Gli immigrati gestiti dalla coop delle pulizie

La Clean Services, vicina al Pd, ha ottenuto senza appalti milioni di commesse per l'accoglienza

Siracusa - Da impresa di pulizie a cooperativa che gestisce un centro di accoglienza per immigrati. Un bel salto per la Clean Services, una coop che ha mantenuto nel nome il richiamo d'un tempo a detersivi e spazzoloni, mentre oggi manda avanti il centro Umberto I di Siracusa, uno stabile di tre piani alla periferia nord della città su un colle che domina il golfo verso Augusta. Una vecchia scuola in abbandono che dal 2012, quando scoppiò l'emergenza Nordafrica, è il punto di raccolta temporanea per i migranti clandestini sbarcati sulle coste sudorientali della Sicilia.

Il centro di seconda accoglienza di Melilli, gestito da una coop satellite della 29 Giugno di Salvatore Buzzi, dista pochi chilometri in linea d'aria. L'Umberto I non c'entra con Mafia capitale, ma con la sinistra sì. Uno dei responsabili è, infatti, Luciano Spicuglia, che dal 2008 al 2013 (proprio gli anni dell'emergenza Nordafrica e di Mare Nostrum) era consigliere provinciale del Partito democratico dopo essere stato in Consiglio comunale e con un passato nella Dc. Al centro gestito dall'ex impresa di pulizie targata Pd ha fatto visita la presidente della Camera, Laura Boldrini, lo scorso 20 giugno per la Giornata mondiale del rifugiato.

Il direttore è Giampiero Parrinello, un medico che operava anche nel Cara (Centro accoglienza richiedenti asilo) di Cassibile intitolato a Giovanni Paolo II. Il centro, aperto nel 2005, era fatiscente e gestito male. Finì sotto inchiesta nel 2008 per il sospetto di truffe ai danni dello Stato per fatture gonfiate nelle forniture, e quindi chiuso dopo roventi polemiche. Fascicolo poi archiviato, e indagati prosciolti.

A Cassibile, frazione di Siracusa dove il 3 settembre 1943 fu firmato l'armistizio con le truppe americane, la gestione era in mano alla coop Alma Mater. Alla Clean Services erano state affidate le pulizie. Ora la Clean Services ha la gestione dell'Umberto I mentre Marco Bianca, già vicepresidente della Alma Mater, figura nel consorzio Oasi che nel 2012 ha vinto l'appalto per il Cie (Centro identificazione ed espulsione) di Bologna. L'allora prefetto di Siracusa fu intercettato dalla Guardia di finanza mentre avvisava Bianca di un'imminente ispezione ministeriale, e questi gli rispose di non preoccuparsi perché il controllo «a sorpresa» gli era già stato preannunciato da amici al Viminale.

Com'è possibile questo turnover di centri aperti e chiusi, e di coop che si riciclano altrove? Liddo Schiavo, assessore ai servizi sociali del Comune di Siracusa, anch'egli del Partito democratico, chiama in causa l'emergenza permanente: «Le necessità sono enormi e c'è bisogno di tutti». A ogni buon conto, davanti all'Umberto I il Comune ha piazzato un ambulatorio mobile di Emergency, il Polibus, che fornisce servizi sociosanitari ai migranti.

Le permanenze nel centro di via Canonico Concetto Barreca dovrebbero essere brevi, pochi giorni al massimo, ma c'è gente che vi rimane per mesi. Il numero di persone ospitate è altissimo: tra aprile e agosto 2013 una media di 2.500 immigrati al mese. Ipotizzando una permanenza media di soli tre giorni, il centro (che ha una capienza di 150 posti) registra 250 presenze al dì. Uomini, donne, bambini in una promiscuità da evitare e in condizioni igieniche precarie; persone appena sbarcate e «testimoni di giustizia» contro gli scafisti; perfino minori non accompagnati, che devono invece essere destinati altrove.

La Clean Services fornisce cibo (con un catering esterno), vestiti, un tetto e il necessario per l'igiene personale. Dal 1° novembre 2012 al 31 dicembre 2013 ha ottenuto 31 affidamenti dalla prefettura di Siracusa per «primissimo soccorso e accoglienza per immigrati» e «servizio di accoglienza cittadini extracomunitari», tutto per trattativa privata, sulla fiducia. Esiste un grosso accordo con il sistema del cottimo fiduciario da 810mila euro più 30 affidamenti diretti, in date successive e di importi variabili ma via via crescenti con l'aumentare degli sbarchi, per altri 840.327 euro complessivi.

