Renzi lavora al piano B: la presidenza del Senato se il Pd fa quasi pareggio

In caso di larghe intese, il leader pretende il posto. Felice anche il partito, che se ne libera

Al Nazareno umore e sondaggi sono sempre più depressi. Lontano anni luce il 40% delle Europee del 2014, inarrivabile la soglia del 30% che fino a sei mesi fa Matteo Renzi dava per acquisita, ora è a rischio anche il 25%, quota minima per evitare la débâcle e una resa dei conti interna a cui difficilmente il segretario dem potrebbe sottrarsi. Soprattutto se venissero confermate nelle urne le ultime rilevazioni che vedono un Pd decisamente più vicino al 20 che al 25%, con una flessione drammatica in alcune regioni del Sud. In Sicilia, per dire, c'è chi teme che il crollo di consensi possa sprofondare addirittura fino al 15%. Stesso discorso per la Sardegna. Così fosse, per il Pd sarebbe un vero e proprio tracollo, con Renzi destinato a finire sul banco degli imputati con poche speranze di salvezza. E questo nonostante i nuovi gruppi parlamentari che saranno blindati da deputati e senatori ultrafedelissimi, al punto che al Nazareno c'è chi parla ironicamente di «Guardia repubblicana» del segretario. Per l'ex premier, d'altra parte, sarebbe solo l'ultima di una lunga serie di batoste elettorali: dalla disfatta alle comunali di Roma e Torino nel giugno del 2016 fino alla sconfitta in Sicilia di 4 mesi fa, passando per il fiasco referendario del 4 dicembre 2016.

Ci sta, dunque, che il segretario dem stia già studiando un piano B per cercare di uscire dall'angolo se, come sembra, l'aria dovesse farsi troppo pesante. E siccome Renzi è uno che le cose le fa in grande, l'idea che sta accarezzando da qualche giorno a questa parte è quella di arrivare fino alla presidenza del Senato. Si tratta, ovviamente, di uno scenario plausibile solo nel caso in cui le urne ci consegnino un risultato di quasi pareggio, con centrodestra e M5s che non hanno i numeri per sostenere da soli un governo. Al di là delle dichiarazioni di queste ore, infatti, in un simile contesto è altamente probabile che si faccia il possibile per evitare di ritornare al voto e si provi invece a mettere insieme un governo di larghe intese. «È a questo punto - racconta un ministro che ha avuto occasione di parlare con Renzi in questi giorni - che l'ex premier metterebbe sul tavolo la presidenza del Senato». D'altra parte, sempre in caso di quasi pareggio, sarà proprio la nomina dei successori di Laura Boldrini e Pietro Grasso il primo banco di prova di eventuali convergenze in vista di possibili larghe intese. Le Camere, infatti, sono convocate per venerdì 23 marzo e quasi certamente nella settimana successiva si voteranno entrambi i presidenti.

Insomma, per portare il Pd dentro una maggioranza di larghe intese, Renzi vorrebbe in cambio lo scranno più alto del Senato. Un'operazione - spiega un suo fedelissimo, anche lui futuro senatore - che potrebbe trovare la sponda dei big del Pd, ben contenti di liberare finalmente la segreteria dem. Dal canto suo, grazie al nuovo ruolo istituzionale l'ex sindaco di Firenze riuscirebbe a «ripulirsi» dai disastri politici ed elettorali degli ultimi anni. Un disegno, quello di Renzi, piuttosto ambizioso. E che rischia di andare a sbattere contro le resistenze di chi - non solo nel centrodestra - farà invece il possibile per non concedere all'ex premier alcuna ancora di salvezza. Non è un mistero, per esempio, che in Forza Italia Renzi sia tuttora considerato altamente inaffidabile. A differenza, solo per fare un nome, di Paolo Gentiloni.

Commenti
Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 12/02/2018 - 08:51

Un bel calcio nel sedere e mai una poltrona del genere. Dovrebbe essere la seconda carica dello Stato un buffone che ha preso in giro tutta Italia, che aveva dichiarato di lasciare la politica e che ora, secondo l'articolo, dovrebbe barattare un posto del genere anziché togliersi dalle palle una volta per tutte. Io non accetterei mai un compromesso (ricatto) del genere. I suoi problemi restano i suoi non devono diventare nostri.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 12/02/2018 - 09:05

Anche io ho un piano B=B-uttiamolo fuori il 4 marzo,è un pagliaccio incapace di governare un condominio,figuriamoci l'Italia.

OneShot

Lun, 12/02/2018 - 09:11

Ah ah ah e chi lo vuole? E perchè mai la forza politica che vince avrebbe bisogno di un antagonista in senato? Ovviamente al netto di qualche inciucio di cui non ne avremmo bisogno...

daniel66

Lun, 12/02/2018 - 09:16

guardateli attentamente, ricordateveli e ricordatevi soprattutto a chi sono aggregati, poi decidete...

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 12/02/2018 - 09:21

Ma quali larghe intese! Non si fanno prigionieri!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 12/02/2018 - 09:25

Nnn basta che ci abbiano regalato Grasso e Boldrini?

Albius50

Lun, 12/02/2018 - 09:37

La foto che avete allegato all'articolo è il SIMBOLO della spero FUTURA DISFATTA del PD.

Anonimo (non verificato)

Zizzigo

Lun, 12/02/2018 - 10:05

Forza Renzi! dagli sotto! che più ti vedono e sentono, più voti perdi!

