Una donna musulmana come premier per la Romania

In Romania Sevil Shhaideh, una donna musulmana appartenente alla minoranza tatara, è stata indicata dal Partito socialista per guidare il prossimo governo

La Romania si appresta ad avere un primo ministro di fede musulmana. Il Partito socialdemocratico, che lo scorso 11 dicembre ha vinto le elezioni con il 45% dei voti, ha indicato Sevil Shhaideh, una donna musulmana appartenente alla minoranza tatara, come prossimo capo del governo.

In Romania, di norma, diventa primo ministro il leader del partito vincitore ma, stavolta, il presidente romeno Klaus Iohannis ha chiesto di non presentare candidati premier con precedenti penali, escludendo di fatto, Liviu Dragnea, leader del Partito Socialdemocratico. Dragnea, infatti, lo scorso aprile, era stato condannato a due anni di carcere, con sospensione condizionale della pena, perché accusato di brogli elettorali avvenuti nel corso di un referendum del 2012. Il Partito Socialdemocratico ha, quindi, deciso di candidare Shhaideh perché, spiega ilPost.it, intende smarcarsi dalle accuse di eccessiva ortodossia e nazionalismo. Se la sua nomina sarà approvata dal Parlamento, Shhaideh diventerà la prima donna e la prima persona musulmana a ricoprire l’incarico di capo del governo nella storia del paese.

Shhaideh, 52 anni, pur avendo ricoperto per sei mesi l’incarico di ministro dello Sviluppo regionale, non è un politico molto in vista in Romania e dentro il partito, anche se è considerata molto vicina alle posizioni di Dragnea. Ha lavorato per anni come economista all’interno di amministrazioni locali e regionali e ha passato la maggior parte della sua carriera a Costanza, una città sulla sponda occidentale del Mar Nero. Secondo alcuni commentatori la probabile elezione di Shhaideh non piacerà a una buona parte dell’elettorato, perché ciò significherebbe affidare le due più importanti cariche dello Stato a due esponenti di minoranze etniche e religiose dato che il presidente Iohannis è un protestante di origini tedesche. In Romania, inoltre, l’80 per cento della popolazione è di fede cristiana ortodossa e solo l’1 per cento è musulmano.

Bisogna considerare però che l’Islam che si pratica in Romania, quello della minoranza tatara, è molto moderato e che Shhaideh non indossa nemmeno il velo. Per l’Europa si tratterebbe della prima volta di una donna musulmana premier in uno stato in cui l’Islam non è la religione prevalente. I precedenti risalgono al 1990 Tansu Ciller in Turchia, mentre dal 2011 al 2016 il Kosovo è stato guidato d Atifete Jahiaga. Entrambi i paesi però sono a maggioranza musulmana. Questa svolta, però, non dovrebbe portare la Romania a cambiare la sua posizione contraria all’accoglienza dei migranti. Radu Magdin, un analista politico, ha spiegato: “Ironicamente, il fatto che sia musulmana la frenerà dall’essere troppo aperta in questioni come quella dei richiedenti asilo, perché sarebbe molto semplice demonizzarla e accusarla: “Per forza dici queste cose, sei musulmana”.

Commenti

alkhuwarizmi

Lun, 26/12/2016 - 17:15

Molti anni fa sono stato in Bulgaria per motivi di lavoro e sono rimasto stupito dei commenti molto ostili verso la Romania, Paese confinante sul Danubio, ed i suoi abitanti. NB: Bulgaria, non l'ambiente universitario sofisticato di Oxford. Bene, nel tempo mi sono più volte convinto di quanto quei commenti fossero appropriati. In Italia ne sappiamo qualcosa. L'attuale notizia di una Musulmana a capo del governo è l'ennesima conferma di quei lontani commenti. Buon viaggio.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 26/12/2016 - 17:34

Con il burka?

Anonimo (non verificato)

Edith Frolla

Lun, 26/12/2016 - 17:43

Fortunati questi Romeni. Da noi gli ebrei sono molto meno dell'1% eppure possono contare su decine di deputati e senatori.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

il nazionalista

Lun, 26/12/2016 - 17:55

Cambiano i paesi, ma la ' sinistra ' è dovunque la stessa!! Vuole che a comandare siano le minoranze, predilige gli stranieri ai connazionali. La Nazione che si fa Stato, il Popolo che fa le Leggi(e NON viceversa!), tramite i Rappresentanti da LUI eletti e che a LUI(e SOLO a Lui) devono rispondere, Leggi che si confanno al suo Comune Sentire, alla sua Storia e alla sua Tradizione - NON basate su principi astratti e mutuati dall' estero -: tutto questo per la sinistra è abominio!! In uno Stato che è l’ espressione del Popolo che lo ha creato, fermi restando il rispetto e la tutela delle minoranze, si presuppone che a ricoprire le cariche supreme siano cittadini appartenenti alla Nazione che forma tale Stato

il nazionalista

Lun, 26/12/2016 - 17:59

Proprio adesso che parte dell’ islam cerca di volere imporre, con la guerra ed il terrore, il suo dominio sul mondo, nominare una mussulmana premier di uno Stato europeo è un segnale SBAGLIATO, che verrà interpretato dagli integralisti come paura, se non come una RESA!! In tanti stati islamici ce n’ è anche uno governato da un premier o da un presidente non-mussulmano???

