzarsi ancora, a scapito di tante famiglie milanesi che probabilmente versano tasse da più tempo e nella crisi avrebbero altrettanto bisogno di una casa a basso costo.
«Sono per l'integrazione - commenta Silvia Sardone, consigliera Pdl della Zona 2 - ma questa non si può realizzare con una potenziale discriminazione per gli italiani. Probabilmente il sistema di costruzione delle graduatorie ha bisogno di essere reso più equo». Ci tiene a sottolineare: «Non sono razzista, non lo sono mai stata e non lo sarò. Non sono nemmeno perbenista né figlia di un buonismo di sinistra cieco della realtà. Ho molto amici italiani con cognomi stranieri, hanno un lavoro ed un mutuo sulla casa». Ma «nella prime pagine degli elenchi in ordine alfabetico si fa fatica a trovare un cognome italiano e complessivamente sono tantissimi i cognomi stranieri. Indipendentemente da chi ha studiato i criteri di partecipazione e assegnazione e di quando siano stati creati penso che oggi, nel 2013, debbano essere rivisti. Perché sono stanca di pagare delle tasse per servizi che spesso godono gli altri». Anche il capogruppo milanese della Lega torna a chiedere agli enti (Regione per prima) di rivedere i criteri di accesso, alzando ad esempio i 5 anni d residenza minima: «Serve una norma che difenda la nostra gente da chi, si dice, “porta ricchezza” ma invece rappresenta un costo».

Commenti

viento2

Gio, 03/10/2013 - 09:19

milanesiavete votato pisapippa è questo è il ringraziamento

gneo58

Gio, 03/10/2013 - 09:25

e sara' sempre peggio, ......sempre che la gente continui a "stare zitta". Se continueranno di questo passo prevedo disastri

laura

Gio, 03/10/2013 - 09:30

Fra i criteri ci dovrebbe essere un minimo di 10 anni di pagamento tasse. Non il numero dei figli. Gli immigrati fanno figli perche' dei costi di mantenimento se ne fregano. passano alla cassa del Comune (ovvero di Pantalone). Non pagano niente: ne' affitto, ne' bollette, ne' mensa scolastica, ne' tantomeno spese condominiali (cosa saranno mai- a casa loro non le hanno mai viste). Tasse???? Sono tutti esenti o lavorano in nero e mandano i soldi al paesello. Ma si puo' continuare cosi'? Sono risorse? NO DRENANO RISORSE A TUTTA BIRRA (si' perche' di quella ne bevono parecchia).

Frid54

Gio, 03/10/2013 - 09:34

Sarebbe interessante andare a vedere quanti cognomi italiani sono in lista per le case popolari(?) in Libia, Somalia, Siria, Algeria, ecc ecc A QUANDO GLI ESPROPRI DELLE CASE PRIVATE PER ALLOGGIARE STRANIERI???

Ritratto di deliziosagrc

deliziosagrc

Gio, 03/10/2013 - 09:37

Oggi altri sbarchi di "migranti" (leggi clandestini). Se non siete ciechi di ideologia rossa, tirate voi le conseguenze...

luhisa

Gio, 03/10/2013 - 09:51

ma si possono saper questi criteri di accesso? ci sono anziani con una pensione minima che non possono permettersi di pagare l'affitto e neanche di mangiare dopo avere lavorato e pagato le tasse per una vita l 'italia cosa sta diventando siamo sudditi per mantere tutti e noi morire?

orso bruno

Gio, 03/10/2013 - 09:52

Cari milanesi chi è causa del suo mal pianga se stesso.Quanti di quelli,che si vedono scavalcati dagli extracomunitari e dagli zingari nelle varie assegnazioni delle abitazioni, hanno votato a sinistra? Non resta che sperare nel sol dell'avvenire !

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 03/10/2013 - 09:54

Ricordo nel lontano 1957,che alla mia famiglia,originaria di Bergamo da 200 anni,residente a Milano,da 10,fu assegnata,dopo tanti anni di attesa,una "casa popolare"(era un enorme "casermone"in Comune di Cesate). L'appartamento in sé,era grande e molto più accogliente,di quello in cui abitavamo(un vero "buco",con il bagno in comune...) Presa visione sul posto,dei "vicini" di casa,scoprimmo che erano al 95% tutti di origine meridionale,e che l'"ambiente" era completamente degradato,da sporcizia,scritte,schiamazzi,spazi comuni impegnati abusivamente,etc... Ci guardammo negli occhi....Mio padre il giorno dopo,inviò una lettera di RIFIUTO! Vi rendete conto!Quegli sparuti Italiani,che da generazioni,hanno lottato,pagato per avere,una certa decenza di paese,dovrebbero abitare in queste strutture,rapresentando un 5% o anche meno!Ve li vedete?Questa è una integrazione a senso inverso! Vanno completamente rivisti i criteri di assegnazione,di "accoglienza",di distribuzione sul territorio,tenendo la percentuale di "migranti",la più bassa possibile/Italiani/abitazioni.Solo così,loro possono "integrarsi",assorbendo la ns mentalità(se lo vogliono),e noi non sentirci soffocati ed a disagio perenne!

