Carolyn Smith: lotta indomita contro il cancro

Carolyn Smith si offre senza più timore al pubblico mostrando la calvizie, conseguenza della chemioterapia, per lanciare un forte e deciso messaggio di speranza e fiducia nel domani e commuove con la sua forza e delicatezza

Carolyn Smith, giudice del programma di Milly Carlucci Ballando con le Stelle, ha fatto il punto sulla malattia con cui combatte da settembre 2015 domenica scorsa mentre era ospite di Domenica In.

Ad una visibilmente commossa Paola Perego, la maestra di ballo scozzese ha raccontato che ogni settimana si sottopone alla chemioterapia e che il tumore sviluppatosi al seno sta regredendo; a marzo terminerà la cura e si opererà ad aprile cosa che fino ad ora ha dovuto posticipare per via della grandezza del nodulo. È una donna speciale la Smith e ha già organizzato i tempi dell'operazione così da poter partecipare alla trasmissione nel giro di meno di una settimana: “Ho programmato ogni dettaglio, mi farò operare di lunedì, così al sabato sarò in trasmissione, ma ho promesso ai medici che alzerò le palette con la mano destra, visto che il braccio sinistro non lo potrò muovere”. Durante l'intervista, la donna ha ammesso che l’inizio è stato difficile perché la scoperta è stata casuale e subito dopo è subentrato il rifiuto: la madre e la sorella non sono sopravvissute al cancro ed è stato diagnosticato anche a suo padre; lei stessa ha ricordato che la prima persona a cui lo disse fu proprio Milly Carlucci della quale è molto amica.

Dopo qualche mese, la giudice ha ricordato di aver ha ritrovato lucidità, sottoponendosi agli esami che l’hanno portata a intraprendere il percorso che sta vivendo oggi. Dalla sua ha tanti amici e l’affetto del marito Tino Michielotto ma soprattutto un temperamento gioioso e mai domo; la passione per la danza è stata la sua forza e la sua uscita di sicurezza dalle prove dure a cui l’ha sottoposta la vita. Adesso è serena Carolyn che, negli anni, ha imparato a conoscersi e a combattere: è stata una lezione di vita impartita dalla madre, necessaria ad affrontare con determinazione ogni giorno con il sorriso, portando allegria anche in luoghi dov’è difficile pensare di trovarla.

In ospedale, ha ricordato la Smith, balla con l’albero a cui appendono la flebo, volteggia con medici e pazienti e progetta una collaborazione col reparto oncologico che potrebbe vederla mettere a disposizione al servizio dei degenti le sue capacità di insegnante; come lei stessa ha sottolineato, lo spirito è importante, è un alleato fortissimo contro questa malattia. Parlando di se stessa, ha spiegato che l’intruso, così chiama il carcinoma, è molto aggressivo ma non ci sono metastasi e i due team di medici che la seguono a Padova e a Roma sono fiduciosi e lei non ha più paura, nemmeno di mostrare il cranio calvo come conseguenza della cura.

Si veste con vestiti larghi e variopinti, disegnati da Alvise delle Spose di Cocò, perché la chemio le fa prendere tre/quattro taglie velocemente e in testa mette turbanti colorati Aurora e cappellini anche se non ha problemi a mostrarsi senza capelli. Si accetta e si piace e desidera condividere la sua esperienza nella speranza di poter essere utile a chi si trova nelle sue condizioni perchè guarire si può.