Il mistero Boschi: si salva dal benservito e rimane come zarina

Evita l'esclusione con un ricatto: se c'è Lotti io non esco. E diventa il primo sottosegretario

Bocciata dal referendum, promossa con un posto di assoluto rilievo nel nuovo governo Gentiloni. La Boschi non lascia (come annunciò di voler fare in caso di vittoria del No) ma raddoppia, non è più ministra ma resta a Palazzo Chigi e assume le massime deleghe operative, come nuovo «sottosegretario alla presidenza del Consiglio con funzione di segretario del Consiglio dei ministri». Significa che la Boschi avrà il potere sulla «firma dei decreti, degli atti e i provvedimenti di competenza del presidente del Consiglio dei ministri», come si legge nel decreto di nomina del suo predecessore, di cui la Boschi prende i poteri, il sottosegretario uscente (e neo ministro) Claudio De Vincenti. Tutti gli atti del governo, insomma, passeranno dalla scrivania della Boschi, che quindi avrà la regia su tutti i dossier dei ministri, e come segretario sarà anche l'unico non ministro ad avere il privilegio di prendere parte ai Consigli dei ministri. Non solo, sovraintenderà al pre-Consiglio dei ministri, la fondamentale preparazione tecnica dei Cdm dove si mettono a punto i decreti.

Insomma un potere enorme, altro che passo indietro. Un ruolo chiave che in passato è stato occupato da figure centrali come Gianni Letta e prima ancora da Giulio Andreotti sottosegretario alla presidenza del Consiglio di Alcide De Gasperi. Uno snodo cruciale, nel cuore del potere governativo, una sorta di vicepremier e in questo caso anche «commissario renziano» sull'operato di Gentiloni, suggellato dalla foto insieme al premier e Renzi dopo la cerimonia della campanella a Palazzo Chigi, immagine della sua vittoria personale. E pure un nuovo record per la Boschi: è la prima donna a ricoprire quel ruolo a Palazzo Chigi.

Nonostante la richiesta di mollare arrivata da più parti, dal Pd ai giornali di area come Repubblica (che in un editoriale è arrivata a dipingerla come la «palla al piede» del nuovo esecutivo), l'ex ministra renziana ha dunque ottenuto quello che ha difeso con le unghie nelle ultime ora battagliando tra telefonate di fuoco e pressing su Renzi: restare al governo, non essere umiliata da un passo indietro mentre da altri renziani non veniva imposta la stessa punizione. Il riferimento è a Luca Lotti, altro petalo del «giglio magico» promosso a ministro (Sport) con deleghe pesanti come il Cipe (miliardi di euro per le opere pubbliche) e l'editoria. Il destino di Lotti è stato messo pesantemente sul piatto dalla Boschi, che ha posto l'ultimatum: se resta lui, allora dovete confermare anche me. Il segretario Pd, che consigliava di mollare il colpo, alla fine ha dato il suo ok alla richiesta della «Meb», ma con una clausola di realpolitik renziana. Se il governo dovrà essere affondato, lei andrà a fondo insieme all'esecutivo, Renzi non guarderà in faccia a nessuno se ci sarà da mandare tutti a casa per andare al voto, neppure alla sua fedelissima Maria Elena. La riconferma scatena l'opposizione. «La Boschi promossa per guardare a vista Gentiloni» commenta l'azzurro Toti. Il M5S pubblica il video in cui la Boschi si impegnava a «lasciare la politica» se la sua riforma non fosse passata, e con la grillina Taverna oltrepassa il trash: «È la ciliegina sulla torta di letame».

Commenti
Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 13/12/2016 - 11:05

BUFFONI BUFFONI BUFONI BUFFONI

Giorgio Colomba

Mar, 13/12/2016 - 11:06

Caro Dago, Gentiloni premier, Alfano ministro degli Esteri, la Boschi sottosegretario alla Presidenza: il "Principio di Peter" ha colpito ancora.

IFatti

Mar, 13/12/2016 - 11:16

e per i prossimi otto mesi parleranno solo di legge elettorale

mariod6

Mar, 13/12/2016 - 11:17

La Boschi è una zecca rossa e come tale non si stacca se non la schiacci. Il ricatto al loro livello paga sempre. Se lei va fuori dal salotto del potere vengono fuori le magagne di Etruria e delle altre manovre strane fatte per salvare "papino" Boschi e "papino" Renzi con le famiglie al seguito. Questa è la dimostrazione vivente dell'attaccamento alla poltrona dei puri di sinistra, alla faccia del volere degli elettori che l'avevano cacciata a pedate e che se la ritrovano tra i piedi a far danni. Bravo Gentiloni, bravo Mattarella, siete proprio dei puri !!!

VittorioMar

Mar, 13/12/2016 - 11:20

...quando si vuole governare a dispetto del popolo,non ci rimane che votare LEGA O M5S...!!!

