La stangata sulla casa ha ucciso l'Italia

Berlusconi fu sfottuto a morte perché propose l'abolizione dell'Ici sulla prima casa. Semmai andava sfruculiato perché non cancellò l'imposta anche sulla seconda

I patrimoni mobiliari e immobiliari hanno un valore variabile che dipende dal mercato. Lo sanno tutti, tranne gli economisti da cattedra, i quali, quando sono prestati alla politica, combinano solo disastri. Lo abbiamo verificato negli ultimi tempi. Mario Monti, per esempio, ha scatenato il fisco contro la casa persuaso che il mattone fosse un obiettivo facile da colpire e di sicuro rendimento. Non c'è dubbio che le cose stessero così. Un edificio non lo puoi nascondere. È lì, si nota. Basta identificare il proprietario: è un gioco da ragazzi dissanguarlo. Lo massacri con l'Imu, l'Ici, la Tasi eccetera. Lui non ha facoltà di difendersi e non gli resta che pagare. In questo modo lo Stato recupera soldi che usa per le spese correnti e per sistemare - apparentemente - il proprio bilancio dissestato. Peccato che in questo modo lo Stato stesso, lungi dall'arricchirsi, s'impoverisca, oltre a impoverire la collettività costituita per il 70 e rotti per cento da proprietari d'alloggio.

La spiegazione è più semplice di quanto si pensi. Corrado Sforza Fogliani, un esperto in materia di muri, ieri sul Giornale ha fornito l'esempio di una villa a Cortina d'Ampezzo che, acquistata a 20, è stata rivenduta a 7. Perché? Le seconde case sono diventate un debito: non rendono e costano un occhio della testa. Per cui chi le possiede cerca di venderle a condizioni di realizzo. Ma nessuno le compra per il medesimo motivo per cui gli intestatari tentano di disfarsene: sono appunto debiti. Oddio, qualcuno che alla fine se la prende c'è sempre, ma pretende di sborsare un terzo di quanto dovrebbe, altrimenti rifiuta di concludere l'affare. Ovvio.

Questo discorso di immediata comprensione non riguarda solamente gli chalet di Cortina e, in genere, le dimore di lusso, bensì anche quelle dei poveri cristi che si sono svenati per assicurarsi un tetto sopra la capoccia, un bilocale o un trilocale, accendendo mutui opprimenti e dando fondo a sudati risparmi. Essi hanno investito fino all'ultimo centesimo, impegnandosi con la banca per anni e anni allo scopo di avere un proprio appartamento, sicuri che il suo valore sarebbe aumentato e mai diminuito; poi però si sono trovati in brache di tela per effetto della politica idiota degli intelligentoni specialisti (sedicenti) di macroeconomia e completamente ignoranti in economia domestica, presuntuosi, spocchiosi e cattedratici della mutua.

Costoro infatti che hanno combinato? Udite. Tassa, più tassa, più altre tasse, sono stati capaci di provocare l'abbattimento dei prezzi degli immobili - tutti gli immobili - di quasi il 50 per cento di quanto furono pagati in origine. Ergo, se il ragioniere Rossi o l'operaio Bianchi avevano sborsato 200mila euro per un alloggio a Peschiera Borromeo (hinterland di Milano), sottoponendosi a sacrifici bestiali, oggi il loro quartierino quota al massimo 120mila euro. Bell'affare. Poiché i Rossi e i Bianchi sono milioni, ciò significa - tirando le somme - che la ricchezza complessiva degli italiani, quindi della nazione, è calata in poco tempo di circa la metà o giù di lì. Però, che razza di geni sono i cervelloni impegnati a raggranellare soldi sfruttando l'edilizia! Sono riusciti nel giro di una manciatella di anni a immiserire il Paese e i cittadini nell'errata convinzione di salvare i conti pubblici. Uccidere il mercato della casa e uccidere la Patria è stata una cosa sola.

I fautori di questa politica stolida andrebbero non dico passati per le armi, visto che siamo discepoli di Cesare Beccaria, ma almeno presi a calci nel didietro. Invece no. Siamo ancora qui a dire che hanno agito per il nostro bene. Quale bene? Se siamo con l'acqua alla gola, e casomai obbligati a cedere quattro stanze con un servizio non per sfizio, bensì per sopravvivere, a malapena recuperiamo due terzi di quanto ci spetterebbe.

