I due gemellini pop che la Spagna ama più degli One Direction

I Gemeliers hanno 16 anni e sono esplosi nel talent La Voz Kids. Al Summer Festival hanno confermato tutto il loro potenziale

Proprio così: sono bastati pochi secondi sul palco del Coca Cola Summer Festival per accorgersi che anche qui da noi i Gemeliers hanno un seguito di pubblico mica male. Quando hanno cantato la loro No hay nadie como tu , la risposta in platea è stata quella che di solito si riserva alle giovani rivelazioni pop: entusiasmo, urla, sorrisi.

In fondo, giovani sono giovani, anzi giovanissimi. Jesús e Daniel Oviedo Morilla hanno compiuto sedici anni (sono nati a Mairena de Aljarafe vicino a Siviglia), sono belli da far innamorare ogni coetanea e in Spagna funzionano meglio degli One Direction. E oltretutto hanno una carriera persino più lunga. Dai quattro ai nove anni hanno partecipato come ospiti fissi al programma canoro Menuda noche dove hanno fatto furore e pure registrato il loro primo disco, un abbozzo di ciò che sarebbero diventati anche come nome: Menudos Gemelos . Ma il punto di svolta è stata la partecipazione alla prima edizione spagnola di La Voz Kids dove, come spesso succede nei talent, non hanno vinto in gara ma hanno stravinto fuori. Tempo di finire lo show e la Pep's Records pubblica il loro primo singolo Lo mejor está por venir , che sbanca la classifica dei download e dei social network visto che, tempo un mese, aveva già un milione di visualizzazioni.

Poi quando è uscito il primo disco (con lo stesso titolo), il rituale si è ripetuto e il tour è diventato una passerella di applausi trionfali. I Gemeliers si sono rivelato come fenomeno popolare in Spagna: «Sono state le nostre fan a inventarsi il nostro nome e a farci diventare famosi, non smetteremo mai di ringraziarle», spiegano loro. Ogni loro esibizione è sold out. E le partecipazioni televisive (come quella al talent Vaya Fauna insieme a Christian Galvez e a Soraya) hanno sempre picchi di ascolti.

Ma qual è la loro marcia in più? Certo sono belli e questo non guasta. Ma di belli è pieno il pop e la maggiorparte di loro non raggiunge il successo. La vera differenza nel repertorio dei Gemeliers è la tradizionale positività dei suoni e dei testi. Prendete il singolo No hay nadie como tu : è un pop reggaeton che (anche nel video) non titilla alcuna provocazione né istiga a volgarità stile rap. È una bella canzone d'amore perfetta per l'estate e per chi alla musica chiede soprattutto divertimento con un pizzico di sogno. E non è semplicemente un potenziale tormentone, è proprio uno dei pezzi che possono rimanere in reprtorio a prescindere dalla stagione.

Insomma l'immagine dei Gemeliers che convince è quella di bravi ragazzi con un bella voce. Tutto sommato sembrerebbe il minimo indispensabile. Ma oggi non è più così. E forse proprio per questo hanno fatto breccia così velocemente nel pubblico soprattutto femminile, ormai pedinato da esempi esagerati o semplicemente irraggiungibili. E, nei momenti di bulimia di pop adolescenziale come questo, a far la differenza sono proprio queste caratteristiche. Se poi si abbinano a un repertorio da scoprire, il risultato è (quasi) fatto.

D'altronde il nuovo disco Mil y una noches (uscito ad aprile) è equilibrato e coinvolgente, autentico pop ben arrangiato e assai ben cantato. E il primo singolo No hay nadie como tu in poche settimane è già a 600mila visualizzazioni solo su YouTube. Come a dire: i Gemeliers non hanno esaurito la loro parabola, anzi. E basterà seguirli il 30 luglio su Canale 5 al Coca Cola Summer Festival dove sono arrivati come ospiti trovandosi di fronte a un pubblico come difficilmente capita a un artista spagnolo in Italia: caloroso e già affezionato. Un segnale da non sottovalutare.

Commenti

linoalo1

Mar, 21/07/2015 - 09:48

Altre Meteore!!!!