Viabilità e multe a Linate: siglata l'intesa fra i comuni di Milano, Peschiera Borromeo e Segrate

Sottoscritto il protocollo d'intesa fra amministrazioni locali, Prefettura e Sea. Obbiettivo: migliorare la sicurezza e il traffico nell'area aeroportuale. L'ad di Sea Armando Brunini: "Progetto che si inquadra nel restyling del city airport su cui abbiamo investito oltre 70 milioni di euro per farlo diventare uno dei migliori d'Europa"

Viabilità e sicurezza nell’area dell’aeroporto di Linate: servizi di mobilità, multe per sosta vietata, presidio delle corsie riservate, viabilità, gestione dei flussi di traffico ma anche controllo degli abusivi da parte dei corpi di Polizia locale di Milano, Peschiera Borromeo e Segrate. È il contenuto del protocollo per la gestione dei servizi di polizia locale sottoscritto nello scalo gestito da Sea dal vice sindaco di Milano Anna Scavuzzo, dai primi cittadini dei due Comuni dell'hinterland Paolo Micheli e Caterina Molinari, dal prefetto di Milano Renato Saccone e da Armando Brunini, amministratore delegato di Sea. Intesa della durata di due anni che ha l’obbiettivo di razionalizzare, coordinare e mettere a fattor comune uomini e mezzi del servizio di vigilanza per fornire un servizio più efficiente nel city airport.

I Comuni si impegnano a fornire personale della Polizia locale, il cui contingente sarà stabilito in fase di programmazione a cadenza trimestrale, sulla base dei dati storici forniti da Sea.
Per il momento il comune di Milano continuerà a gestire l'elevazione e la riscossione delle sanzioni delle corsie preferenziali e degli accessi alle aree aeroportuali interdette al traffico privato. Questa possibilità sarà estesa un giorno alla settimana ciascuno anche ai comuni di Peschiera Borromeo e Segrate non appena avranno operativa la strumentazione tecnica che consentirà di accedere al sistema di sorveglianza elettronico della Polizia Locale di Milano. La riscossione delle sanzioni sarà a quel punto in carico al Comune che ha emesso la multa per l'infrazione. Il protocollo consente poi ai comuni di Peschiera Borromeo e Segrate di procedere all'accertamento delle violazioni in materia di sosta e circolazione dei mezzi, servizio che sarà effettuato non solo dai vigili ma anche ricorrendo a ausiliari e ispettori della sosta. I due comuni potranno gestire i flussi di traffico per lo scalo e svolgere compiti in materia di polizia amministrativa, come i controlli sui taxi e parcheggi abusivi. Le tre amministrazioni comunali si impegnano anche a collaborare per migliorare la segnaletica di accesso all’aeroporto.

“È un accordo importante, un progetto che ha richiesto un lavoro impegnativo da parte di tutti, Comuni, Prefetto, Enac e Sea. Gli aeroporti sono siatemi complessi e delicati da gestire in cui conta molto l’efficienza dei sottosistemi come quello dell’accessibilità stradale. con questo accordo credo si possa fare un salto di qualità per la fluidità negli accessi e per avere una maggiore sicurezza. Sono sicuro che fra un anno considereremo ancora di più Linate come il nostro aeroporto”, ha detto Armando Brunini. Concetti ripresi dal prefetto Renato Saccone: “È la dimostrazione di come le sinergie istituzionali consentono di dare servizi migliori una grande area metropolitana come quella milanese, la più alta a vocazione internazionale del Paese. Motivo che ci spinge a dare un’immagine che corrisponde alla realtà. E di questo siamo tutti convinti”. “Certo - ha aggiunto a proposito delle multe -, c’è un sistema efficace perché i comuni non facciano cassa: è quello di rispettare le regole…”.

Il protocollo si inquadra il uno scenario più ampio che vede Sea impegnata sul fronte degli investimenti a Linate, “grandi lavori” in parte già avviati, come ha sottolineato Brunini: “Stiamo investendo oltre 70 milioni di euro nello scalo e abbiamo davanti noi 18 mesi per farlo diventare uno dei migliori city airport d’Europa. Tra luglio e ottobre ci sarà la chiusura per il rifacimento della pista con il trasferimento dei voli a Malpensa. Il restyling si concluderà nel 2021 e credo che allora saremo tutti orgogliosi di Linate”.

LA STORIA DEI "GHISA" IN MOSTRA NELL'AREA ARRIVI

In occasione della firma del protocollo è stata inaugurata anche la mostra storica dedicata ai “Ghisa” milanesi dedicata all’evoluzione della figura dell’agente di oolizia locale nel corso degli anni. Il nastro è stato tagliato dalla vicesindaco Anna Scavuzzo, dal comandante della Polizia locale Marco Ciacci e dall’ad di Sea. La mostra è allestita nell’area arrivi, al piano terra dell’aerostazione di Linate e mostra attraverso 12 pannelli con grandi fotografie, le tappe della storia dei “Ghisa” dal 1860, quando in città entrarono in servizio i primi 50 “Survegliant” e arriva fino ai giorni nostri. Assieme ai pannelli fotografici il calendario 2019 da cui sono state tratte le immagini ed è stato realizzato con il contributo di Safety21.