Silvio Berlusconi fu sfottuto a morte perché propose l'abolizione dell'Ici sulla prima casa. Semmai andava sfruculiato perché non cancellò l'imposta anche sulla seconda. I soloni che gli sono succeduti hanno fatto disastri e non c'è anima che li decapiti almeno virtualmente. Macché, eccoli lì gli economisti dei miei stivali a concionare sulla necessità di inasprire le rendite catastali, quasi che fossero indicative di qualcosa. Imbecilli, ma non capite che tali rendite non si possono stabilire a tavolino poiché correlate alle stime di mercato? Stime che mutano in base al vento che tira nel Paese e non nei vostri palazzi mefitici frequentati da fessi boriosi e inetti.

 

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 26/08/2014 - 19:19

e qui credo che feltri abbia sbagliato su un dettaglio: berlusconi non potè, neppure volendo, cancellare l'imposta sulla seconda casa perchè la sinistra voleva impedire, ha cercato di rendere dura la vita, ed infatti i risultati sono quelli che si vedono oggi: tasse aumentate, poveri aumentati, ridotti i salari, e lavoro, ridotte la opportunità di creare la ricchezza... il tutto pur di non voler berlusconi al governo. chi sono i stronzi in italia? vi dò alcuni indizi: sono 10 milioni, si fanno chiamare coglioni, e non sanno distinguere la verità da una bugia!!

celuk

Mar, 26/08/2014 - 19:23

...e non si trova più nessuno disposto ad investire per affittare...(già la situazione era critica con le leggi che impediscono lo sfratto)

BruceHarperWayne

Mar, 26/08/2014 - 19:34

Si ricorda ai gentili lettori che l'editore di questo Giornalone ha votato sia l'IMU di Monti che la Tasi di Letta. Altro che l'uomo che abolì l'ICI, la storia amici va raccontata tutta, ma proprio tutta. Cosa dovrebbe fare Berlusconi per recuperare milioni di voti? dire chiaramente di aver sbagliato a sostenere determinate politiche fiscali e porvi rimedia mettendo come condizione imprescindibile per dare sostegno a Renzi sulle riforme, un abbattimento significativo della pressione fiscale sugli immobili.

lamwolf

Mar, 26/08/2014 - 19:38

Si paga e si tartassano le famiglie solo per far fare cassa alla politica incompetente. Il mattone è stato sempre l'investimento che ha tenuto a galla il paese. Ma la casa è vessata da aumenti spropositati, bollette indecenti e rendite catastali vergognose, Ici, Imu. Tasi una girandola di tasse vergognose. Ma mi chiedo ho pagato la Bucalossi, allacci, tasse comunali, costruito un casa con mille sacrifici, non andando in vacanza per cinque anni. Lo Stato, solo tasse mai un aiuto e poi la tassa vergognosa a vita sulla prima casa. Il dramma è una politica becera, litigiosa e confusionaria. Parlamentari oltre 900 inutili ma utili alla propria causa il proprio conto corrente e che non sanno prendere iniziative se non quello di vessarci 365 giorni all'anno, casa, pensioni, stipendi e rincari quotidiani. Vergogna!

Ritratto di combirio

combirio

Mar, 26/08/2014 - 19:41

Dott. Feltri Aggiungo un particolare, nel mio caso, la mia casa tre anni fa per me aveva raggiunto un bel valore se avessi avuto bisogno di accedere ad un mutuo la banca rifacendosi all' immobile mi avrebbe concesso una cifra consistente. Se presentassi adesso la domanda visto che l' immobile vale la metà si adeguerebbero di conseguenza. Questo dedicato a tutti gli stupidi che hanno sostenuto politici idioti per farsi male da soli. Considerando che il principe di questa idea vive con un vitalizio a vita di 25000 euri alla nostra faccia.

