Formigoni appena assolto Ma il pm chiede nove anni

All'indomani dell'archiviazione per la discarica, stangata sul caso Maugeri. L'accusa: "Era il capo". Il senatore: "Teorema fantascientifico, una fiction"

La Procura di Milano chiede nove anni di carcere per Roberto Formigoni per il caso Maugeri. La conclusione della requisitoria arriva all'indomani del proscioglimento dell'ex governatore lombardo nel processo di Bergamo sulle presunte tangenti per il progetto della discarica di amianto a Cappella Cantone, nel Cremonese. Il gip ha infatti archiviato le accuse su richiesta dei pm.

A Milano Formigoni risponde di associazione per delinquere e corruzione. Nella requisitoria - sottolinea il suo legale, Luigi Stortoni - «ci sono molte suggestioni. Ma non ci sono prove concrete perché nessuno ha mai detto di aver dato qualcosa». Il senatore Ncd aggiunge: «Quello del pm è un teorema fantascientifico, una vera fiction». Laura Pedio e Antonio Pastore hanno chiesto altre nove condanne, in particolare otto anni e otto mesi per l'ex imprenditore Pierangelo Daccò e per l'ex assessore lombardo Antonio Simone. Per l'accusa, il senatore di Ncd sarebbe stato «il capo e il promotore di un gruppo criminale che ha fatto commercio privato delle funzioni pubbliche». Il sistema di corruzione che in Lombardia sarebbe durato dieci anni (dal 2002 al 2012), «senza l'adesione di Formigoni non sarebbe nato». La tesi della Procura è che l'ex governatore favorisse, grazie alla mediazione di Daccò, le fondazioni Maugeri e San Raffaele, cui assicurava delibere favorevoli e fondi pubblici. In cambio avrebbe ottenuto non solo denaro in contanti ma anche «altre utilità».

Proprio su queste «altre utilità», i pm si sono soffermati ieri in aula. Tutte pagate dal lobbista Daccò e dal suo ex socio Simone «per lo svago» dell'ex presidente lombardo. Si tratterebbe di soggiorni su yacht, vacanze ai Caraibi, l'uso di una villa in Costa Smeralda, cene in ristoranti stellati per un totale calcolato dagli inquirenti in 8 milioni di euro. Secondo la ricostruzione, le barche di Daccò sono state per anni «nella disponibilità esclusiva» del senatore e di Alberto Perego, anche lui dei Memores domini e suo convivente per 30 anni. «Sugli yacht - ha affermato Pedio - i due invitavano gli amici del loro entourage. Daccò garantiva un servizio completo. Oltre all'imbarcazione, benefit come una macchina, i marinai di servizio, il cibo, le casse di champagne. Di tutti i costi Formigoni e l'amico non sostenevano neppure un centesimo».

Ci sarebbero poi cinque vacanze ai Caraibi per le feste di Capodanno, «in resort di lusso, interamente pagate da Daccò». Il valore sarebbe di 638mila euro più 18mila per i voli. La villa in Sardegna era dell'imprenditore, ma per anni l'avrebbero usata l'ex governatore e Perego. Ai due amici nel 2011 è stata venduta per 3 milioni di euro. «Un prezzo di favore - sostengono i pm -: l'immobile ne valeva almeno 4 e mezzo». L'ex governatore, ha concluso Pedio, «ha mentito in aula e lo ha fatto da senatore». Il 16 maggio parlerà la difesa. «Non sarà difficile - afferma Formigoni - smontare questa assurda e irrazionale costruzione. Il pm raggiunge le vette del ridicolo quando si sofferma sulle cosiddette utilità. Basti un esempio: essere ospitato su una barca per alcuni giorni ha coinciso con il diventarne proprietario».

Commenti
Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 16/04/2016 - 09:25

Dai, anche se va in galera, fara` una bella Comunione e la Liberazione arrivera` come per miracolo...

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 16/04/2016 - 09:33

I giudici a Milano li mettono li apposta, per impedirti di governare, Nella roccafarte del cdx praticamente processano tutti a vita. A parte penati, che malgrado testimoni e' stato assolto. La legge non e' uguale per tutti.

buri

Sab, 16/04/2016 - 09:43

òa caccia al politico avversario è sempre aperta a Milano, ce ne dpbboamo fare una ragione

Totonno58

Sab, 16/04/2016 - 10:09

Beh, il fatto che sia stato assolto per una cosa non vuol dire che sia innocente su un'altra...è come se nel pranzo di Natale fossimo obbligati a scegliere tra la minestra maritata e l'abbacchio!:)

tRHC

Sab, 16/04/2016 - 10:23

Caro Formigoni,mi sa' che il salto della quaglia non ti sia servito a tanto,anche verdini ha fatto la stessa cosa ma non si sa ancora a cosa gli sia servito,la cosa triste per voi e' che comunque siete presi per le palle a stretto giro e purtroppo per voi,dovete dipendere sempre da uno che vi ha sempre schifato... auguri

Raoul Pontalti

Sab, 16/04/2016 - 10:48

Certo che Comunione e Fatturazione è stata in Lombardia (e non solo) un'autentica piovra, ma devo riconoscere che la reductio ad unum delle responsabilità di vertice operata dai PM non è convincente. Si parla di delibere (giuntali) di favore nei confronti di determinati enti privati e di imprenditori: queste delibere sono poste in essere da un organo collegiale (la Giunta regionale) e hanno ciascuna un relatore titolare che è l'assessore di merito il quale le ha fatte redigere dai suoi uffici, non può essere pertanto ritenuto solo responsabile degli atti approvati il presidente dell'organo, ma l'organo nel suo complesso con una responsabilità più consistente per l'assessore titolare. E allora sul banco degli imputati devono trovarsi accanto al presidente anche gli assessori e i dirigenti degli assessorati coinvolti nel sistema tangentizio altrimenti...che sistema è?

Alessio2012

Sab, 16/04/2016 - 10:49

Quello che mi fa incaxxare è che la gente è felice di questa cosa, perché Formigoni "è antipatico"... Questo spiega perché questi giudici continueranno a delinquere... ci sarà sempre qualcuno che gode quando l'aguzzino infierisce sulla vittima.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 16/04/2016 - 12:15

Comunione e Fatturazione piovra della sanità lombarda ...

Giuseppe Borroni

Sab, 16/04/2016 - 14:14

Formigoni ? ? ? SANTO ! !......SUBITO. La magistratura milanese??? tutta invidia la loro ! ! e facciamola finita con sta storia dei Memores Domini e del loro voto per uno stile di vita monastico....devono pur avere i loro piccoli svaghi anche loro ! ! e che male c'e' se ad offrirteli e' un amico ? ? toghe rosse andrete all'inferno ! !

Silvio B Parodi

Sab, 16/04/2016 - 15:44

avete notato che: tutti I pm del tribunal di Milano sono napoletani, e tutti gli indagati sono Lombardi??? ci sara' un nesso???? voi mi direte, ma sono piu' onesti I napoletani o I Lombardi???