In totale dalla prefettura di Siracusa la Clean Services ha incarichi fiduciari per 1,65 milioni. Somme minori per «servizi di assistenza e accoglienza» sono andate ad altre associazioni: 77mila euro alla congregazione religiosa Cenacolo domenicano di Solarino, 72mila all'associazione Stella Maris, 42mila alla Papa Francesco Onlus, 27mila all'associazione Santo Stefano, 21mila all'agriturismo Il Carrubbo per due mesi di ospitalità, e altri. Rivoli rispetto al fiume di denaro indirizzato alla Clean Services. Tutto avviene con affidamento diretto o a cottimo fiduciario ovviamente in nome dell'emergenza, parola chiave che consente di superare le procedure ordinarie e spesso anche i controlli.

Commenti

buri

Dom, 28/12/2014 - 15:02

perché sorprebderci? la sèuefazione è semplice, è vicina al PD, tutto lì !

pastello

Dom, 28/12/2014 - 18:23

Erano più puliti quando ricevevano soldi dall' Unione sovietica.

IAIA

Dom, 28/12/2014 - 18:32

Italiani vi siete svegliati??? Buonisti cattolici e comunisti che votate PD e pensate che sia cosa buona e giusta avete finalmente capito a cosa servono i massicci sbarchi di clandestini? Tanto a chi lucra su queste persone poco importa che entrino potenziali delinquenti o criminali conclamati o terroristi, l'importante è fare business!

NON RASSEGNATO

Dom, 28/12/2014 - 18:34

Nulla di diverso dalle altre coop rosse

Ritratto di mortimermouse

Anonimo (non verificato)

honhil

Dom, 28/12/2014 - 18:49

«Le necessità sono enormi e c'è bisogno di tutti». Già una vera e propria operazione magna magna, sia che si chiami Mare Nostrun sia che si chiami Operazione Triton. Con ”… 25 mezzi navali e 9 mezzi aerei”. Una vera flotta. A questi mezzi vanno aggiunti anche le navi mercantili che in un modo o nell’altro si trovano ad intervenire e le navi di Malta che peraltro, mai tenendo conto delle direttive emanate dall’Ue, scaricano sempre i venienti sulle banchine dello Stivale. Ma il governo non ha niente di meglio da fare che litigare con la Marina militare. E dire che Mare Nostrum era un disastro annunciato.

GENIUZZO

Dom, 28/12/2014 - 18:56

CON IL PD SI OTTIENE TUTTO(APPALTI,GESTIONE EMIGRATI,GESTIONE ROM,ALBANESI,ROMENI,ECC.) SEMPRE IN MODO LEGALE,INTENDIAMOCI, MA CON I SOLDI DI PANTALONE. POSSIBILE MAI CHE NESSUN MAGISTRATO HA MESSO MANO SULLE SPESE(NON IRRILEVANTI MA DI MILIONI E MILIONI DI E.)SOSTENUTE IN ANNI E ANNI DALLE VARIE REGIONI, PROVINCE E COMUNI D'ITALIA( ENTI QUASI TUTTI AMMINISTRATI DALLA SINISTRA)SEMPRE IN EMERGENZA,QUINDI SENZA GARA D'APPALTO). MA L'EMERGENZA NON DOVREBBE AVERE UN TERMINE? INVECE DA NOI DURA IN ETERNO.COME MAI NESSUNO NE PARLA? E' POLITICAMENTE SCORRETTO E QUINDI NON SI PUO'?SALUTI ZIG

tersicore

Dom, 28/12/2014 - 18:58

Si sapeva che mangiano tutti nelle porcilaie dei buonisti, tutti i sinistrati al potere e fautori di questa pesante dittatura, tranne il popolo bue che li vota, ovviamente. Oltre a questo, le studiano tutte per rovinare il cervello degli italiani, non solo nelle tv di regime, che quotidianamente propinano 'olio di ricino' digitale...: poco fa nel computer, per esempio, si è aperto un file-spam che invitava ad aiutare i poveri immigrati....Il cattocomunismo è e sarà la tomba della nostra civiltà. Inconsapevolmente, stiamo andando incontro a un 'suicidio' collettivo, perpetrato da una sinistra viscida, falsa e rivoltante.