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Lun, 12/02/2018 - 10:13

...e ancora hanno il coraggio di ridere questi 6 poveri miseri politucoli. Che persone orrende!

RNA

Lun, 12/02/2018 - 10:15

SE LO SOGNA! PRESIDENZE PER GLI ALLEATI LEGA E FDI , ALLA TERZA GAMBA UN PREDELLINO.

Gianni000

Lun, 12/02/2018 - 10:18

berlusconi smentisca altrimenti perde voti. il cazzaro con quel potere farebbe naufragare tutte le leggi ed iniziative che arrivassero al senato a lui scomode. vi ricordate i danni che ha fatto la boldrini.

cameo44

Lun, 12/02/2018 - 10:22

Renzi Gentiloni ed il PD tutto vanno in giro dicendo cosa hanno fat to che loro sono un partito serio e di governo peccato che nessuno dica a questi signori che con il loro Governo sono aumentati i pove ri quasi seimilioni sono aumentati gli sbarchi senza controllo con l'invasione negata delle nostre città per non parlare del dilagare la criminalità ormai senza controllo Renzi accusa gli altri di fare promesse da babbo Natale ma lui ed i suoi Ministri stanno dando mance e mancette come i rinnovi dei contratti nella speranza di ra cimolare qualche voto

kaleos2023

Lun, 12/02/2018 - 10:23

AHAHAH oramai più che giornalisti potreste essere definiti "romanzieri di quart'ordine". Il "futuro senatore" la debacle del PD: vorrei ricordare che alle Europee il M5st era dato per vincente e PD perdente; forse un po' di prudenza non guasterebbe. Ne parleremo dopo psudo giornalista: non sapete più cosa inventarvi. Forse qualche romanzetto nella sua coalizione (sic) di destra ci starebbe pure bene: così possiamo continuare a divertirci...

Duka

Lun, 12/02/2018 - 10:34

la bella, il buffone e l'orrido

maurizio50

Lun, 12/02/2018 - 10:36

Se la maggioranza sarà di Centro Destra i posti delle Istituzioni devono andare a rappresentanti del Centro Destra. Così hanno fatto i Compagni PD e associati cinque anni fa; così si dovrà fare nei prossimi cinque anni.La Sinistra, tutta la Sinistra, stia all'opposizione!!!!

kobler

Lun, 12/02/2018 - 10:47

Al Senato? Caso mai in galera per tutti gli imtrallazzi che hanno fatto lui, la Boschi e gli altri del loro giro. Non si possono ammettere truffatori nel Parlamento e chi non li allontana è complice!!! Fa la coalizione con FI? PAghi anche FI che tira dentro un elemento truffatore seriale!

tosco1

Lun, 12/02/2018 - 10:53

Forse , il 1.4.2018, potrebbe essere il giorno giusto.

umbe65it

Lun, 12/02/2018 - 10:55

Il suo posto sarebbe quello di presidente della camenra. Insieme a scalfaro, napolitano, pivetti, violante, casini, bertinotti, fini e boldrini ci farebbe il suo bel figurone. Anche andando indietro negli anni, poi, non è che sia mai andata molto meglio tra comunisti e socialisti.

Giorgio Rubiu

Lun, 12/02/2018 - 11:20

#kaleos2023 - Vedremo se riderai ancora tra il 5 Marzo, a spoglio delle schede avvenuto. Divertiti ancora per i prossimi 20 giorni, poi il brusco inevitabile risveglio e la fine dei tuoi rosei sogni. Chiunque avrà la meglio, sono sicuro che non sarà Renzi. Ti aspettiamo qui, in questo forum, dopo il 5 Marzo e di nuovo dopo il 23 Marzo.

poli

Lun, 12/02/2018 - 11:20

speriamo nella saggezza del POPOLO ITALIANO.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 12/02/2018 - 12:03

lavorare al piano B cosa significa?? piano B inteso come lato b ossia inteso come sedere?? per renzi non sarebbe cosa nuona ma sicuramente molto impegnativa dato che non sono pochi nel suo partito i trinariciuti con tre chiappe ed in certi casi la cosa si potrebbe fare molto interessante: forza quindi a renzi perche in caso di spogliarello potremmo avere a che fare con piani estremamente interessanti: restiamo in sttesa che ne pubblichi i risultati!

Ritratto di adl

adl

Lun, 12/02/2018 - 12:04

Il segretario del PB (Pentole bucate), lavora al piano B, ovvero prova a tappare i buchi.

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Lun, 12/02/2018 - 12:05

Visti così sembrano appartenere al casting economico di una soap opera, ma se li vediamo sotto la prospettiva politica del dopo 4 marzo, allora siamo certi di vederci chiaro: 6 epigrafi!

Libertà75

Lun, 12/02/2018 - 12:06

un 20% secondo me è tanto, io chiederei a questi cosa abbia fatto il PD in Italia per farli stare meglio negli ultimi 5 anni... a meno che in Italia non ci sia un 20% di omosex

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 12/02/2018 - 13:12

ci riprovo: renzi sta lavorando al "piano" B o al "lato" B se al lato B sicuramente è il nostro!

pieriga

Lun, 12/02/2018 - 18:46

Illuso e bugiardo come sempre, il 4 marzo sparirai anche tu, altro che larghe intese