Mario-64

Gio, 03/10/2013 - 09:55

Complimenti Pisapia, questo e' il modus operandi tipico della sinistra. Provi ad andare in Marocco a far richiesta di una casa popolare ,da straniero ,vedra' le risate che si fanno... Questo welfare ,queste strutture ,questa Nazione ,la hanno creata gli italiani ,con decenni di lavoro e tasse ,volete capirla? Non c'entra il razzismo ,ma non si puo' mettere sullo stesso piano chi e' arrivato ieri con chi sta qui,lavora e produce qui da secoli. Oltretutto il "buonismo" con questa gente non funziona ,viene solo scambiato per debolezza. Non ci diranno mai "grazie" ,la prossima volta pretenderanno di piu'.

unosolo

Gio, 03/10/2013 - 10:00

bel ca,,, di lavoro noi paghiamo una vita e loro si prendono le nostre case .

Ritratto di pinox

pinox

Gio, 03/10/2013 - 10:01

prima gli italiani, perchè non sono stati i padri o i nonni dei vari abebe e Abderrahman a morire in guerra per la libertà e la democrazia di questo paese, e questo dovrebbe essere il primo criterio di valutazione per le assegnazioni.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 03/10/2013 - 10:12

Ma come si fa a non avercela con questi beduini che fanno gli interessi prima degli stranieri , e mai degli Italiani.Io sono razzista interno non sopporto gli antiitaliani , che se li chiamiamo per nome sono i comunisti.Da ridere i nonni partigiani Hanno fatto le scaramucce per dare i nipoti l Italia ai nuovi portatori di cultura .

kayak65

Gio, 03/10/2013 - 10:21

prima le case, dopo le chiese poi il lavoro e le donne.e' iniziata l'invasione voluta dai mussulmani. ringraziate la sinistra che sta permettendo tutto questo e i pecoroni rossi che si illudono che l'integrazione sia una cosa necessaria. provate a chiedere se nei paesi arabi capita lo stesso? una considerazione: anche i sinistri hanno figli e beni. quindi non saranno risparmiati nemmeno loro dal ciclone islamico. ci pensino la prossima volta, prima di votare e sostenere istrioni che hanno casa e soldi sicuri forniti da noi e si preoccupano solo dei non italiani .

Ritratto di deliziosagrc

deliziosagrc

Gio, 03/10/2013 - 10:27

luhisa, Zagovian, Mario-64: tutti interventi assennati pieni di buon senso. Purtroppo per noi c'è un piano per favorire una invasione e lo sfascio del Paese. Fate caso: i rossi hanno iniziato a sposare la causa "migranti" dopo la fine dell'URSS. E' la loro unica speranza di rivincita, usano il "grimaldello" immigrati per distruggere l'odiata società occidental-capitalistica.

censurato

Gio, 03/10/2013 - 10:39

È disgustoso il vostro intento di aizzare una guerra tra poveri. La realtà (a mio modo di vedere s'intende) è che in Italia sono trent'anni che non stanziano più risorse sufficienti per l'edilizia popolare (perchè gli amministratori pubblici si son fatti ricchi con le connivenze con i costruttori privati, case e ristrutturazioni gratis insegnano). Primo invio 10:39

gigi0000

Gio, 03/10/2013 - 10:40

Altro che ALBA DORATA, qui servirebbe ben altro.

CALISESI MAURO

Gio, 03/10/2013 - 10:48

Gli italici devono tacere.... devono fare i moderati, quindi si facciano asfaltare da questa gente. Perche' stupirsi d'altronde, gente senza onore e senza patria, non merita nemmeno una casa. Contenti loro:))

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 03/10/2013 - 10:52

Beh,in Norvegia hanno cominciato a svegliarsi. Naturalmente nessuno dei nostri democraticissimi quotidiani se l'è sentita di dare la notizia. Neppure questa testata. L'ex partito di Breivick ha raggiunto il 22%.

BTrac

Gio, 03/10/2013 - 10:56

E' scandaloso. Però non si possono lamentare. Dovevano sapere cosa li aspettava votando la sinistra.