mila

Dom, 28/12/2014 - 19:00

Le Coop sfruttano il fenomeno dell'immigrazione massiccia, ma non lo creano. I clandestini arrivano perché buona parte dell'Africa ha deciso di trasferirsi in Europa, e, secondo i piu' autorevoli studiosi, non si puo' impedirglielo.

elio1953

Dom, 28/12/2014 - 19:04

ma lo sappiamo tutti che il PD pur di far fare quattrini ai loro accoliti delle cooperative tradiscono gli Italiani facendo arrivare migliaia di immigrati, ora il sinistrorsa di turno mi accuserà di demagogia..........................è nova!!!!!!!!!!!!!!!!!!

exbiondo

Dom, 28/12/2014 - 19:05

le coop, come il pd, sono come un cesso intasato: più butti acqua per nascondere le mxxxa e più ne esce

cgf

Dom, 28/12/2014 - 19:09

Appalti, immigrati, coop, commesse milionarie, PD.... Che strano.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 28/12/2014 - 19:23

Speriamo nel mare forza 8!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 28/12/2014 - 19:27

...Non esiste differenza tra gli organizzatori del traffico degli immigrati, gli scafisti e coloro che, disonestamente, gestiscono l'accoglienza a terra.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 28/12/2014 - 19:35

pestiamoli tutti quelli che parlano di accoglienza. vogliono solo i soldi o sono amici di chi è interessato ai soldi. usano i negri come merce per speculare, ne parlano come una risorsa e sono schifosamente avidi. e poi facciamo che i funzionari non possano stare per oltre 5 anni nello stesso posto e non oltre i 20 nella pa. altro che amici qua e la.

tuttoilmondo

Dom, 28/12/2014 - 19:40

mila Dom, 28/12/2014 - 19:00 Le Coop sfruttano il fenomeno dell'immigrazione massiccia, ma non lo creano. I clandestini arrivano perché buona parte dell'Africa ha deciso di trasferirsi in Europa, e, secondo i piu' autorevoli studiosi, non si puo' impedirglielo. cara mila, quello che dici non è vero, tutto si può fare, per esempio dare venti anni di galera a chi butta la gente in mare quando la barca è appesantita, e dimostrassero il contrario; ma poi... anche se quello che scrivi fosse vero... e va bene, ma in europa, non in italia. Ti sei sbagliata a scrivere; hai scritto: "ha deciso di trasferirsi in europa" ma l'ottantacinque per cento ce li cucchiamo noi, capito? probabilmente sei una radical chic che vive all'estero, ma... se vivi e resti nel mio paese, non so se dire tuo perché sembra non fregarti niente di come vanno le cose, te ne accorgerai. Ci vediamo sulle barricate. Io sto con gli italiani, tu... non so. Auguri

vince50_19

Dom, 28/12/2014 - 19:50

Pecunia non olet...........

CALISESI MAURO

Dom, 28/12/2014 - 19:51

mxxxxxa sono tutti marci!!

FRANCO1

Dom, 28/12/2014 - 20:15

In pratica è un affare organizzato che ci mangiano tutti...ricordate gli anni dell'Albania?? Da quel momento oggi sono più organizzati che mai sull'emergenza..vi ricordate quali comunisti c'erano??? Ecco che oggi le coop del pd giustamente si mangiano quasi tutto, d'altra parte devono essere ripagati del rischio imprenditoriale!!

FRANGIUS

Dom, 28/12/2014 - 20:15

MA L'ABBIAMO SEMPRE SAPUTO CHE NON SI TRATTA DI UMANITA' SOCCORRERE I CLANDESTINI ADDIRITTURA FUORI DALLE ACQUE TERRITORIALE,MA SOLO UN SISTEMA PER INGRASSARE LE COOPERATIVE ROSSE DELL'ACCOGLIENZA...E NOI PAGHIAMO E VOI COMPAGNI IGNORANTI CONTINUATE A VOTARE PD !