libertyfighter2

Mar, 26/08/2014 - 19:46

Si... E invece accorgersi che questo sarebbe avvenuto diversi anni dopo è intelligente? Io lo dissi il primo giorno, ma tutti i giornali a minimizzare. Oggi, piangono sul latte versato, ma proposte di impiccare chi proponeva IMU, TARI TASI e fancazzia bella, non ho letto nulla. Bastava saper fare 2+2... ma niente. E bastava, ALLORA, andare a comprarsi un appartamento ad Atene. Lo vuoi 20000 euro ed è tuo. Come mai? Chiedete un pò quanto pagano di tasse sulla casa lì. MA NIENTE, giornalisti a pecora e valanga di idiozie sul fatto che fosse "necessario". La verità è che siete buoni, come categoria solo a fare lacrime di coccodrillo. E io, mi sono rotto le scatole. Pure di leggere che guarda un pò,le partecipate statali sono tutte in perdita e di oltre mille non si sa proprio nulla. MA CHE NON SI SAPEVA GIA' DIECI ANNI FA? Che me lo dici adesso che senso ha? Senti la mia profezia. Paese finito, disastro economico, bancarotta stile argentina e probabile guerra civile. Lo dico OGGI, non dopo che sarà avvenuto. Mi assumete come giornalista?

Francesconelio

Mar, 26/08/2014 - 19:50

I nostri ultimi governi (si fa per dire) non hanno più sovranità, soprattutto in materia economica. Ecco cosa ci ordina la UE in una letterina pre-estiva: "Il Consiglio è del parere che siano necessari sforzi aggiuntivi, in particolare nel 2014, per garantire la conformità ai requisiti del patto di stabilità e crescita". Ed ecco l'elenco dei compiti a casa per renzi-Padoan: "Vi è pertanto il margine per spostare ulteriormente il carico fiscale verso i consumi, i BENI IMMOBILI, e l'ambiente nel rigoroso rispetto degli obiettivi di bilancio". Ah, manca una cosa: "... è determinante anche una revisione delle aliquote ridotte dell'IVA". Ce lo chiede l'€uropa! Ce lo ordina! Diktat!

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Mar, 26/08/2014 - 19:57

E non è finita: a forza di migliaia di immigrati nulla-tenenti e ignoranti quanto a scolarizzazione, i quartieri italiani vanno in degrado perchè, non solo il prezzo al mq è crollato, ma anche i prezzi degli affitti...negli stessi quartieri un tempo abitati dal ceto medio, citato dall'Autore. Conclusione: una Torre di Babele, cioè l'Apocalisse, con i proprietari, perlopiù coppie di anziani, che si ritrovano a convivere con la feccia di mezzo Pianeta, in un quartiere, una volta residenziale, oggi simile alla suburra di Calcutta. Italiani traditi dai Komunisti senza Dio, senza ideali, senza idee nè princìpi morali

laura

Mar, 26/08/2014 - 20:04

Era quello che voleva l'Europa. Come si permettono gli Italiani di avere più' ricchezza privata degli altri paesi? Rendiamoli più' poveri e facciamo felici quelli che dicono: io sto male, ma almeno stai peggio anche tu. Evviva il socialismo e la miseria per tutti. Questa e' l'Europa. UNA SCHIFEZZA!!

GVO

Mar, 26/08/2014 - 20:08

.....vorrei sapere il nome e il cognome di chi ha dato la laurea al grande economista Monti laureato alla Bocconi o in Albania non so? .......

Nebbiafitta

Mar, 26/08/2014 - 20:16

L'Italia è stata uccisa e ora siamo in attesa di seppellirla. In queste condizioni è impossibile farla risuscitare!

m.nanni

Mar, 26/08/2014 - 21:45

in Italia vi sono i bolscevichi al potere e i quaqquaraquà del centrodestra all'opposizione che non riescono neppure a far togliere a Monti l'ingiusto incarico di senatore a vita assegnato imponderatamente da Napolitano per fottere Berlusconi.