MMM

Gio, 03/10/2013 - 11:15

E l'altra meta' dei nomi sono Esposito, Ferlito, Campo (come la giornalista che ha scritto questo articolo!). Dove sono i Colombo e i Brambilla? Perché non vi mettete in lista a Napoli o a Palermo?

paolodb

Gio, 03/10/2013 - 11:18

Ma perché ogni volta che si commenta l'inaccettabile discriminazione contro gli Italiani, bisogna dire "io non sono razzista"? Cos'è, una specie di tassa a favore dei "progressisti"?

paolodb

Gio, 03/10/2013 - 11:22

@censurato: certo, la colpa è del Giornale, certe notizie andrebbero nascoste vero? Lei deve essere uno di quelli che proibirebbe di scrivere la nazionalità dei criminali nelle cronache dei quotidiani, in modo tale che non ci si possa accorgere che buona parte dei reati è compiuta dai suoi amici "migranti".

liibalaaba

Gio, 03/10/2013 - 11:33

Una cosa:acquistate,se non lo avete già fatto, il DVD di ADAM KADMON! Fa semplicemente venire i brividi! C'è tutto un disegno per distruggere il nostro amatissimo paese e farlo diventare il "culo" dell'Europa, un serbatoio di morti di fame,con mano d'opera a costo quasi zero.I clandestini (perchè di questo si tratta)sono il mezzo attraverso cui il potere e le lobby che comandano il mondo,vogliono metterci con le spalle al muro! Attenti: se continuiamo così, ci sveglieremo un giorno e.....altro che "Bella Ciao",sarà I

berserker2

Gio, 03/10/2013 - 11:35

Le "risorse" però possono stare tranquille.... I sacrifici riguardano solo gli italiani. Loro, le "risorse", dichiarando ridicoli redditi sempre al di sotto di qualsiasi soglia che li abiliti a servizi sociali ed esenzioni, non dichiarando mai il nero che senza dignità percepiscono (e che in gran parte spediscono nei loro paesi), sempre primi in qualsiasi graduatoria che li preferisca ad italiani (e sempre ultimi quanto a senso civico e decoro), possono continuare ad usufruire, meglio sfruttare tutto quello che c'è da sfruttare, campando alle spalle dei cittadini onesti che invece si vedono privati di servizi cui avrebbero invece diritto. Ma che bravi che siete tutti voi sinistrati eh.... sbrigatevi a dargli il diritto di voto alle "risorse" che altrimenti come consenso politico nonchè elettorale sarete solo un ridicolo ricordo.

gneo58

Gio, 03/10/2013 - 11:36

per censurato - lei ha per caso un cementificio ? - vuole aggiungere altro cemento a quello che c'e' gia'? - bisognerebbe invece risistemare un sacco di vecchi edifici vuoti (cosi' tra l'altro non diventano ricettacolo di drogati/sbandati e quant'altro) e poi cominciare a darli con un affitto equo PRIMA AGLI ITALIANI e poi se avanza agli altri (se avanza) perche' a casa mia, se la famiglia ha fame, penso prima ai miei figli e poi potro' pensare di dare qualcosa agli altri (poi) e smetta di pensare alla "guerra tra poveri" che qui non c'entra niente perché ormai mi sa che poveri ci stiamo diventando tutti, anche chi ancora ancora sta un po' a galla (ora)

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Gio, 03/10/2013 - 11:40

Vorrei ricordare al sindaco di Milano che quelle case sono state costruite con i soldi e il sudore dei lavoratori e impiegati Italiani, che si sarebbero sicuramente rifiutati di vedersi trattenute le quote dal loro salario, se avessero saputo che erano destinate ad estranei venuti chissà da dove.

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 03/10/2013 - 11:43

Li volete gli "immigrati"? PAGA, popolo bue !

ferry1

Gio, 03/10/2013 - 11:45

frid54 Non si preoccupi gli espropri li stanno già facendo con L'IMU e balzelli vari sulla casa.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Gio, 03/10/2013 - 12:01

