Sicilia, il bluff di Renzi: inaugura il viadotto che non è stato toccato

Il premier riapre il tratto della A19 che Delrio ha chiuso per errore e lo spaccia per grande opera. L'azzurro Miccichè: "Come Totò con la Fontana di Trevi"

In principio è stato il toto-inaugurazione, visto che quel misterioso viadotto Palermo-Caltanissetta, del quale il governo aveva annunciato l'inaugurazione in pompa magna con Matteo Renzi e Graziano Delrio in tandem, non era esattamente identificabile. Poi si è passati all'ironia, feroce. Sì, perché un conto è inaugurare una grande opera realizzata ex novo con tanto di premier e ministro, altro, decisamente altro, è riaprire, semplicemente, un viadotto che esiste da quando esiste l'autostrada e sul quale non è stato fatto alcun lavoro. Un viadotto che è stato chiuso in via precauzionale un anno fa dopo che il viadotto gemello in direzione Catania si era «abbassato» causa frana e piloni danneggiati. E proprio riaprire il viadotto Himera sulla A19 Palermo Catania (in direzione Palermo), viadotto sul quale nulla il governo ha fatto se non verifiche, peraltro tardive, è quello che farà oggi Renzi accompagnato da Delrio.

«Sembra Totòtruffa, Totò che vende la Fontana di Trevi - ironizza feroce il commissario di Forza Italia in Sicilia ed ex ministro Gianfranco Miccichè - è un autentico autogol. Delrio ha fatto chiudere per sbaglio quel viadotto. Le verifiche sulla stabilità sono state tardive e sono durate oltre un anno. Adesso si sono resi conto di avere sbagliato, e che fanno invece di chiedere scusa? Ma credono davvero che i siciliani siano scemi e disponibili a farsi prendere in giro?».

In effetti la riapertura con squilli di tromba e rullo di tamburi di questo tratto autostradale spacciandolo per inaugurazione suona un po' beffa, soprattutto per i siciliani costretti per mesi a deviazioni e disagi indegni di un paese civile. Un anno fa, quando ad aprile la frana - che peraltro, senza interventi, andava avanti da dieci anni - ha abbattuto un paio di piloni, troncando di fatto il collegamento autostradale tra Palermo e Catania e spezzando in due la Sicilia, era stato proprio Delrio, accorso per un sopralluogo, ad annunciare: «Bisogna demolire le due carreggiate e non una sola come si ipotizzava inizialmente». Falso. Subito gli esperti segnalarono che il viadotto in direzione Palermo non aveva subito danni e che, fatte le verifiche, poteva essere riaperto. Ma non furono ascoltati. In pompa magna, quasi come oggi, a ottobre Delrio inaugurò la «bretella» costruita in un paio di mesi necessaria per interrompere quell'avventura degna di Indiana Jones che era, da Palermo, raggiungere Caltanissetta e quindi Catania. Solo dopo le verifiche sono state fatte sul serio. E adesso, a conclusione, dall'Anas è arrivata la conferma: quel viadotto può essere riaperto. E sarà riaperto oggi, da Renzi e Delrio. «All'inizio - racconta ancora Miccichè - non capivo. Conosco bene lo stato delle strade siciliane, e non capivo quale mai fosse questa strada inaugurabile. E avevo ragione. Cercano di spacciare per inaugurazione la riapertura di una strada che c'è già e che proprio Delrio ha fatto chiudere per un errore colossale. Bastavano i controlli fatti subito e mezzo chilometro di intersezione e si sarebbero evitati mesi e mesi di disagi per i siciliani. Siamo stati per un anno in queste condizioni, e adesso usano la riapertura della strada per fare una buffonata, uno spot elettorale per lanciare la candidatura di Faraone (il sottosegretario Davide Faraone, palermitano, plenipotenziario di Renzi in Sicilia, ndr) a presidente della Regione. Ridicoli. Forse - aggiunge Micciché - Renzi ha sentito quel che ha detto Berlusconi nel marzo scorso, quando a Palermo ha ricordato tutte le grandi opere realizzate da noi al governo - dalla Palermo-Messina completata dopo anni alla condotta idrica di Palermo, dalla Catania-Siracusa alla funivia Erice-Trapani - e per invidia, visto che il suo governo non ha fatto nulla, s'è inventato la falsa inaugurazione».