Ritratto di c_gera

c_gera

Mar, 26/08/2014 - 21:51

Quello che sta avvenendo sulla casa lo considero il più alto tradimento che lo Stato italiano abbia mai commesso nei confronti dei suoi cittadini. E' nota l'assoluta incapacità dello Stato di affrontare e risolvere il problema della casa nel nostro Paese con una edilizia pubblica pressoché inesistente con interminabili graduatorie per avere un alloggio pubblico. Tutto questo aveva portato agli altrettanti noti blocchi degli sfratti che aveva scoraggiato l'investimento immobiliare finalizzato alla locazione rendendo introvabile una casa in affitto. Tutto questo ha costretto i cittadini ad acquistarsi la propria abitazione con lunghi ed onerosi mutui, con il risultato che oltre l'80% delle famiglie abita in casa di proprietà, record europeo se non mondiale. E questo è dipeso, ripeto dall'incapacità dello Stato. Che succede ora? Succede che lo Stato non solo non ringrazie chi gli ha tolto le classiche castagne dal fuoco risolvendo in autonomia l'annoso problema della casa, No, li considera pure dei ricchi anche se in realtà sono ancora indebitati fino al collo con i citati mutui. Possibile che nessuno dica mai come stanno le cose nel resto del continente? Se ovunque si paga, bene, paghiamo anche noi, con tutti i se ed i ma che vogliamo inventarci, ma se all'estero non si paga oppure se quello che si paga include una serie di servizi che vengono poi erogati gratis? Solo noi dovremmo pagarli due volte?

cgf

Mar, 26/08/2014 - 22:35

comprato casa nuova [ahimè] nel 2008, v[d]olessi venderla oggi mi potrei ritenere fortunato a rimetterci [solo] 30mila euro!! Appena tornato da Australia et Singapore, ovunque girassi vedevo gru, addirittura vicino a Darwin sta sorgendo una nuova cittadina. In Italia hanno ammazzato l'edilizia e quella non è solo mattone/cemento e muratori, ma anche trasporti, falegnami, elettricisti, etc etc tutto quello ruota intorno ad una casa. In varie parti d'Italia si scoperchiano i capannoni sfitti o si demoliscono le pareti, nel primo caso non si paga e nel secondo vi sono forti riduzioni in quanto si trasforma in tettoia, ma come siamo ridotti?

Magicoilgiornale

Mar, 26/08/2014 - 22:53

SMETTIAMOLA DI PARLARE DI CHI E DI COME, LA VERITA' E'SOLA UNA GLI ENTI LOCALI NON VOGLIONO ALTRO CHE TASSE SIMILI E PER QUESTO ESISTEVA ISI POI ICI POI IMU ETC, CONOSCETE UN COMUNE CHE NON CI INTRALLAZZI?

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 26/08/2014 - 23:24

BruceHarperWayne Berlusconi a votato si per l'Imu ma escludendo la 1° casa , si vede che sei di stampo comunista ...racconti balle.

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 26/08/2014 - 23:36

laura Mar, 26/08/2014 - 20:04 Era quello che voleva l'Europa. Come si permettono gli Italiani di avere più' ricchezza privata degli altri paesi? No Laura e quello che hanno sempre voluto i nostri comunisti statali in odio a chi lavora nel privato magari riuscendo nella vita a realizzare qualcosa . QDIO DI CLASSE ALLO STATO PURO . Ora e evidente ci sono riusciti in pieno , eliminazione delle classi sociali , ne restano solo due i poveracci e i comunisti tutti intubati nel posto fisso statale. Adesso procedono con la pulizia etnica tassando gli immobili a livello di esproprio costringendo la gente a scappare all'estero . La sostituzione e' già pronta con la nuova carne elettorale ... gli stanno già organizzando sistemazioni , diaria fissa di mantenimento , il bello e' che una parte di Italia che viene suicidata a forza non si rende conto di cosa sta accadendo e al momento opportuno non va nemmeno a votare.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 27/08/2014 - 00:02

Il problema è che tutti conosciamo il sistema di governo della sinistra che sa solo tassare. Una parte di italiani però finge di non saperlo e nonostante vengano ferocemente tassati continuano ottusamente a votare per i trinariciuti. DICIAMOGLIELO: LA VOLETE FINIRE DI CREDERE ALLE FAVOLE DI COLORO CHE SANNO SOLO RUBARCI I SOLDI?

luca 1972

Mer, 27/08/2014 - 00:04

La mia ha perso un quarto di valore, il conto e' a zero i comunisti mi hanno rovinato,ma moriranno nella loro presunzione prima di ammetterlo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 27/08/2014 - 00:39