Ho l'impressione che né Letta e compagni e neppure alcuni parlamentari del PDL-FI abbiano capito l'atto di forza e il successivo atto di solidarietà compiuti da Berlusconi in questi giorni. Ai compagni era un'occasione per redimersi e mettersi sulla via della democrazia vera e non giustizialista in Italia oltre che dimostrare con i fatti che le promesse elettorali di non aumentare le tasse vanno mantenute, ai parlamentari del suo partito, invece, ch'era l'occasione con le dimissioni compatte di tutti i parlamentari di mostrare agli Italiani e al mondo come la democrazia in Italia sia in pericolo soprattutto per colpa di certi magistrati. Ai compagni tutto ciò non è servito a niente, perché come al solito hanno travisato tutto, anzi vanno tronfi della fiducia avuta da Letta come di una loro vittoria. Per gli altri di cadere nel tranello :”Divide et impera “ attuato alle loro spalle. Alcuni giorni fa avevo scritto qui: "Io ho l'impressione, in tutto questo bailamme, che Napolitano e Letta abbiano dimenticato che esiste una via d'uscita semplicissima: a) il governo deve promettere di non toccare IMU e IVA; b) deve andare a prendere i fondi necessari come indicato dal PDL (10,5 md); c) aspettare (col consenso PD) l'esito della Corte costituzionale e di quella Europea, prima di buttare fuori Berlusconi per una condanna chiaramente politicizzata; d) mettere sul piatto, subito, la riforma della giustizia come richiesto dal PDL; e) promettere di fare in tempo brevissimo le riforme promesse al momento dell'insediamento … e cominciare subito; f) dire ad Epifani di smetterla di attaccare ogni giorno Berlusconi e il suo partito se vuole avere degli alleati e comportarsi da tale. Fatto questo, ogni crisi non ha più senso. E' così difficile da capire e fare?". Pochi l'hanno capito!

piertrim

Gio, 03/10/2013 - 12:05

I sacrifici ed i denari degli Italiani, che vengono sperperati e rubati, non contano nulla. Devono solo servire alla mala politica per cercare di accaparrarsi voti e continuare imperterriti con queste nefandezze.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 03/10/2013 - 12:15

questo è il FUTURO CHE AVETE VOTATO, SUPPORTATO E REALIZZATO, ADESSO TENETEVELO.

censurato

Gio, 03/10/2013 - 12:25

#paolodb, io non dico affatto che le notizie vadano nascoste, solo che vengano date complete. Se si scrive che gli immigrati brutti sporchi e cattivi rubano la metà delle case popolari e non si aggiunge che il numero delle case popolari è limitatissimo, perchè l'Italia negli ultimi trent'anni ha investito sempre meno in edilizia popolare, per me si dà la notizia in maniera incompleta. Certo se l'intento è aizzare una guerra tra poveri... "lei dev'essere uno...","i suoi amici migranti".. Se cerca qualcuno con cui battibeccare, le chiedo cortesemente di trovarsene un altro. Con cordialità. Primo invio 12:25

demoral

Gio, 03/10/2013 - 12:31

mi sembra giusto.I nostri si possono arrangiare benissimo sotto qualche portico o all'interno di una comoda auto.

censurato

Gio, 03/10/2013 - 12:37

#gneo58 non propendo affatto per la cementificazione del suolo. Se rilegge il mio intervento vedrà che io imputo la situazione attuale (carenza di alloggi pubblici) alla politica degli ultimi trent'anni, che a mio parere ha favorito l'edilizia privata (perchè così gli amministratori pubblici si sono arricchiti con case e ristrutturazioni omaggio). Non si può costruire tutto oggi (sia per mancanza di denaro che di suoli ormai accaparrati dall'edilizia privata) e risolvere un problema accumulato in trent'anni. Riguardo alla guerra tra poveri, ho scritto così perchè purtroppo ho annoverato già noi italiani tra i poveri. Primo invio 12:36

Ritratto di pinox

pinox

Gio, 03/10/2013 - 13:03

#censurato, non ci sono soldi per costruire piu' case popolari, perchè spendiamo gia' parecchi soldi per costruire moschee, per dare buoni scuola per comprare libri ai loro figli, buoni pasto e così via.....e non per ultimo per pagare i loro processi giudiziari e la loro detenzione quando vanno in galera......insomma di spese ne abbiamo tante per essere solidali con loro......solo con loro pero' perchè per i comunisti prima degli italiani poveri vengono gli stranieri.

Anita-

Gio, 03/10/2013 - 13:30

Questa non è la giusta politica di integrazione. Così state solo creando ghetti di stranieri, tra pochi anni avremo il ghetto albanese, nord-africano, l'Africa sub-sahariana etc come già succede con le zone abitate dagli Asiatici, che proprio non ci pensano ad integrarsi. Nei comuni devono stare attenti ad aggiudicare solo un alloggio per stranieri su cinque, non lo isolerà e lo aiuterà nell'integrazione. Ma perché non vi decidete ad imparare da quelli che ci sono già passato come i Tedeschi e i Francesi?