Non è solo Forza Italia a gridare allo scandalo per lo show organizzato oggi dal governo. Protestano anche i Cinque stelle. E critico è anche l'ordine degli Ingegneri di Palermo, che sia pure con toni soft, ricorda che il viadotto poteva essere riaperto 11 mesi fa. E sottolinea che servirebbe fare qualcosa di più per mettere in sicurezza la frana e scongiurare ulteriori danni. Altro che inaugurazione della strada che c'è già.

Commenti

giusemau

Sab, 30/04/2016 - 08:52

Se non ci fossero loro ad allietarci con queste comiche ,sarebbe una noia la politica seria...grazie di esistere ....oh toscanaccio !!!

linoalo1

Sab, 30/04/2016 - 08:54

L'Armata Brancaleone al Governo,ha colpito ancora!!!!

Fjr

Sab, 30/04/2016 - 09:00

Ogni giorno ne scopriamo una nuova ,ma cosa aspettiamo a mandarli a casa?

orso bruno

Sab, 30/04/2016 - 09:02

Buffone e ballista.

senzasperanza

Sab, 30/04/2016 - 09:17

buffoni,buffoni.senza vergogna.povera italia. a che punto siamo arrivati.... compagni, commenti...

buri

Sab, 30/04/2016 - 09:38

niente di nuovo sotto il sole, chi è abituati a bluffare continua a farlo

unosolo

Sab, 30/04/2016 - 10:23

per codesto personaggio è solo gitare , portare i suoi amici in gita e spendere nostri soldi per viaggi e pranzi " chiamati di lavoro ovviamente " spende milioni ogni anno per queste maledette gite a carico nostro.

claudioarmc

Sab, 30/04/2016 - 10:38

Se è tutto vero è solo un BUFFONE

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 30/04/2016 - 11:04

I due governi tecnici sono stati due governi di traditori e farabutti. Questo li rispecchia solo che lo fanno da buffoni.

moshe

Sab, 30/04/2016 - 11:09

E' da interdire per conclamata incapacità di intendere e di volere. Se così non fosse, significherebbe che si tratta del burattino di Collodi.

uberalles

Sab, 30/04/2016 - 15:42

Non per niente, al liceo, lo chiamavano "IL BOMBA"!!!

sergioilpatriota

Sab, 30/04/2016 - 15:50

Renzi inaugura una strada che c'è sempre stata, non è mai crollata nè tantomeno ricostruita. Il prossimo miracolo che farà sarà quello di camminare sull'acqua. L'azzurro Miccichè gli ha coniato un appellativo che gli calza a pennello: il "vannamarchismo" In effetti lo trovo appropriato per un venditore di fumo.

Gianca59

Sab, 30/04/2016 - 16:10

Ho intravisto da qualche parte che in questa ennesima puntata al sud, dopo quella in Campania di domenica scorsa, avrebbe firmato un altro patto per offrire l' ennesima occasione di spendere un po' di soldi agli amministratori locali. Ora aspettiamo che vada anche in Puglia e il tour è completato con grande gioia delle famiglie che in quelle regioni sguazzano negli affari con lo stato....RENZI VATTENE !

ziobeppe1951

Sab, 30/04/2016 - 16:45

Ai PiDioti questo è capace di far credere che entro fine anno inaugurerà la nuova opera e si chiamerà Colosseo

Cheyenne

Sab, 30/04/2016 - 17:36

D'accordo è una pulcinellata, ma miccichè non ha i titoli per parlare

ilbarzo

Sab, 30/04/2016 - 17:46

E' da pensare che questi sbruffoni di politici, prima di recarsi sul luogo dove avviene la manifestazione,si concedano un mega rinfresco a base di cantuccini vinsanto e quant'altro.Non si spiega altrimenti.Altro che comiche!Spero che questo bulletto fiorentino tolga quanto prima il disturbo,poichè ci ha divertito fin troppo.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 30/04/2016 - 18:01

Va ora in onda,in edizione straordinaria, OGGI LE COMICHE:dobbiamo però avvertirvi che il film,per situazioni ed immagini,è consigliato ad un pubblico di soli bambini.