Io la pregherei, caro Feltri, di chiedere a nome mio e di molti altri suoi ex elettori al suo amico nonchè datore di lavoro perchè a suo tempo appoggiò il governo monti, e soprattutto, sic rebus stantibus, cosa aspetta a far cadere il governo attuale. Non mi risulta infatti che il pagliaccio fiorentino voglia abolire o ridurre le tasse sulla casa, eppure Forza Italia continua ad aiutarlo in ogni modo nel massacro, iniziato da monti appunto, che sta portando a compimento. Glielo chieda, per favore, e ci faccia sapere. Grazie.

gianni59

Mer, 27/08/2014 - 04:25

non è così... la casa dove sono nato è stata valutata prima dell'euro 450 milioni di lire. Ora vale almeno 800 mila euro. Per me (salvo il fatto che diversamente da quanto ho fatto,oggi non potrei assolutamente "riscattarla" da mio fratello)non è cambiato nulla perché ci abito, ma chi aveva soldi per comprare si sarebbe visto il capitale quasi quadruplicare. Quale investimento dà questi risultati in così pochi anni? Per questo in Italia nessuno ha più investito e fatto girare l'economia! Si sono buttati tutti sulla casa ( col beneplacito dei governi che incassavano soldi sicuri) e immobiliari, costruttori e speculatori si sono arricchiti! Quindi non si è dimezzato il patrimonio ma sta, lentamente, tornando alla normalità. Quale giovane puà permettersi un mutuo "ragionevole" per comprare casa ai prezzi attuali? Più delle tasse è dunque la "giusta valutazione" che sta riabbassando i prezzi anche a discapito di chi è cascato nel raggiro.

colian

Mer, 27/08/2014 - 06:13

Caro dott. Feltri come sempre unico profeta nel mare di incompetenti, sin dai tempi in cui metteva in prima pagina il debito pubblico già catastrofico 20 anni fa, vorrei peró sottolineare un altro paradosso: IL CROLLO DELLE COMPRAVENDITE HA FATTO FORSE PERDERE AL FISCO PIÙ SOLDI DI QUANTI NE INCASSA CON LE ODIATE PATRIMONIALI. Mettiamoci anche il crollo delle richieste di licenze edilizie, il milione di posti di lavoro persi dall'edilizia dal 2007 ad oggi, le 100 mila imprese chiuse fallite o inattive.... un colossale effetto boomerang per lo Stato estorsore che incasserà sempre meno, mentre se avesse INCENTIVATO gli acquisti di immobili poteva alimentare uno dei principali motori della ripresa economica, come avvenuto con successo negli Stati Uniti.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 27/08/2014 - 06:46

Senbra quasi che i mafiosi che sono al governo, in comunella con le banche, abbiano trovato in modo di spennare la maggior parte degli Italiani. Come lavorano, è molto semplice, Monti, il banchiere ha cminciato, aumentando le tasse sulla casa, I suoi amici COMUNISTI non avendo fantasia, si sono trovati il filone d`oro in mano senza saperlo e visto che molti della popolazione hanno problemi e non possono permettersi di pagare più di quel tanto, si mettono la casa in vendita!!! E QUI ARRIVANO I DIRIGENTI STATALI E LE BANCHE,( sotto nome di compagnie diverse, comperano con danaro pubblico RUBATO ALLA POPOLAZIONE ). Chiamiamoli fessi questi COMUNISTI ??? Ma cosa fà in cambio il popolo CAPRONE, si lamenta nei bar e i tutti gli angoli delle strade , ma al momemento opportuno li "RIVOTA". CIÒ FA CAPIRE CHE L`INTELLIGENZA DI UNA PARTE DELLA POPOLAZIONE, È PROGRAMMATA DA DIRIGENTI CHE AGISCONO IN MALAFEDE (PROTETTI DALLO STATO) AI DANNI DELLA POPOLAZIONE.