Simone.immobiliare

Gio, 03/10/2013 - 13:50

Vergogna!!! Va bene accogliere, va bene l'integrazione. Ma togliere i diritti ai cittadini ITALIANI per privilegiare Stranieri non mi sembra giusto, queste sono le vere ingiustizie non se Berlusconi si tromba chi vuole a casa sua i problemi reali passano in secondo grado il gossip fa sempre da padrone

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Gio, 03/10/2013 - 13:50

@viento2, tra qualche anno pigiapia sara' presidente del consiglio. espatria babbeo!

Anna H.

Gio, 03/10/2013 - 13:50

Sarebbe anche interessante vedere quanti degli italiani che fanno domanda pagano davvero le imposte. Perché, in un paese che puo' vantare un tasso di evasione fiscale da record mondiale, ci dovrà essere pur qualcuno che le tasse non le paga. Allora: avete deciso che questo qualcuno non è Berlusconi, che si dice innocente nonostante la condanna definitiva per frode fiscale; non sono nemmeno i vostri amati commercianti, vessati, poverini, da impudiche richieste di emissioni di scontrini. Allora chi? Magari quegli italiani che si fingono poveri per avere accesso alle case popolari?

epesce098

Gio, 03/10/2013 - 14:05

Il pisciapiscia sa che quelli che l'hanno votato non fiateranno e metteranno la coda fra le gambe, quindi fa quello che vuole: case agli extracomunitari e due dita negli occhi a chi, dopo una vita di sacrifici e di tasse per avere una casa, languono nella miseria.

ZIPPITA

Gio, 03/10/2013 - 14:20

caro Pisapia, mia mamma ha 82 anni e vive a Milano di pensione minima, molto minima. Le farebbe molto comodo un alloggio tutto suo! Il suo Cognome e' Italianissimo, come le tasse che ha pagato fino ad oggi. E' una infoibata!!! Sa cosa sonostate le Foibe?? Non si potrebbe fare uno strappo alla regola e togliere magari la preferenza per Mohammed in favore della signora ???? O non è politically correct?

lamwolf

Gio, 03/10/2013 - 14:33

Milanesi ma non avete un sindaco che avete voluto a tutti i costi per risolvere i problemi della vostra città? Godetevelo.....

censurato

Gio, 03/10/2013 - 14:40

#pinox, guarda che i soldi che mancano per le case popolari sono quelli che si son rubati da trent'anni a questa parte i nostri politici. Se anche oggi stessimo bene economicamente, credi che si potrebbe porre rimedio ad una situazione incancrenita da trent'anni? Vorrei ricordarti che prima ancora che esplodesse l'immigrazione clandestina di alloggi popolari ce n'erano con il contagocce per gli italiani. E vent'anni fa, per la carenza di edilizia popolare a chi avresti dato la colpa? Ai clandestini che erano un numero praticamente inesistente? Lo chiedo sempre sperando in un pacato confronto. Primo invio 14:40

Boxster65

Gio, 03/10/2013 - 14:40

Con Pisapippa case popolari solo ai ROM e agli altri imigrati irregolari che di tasse nel nostro Paese non ne hanno mai versate e che nel loro di Paese sono stati invitati a calcioni nel cu** ad andarsene. Probabilmente nei loro Paesi di origine gli amministratori locali consigliano vivamente di trasferirsi a Milano, città dove Pippapippa una tassa in più per i Milanesi ed un aiuto a ROM ed irregolari non li nega mai!!

Marzio00

Gio, 03/10/2013 - 14:40

Lo avete votato e adesso ve lo tenete!

Raoul Pontalti

Gio, 03/10/2013 - 14:45

In via preliminare non si faccia del razzismo fuori luogo oltre che cretino, quindi si veda di conoscere le leggi statali e regionali, le direttive europee e le sentenze dei vari organi di giustizia. La normativa UE prevede che, tra gli extracomunitari, chi è titolare del “permesso di soggiorno di lungo periodo” previsto dalla direttiva EU 2003/109/CE (che si ottiene dopo 5 anni continuativi di residenza e lavoro) possa accedere a tutte le prestazioni sociali “in condizioni di parità con i cittadini comunitari“. La legge regionale lombarda (art 28, comma 1 LR 27/2009) stabilisce che "i richiedenti devono avere la residenza o svolgere attività lavorativa in Regione Lombardia da almeno cinque anni per il periodo immediatamente precedente alla data di presentazione della domanda", ciò che significa che i cittadini extracomunitari di lungo soggiorno e regolari hanno diritto a concorrere all'assegnazione degli alloggi di edilizia pubblica. Un'osservazione: le norme regionali vigenti in materia di assegnazione degli alloggi pubblici sono di produzione olgettin-leghista, ciò che significa che qualcuno vi prende per il culo o bananas: da un lato fa propaganda contro gli extracomunitari per acchiappare voti e dall'altra li fa venire per sfruttarli e dall'altra ancora fa le norme che voi criticate.