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 28/12/2014 - 20:24

La carità pelosa dei sinistrati: loro accolgono, noi paghiamo, i kompagni ci guadagnano ! Sfido che blaterano tanto di accoglienza, buonismo, solidarietà. Danno ad intendere che è verso gli invasori, in effetti è solo per le proprie casse.

bruco52

Dom, 28/12/2014 - 20:30

le coop sono il sistema perfetto per sfruttare i poveracci che non hanno lavoro...ma non solo stranieri, ma anche e sopratutto italiani...e i soci si ingrassano, approfittando del bisogno altrui...e poi dicono dei capitalisti, dei padroni...loro sono peggio, molto ma molto peggio, perché si ammantano di democrazia e purezza...porci maledetti...

antipodo

Dom, 28/12/2014 - 20:32

Compagni come state? E mo' con chi ve la prendete? Vi ricordate le brigate rosse? Anche li' erano i fascisti! Faccie da cxxo senza vergogna! Tanto tra fascisti e comunisti... era tutta roba della stessa famiglia. Ma di questa famiglia voi siete la parte peggiore!!!!!!!!!! Tornate nelle vs fogne avete inquinato troppo questo paese. Siete peggio del cancro!!!!!Bugiardi falsi cattivi cattivi cattivi cattivi cattivi cattivi...infinitamente cattivi carogne!!!!!!!!!!

tormalinaner

Dom, 28/12/2014 - 20:37

Non mi stupirei se anche gli scafisti fossero del PD,magari organizzati in cooperativa.

Ritratto di Sinistronzo

Sinistronzo

Dom, 28/12/2014 - 20:37

Ma guarda caso. I sinistri sono buoni, fanno di tutto per essere solidali, per accogliere i deboli, per proteggere le persone in difficoltà, per aiutare il proprio partito, sempre in prima linea per proteggere se stessi. Peccato per i contribuenti che pagano molto caro le conseguenze.

vince50

Dom, 28/12/2014 - 20:58

Prima che anche chi ha il paraocchi imposto "democraticamente",abbia la dignità di ammettere che i comunisti sono stati sono e saranno la rovina d'Italia dovrà passare molto tempo.E anche allora negheranno perchè fa parte del loro DNA e di quanto gli è stato inculcato,questa piaga ci porterà al disastro completo e irreversibile.

Ritratto di Sinistronzo

Sinistronzo

Dom, 28/12/2014 - 21:38

Sempre gli stessi ladri, sempre le stesse storie, son PD !

killkoms

Dom, 28/12/2014 - 22:40

il businnes del clandestino ed i compagni..!

19gig50

Dom, 28/12/2014 - 23:02

Le coop sono covi di delinquenti. Qui si che la magistratura dovrebbe intervenire e metterle al bando.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 28/12/2014 - 23:33

Ecco perché i sinistrorsi continuano a ciarlare di aiuti umanitari. SONO GLI "AIUTI" CHE QUELLI VICINI AL PD RICEVONO PER GESTIRE QUESTO ENORME INFAME AFFARE. Una volta c'erano i negrieri che trafficavano in carne umana. QUELLI DI OGGI CHE LAVORANO CON IL PD COME SI CHIAMANO?

Ritratto di IlBurlone

IlBurlone

Dom, 28/12/2014 - 23:38

Del resto gli immigrati rendono più della droga.

Cesare46

Lun, 29/12/2014 - 00:02

Ma uno pulito o quasi ci sarà in mezzo a tutti questi politicanti o sono tutti parassiti e sanguisughe clientelari. ?

bret hart

Lun, 29/12/2014 - 00:12

invito tutti a non andare più alla coop

mila

Lun, 29/12/2014 - 04:01

@ tuttoilmondo -Io non vivo all'estero e anche a me sembrava che si potesse fare qualcosa contro l'immigazione selvaggia, per es. mantenere il reato di immigrazione clandestina, arrestando veramente gli irregolari, cosa che i nostri magistrati non hanno mai fatto. Pero', dato che autorevoli studiosi, magistrati, dirigenti di ONG ecc.dicono il contrario, tutti gli Italiani che possiedono un appartamento dovranno rassegnarsi a cederne la meta' agli immigrati. E non ci sara' nessuna barricata.

Ritratto di filatelico

filatelico

Lun, 29/12/2014 - 07:29

La schiavitù fu abolita nel 1833 e sorse uno stato in Africa Occidentale chiamato LIBERIA per accogliere gli ex schiavi liberati. Per le coop ROSSE nulla è cambiato e continuano con i traffici di schiavi!! VERGOGNA!!!