vince50_19

Mer, 27/08/2014 - 08:03

Dal 2011 ad oggi siamo passati dai circa 9 miliardi di euro "impositivi" ai 28 miliardi di euro di oggi, attraverso Monti prima, poi Letta ed ora Renzi. Chi sostiene questo non è certo Brunetta ma Ricolfi, l'economista di sinistra Luca Ricolfi!!! Le imposte sulla casa hanno praticamente strozzato l'economia italiana, fermandola bruscamente. Ma chi è l'unico denominatore di questo sfascio, quello che parla anche di cessione di sovranità? Un tizio che non molla anzi, minaccia di andarsene se non si fa come lui dice. Della serie, Giorgio stabilisce l'agenda e Matteo esegue pedissequamente.. "Il ragazzo si sta facendo".. Azz.. Infatti oggi come oggi della riforma del senato non gliene frega un cazzo a nessuno come prioritaria, semmai l'economia è quella che interessa. Ma qui niente, solo aria fritta, decrescita continua mente impazza la politica degli annunci in perfetta regola demo pluto cattocomunista, peggio di quella dell'omo di Arcore.. Mentre la Ue ci spenna come più le pare e piace, mentre i migranti di donna Prassede vengono trattati con i guanti ed Al Qaeda ingrassa i propri forzieri per portare avanti la guerra "santa, il jihad contro gli "infedeli".. Siamo nella merda? Eccome se non lo siamo! Altro che giocare a SB si - SB no, a dare addosso a questo o a quel partito, a coglioneggiare a dx e a sx giusto per rifiatare!!! cosa potrebbe salvarci?^ Mettere da parte vessilli ideologici e far fronte unico a questo sfacelo tanto "caro" alla massoneria reazionaria d'oltre Atlantico. (1° invio)

tsfulvio

Mer, 27/08/2014 - 08:04

Questi economisti hanno studiato tanto ma non gli è servito a nulla. Le tasse sulla casa hanno ammazzato l'economia nazionale a fronte di una veloce produzione di liquidità servita in primo luogo a salvare il MPS. Ma al di là di questo la vera paralisi si chiama IMU e Tasi anche sulle seconde case perchè è proprio qui che si è fermata l'edilizia e a poco servono gli incentivi alle ristrutturazioni, sì ben vengano ma valgono per i lavori immportanti, ma se un proprietario paga questa caterva di tasse poi non esegue lavori di minor entità, da qui i problemi con Ideal Standard, Richard Ginori Elettrolux e le numerose fabbriche di lampadari in Veneto. Logico o si pagano le tasse o si rinnovano gli accessori ci vuole poco a capirlo.

Ritratto di pedralb

pedralb

Mer, 27/08/2014 - 08:08

Non dimenticate poi le migliaia di posti di lavoro persi nell edilizia e nei settori collegati.....gli unici a non aver sofferto sono quei ladri di politici e dipendenti statali....che contrariamente si sono arricchiti......MA PER POCO.

Duka

Mer, 27/08/2014 - 08:20

Ma Toh guarda: grazie PCI, PDS,DS, PD passato per Querce e Ulivi-

Paolo5964

Gio, 28/08/2014 - 14:20

Egregio Direttore, Personalmente penso che abbiano alla fine semplicemente "chiuso il cerchio". Tutti ci siamo chiesti il perché dello strano cambio lira/euro (1936.27 lire) invece di tenere, banalmente, il valore dell'Euro pari a quello del Marco (ovvero circa 1000 Lire). Secondo il mio modestissimo parere, lo scopo era quello di creare una svalutazione fortissima ma non dimostrabile. Nel 2001 chi possedeva, pe esempio, 100 milioni di Lire in banca, si è trovato nel 2002 ad avere in banca 50mila Euro (e ben sappiamo ora, ma anche poco dopo il 2002, che 50.000 Eur non erano e non sono affatto 100 milioni di Lire): di conseguenza anche il debito pubblico dai circa 2640 miliardi di Lire si è di colpo "ridotto" a circa 1360 milioni di Euro! Purtroppo però non avevano previsto che le case invece tenessero il potere di acquisto: infatti chi aveva una casa da 100 milioni di Lire si è ritrovato, poco dopo il 2002, ad avere una casa il cui valore era di circa 100 mila Euro. Il valore immobiliare non era raddoppiato, aveva semplicemente mantenuto il vero potere di acquisto. Adesso, grazie alle folli manovre, si è ottenuta anche sull'immobiliare una svalutazione di circa il 50%, guarda caso... Ma è solo un mio forte e magari banale sospetto... Cordiali saluti.