Boxster65

Gio, 03/10/2013 - 14:50

@ZIPPITA ore 14.20. Caro Zippita non faccia richieste del genere, se la sente Pisapippa leva la pensione minima, molto minima per darla al primo Mohammed che passa e magari chiede a Sua madre di ospitare Mohammed a casa Sua!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 03/10/2013 - 14:51

L'ho scritto almeno una decina di volte,a commento di vari articoli similari. Le leggi che i vari S/governi SANDÌAS succedutisi negli ultimi venti anni, ci hanno di fatto portato a questo tipo di risultati. Ovvero PER LEGGE vengono attribuiti i punteggi a seconda del numero di figli, indipendentemente dal fatto se sei Italiano o no. Andate al LORO paese a vedere se funzionano allo stesso modo!!! Al loro paese hai 100 punti di vantaggio se sei dei loro!!! Io vivo da 13 anni in paesi del terzo mondo e qualcosa ho "IMPARATO" Lo SBAGLIO dei governi di CDX che sono succeduti è stato quello di NON RIVEDERE QUESTE LEGGI MODIFICANDOLE OPPORTUNAMENTE!! Mi riferisco a questa legge sui punteggi,ed altre similari come la MODIFICA DEL TITOLO V della costituzione, o la INTRODUZIONE DELLA DEVOLUTION,per le quali Berlusconi e Noi non abbiamo fatto niente di buono anche quando avevamo maggioranze BULGARE per modificare. È questo che mi ha sempre fatto pensare che Berlusconi si sia circondato di gente INUTILE. Saludos

tonino33

Gio, 03/10/2013 - 15:02

E' ovvio che fanno cosi. C'e' forse qualcuno che non sapeva che la sinistra pratica favoritismo verso gli immigrati e discriminazione verso gli Italiani? Questo si chiama buonismo. Quando si fa l'opposto, cioe' si pratica favoritismo verso gli Italiani e discriminazione verso gli immigrati, questo si chiama razzismo.

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 03/10/2013 - 15:07

Non è giusto e tanto meno "politically correct" che una parte delle case popolari venga assegnata agli italiani,tanto più che sono nati,hanno vissuto,lavorato e pagate le tasse in Italia e solo per questo hanno diritto all'alloggio popolare ? Ma non esageriamo,non facciamo gli sfrontati!!! I milanesi hanno voluto Pisapia ? E adesso se lo godano.

Riccardo 1970

Gio, 03/10/2013 - 15:07

Premetto che non appoggio nessun partito ,ma la lega aveva ragione quando diceva anni fa che se si andava avanti così con l'immigrazione incontrollata si sarebbbero visti brutti risultati. ED ECCOLI QUA I RISULTATI CHE FURONO ANNUNCIATI ANNI OR SONO. ORA SONO FATTI E NON PIÙ OPINIONI!!! ma a suo tempo la lega veniva tacciata di razzismo, xenofobia e bla bla bla. Gli italiani dicevano Bossi ignorante, Borghezio razzista, Gentilini assassino e bla bla bla. E tutti i bla bla degli italioni hanno portato a questi risultati. Risultati che si sarebbero evitati se gli italioti avessero appoggiato e sostenuto di più la lega nord. Ora cari italioni continuate ad ascoltare le anime belle poliiticamente corrette che vi parlano attraverso i vostri bei televisori a led che avete comprato a rate su internet. Continuate a perdere tempo su facebook coi vostri sfavillanti smartphone comprati sempre a rate. Continuate a parlare di pallone e dei milardi che prendono i calciatori, quando voi faticate ad arrivare a fine mese e vi siete impegolati con 30 anni di mutuo x la casa. Andate avanti pure a pedere tempo imbarbarendovi guardando il grande fratello e i suoi internati mentali e a guardare le belen di turno che tanto avete una vita già a posto perfetta che potete permettervi di perdere tempo con tutte queste fregnacce. Quello che mi fa incazzare è che io e tanti come me che non sono come voi italioti, sono costretti a subire queste vessazioni e schifezze da parte del sistema italia esclusivamente per colpa vostra! E ora continate pure con i vostri bla bla bla...