Raoul Pontalti

Lun, 26/12/2016 - 18:07

Sevil Shhaideh nata Cambek ha padre di etnia turca, madre di etnia tatara e marito siriano e sarà capo del governo di una nazione della UE. Ha già ricoperto cariche ministeriali in passato e dunque ha esperienza politica e a differenza di molti cristianissimi suoi colleghi non ha guai giudiziari per corruzione o abusi. C'è chi preferisce farsi governare da ladri e per giunta puttanieri e chi invece da donne oneste e la religione per fortuna non c'entra nulla.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 26/12/2016 - 18:17

Dalla foto sembra una persona normale. Non vi sembra?

mariod6

Lun, 26/12/2016 - 18:32

In Romania attualmente ci sono frange estese di popolazione che rimpiange Ceausescu. Era un pazzo sanguinario ma almeno la sicurezza del paese era garantita. Adesso che hanno svuotato le galere e li hanno mandati tutti in Italia, i Romeni si sbizzarriscono in esperimenti politici strani ma che ci devono dare un'idea dell'aria che tira. Una minoranza mussulmana comanderà un paese della UE. E noi tutti a pecorone con gli invasori che arrivano a centinaia di migliaia all'anno. Avanti di questo passo in dieci anni saremo schiavi di questa gente che non ha rispetto di nessuno che non si pieghi al loro dio, volente o nolente, con buona pace dei nostri buonisti.

ziobeppe1951

Lun, 26/12/2016 - 19:33

Del resto la Romania ha un popolo di tamarri

Ritratto di RomenoXPunizioneGiustizia

RomenoXPunizion...

Lun, 26/12/2016 - 19:36

Sti Tatari musulmani rappresentano meno del’1% della popolazione romena, sono i discendenti del gruppo etnico che vive ad oggi fra Russia, Cina e Mongolia, in particolare il ceppo in questione è proveniente dalla Crimea ed appartiene alla corrente sunnita, e risiede per lo più nella regione della Dobrugia, affacciata sul mar Nero, arrivati da noi dopo il genocidio dei russi in Crimea . La Chiesa Romena ha gia deto che e' un grave errore un premier donna e musulmana pero cosi inviamo un messagio forte di tolleranza ai confronti dei musulmani . Se mai fara una cosa sbagliata sara subito destituita e imprigionata, tranquilli , non e' una fanatica islamista , lo sa che non scherziamo, fiducia ma occhio aperto .

Ritratto di RomenoXPunizioneGiustizia

RomenoXPunizion...

Lun, 26/12/2016 - 19:49

Sti musulmani Tatari rappresentano circa l’1% della popolazione romena, discendenti del gruppo etnico che vive ad oggi fra Russia, Cina e Mongolia, in particolare il ceppo in questione è proveniente dalla Crimea ed appartiene alla corrente sunnita, e risiede per lo più nella regione della Dobrugia, affacciata sul mar Nero. La sinistra fa un ricatto inaccetabile : se non vuoi i maschi cristiani del sistema perche potenti e influenti alora avrai una donna musulmana come premier. Gia il nostru presidente Klaus Werner Iohannis e tedesco luterano, ha vinto l'elezione contro Ponta , l'ex-premier di origine italiana...e' un casino . Ma la nostra democrazia funziona , siamo un esempio di toleranza .

Ritratto di Shard

Shard

Lun, 26/12/2016 - 20:01

Sapevamo che la Romania è lo Stato più disastrato d'Europa, ma non fino a questo punto. Tornano i post comunisti, e perdipiù islamici! povera Europa

Ritratto di Shard

Shard

Lun, 26/12/2016 - 20:03

@Edith Frolla: gli ebrei NON hanno mai rotto le scatole a nessuno, e anche fatto attentati. Non lo sapeva? allora si svegli!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 26/12/2016 - 20:14

Non poteva che essere socialista, i sinistri dell'Est, che si dichiarano socialisti, ma sono più a sinistra dei comunisti. Strano che sia donna, poichè le donne musulmane non potrebbero ricoprire cariche pubbliche così elevate. Mah.

Tuthankamon

Lun, 26/12/2016 - 20:57

Si vede che non ne hanno avuto abbastanza dei Turchi ottomani ...

DIAPASON

Lun, 26/12/2016 - 22:14

Romania paese di ladri, vagabondi e zigani

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mar, 27/12/2016 - 10:44

@Omar: anche Ceausescu, per anni, ci sembrò una persona normale (addirittura meglio di tanti altri)!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 27/12/2016 - 11:20

Da un popolo di zingari cosa ci si poteva spettare? Sandra Palin??

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 27/12/2016 - 12:00

Chissà se l'islamica si metterà a lavorare o se inaugurerà il deserto dei Tatari.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mar, 27/12/2016 - 12:31

...... Il presidente romeno Klaus Iohannis ha detto che non nominerà premier l'economista Sevil Shhaideh, che sarebbe diventata la prima donna musulmana a ricoprire quella carica. Iohannis ha spiegato di aver preso la decisione dopo "aver soppesato con attenzione i pro e i contro".....i contro sono x la sua scarsa esperienza politica.........capito mi hai Raoul Pontalti......sai meno del nulla e ti affidi solamente ai copia incolla come sempre detto da me.....insomma sei un fallito

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 27/12/2016 - 12:33

Contrordine compagni!Il presidente non accetterà mai, una muslim.oltretutto nella terra di VLAD !!

Edith Frolla

Mar, 27/12/2016 - 12:58

@Shard: sbagliato, il primo attentato terroristico in Italia l'hanno fatto gli ebrei. La strage di Roma del 1946. Informati !