Frenata dei Cinque Stelle: "Il reddito e la quota 100 partiranno in primavera"

Slitta il reddito di cittadinanza e l'introduzione della quota 100? Le due misure principali inserite nel Def di fatto potrebbero subire qualche ritardo

Slitta il reddito di cittadinanza e l'introduzione della quota 100? Le due misure principali inserite nel Def di fatto potrebbero subire qualche ritardo. A svelare questo scenario è una voce di peso della maggioranza: il capogruppo del Movimento Cinque Stelle al Senato, Stefano Patuanelli: "Io ritengo che in primavera possano partire sia la riforma Fornero sia il reddito di cittadinanza, pensiamo che ci vorranno 3 mesi per la questione dei centri per l’impiego, forse un mese in più. Ad aprile potranno partire i centri per l’impiego. La nostra intenzione è cercare di partire con il reddito di cittadinanza e quota cento dopo il primo trimestre". L'ipotesi di una partenza ritardata era già emersa la sera della presentazione del Def. Ma di fatto le parole di Salvini sul superamento della Fornero avevano aggiustato il tiro fissando l'avvio della riforma con l'inizio dell'anno.

Adesso però la road map del governo potrebbe cambiare ancora. Dopo i rilievi di Bruxelles, Fmi e dello stesso Ufficio parlamentare al Bilancio, il governo potrebbe rinviare di qualche mese l'entrata in vigore dei due provvedimenti. Come riporta Repubblica, al Tesoro si sta studiando un piano per dare il via a Quota 100 a marzo. Un piano che verrebbe finanziato dai 7 miliardi destinati alla riforma. Per farla scattare da gennaio servirebbero altri 600 milioni che via XX Settembre fatica a trovare. Insomma per capire quali saranno i tempi per vedere sul campo il reddito di cittadinanza e il nuovo sistema pensionistico bisogna attendere qualche settimana. Il governo sta limando il testo della manovra e non sono esclusi cambiamenti.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 11/10/2018 - 13:40

Di che anno?

venco

Gio, 11/10/2018 - 14:02

E slitti pure la flat-tax

ceo50

Gio, 11/10/2018 - 14:20

Beh, in fondo è in linea con "la primavera dei popoli"...forse però è troppo pensare che Di Maio e Salvini sappiano cos'è? Magari dalla primavera ci si sposterà all'autunno (si sta come 'autunno....). Dimenticavo, in primavera ci sono le elezioni quindi tutto dovrà partire almeno una settimana prima delle elezioni. In fondo stiamo pagando già 30 miliardi di costi sugli interessi in più solo perchè ci sono quelle elezioni. Ahi serva Italia di dolore ostello, non donna di provincie ma bordello

strade-italiane

Gio, 11/10/2018 - 14:24

...dipende quanti rom e stranieri busseranno per aver la loro sporca fetta...però le leggi a favore dei non-italiani arrivano da lontano....

forzanoi

Gio, 11/10/2018 - 14:33

la manovra del popolo dei lazarù! Che bella figura per l'Italia!

ex d.c.

Gio, 11/10/2018 - 14:37

Contiamo parta prima questo Governo assemblato

SpellStone

Gio, 11/10/2018 - 14:42

Perche' "Frenata"?

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 11/10/2018 - 15:01

"Il reddito e la quota 100 partiranno in primavera" Sono d'accordo nella primavera del 2050.

Duka

Gio, 11/10/2018 - 15:06

Ma omettono di dire di quale anno.

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Gio, 11/10/2018 - 15:53

meglio così. Mi urta pensare di dover mantenere pantofolai, ma soprattutto a rom e stranieri!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 11/10/2018 - 15:57

Sì, aspettano per questa primavera perché stanno imbarcando nel Bel Paese un'altra sfornata di immigrati che rimpinguerà le casse del Carrozzone INPS.

5stardust

Gio, 11/10/2018 - 15:57

voglio mangiare il panettone e arrivare a primavera col governo poi avere pastura ed esche per i pesci votanti delle elezioni europee e prendere più seggi possibili come tutti pensano al potere ed alle cadreghe adesso ancora di più che per far contare i contributi la legislatura deve finire

Popi46

Gio, 11/10/2018 - 16:02

Qualche marcia indietro, un po’ di rinvii, alcune giravolte, ripensamenti.... certo è un governo con le idee chiare..... nel mondo dei sogni

Macrone

Gio, 11/10/2018 - 16:23

Ma se sono mesi che si parla di marzo aprile 2019. Il Giornale ora scopre l'acqua calda e ci sono pure i kompagnoschi che scrivono sul giornale che fanno la ola. Penoso!

jaguar

Gio, 11/10/2018 - 17:55

Salvini lo aveva già detto almeno un mese fa.

Lexius

Gio, 11/10/2018 - 18:29

......dopo le elezioni: passata la festa gabbato lo santo.

Alessio2012

Gio, 11/10/2018 - 18:43

CERCANO SOLO DI PRENDERE TEMPO... ASPETTANO SOLO DI FAR ARRESTARE SALVINI...

INGVDI

Gio, 11/10/2018 - 18:45

Un governo con due forze opposte che si regge per un "contratto" composto da provvedimenti che vanno in direzioni diverse e che non viene rispettato. Lavora esclusivamente per il consenso il duo Di Maio-Salvini. Indecenti loro e il governo.

un_infiltrato

Gio, 11/10/2018 - 19:10

Ma sì,anche in autunno. Va bene anche in inverno, tanto non ci sono più le mezze stagioni.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 11/10/2018 - 19:37

Non farei il reddito di cittadinanza. E comunque taglierei pensioni sostanziose, pensioni triple (assurdo), vitalizi (grande assurdità), tasserei che prende la pensione da 50 anni, avendone lavorato soltanto 15 e magari per finta. Taglierei tanti posti pubblici inutili, tante sovvenzioni non dovute, a partire dai clandestini. E soprattutto ridurrei le spese nei sottori non produttivi, che guarda caso sforano sempre: sanità e pubblica istruzione.

stefi84

Ven, 12/10/2018 - 00:14

Il governo deve aspettare le elezioni europee, a quel punto con una nuova dirigenza europea si cambieranno le cose. I dirigenti uscenti stanno tentando di fermare Salvini. Per il momento occorre ridurre la dipendenza finanziaria dall'estero come era prima del 1992. Una prima mossa è quella di detassare i titoli di stato, l'Italia ha un grande risparmio, molto in titoli esteri, ma alle suddette condizioni possiamo ricomprarci il debito.