Raoul Pontalti

Gio, 03/10/2013 - 15:58

Riccardo 1970 parli di cose che non conosci o sei in malafede. Ti dò un consiglio: prendi l'elenco dei caporioni leghisti, dei finanziatori della LN, degli eletti nelle varie istituzioni e poi vai a vedere, nel caso di artigiani, industrialotti, agricoltori, impresari di costruzioni, etc. quanti e quali stranieri abbiano nei campi, nei cantieri, nelle officine, in bottega, etc. Sarà per Te una sorpresa se sei in buona fede. Io l'ho fatto in Trentino anche nei confronti di autonomisti localisti e di esponenti ex AN (in particolare quelli che si sciacquavano la bocca di identità nazionale, lotta all'islam e cazzate consimili): tutti zeppi di stranieri e per lo più extracomunitari nelle aziende e anche in casa (badanti ucraine, moldave, etc.). Di più: non ho mai fatto tante pratiche di regolarizzazione di extracomunitari o di importazione degli stessi se non quando mi si rivolsero proprio coloro i quali pubblicamente affermavano che gli stranieri vanno cacciati a pedate. Predicare male e razzolare peggio non è però un'esclusiva leghista. Rammento anche che le quote dei flussi di lavoratori extracomunitari sono fissate, per ciascun paese di origine, dal Governo: quelli olgettin-leghisti aprirono le valvole facendone entrare a iosa di stranieri, più di quanto non avessero fatto i governi prodian-dalemiani, mentre predicavano l'opposto e i dati relativi sono pubblici e incontrovertibili. L'allora ministro leghista dell'interno diede copertura a quei bastardi che respinsero i barconi anziché soccorrerli: questa maialata criminale ci costò una condanna della Corte europea dei diritti umani con sequela di danni da pagare e una figura di guano a livello internazionale, se li avessero soccorsi e poi rimpatriati anche in termini economici avremmo risparmiato. Con il razzismo cretino non si va da nessuna parte e sostenendo i razzisti non si va solo all'inferno, prima ancora si va in rovina.

Libertà75

Gio, 03/10/2013 - 15:59

@Anna H. mi sta dicendo che quei 2 pensionati che non riuscivano a comprarsi da mangiare e che hanno preferito suicidarsi, in realtà stavano fingendo? Bel modo di vedere il suo... è sempre colpa degli italiani che sono razzisti

gigi0000

Gio, 03/10/2013 - 16:19

Adolfo usava sistemi drastici, ma efficaci. Non consiglierei d'applicarli, ma almeno di trarne spunto.

mila

Gio, 03/10/2013 - 16:22

Ma gli Italiani si ribellano? No, quindi e' giusto cosi'.

Riccardo 1970

Gio, 03/10/2013 - 16:26

Roul Pontalti rispetto la sua risposta. Le ribadisco quanto ho precedentemente scritto ma usando parole diverse. Se il popolo si interessasse a cose piu concrete e nel loro interesse stesso anziche alle fregnacce che ho elencato prima, molte ingiustizie non esisterebbero. COMPRESA LA CORRUZIONE POLITICA COSI DILAGANTE!! ce ne sarebbe molto meno. Ma é nell'interesse dello stato anche tramite la tv rimbambire il popolo con le fregnacce che ho elencato per poterlo meglio controllare. É tutto un piano occulto. Le faccio una domanda se mi sa gentilmente rispondere. Fino a poco più di 20 anni fa quando non c'erano tutti questi immigrati, le concerie, le fonderie, le aziende agricole e via dicendo che oggi occupano personale extracomunitario come facevano a tirare avanti? Perche' anche 20 anni fa i giovani di allora non volevano fare i lavori che oggi fanno gli stranieri, ma di immigrati c'erano ben pochi per soddisfare la richiesta di manovalanza. Come si spiega?

Riccardo 1970

Gio, 03/10/2013 - 16:38

Raoul Pontalti non mischiare l'amor patrio e la difesa dell'identita' e dignità nazionale con il razzismo. Difesa che spetta al popolo e alla sua coscienza senza che si creino derive xenofobe. Paura dello straniero nel sentimento popolare alimentata da una immigrazione selvaggia senza controllo. Credimi é troppo banale mistificare col razzismo questa cosa, ed é cosa che porta alla rovina. Cosa che i fatti stanno confermando.

Anna H.

