Stupri e truffe agli anziani, nel 2018 aumentati le denunce e gli arresti

Nei dati dei carabinieri l'allarme per reati contro donne maltrattate e perseguitate

Centinaia di donne maltrattate e perseguitate, oltre 200 arresti per questo genere di reati, un incremento del 10 per cento delle denunce di violenze sessuali, ma anche un equivalente aumento delle persone arrestate (33 in tutto) e un più 17 per cento dei denunciati (106) in qualità di autori di stupri veri e propri o molestie dei generi più svariati. Salta agli occhi l'attenzione alle donne e alle fasce deboli nel bilancio di questo 2018 appena finito sugli interventi della Legione carabinieri «Lombardia». Così come non si può evitare di sottolineare la notizia della recente assegnazione di ben 360 giovani militari dell'Arma dei quali 152 saranno dislocati tra la città e la provincia di Milano per il controllo del territorio e i servizi di prossimità al cittadino. Del resto, con oltre 4mila300 arresti e circa 16mila500 persone denunciate a piede libero i carabinieri sono intervenuti per il 72 per cento dei reati denunciati su tutto il territorio della Città Metropolitana di Milano, in provincia di Monza e in Brianza nel 2018.

E tornando ancora alle «fasce deboli» non possiamo non ricordare sul fronte dei controlli sul territorio e del contrasto alla criminalità la particolare sensibilità dell'Arma a un genere di reati fastidiosi, subdoli, cattivi, messi a segno con tecniche differenti al solo scopo, pienamente raggiunto, di continuare a mietere vittime: le truffe agli anziani. In quest'ottica va segnalata l'operazione dei carabinieri del Nucleo Investigativo del comando provinciale che sono riusciti ad arrestare cinque italiani autori di almeno 27 episodi di truffe a «nonnini» dai quali riuscivano a farsi consegnare contante e preziosi «in cambio» del solito, fantomatico rilascio di un parente che altrimenti sarebbe stato portato in carcere perché responsabile di questo o di quell'incidente, eventi ovviamente mai accaduti.

L'attività antidroga ha portato all'arresto in Lombardia di quasi 900 persone di cui 14 appartenevano a una banda che trafficava perlopiù cocaina, un sodalizio criminale costituito e organizzato da 4 fratelli Barbaro legati all'ndrina omonima e dei Papalia. E a proposito di malavita organizzata sono stati sequestrati e confiscati beni per un totale di quasi 9 milioni di euro.

I carabinieri lombardi hanno arrestato gli autori di 14 omicidi. Tra questi l'omicidio di un 54enne avvenuto a Solaro (Milano) il 23 dicembre 2017, risolto dai militari della compagnia di Desio con il supporto tecnico-scientifico del Ris di Parma e l'arresto del vicino di casa 59enne della vittima. I carabinieri del comando provinciale di Milano hanno messo le manette a un 53enne che aveva rapinato e ucciso l'anziana vicina di casa, Antonietta Canegrati, a Rho nell'agosto del 2017. La soluzione dell'omicidio per rapina da parte di due marocchini del giovane barista bengalese Haque Samsul, è arrivata, ad aprile, grazie all'ipotesi, rivelatasi corretta, di un collegamento con una serie di rapine avvenute nella medesima nottata.