Lucaferro

Mar, 13/12/2016 - 11:23

Questa è stata la causa principale de NO al referendum: deve essere ben "protetta" per resistere...anzi avanzare! Soggetto miserrimo e disgustoso che rende vieppiù disgustose le scelte del governo Renziloni. La pagheranno cara

unosolo

Mar, 13/12/2016 - 11:25

baratti e ricatti , non è cambiato nulla , questo era apparso ma evidenziato con questo posto importante , come dire se esco parlo e racconto tutto quindi traete le conseguenze e sistematemi . quello che si scriveva in diversi giornali è evidenziato , siamo in mano a esperti in galleggiamento e devono coprire scheletri , e ce ne saranno da coprire,.,

Una-mattina-mi-...

Mar, 13/12/2016 - 11:26

UNA BANDA DI IMPUNITI, voltafrittata e rimangiaparola: in una parola, INAFFIDABILI

dondomenico

Mar, 13/12/2016 - 11:41

Nessuna meraviglia....siamo a PAPEROPOLI ma il guai è che la banda bassotti si è impadronita del potere

Beaufou

Mar, 13/12/2016 - 11:48

Caro Colomba, qui siamo ben oltre il principio di Peter, che ha una sua logica comprensibile. Qui siamo al surrealismo, o alla demenza pura: altro che livello di incompetenza... Ahahah.

Ritratto di italiota

italiota

Mar, 13/12/2016 - 11:49

Lucia Annunziata il 22 maggio 2016: "Ho una sola domanda senza risposte, voglio un sì o un no. Se Renzi perde e se ne va e lascia la politica o no?" Maria Elena Boschi: "Sì. Perchè ovviamente è un lavoro che abbiamo fatto insieme. E quindi ci assumiamo insieme le responsabilità di un progetto politico nel quale abbiamo creduto e lavorato per tanto tempo."

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 13/12/2016 - 11:51

Come con Algerino Al-Fano, questa qua viene bocciata dal referendum popolare e per permetterle di fare gli affari suoi e di partito viene addirittura promossa. Ne' Algerino ne' Madonna Boski hanno le qualifiche per i nuovi posti di responsabilita', ma quando fanno giuramento le capiscono le parole che pronunciano? "Servire nell'interesse della Nazione ...", ma dove? Farsi gli affari di famiglia e della partitocrazia, piuttosto. Paese ridicolo, dove la gente normale e' molto piu' rispettabile dei propri governanti.

il corsaro nero

Mar, 13/12/2016 - 11:52

Ma non aveva detto che se avesse perso il referendum avrebbe abbandonato la politica?

il corsaro nero

Mar, 13/12/2016 - 11:54

Ma dove sono finiti i commentatori che ieri deridevano il giornalista quando ha affermato che l'oca giuliva non avrebbe abbandonato la politica? Patetici!

MOSTARDELLIS

Mar, 13/12/2016 - 12:03

Questo Governo (?) e la Boschi in primis è quanto di peggio potesse succedere agli italiani. Purtroppo Mattarella è complice di questo schiaffo agli italiani, fregandosene di essere il garante della Costituzione difesa dal 60% degli italiani e non da lui. E questo dimostra la sua assoluta assenza di ruolo. Questo è il quinto Governo non solo non eletto dagli italiani, ma addirittura contro gli italiani, i quali con il referendum si sono espressi esattamente al contrario. Che scempio della democrazia.

Trinky

Mar, 13/12/2016 - 12:06

alla faccia di quanto lady etruria ha dichiarato nella trasmissione della Annunziata.... che dicono quei 2 geni di elkin e della professoressa conviene?

Ritratto di Fr3di

Fr3di

Mar, 13/12/2016 - 12:18

nulla di nuovo sotto il sole dalla zona PD si .. no .. l'unica cosa che cambia è che se avesse vinto il si avrebbero avuto un potere assoluto. il problema non sono loro, li conosciamo, ma quelli che ancora li sostengono

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 13/12/2016 - 12:18

La coerenza fatta persona. Che donna insulsa.

boffodocet

Mar, 13/12/2016 - 12:20

il governo gentiglioni non è nato per un caso fortuito ma secondo le precise indicazioni di pinocchio, con boschi a fare da cane da guardia e verdini come esterno pronto a far cadere il governo in caso di necessità. alla faccia degli italiani

lavieenrose

Mar, 13/12/2016 - 12:20

il potere di ricatto della boschi è enorme, se parla cade mezzo pd ed è per questo che è intoccabile. Chiaramente la magistratura non si muoverà, mica è in quota berlusca.

achina

Mar, 13/12/2016 - 12:21

Così ora abbiamo compreso quale sia il concetto di meritrocazia per il PD! La mini/estra che fa riforme bocciate dalla maggioranza degli Italiani: PROMOSSA. L'altra bocciata dalla Consulta: MANTENUTA!

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 13/12/2016 - 12:45

Se è vero che tutto deve passare da lei, ciò significa che Boschi sarà un organo di controllo nel nome di Renzi. Poi faranno entrare nel governo un "operante" nel nome di Verdini ed il minestrone sarà pronto per essere servito a quel 60% di Italiani che hanno votato contro Renzi, anche se per il momento il "vate" sarà tenuto discretamente nascosto. Viva la democrazia, laddove c'è.

Duka

Mar, 13/12/2016 - 13:16

E si rimane per tener caldo la seggiola del pigmalione.