Gio, 03/10/2013 - 16:52

@Libertà75 Due pensionati non sono una statistica e in questo articolo si parla di statistiche non di caasi particolari

maurizio50

Gio, 03/10/2013 - 17:14

E l'invasione continua tra i piagnistei della Boldrini, le danze tribali della Kienge e le preghiere del Papa. Quanti milioni di africani dobbiamo accogliere e mantenere? Perchè il Vaticano non impiega i denari dello IOR per fare la sua politica di accoglienza?E i somari italiani pagano le tasse per mantenere quelli che qualche sciagurato cardinale di Santa Romana Chiesa si ostina a chiamare "le nostre risorse". SIAMO STUFI!!!

franco@Trier -DE

Gio, 03/10/2013 - 17:27

Ajajajaajja cose da cinematografo.Guardo altro argomento o mi sale la pressione sanguigna.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 03/10/2013 - 17:33

Il peggio che poteva capitarci. L'elezione di un sinistrosco appoggiato da Vendola e Boldrini e centri sociali, altro non poteva che produrre schifezza simili. Continuate a votare questi incapaci populisti e saremo a rimpiangere queste nefandezze.

epesce098

Gio, 03/10/2013 - 17:48

Raoul Pontalti - Qualche deficiente le avrà pur emanate queste leggi. Loro acquistano questi diritti dopo cinque anni, noi dopo settanta anni con tanto di trattenute sulle buste paga.

viento2

Gio, 03/10/2013 - 18:04

pinox-ma questi che ci amministrano sono antitaliani

Pedrino

Gio, 03/10/2013 - 18:35

Ringrazio il Giornale che ogni tanto tira fuori qualche articolo dove possiamo sparare agli stranieri. Soprattutto adesso quando siamo belli carichi con quell' che sta succedendo a Silvio.

Raoul Pontalti

Gio, 03/10/2013 - 23:07

per Riccardo 1970. Ti ringrazio innanzitutto per la replica pacata e sensata e osservo che Tu poni un problema reale, ossia quello relativo alle motivazioni di un'importazione deliberata di mano d'opera straniera, segnatamene extracomunitaria, ivi compresa la quota nordafricana e mediorientale prevalentemente di religione islamica. Le motivazioni sono relativamente semplici: lo straniero in genere è più remissivo e quello extracomunitario ancor di più, specie se africano (negro in particolare), sia per ragioni caratteriali e quindi soggettive sia per ragioni oggettive: l'extracomunitario è ricattabile perché senza lavoro regolare è (sarebbe...) soggetto ad espulsione. I "padroni" ossia gli imprenditori che grazie a certa legislazione enfatizzata proprio dagli olgettin-leghisti hanno potuto importare pressoché ad libitum mano d'opera ad infimo costo (rectius: con costi prevalentemente a carico della collettività, sia in termini di sopportazione delle intemperanze degli immigrati, sia in termini economici per le provvidenze agli stranieri riconosciute e che sarebbero dovute essere a carico dei padroni, in primis proprio le questioni abitative: sono per l'appunto i padroni che hanno messo a carico dell'intera collettività l'alloggio dei propri schiavi cui invece loro stessi avrebbero dovuto provvedere e ciò grazie anche e soprattutto agli olgettin-leghisti quali compiacenti legislatori) hanno scientemente provocato un gravissima questione sociale con diversi risvolti: quelli relativi allo scontro con i "nativi" (gli Italiani) su basi culturali, religiose ecomportamentali etc. con i loro schiavi importati e quelli relativi alla compressione dei diritti dei nativi di non essere sfruttati come animali: con il ricatto degli immigrati che accettano di essere schiavi e di lavorare con retribuzioni infime (per tacere della "sparizione" dei contributi previdenziali...) si costringe i lavoratori italiani a scegliere tra la disoccupazione e il trattamento schiavistico. A scanso di equivoci: chi scrive è fascista dichiarato e non kompagno e proprio per questo è scevro da condizionamenti padronali, sindacali e partitici.

Ritratto di makisenefrega

makisenefrega

Gio, 03/10/2013 - 23:43

Purtroppo siamo vittime dei fascioprogressisti, pertanto dobbiamo accollarci lo schifo buonista, relativista, multiculturalista, ecc. Mi vien da dire che ce lo meritiamo, dal momento che ce li abbiamo messi noi lì. Poi, però, mi piacerebbe che mi spiegassero come si può fare integrazione se li metti tutti insieme tra loro. Basterebbe una legge che imponesse una percentuale massima di immigrati. Altrimenti succede quello che già vediamo, ovvero si formano quartieri stranieri dentro città italiane, aggiungiamoci bande, delinquenza, ecc. ecc. Lo stesso discorso vale nelle scuole, anche lì bisognerebbe prevedere un tetto massimo di stranieri per classe, a evitare che il livello scolastico si abbassi, invece no, il livello culturale dei nostri giovani si è talmente ridotto da restarne sconcertanti.